Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Panoramica della materia - Olismologia: la Disciplina della Sintesi | 19 novembre 2011

1.337 Aufrufe

Veröffentlicht am

Conferenza interattiva dimostrativa presso la Parafarmacia La Fenice, Via Riviera 105 - Pavial nell’ambito del ciclo: "Incontri consapevoli di cultura, scienza, alimentazione e benessere per saperne di più sulla propria salute"
tema: OLISMOLOGIA, LA DISCIPLINA DELLA SINTESI: PANORAMICA DELLA MATERIA

Veröffentlicht in: Gesundheit & Medizin
  • Als Erste(r) kommentieren

Panoramica della materia - Olismologia: la Disciplina della Sintesi | 19 novembre 2011

  1. 1. www.olismologia.net www.mascurint.com “olismologia” su Google e Youtube
  2. 2. Olismologia: la Disciplina della Sintesi Panoramica della Materia Dott. Lorenzo Paride Capello
  3. 3. il termine “όλος” - in greco - significa “tutto”, “totalità” e “λογος” significa “parola”, “discorso” la dottrina dell’ ”olismo” indica che un essere vivente va considerato sempre come un'unità, e non come la somma di parti a se stanti quindi il termine “Olismo-logia” indica lo studio della Persona nella sua totalità psico-fisica
  4. 4. NON È UN’ALTRA SPECIALIZZAZIONE! ce ne sono già fin troppe… che in quella Complementare … fitoterapia, antroposofia, omotossicologia, omeopatia, floriterapia, chiropratica, massoterapi a, fisioterapia, osteopatia, riflessologia, kinesiologia, ayurveda, agopuntura, shatsu, reiki, cri stalloterapia, idrocolonterapia, cromoterapia, pranoterapia, biotecnologie computerizzate e altre ancora … sia nella Medicina Ufficiale … oculistica, otorinolaringoiatria, audiologia, cardiologia, aritmologia, pneumologia, allergolog ia, urologia, nefrologia, fisiatria, ortopedia, neurologia, psichiatria, pediatria, adolescentolog ia, geriatria, ginecologia, andrologia, gastroenterologia, proctologia, endocrinologia, immun ologia, infettivologia, genetica, virologia, ematologia, angiologia, dermatologia, oncologia, e altre …
  5. 5. per ora  Sono molti gli “studi di Medicina olistica”, in cui Professionisti e Tecnici esperti in diverse materie mettono in comune le loro conoscenze.  Ciascuno di loro - tuttavia - esamina e discute il Paziente dal proprio punto di vista.  Manca sempre, perciò, una visione unitaria, ovvero una diagnosi unanime del Paziente e un piano terapeutico logico, coerente e sinergico.
  6. 6. l’Olismologia, invece, è la Disciplina della Sintesi in quanto valuta ogni singola Persona in modo globale e simultaneo in un atto medico UNICO
  7. 7. si propone  di congiungere e integrare la Medicina Ufficiale con la Medicina Complementare, fondendo le diverse conoscenze e le diverse tecniche palesemente efficaci in campo diagnostico e terapeutico  di collegare in modo trasversale le diverse specializzazioni già esistenti ampliando le loro vedute  di formare una mentalità globale, davvero scientifica, cioè sopra gli interessi di parte  di provocare un cambiamento di mentalità
  8. 8. e sostiene  la visione unitaria dell’essere umano, che invece solitamente viene indagato a pezzi da professionisti che hanno competenze tra loro scollegate  il “ritorno al futuro” di alcuni importanti valori e princìpi dell’olismo antico, dimenticati e traditi  l’uso - ove possibile - di farmaci biocompatibili, di tecniche di diagnosi e cura a misura d’uomo, per il maggior benessere dei Pazienti e una maggiore attenzione nei loro confronti  l’indipendenza da ogni logica di mercato (per essere al servizio dei Pazienti, e non delle Aziende!) Ippocrate
  9. 9.  coinvolgere il Paziente  spiegargli come stanno le cose  parlargli in modo semplice e chiaro  educarlo alla salute perché CAPIRE È GIÀ GUARIRE sostiene inoltre, la necessità di
