Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.

4 sorbetti light

0

Teilen

Wird geladen in …3
×
1 von 28
1 von 28

Weitere Verwandte Inhalte

Ähnliche Bücher

Kostenlos mit einer 30-tägigen Testversion von Scribd

Alle anzeigen

4 sorbetti light

  1. 1. Avanzamento con clic del mouse
  2. 2. I 4 sorbetti di questa presentazione sono fatti con frutta freschissima di stagione, senza aggiunta di zucchero e con l’unico suggerimento, peraltro non indispensabile, di agar agar, un’alga addensante.
  3. 3. Ma vediamo la sequenza per le varie preparazioni: iniziamo dal SORBETTO AL MELONE
  4. 4. Occorre il melone, ho scelto quello retato; e l’agar agar se volete, addensante e insapore che dà più cremosità e stabilità al sorbetto.
  5. 5. Se decidete di aggiungere l’agar agar, sciogliete- ne la punta di un cucchiaino da caffè in mezza tazzina d’acqua e fatela bollire due minuti, poi lasciate raffreddare; intanto pulite il melone dai semi e buccia, taglia- tene un po’ a dadini e metteteli in una caraffa;
  6. 6. 1- frullate insieme il melone e 2- usate un frullatore norma- il liquido con l’agar agar, se le o uno ad immersione; avete deciso di aggiungerla; 3 – trasferite il composto in un 4- ogni mezz’ora e per due/ contenitore di plastica e mette- tre volte, rimestate e rimet- telo in frigo, nello scomparto del tete nel freezer; ghiaccio o in freezer;
  7. 7. Il composto deve solidificarsi ma non diventare un unico blocco, per questo va controllato spesso; quando lo vedrete così, frullate con il montapanna se lo avete, oppure anche con il frullatore, ma lavoratelo poco: non deve sciogliersi ma solo mantecare.
  8. 8. Questo è il giusto grado di mantecatura.
  9. 9. Come vedete, il composto appare solido.
  10. 10. Eccolo qui. A questo punto la preparazione è decisamente light, ricordate che abbiamo usato il melone, senza zuccheri aggiunti.
  11. 11. Ora, per trasformarlo in un dessert adatto anche a chi non debba contare le calorie, si può “affogare” con del vino dolce, tipo Porto (ideale) o Marsala.
  12. 12. Le altre preparazioni sono state fatte con lo stesso procedimento, tranne pochissime varianti che indicherò di volta in volta. La preparazione non impegnerà più di 10-15 minuti, ma tenete conto che occorreranno un paio d’ore di raffreddamento in freezer, perché il sorbetto rag- giunga la giusta consistenza (ndr).
  13. 13. SORBETTO ALLE ALBICOCCHE
  14. 14. Nel sorbetto alle albicocche ho messo un cucchiaio di confettura di albicocche (preparazione light anche questa, con il 20% di zucchero), per esaltare il sapore.
  15. 15. Occorrente: Albicocche fresche, lavate e snocciolate; la punta di un cucchiaino da caffè di agar agar (facoltativo) e 1 cucchiaio di confettura di albicocche light (facoltativo).
  16. 16. Se volete usare l’agar agar e la confettura, mettete tutto insieme in un pentolino, con mezza tazzina di acqua e fate bollire per due minuti; lasciate raffreddare, poi unitelo alle albicocche e frullate; Trasferite tutto nel contenitore di plastica e mettete nel freezer, rimestando di tanto in tanto.
  17. 17. Questo è il sorbetto pronto.
  18. 18. Ricordate che più volte lo si mescola, più diventerà cremoso (mantecato).
  19. 19. Sorbetto di mele verdi
  20. 20. Occorrente: due mele verdi, lavate, sbucciate e ridotte a dadini; il succo di mezzo limone; 1 cucchiaio confettura di albicocche light (facoltativo); agar agar se volete.
  21. 21. Le mele sono dure e preferisco sbollentarle qualche attimo; ci aggiungo il succo di mezzo limone per non farle scurire e correggo il gusto aspro con 1 cucchiaio di confettura di albicocche. L’agar agar è facoltativo, se volete potete aggiungerne ora la punta di un cucchiaino da caffè e lasciar bollire 2 minuti.
  22. 22. La preparazione, a questo punto, è uguale a prima; si frulla, si pone nel congelatore, si mescola ogni tanto e quando apparirà ben consistente, mantecare con il frullino, come sempre.
  23. 23. Il sapore di questo sorbetto è delicatissimo!
  24. 24. Sorbetto di kiwi
  25. 25. Occorrente: 3 kiwi maturi; La punta di un cucchiaino di agar agar (facoltativo).
  26. 26. Si procede come sempre, fino alla mantecatura finale.
  27. 27. Ecco qui anche il sorbetto al kiwi, presentato semplicemente; qualche pezzettino di frutta che ricordasse la composizione completerebbe al meglio!
  28. 28. Ma tutta la frutta di stagione si presta per queste preparazioni, non c’è che l’imbarazzo della scelta; i sorbetti potrebbero completare una cena elegante, non si direbbe di certo, vedendoli, che siano preparazioni light! Realizzazione, testo e foto: zafulla1@yahoo.it

×