Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Progetto Principe

527 Aufrufe

Veröffentlicht am

Veröffentlicht in: Bildung
  • Als Erste(r) kommentieren

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Progetto Principe

  1. 1. PRogetto INtegrato di Coerenze tra Istruzione, Professionalità ed Educazione: PR.IN.C.I.P.E I risultati del primo anno nel Valdarno aretino
  2. 2. Il contesto geografico: il Valdarno La vallata del Valdarno è divisa fra le Province di Arezzo e di Firenze. Terra di antica industrializzazione, il Valdarno ha un'economia attiva e differenziata, presente nei settori alimentare, tessile, dell’abbigliamento, delle calzature, estrattivo, chimico, di trasformazione dei metalli ed elettromeccanico. Ne è il cuore il triangolo Montevarchi S. Giovanni Valdarno, Terranuova, denso di attività, di traffici e di servizi.
  3. 3. Malgrado i seri presupposti di inserimento lavorativo al termine degli studi, aumenta di anno in anno l’abbandono scolastico. Una ricerca condotta da ‘Irre Toscana’ mostra che 22 studenti toscani su 100 non portano a termine gli studi. Nel Valdarno aretino i numeri di abbandono sono ancora più alti.
  4. 4. Finalità del Progetto Principe Progetto sovvenzionato dalla Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali della Regione Toscana, per la realizzazione di una offerta formativa sperimentale integrata di istruzione e formazione professionale, rivolto a ragazzi in obbligo formativo che hanno abbandonato la scuola.
  5. 5. I partners del Progetto PRINCIPE Ist. IPSIA ‘G. Istituto ISIS “R. Marconi’, S. Magiotti”, Giovanni Montevarchi Valdarno Agenzie formative
  6. 6. Il Progetto PRINCIPE CORSO DI ADDETTO ALLA SEGRETERIA Il percorso è articolato in moduli indipendenti, tali in primo luogo da permettere l’acquisizione di certificazioni e crediti per il rientro, anche a metà percorso, nel sistema scolastico. In secondo luogo da garantire l’acquisizione di specifiche competenze per l’inserimento nel mondo del lavoro. La metodologia generale è quella dell’”imparare facendo”.
  7. 7. Il Progetto PRINCIPE Il Progetto prevede 1200 ore di Corso così suddivise: 600 ore d’aula 600 ore di stage Di cui: 300 ore d’aula e 300 di stage svolte quest’anno
  8. 8. Gli allievi Si tratta di 8 ragazzi tra i 14 e i 18 anni, che hanno abbandonato la scuola tra il 2004 e il 2005. In particolare: 3 ragazze 5 ragazzi
  9. 9. I Docenti Per decisione del Comitato di Progetto si è scelto di impiegare liberi professionisti che lavorano già nel settore commerciale al fine di fornire agli allievi non soltanto gli strumenti necessari per acquisire nuove competenze, ma anche tutta la loro esperienza di chi “questo mestiere” lo fa già.
  10. 10. Il Tutor Figura di riferimento per gli allievi, li aiuta a superare i “momenti difficili” e li supporta continuamente nel loro percorso di reinserimento. Anche i genitori si confrontano spesso con il Tutor.
  11. 11. Le attività scolastiche Le 300 ore d’aula comprendevano l’insegnamento delle seguenti materie: •Italiano •Inglese •Informatica •Organizzazione del lavoro d’ufficio •Sicurezza sul lavoro •Scienze della comunicazione
  12. 12. Le attività parascolastiche Oltre le lezioni, i ragazzi hanno partecipato a numerosi incontri di gruppo in cui sono state affrontate tematiche quali: •La relazione con gli altri •Il rispetto delle regole •La comunicazione •Il linguaggio del corpo •Alcuni momenti di problem solving
  13. 13. Le attività extrascolastiche I momenti di lezione sono spesso stati alternati a momenti di proiezione di video, documentari e film. Inoltre sono state previste delle escursioni a fiere e congressi a tema. Ognuno degli allievi ha partecipato a colloqui individuali di orientamento in ingresso e in uscita.
  14. 14. I risultati del primo anno Durante questo primo anno di corso, è emersa tra tutte, una voglia di riscattare: •la propria identità •la propria autostima E’ migliorata la loro gestione del tempo e la loro capacità di socializzazione.
  15. 15. Prossimi sviluppi Per il secondo anno auspichiamo un miglioramento del gruppo classe: •rispetto all’autogestione, •al rapporto con le rispettive famiglie •con la società in genere. Ad oggi, 6 ragazzi su 8 dichiarano di voler tornare a scuola.
  16. 16. Grazie per l’attenzione

×