  10. 10. I PAZIENTI CHE DICONO : “sono stato da fior di Professori, per sentirmi dire che dagli esami non risulta niente.…” “ho provato di tutto e di più, ma non ho risolto nulla” “… dicono che sarà lo stress …” “… secondo loro sono un non responder, e purtroppo le cure a me non fanno effetto …”
  11. 11. Quando il Paziente viene esaminato soltanto dal punto di vista oggettivo, dalle analisi di laboratorio e dalle indagini strumentali quasi sempre esce un quadro in cui egli non si riconosce Viene definito ammalato quando di fatto non si sente tale, oppure viene definito sano quando invece sente di non stare affatto bene Per questi ed altri motivi la visita individuale e il rapporto personale sono ancora elementi indispensabili e insostituibili
  12. 12. Siamo 7 miliardi di esseri umani e abbiamo 7 miliardi di impronte digitali diverse!! Per questi ed altri motivi la visita individuale e il rapporto personale sono ancora elementi indispensabili e insostituibili
  13. 13.  può escludere la presenza di eventuali disturbi in fase pre-clinica, ovvero a livello preventivo  può verificare la validità di un piano terapeutico  può accertare le condizioni di salute quando - dopo tutte le necessarie indagini di laboratorio e strumentali tradizionali - non emergono evidenti spiegazioni cliniche  può trovare ulteriori soluzioni terapeutiche per qualunque problema clinico psico-fisico persistente, resistente, cronico, incomprensibile, intratta bile, di difficile inquadramento (insomma: non risolto) quando le cure tradizionali non abbiano ottenuto i risultati attesi
  14. 14. Guarda l’Uomo da un punto di vista diverso, complessivo, e poiché ha una concezione differente della patologia e un’assoluta fiducia nella sapienza della Natura si limita a ristabilire la migliore condizione fisiologica possibile in ciascun individuo, e a prescrivere solo gli aiuti che l’organismo stesso indica necessari per fare al meglio quello che già sa fare
  15. 15. Medicus curat, Natura sanat (il Medico si prende cura del paziente, ma è la Natura che lo guarisce) Pur applicando con tutti i Pazienti la medesima procedura diagnostica e terapeutica, sa che ognuno di essi troverà autonomamente giovamento ai propri disturbi
  16. 16. l’approccio clinico globale permette  di riconoscere, comprendere e interpretare le cause reali (non quelle apparenti) dei sintomi lamentati dai singoli Pazienti  di dare finalmente una spiegazione logica, un significato coerente e risposte concrete alle loro problematiche soggettive  di dar loro anche il giusto peso evitando il “terrorismo clinico” inoltre
  17. 17.  fa emergere un quadro generale ricco di spunti di riflessione  fa sentire ogni singolo Paziente finalmente compreso e pienamente interpretato  lo aiuta a cogliere il significato profondo dei disturbi che lamenta a livello psico-fisico, il che lo responsabilizza in prima persona La terapia mirata - infine - consente al Paziente di prendere in mano la propria sorte
  18. 18. il triangolo del benessere (equilatero) indica che la salute proviene dal perfetto equilibrio tra le 3 componenti dell’essere umano
  19. 19. ma Struttura, Funzioni e Mente non sono solo 3 linee, 3 concetti a sé stanti sono 3 ambiti di problematiche assai complesse (rappresentate dai cerchi) ● ● ●♦ ♦ ♦
  20. 20. e questi 3 ambiti (i cerchi) si sovrappongono ovvero sono sempre in relazione tra loro ♦
  21. 21. inoltre è evidente che un po’ di Struttura, di Funzioni e di Mente è sempre presente nel centro ne consegue che per capire qualunque problema di salute Psico-Fisico O
  22. 22. bisogna sempre indagare e curare TUTTO! TUTTO TUTTO
