Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Introduzione E-learning

1.771 Aufrufe

Veröffentlicht am

Slide del seminario introduttivo sulla Formazione a Distanza, tenuto il 09/04/2008 all'Università di Torino, facoltà di psicologia

Veröffentlicht in: Bildung
  • Als Erste(r) kommentieren

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Introduzione E-learning

  1. 1. E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com E-learning: dalla Teoria alla Pratica Torino, 9 aprile 2008 di D.Biolatti
  2. 2. E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com OBIETTIVI: - Una visione d'insieme sul tema dal punto di vista teorico - Una descrizione di un semplice progetto dal punto di vista pratico
  3. 3. COSA VEDREMO 1. Percorso Personale e Professionale 2. Formazione a Distanza: definizione tappe principali oggi 5. Un caso concreto: contatto con il Cliente progetto realizzazione valutazione dei risultati 6. Spunti per il “domani” 7. Conclusioni E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  4. 4. Daniele Biolatti > stage > laurea > perfezionamento > tirocinio post-laurea > esame di Stato psicologiadellavoro.com < consulente < formatore aziendale < i.psi.l.o.n. < E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  5. 5. Formazione a Distanza (FaD) : “ Tutte le varie forme di autoistruzione interattiva che si realizzano attraverso canali di comunicazione multimediale” (ISFOL, 1994) E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  6. 6. <ul><li>Prima Generazione: </li></ul><ul><li>Formazione per Corrispondenza: </li></ul><ul><ul><ul><li>asincrona </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>da uno a molti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>comunicazione verbale scritta </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>know how richiesto limitato </li></ul></ul></ul>E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  7. 7. <ul><li>Seconda Generazione: </li></ul><ul><li>Formazione attraverso Radio e Televisione: </li></ul><ul><ul><ul><li>sincrona </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>da uno a molti </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>comunicazione verbale e paraverbale </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>know how richiesto limitato </li></ul></ul></ul>E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  8. 8. <ul><li>Terza Generazione: </li></ul><ul><li>Formazione attraverso le Reti Informatiche: </li></ul><ul><ul><li>sincrona o asincrona </li></ul></ul><ul><ul><li>da uno a molti, da uno a uno, da molti a molti </li></ul></ul><ul><ul><li>comunicazione non prossemica </li></ul></ul><ul><ul><li>know how richiesto talvolta elevato </li></ul></ul>E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  9. 9. Un Caso Concreto: Un Progetto per un ente di formazione - Il Contatto con il Cliente - Il Concetto di “formazione finanziata” E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  10. 10. <ul><li>Stesura del Progetto: </li></ul><ul><li>… che tipo di Progetto? </li></ul><ul><li>- Analisi del bisogno (tempi, strumenti, obiettivi) </li></ul><ul><li>- Caratteristiche del Target del processo </li></ul><ul><li>- Stesura del Progetto per il Cliente (ente formazione) </li></ul><ul><li>Stesura del Progetto per il finanziatore (Regione) </li></ul>E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  11. 11. Realizzazione del Progetto: Blended Learning “Rel@zioni” – parte 1 - Caso “incidente” sui Forum pubblici - Risposta dei singoli direttamente al Formatore - Ripubblicazione delle risposte migliori/peggiori - Discussione aperta sui Forum E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  12. 12. Realizzazione del Progetto: E-learning “Rel@zioni” – parte 2 - Possibilità di utilizzare I Forum per casi reali emersi durante lo Stage E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  13. 13. Valutazione del Progetto: “ Rel@zioni” - Misurazione dati qualitativi - Misurazione dati quantitativi E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com
  14. 14. L’e-learning: Domani? E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com <ul><li>Formazione </li></ul><ul><li>Continua </li></ul><ul><li>Pervasività </li></ul><ul><li>delle Community </li></ul>
  15. 15. E-learning 2.0? E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com - Uso di applicativi web distribuiti - Licenze open sui contenuti
  16. 16. Grazie... :-) Presentazione di Daniele Biolatti Alcuni diritti riservati. eccetto: slide 4 ( M.Mantellini )‏ slide da 9 a 14 ( jhderojas )‏ Fotografie di Marco Donatiello E-LEARNING: Dalla Teoria alla Pratica Università degli Studi di Torino, aprile 2008 - D.Biolatti - www.psicologiadellavoro.com [email_address]

×