Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
COMPLEXITY INSTITUTE - APS
Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106
www.complexityinstitute.it
complex.inst...
Nächste SlideShare
Wird geladen in …5
×

Complexity Literacy Meeting - Scheda del libro presentato da Simonetta Simoni:"Arte e Complessità"

109 Aufrufe

Veröffentlicht am

“Arte e complessità” è stato il tema intorno al quale si è svolto il Festival della Complessità a Bologna nel Luglio 2017. Questa edizione ha avuto luogo nella cornice dell’evento internazionale
art*science 2017/Leonardo 50 – Il Nuovo e la Storia, tre giorni di eventi e conferenze dedicati da un lato ai cinquant’anni del magazine Leonardo, pubblicato da MIT Press, la rivista più autorevole
sulle relazioni tra arti, scienze e tecnologie. La complessità è, infatti, un modo di vedere il mondo “non determinista e non riduzionista”, alla ricerca di parole, immagini, suoni, testi, forme che lo rendano più comprensibile e pensabile come insieme di sistemi, di reti con ampia varietà.

Veröffentlicht in: Kunst & Fotos
  • Als Erste(r) kommentieren

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Complexity Literacy Meeting - Scheda del libro presentato da Simonetta Simoni:"Arte e Complessità"

  1. 1. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com LA SCHEDA DEL LIBRO PUBBLICATO: ARTE E COMPLESSITA’ Dalla Curatrice: Simonetta Simoni 1. TITOLO: Arte e complessità 2. AUTORE/I: Pier Luigi Capucci e Simonetta Simoni (a cura di) 3. NOTE SUGLI AUTORI Pier Luigi Capucci conduce ricerche interdisciplinari nel campo dei media, delle arti e delle relazioni tra scienze, tecnologie e cultura. Dal 2008 è stato Supervisor del T-Node Ph.D. Research Program del Planetary Collegium, University of Plymouth, e dal 2013 è Director of Studies. Insegna all’Accademia di Belle Arti di Urbino e all’Università di Udine (Dip. Di Scienze Matematiche, Informatiche e Fisiche). Nel 2000 ha fondato Noema, di cui è presidente, serie di progetti e journal online sulle relazioni tra cultura, scienze e tecnologie, selezionato nel 2003 da RAI International come miglior sito italiano. Simonetta Simoni, sociologa, ha studiato presso l’Università della Sorbona (Parigi), la London School of Economics (Londra). È tra i fondatori della sociologia visuale in Italia con Patrizia Faccioli (Università di Bologna), ha insegnato per vent’anni tra l’Università di Urbino e Ca’ Foscari a Venezia. Consulente e formatrice sui temi manageriali per aziende pubbliche e private, esperta in progettazione partecipata e ricerca-intervento, curatrice di due collane di Format Edizioni, da anni sperimenta metodologie artistiche innovative nella formazione e per la divulgazione delle scienze della complessità. 3. CASA EDITRICE: Noema media & publishing 4. ANNO PUBBLICAZIONE: 2018. Entro dicembre 2018 versione print on demand. Ora scaricabile In ebook https://noema.media/arte-e-complessita/ - more-283 5. BANDELLA LATERALE con breve descrizione dei contenuti del “Libro Pubblicato” “Arte e complessità” è stato il tema intorno al quale si è svolto il Festival della Complessità a Bologna nel Luglio 2017. Questa edizione ha avuto luogo nella cornice dell’evento internazionale art*science 2017/Leonardo 50 – Il Nuovo e la Storia, tre giorni di eventi e conferenze dedicati da un lato ai cinquant’anni del magazine Leonardo, pubblicato da MIT Press, la rivista più autorevole
  2. 2. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com sulle relazioni tra arti, scienze e tecnologie. La complessità è, infatti, un modo di vedere il mondo “non determinista e non riduzionista”, alla ricerca di parole, immagini, suoni, testi, forme che lo rendano più comprensibile e pensabile come insieme di sistemi, di reti con ampia varietà. di interrelazioni, dove sono co-presenti ordine e disordine, forme note e forme emergenti autorganizzate, regolarità e imprevedibilità. E’ dalla connessione tra saperi e campi diversi che nascono nuove configurazioni e idee. E se tutti i saperi sono pensati da umani, siamo noi ad avere il compito di intrecciarli, superando gli specialismi. Il libro è dedicato alla riflessione sui vari modi in cui l’arte riesce ad essere “mezzo e fine” per questo progetto interdisciplinare. 6. INDICE DEI CAPITOLI PRINCIPALI Presentazione Pier Luigi Capucci, Simonetta Simoni 9 Arte e complessità? Arte è complessità Valerio Eletti 13 Reticoli viventi: connessioni in arte Simonetta Simoni 17 Fruibilità di ascolti complessi Giovanni Chessa, Liliana Stracuzzi 31 Complessità del mondo e necessità dell’arte Luca Iandoli, Giuseppe Zollo 40 Teatro e Digital Mobile: una connessione possibile? Stella Saladino 54 Abitare i confini, oltre l’incompletezza. Tra complessità e cultura della comunicazione Piero Dominici 65 Arte come filosofia della contemporaneità. Poetiche della complessità, Terza Vita, località e universalità Pier Luigi Capucci 84
  3. 3. COMPLEXITY INSTITUTE - APS Corso Genova 32 - 16043 Chiavari – GE - CF: 90059610106 www.complexityinstitute.it complex.institute@gmail.com 7. INDICARE LE POSSIBILI DECLINAZIONI IN AMBITO SISTEMICO E COMPLESSO CHE SCATURISCONO DALLA LETTURA DEL LIBRO: Come curatori, rileggendo l’insieme degli scritti, siamo colpiti sia dal ripetersi e sovrapporsi di alcune parole-chiave (e infatti ricorsività e ridondanza sono concetti importanti per la complessità) sia dall’interesse condiviso per il valore cognitivo ed esperienziale profondo delle forme artistiche. In particolare di quelle contemporanee, create da persone che ci propongono la loro personale visione del mondo in cui viviamo, negli stessi anni, in realtà diverse e lontane eppure inevitabilmente interdipendenti. Da queste pagine emerge infatti un comune denominatore tra le esperienze degli autori, degli artisti e dei fruitori: l’arte è davvero imprescindibile perché amplia le nostre capacità intuitive, ci permette di apprendere dalle emozioni, afferrare concetti e approfondire significati altrimenti poco accessibili e oscuri. Oggi pare difficile riuscire a comprendere e a descrivere la complessità del mondo senza attivare atteggiamenti e approcci artistici. L’arte appare dunque come una sorta di filosofia della contemporaneità e della complessità, fondamentale per capire il presente e guardare al futuro.

×