  23. 23. è proprio ciò che fa l’Olismologia che indaga e interviene su tutti i 3 ambiti in un atto medico UNICO APPROCCIO CLINICO E TERAPEUTICO GLOBALE ↓
  24. 24.  sapere di non sapere ….  ampliare il panorama delle proprie conoscenze  agire osando pensare (ancora) con la propria testa  superare gli schemi palesemente inefficaci  RI - conquistare comportamenti professionali “umani” dimenticati e sottovalutati  RI - conoscere il “primariato” della Natura  inchinarsi umilmente alla sapienza innata dell’organismo
  25. 25. …. inoltre  considerare ogni singolo Paziente un IN-dividuo, una Persona, il protagonista dell’atto medico, non un oggetto d’indagine  ascoltare e interpretare la logica del corpo  comprendere il significato dei sintomi, anziché limitarsi a sopprimerli  trovare i problemi dove sono, non dove sembra che siano  ristabilire la fisiologia, innanzitutto  imparare ad attivare l’auto-guarigione del corpo
  26. 26. 1 - l’Anatomia e la Fisiologia 2 - la Vis Medicatrix Naturæ 3 - la P. N. E. I. S. (Psico-Neuro-Endocrino-Immuno-Somato-logia) 4 - la Fisica Quantistica applicata alla Medicina
  27. 27. 1 - l’ANATOMIA, ! e - soprattutto - la FISIOLOGIA che è basilare e imprescindibile, pertanto deve sempre essere ristabilita prima di pensare alla Patologia !
  28. 28. 2 - la VIS MEDICATRIX NATURÆ è l’ineguagliabile capacità autonoma che il corpo ha di adattarsi e di ri-organizzarsi. Ma quando ci scomoda viene dimenticata, rinnegata e subito soppressa con farmaci solo sintomatici che la bloccano Essa esegue incessantemente e perfettamente tutti i complessi processi vitali dell’organismo
  29. 29. 3- la PNEI ci insegna che nella grandiosa complessità del nostro corpo TUTTO è collegato secondo una logica intrinseca mirabile e perfetta Le cellule di ciascun sistema (nervoso, endocrino, immunitario e viscerale) hanno recettori e mediatori chimici coi quali comunicano e interagiscono con le cellule di tutti gli altri sistemi, in un processo incessante di reciproco controllo finalizzato all’auto-organizzazione
  30. 30. considerata da sempre un semplice “apparato locomotore e di sostegno”, possiede invece - al pari dei visceri - tutte le caratteristiche di un organo-bersaglio che comunica con tutto il resto dell’organismo a questo proposito occorre precisare che anche la nostra struttura portante
  31. 31. la Struttura le Funzioni e la Mente sono un’unità indivisibile dunque nell’essere umano
  32. 32. ovvero di onde elettromagnetiche in vibrazione è fatto di ENERGIA 4- la FISICA QUANTISTICA dal canto suo, ci insegna che l’essere umano - al pari dell’intero Universo -
  33. 33. siamo compattazioni di elettroni e molecole immersi in una miriade di stimoli e di campi elettromagnetici il nostro cervello ci elabora attraverso i sensi come persone ferme e solide, ma in realtà siamo fluidi in un mondo fluido, dove ogni cosa è in movimento
  34. 34. produciamo un campo elettromagnetico! siamo sfere di energia con 8 metri di diametro! e questo campo dà forma alla nostra materia, e la governa, così come una calamita dà forma a un mucchietto di limatura di ferro
  35. 35. L’Olismologia applica concretamente tutti questi criteri
  36. 36. 1 ora durante la quale il Paziente viene indagato - contemporaneamente - da tutti i punti di vista: strutturale ed energetico, funzionale e mentale
  37. 37. l’Olismologo ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► ► esegue Test sul piano Energetico Metabolico Mentale Strutturale Terapeutico ►
  38. 38. LE SUE MANI
  39. 39. sì, proprio le sue mani! perché
  40. 40. possiamo già riequilibrare il 70 % dei disturbi strutturali (di origine fisica) funzionali (di origine neuro-vascolare) e mentali (di origine simbolica) con le sole mani
  41. 41. la MANIPOLAZIONE CLINICA è uno strumento diagnostico-terapeutico In tal modo il corpo stesso diventa attore unico e protagonista assoluto del nostro ri-equilibrio vitale GLOBALE ovvero, tutti i processi fisiologici naturali capace di attivare in modo sorprendente l’HARDWARE
  42. 42. 2°→ l’ ESTIMO è il senso innato col quale OGNI organismo vivente percepisce e valuta con la massima precisione le frequenze elettromagnetiche di tutto ciò che in natura oscilla e vibra
  43. 43. con l’ ESTIMOLOGIA CLINICA il senso dell’ Estimo assume il ruolo di un decodificatore naturale
  44. 44. col quale possiamo esplorare il SOFTWARE dell’organismo ovvero la nostra componente energetica: sul piano funzionale metabolico e viscerale e sul piano funzionale mentale
  45. 45. e la componente energetica non è di poco conto… distingue il vivente dal cadavere… in Medicina viene registrata con l’ECG… con l’EEG… con l’EMG… consente di eseguire la RMN… merita, dunque, una giusta considerazione
  46. 46. interpretando i dati raccolti con l’indagine energetica l’Olismologo è in grado  di formulare le diagnosi causali sul piano Funzionale e Mentale  di identificare le cure MIRATE per risolvere il problema specifico di ogni singola Persona  di sbagliare il meno possibile, in quanto la diagnosi e la terapia sono indicate dal corpo stesso del Paziente
  47. 47. le TERAPIE VIBRAZIONALI Fitoterapia, Omotossicologia, Omeopatia, Floriterapia, Cristalli, Pietre, Oli essenziali, ecc sono elementi naturali le cui frequenze elettromagnetiche agiscono sul campo elettromagnetico corporeo in modo PRO-fisiologico
  48. 48. per mezzo di tali elementi anche la Kinesiologia Estimologica svolge un importante ruolo diagnostico-terapeutico rileva e decodifica le diverse frequenze alterate dell’organismo nel contempo identifica gli elementi che curano le disfunzioni, così come i diapason accordano le stonature
  49. 49. le tecniche del Metodo Olismologico consentono di dare applicazione pratica alla Medicina Psico-Somatica
  50. 50. l’intervento manuale compiuto sulla STRUTTURA (col Massaggio Clinico) smaschera la MENTE del Paziente rendendogli facilmente comprensibili le problematiche che ha in atto
  51. 51. ← Ο quando la MENTE del Pz riconosce e comprende il significato simbolico profondo dei suoi disturbi capisce che può affrontarli, dunque riesce a riprendere il controllo degli organi-bersaglio SOMAtici rappresentati • dalla STRUTTURA • e dalle FUNZIONI viscerali
  52. 52. ciò è possibile in quanto la mente controlla e regola il nostro corpo così come l’energia controlla e regola la materia
  53. 53. quando qualcuno dice: “Dottore, sa che lei mi ha fatto una fotografia !” rispondo “no, mi creda, è lei che si è fatto un autoscatto”
  54. 54. nel Centro Studi di Olismologia Attualmente l’argomento è un Master professionale per Medici generici e Specialisti, Laureati dell’area medico- sanitaria, Psicologi, Osteopati e Naturopati. Il potenziale teorico-pratico della Materia sarebbe idoneo per introdurla nei programmi di formazione universitaria  pre-laurea, prima che gli studenti consolidino una mentalità frazionata  post-laurea per coloro che aspirano a una professionalità diversa e ad ampio spettro. I concetti di base - molto accattivanti - potrebbero essere inseriti anche nei programmi della Scuola dell’obbligo affinché i futuri cittadini crescano responsabili nel perseguire e nel difendere la propria salute. L’educazione ridurrebbe nel tempo l’enorme e crescente dispendio di capitali che il Ministero non riesce più a frenare.
  55. 55. www.olismologia.net www.mascurint.com “olismologia” su youtube e Google
  56. 56. OLISMOLOGIA & METODO MAS.CUR.INT.® la Disciplina della Sintesi e il suo strumento operativo
  57. 57. HARDWARE STRUTTURALE “la torre del computer”
  58. 58. lo strumento diagnostico e terapeutico manuale è il MASSAGGIO CLINICO
  59. 59. il MASSAGGIO CLINICO (tecnica diagnostica e terapeutica) per cui è il CORPO stesso che diventa l’attore unico e il protagonista competente del nostro RI-equilibrio vitale GLOBALE (PNEIS) attiva i meccanismi fisiologici del nostro HARDWARE strutturale
  60. 60. il Massaggio eseguito a livello clinico innesca il processo della deflammazione
  61. 61. la DEFLAMMAZIONE è la deliberata provocazione (controllata, pilotata, modulata) di un processo di riattivazione della reattività fisiologica caratterizzato da – calor (ipertermia locale e incremento dei processi metabolici) – livor (vasodilatazione e incremento del circolo) – functio resa (ripresa della funzionalità) sul piano terapeutico provoca la spontanea evoluzione dell’attività curativa del trattamento e garantisce il suo effetto duraturo nel tempo
  62. 62. È INDISPENSABILE SAPERE CHE l’infiammazione è il fondamentale e insostituibile meccanismo fisiologico automatico di guarigione di cui la natura ci ha dotati (forse anacronistico per i tempi moderni votati alla comodità e all’efficienza…) Pertanto quando si ricorre, subito e/o indiscriminatamente, ai farmaci ANTI-infiammatori si agisce in perfetta contraddizione e si blocca il corpo La deflammazione riaccende ad arte questo meccanismo previsto dalla natura consentendole di fare il suo corso
  63. 63. È bene sapere che quando un muscolo rimane contratto troppo a lungo, i pettini delle sue fibre strozzano le arterie che lo ossigenano, impediscono il ritorno del sangue venoso provocando il rallentamento del flusso sanguigno locale e il ristagno di linfa In questa condizione si liberano i mediatori chimici dell’infiammazione, si accumula acido lattico, si genera un edema perimuscolare che stira la fascia locale; il connettivo prossimale e il tessuto cutaneo si infarciscono. Ne conseguono dolore e impedimento dei movimenti
  64. 64. il MASSAGGIO CLINICO sul piano strutturale innesca la deflammazione essa rimuove la stagnazione circolatoria e metabolica del tessuto infarcito di linfa (gelificato) consentendo in tempi brevi - spesso immediatamente - la riduzione del dolore e la ripresa dei movimenti
  65. 65. LOGICA METAMERICA (visceromeri)
  66. 66. come si generano nella struttura i disturbi NEURO-VASCOLARI DEI VISCERI il vaso nutre il nervo, e il nervo regola il vaso Le contratture paravertebrali - soprattutto quelle di origine emotiva - condizionano la postura e la funzionalità delle singole unità neuro- vascolari Di conseguenza possono provocare disturbi funzionali a carico degli organi interni, che vengono predisposti ad ammalarsi Questo aiuta a comprendere anche il significato degli organi- bersaglio, (gli organi della mente, dell’anima, dello spirito), che non sono ammalati, ma presentano solo un guasto energetico secondario Essi sono una maschera, l’immagine della problematica emotiva o esistenziale, un capro espiatorio, un segnale d’allarme, lo strumento fisico di cui la mente si serve per manifestare un disagio correlato
  67. 67. il MASSAGGIO CLINICO sul piano funzionale innesca la deflammazione Risolvendo le contratture paravertebrali, toglie la compressione che impedisce la piena circolazione dell’energia nei nervi, “riapre i rubinetti chiusi”, consentendo all’attività viscerale ancora possibile di riprendere in modo automatico
  68. 68. come si imprimono nella struttura i disturbi della sfera mentale Si manifestano in ristrette zone del corpo in cui il connettivo fasciale - in qualità di vero e proprio organo-bersaglio - è stato intriso di chiare e significative informazioni; la mente - attraverso la contrattura della muscolatura corrispondente agli organi-bersaglio - gelifica, registra in queste zone del corpo (le aree simboliche) – le emozioni dolorose trattenute (inibite?, frustrate?, inespresse?, represse?, contr ollate?, razionalizzate?, giustificate?) – le esperienze di sofferenza non risolte (non chiarite?, ignorate?, rimosse?, negate?)
  69. 69. MIMICA POSTURALE (aree simboliche e psicoterapia per-cutanea)
  70. 70. AREE CORPOREE SIMBOLICHE
  71. 71. il MASSAGGIO CLINICO sul piano mentale/emozionale innesca la deflammazione risolvendo le contratture muscolari legate agli organi-bersaglio genera un “effetto moviola” che riporta a livello di consapevolezza il contenuto delle aree simboliche, icone di problematiche psico- somatiche non espresse o non risolte, controllate, registrate nel connettivo fasciale in qualità di vero e proprio organo- bersaglio
  72. 72. DUNQUE Il Massaggio Clinico eseguito sul corpo - grazie alla sua sapienza autoguaritrice - consente di comprendere e risolvere dal punto di vista causale buona parte dei tanti disturbi e patologie che la pratica medica tradizionale purtroppo abbandona ma che con metodi diversi sono ancora risolvibili E anche là dove non si può arrivare con il Massaggio - ovvero sul nostro software cellulare e mentale - l’Olismologia utilizza Tecniche Naturali Integrate
  73. 73. SOFTWARE FUNZIONALE “i CD per il computer”
  74. 74. La Medicina Ufficiale esegue di continuo EEG, ECG, EMG, Risonanze Magnetiche Nucleari, ma non si decide a sfruttare i vantaggi di un senso che tutti possediamo, ma che ignoriamo di avere QUELLO PER DISTINGUERE LE FREQUENZE ELETTROMAGNETICHE DELLE SOSTANZE CHE IN NATURA VIBRANO
  75. 75. l’ESTIMO
  76. 76. Allo stesso modo in cui un orafo esegue la precisa valutazione delle diverse pietre preziose e dei loro carati, degli ori, degli argenti e delle loro percentuali di purezza il senso dell’Estimo permette al nostro corpo di valutare le frequenze elettromagnetiche delle sostanze con cui viene a contatto, e quindi di identificare - attraverso le sostanze che esso stesso sceglie per ottimizzare il proprio equilibrio psico-fisico - sia la diagnosi che la terapia
  77. 77. lo strumento per indagare il software è la KINESIOLOGIA ESTIMOLOGICA
  78. 78. possibilità di diagnosi estimologica SUL PIANO FUNZIONALE Radianza corporea - Equilibrio energetico - Localizzazione degli organi - Metabolismo visceri - Allergie - Difese immunitarie - Intossicazioni e drenaggio - Equilibrio acido/basico - Eretismo funzionale - Funzionalità endocrina - Intolleranze alimentari - Idratazione - Oligoelementi - Disbiosi - Scelta, preferenza, proseguimento o sospensione di un farmaco possibilità di diagnosi estimologica SUL PIANO EMOZIONALE Rabbia, risentimento, rancore, astio - Aggressività trattenuta e self-control eccessivo - Intolleranze relazionali - Ansia, tensione emotiva, preoccupazione, sopportazione, frustrazione – Paura, depressione, - Crisi di panico ecc
  79. 79. Per tutte queste problematiche nel repertorio terapeutico della Medicina Ufficiale non ci sono cure causali, ma solo sintomatiche, ANTI-biologiche, che bloccano i meccanismi funzionali dell’organismo, motivo per il quale sono gravate da noti e spiacevoli effetti collaterali L’Olismologia utilizza invece solo terapie naturali, PRO-biologiche, di stimolo alla capacità di autoguarigione

×