Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

mail-marketing per le professioni

Una guida all'utilizzo del mailing in modo corretto, per i professionisti e la PMI

  • Loggen Sie sich ein, um Kommentare anzuzeigen.

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

mail-marketing per le professioni

  1. 1. Organizzazione delmailing in unastruttura veterinariaDott. Bartolomeo BorgarelloClinica Veterinaria BorgarelloResponsabile Settore Web Communication SIMVResponsabile web.marketing animalstore.ithttp://it.linkedin.com/in/bartolomeoborgarelloborgarello@clinicaborgarello.it
  2. 2. Obiettivi:• Email• Spam• Privacy• Perché usarlo• La prima campagna• 7 errori capitali• Conclusioni
  3. 3. E-mail• E-mail personali• E-mail transazionali• E-mail pubblicitarie• Newsletter• Messaggi su socialnetwork
  4. 4. Emailmarketing… settore che sviluppastrategie di promozione e/ofidelizzazione tramite lostrumento delle mail….
  5. 5. L’ e-mail marketing consiste nellosviluppo di strategie di comunicazione cheutilizzano l’e-mail per inviarecomunicazioni commerciali,promozionali o informative a personeche lo hanno espressamenterichiesto
  6. 6. E-mail marketing• Campagne di Direct E-mailMarketing• Campagne Newsletter
  7. 7. SPAM: cos’èUna e-mail non esplicitamente richiesta, un messaggio commerciale volto apubblicizzare prodotti o siti.Esistono due categorie di SPAM: UCE (Unsolicited Commercial E-mail)E-mail commerciale non richiesta UBE (Unsolicited Bulk E-mail)E-mail che non hanno un contenuto commerciale, inviate in formamassiva; esempi significativi sono i messaggi di propaganda politicae le “catene di S. Antonio”
  8. 8. Caratteristiche dello SPAM• Inviato da uno spammer• Indirizzi raccolti in automatico• Spedito da un indirizzo e-mail creato con l’unico scopo diinviare messaggi di SPAM• Non identifica chiaramente la persona o il gruppo che lo haspedito• Lo SPAM può essere di natura: commerciale pornografica fraudolenta
  9. 9. Privacy:Da diritto di proprietà a diritto sul controllodelle informazioni:- Sapere- DecidereDati sensibili: salute, etnia, religione, sex…
  10. 10. Legge 196 del 2003- Raccolti e registrati per scopi determinati- Trattati in modo lecito- Pertinenti, completi ma non eccedenti- Conservati per un certo tempo
  11. 11. Il cliente deve poter inqualunque momentorevocare agevolmente ilpermesso in modo semplicee sicuro
  12. 12. - Diretta- Personale e personalizzabile- Forniamo informazioni a chi le ha richieste- Alway-on, Everywere e multidevice- Fruibile in tempi successivi- Economica- Fidelizzante- Facilità di raccolta datiPerché usare l’e-mail?
  13. 13. REGOLE EMAILMARKETING DI SUCCESSO:La nostra prima campagna
  14. 14. 1. CREAZIONE DEL DB"Permission based" significa che doveteavere avuto il permesso dallinteressato e talepermesso deve essere specifico per latipologia di contenuti che andrete ad inviare.CRM  frammentazione e personalizzazionedei messagi: suddivisione dei clienti in liste e/ogruppi
  15. 15. 2. DELIVERABILITYRecapitabilità: è minore del tassodi recapito perché non tutte lemail recapitate finiscono nella in-box
  16. 16. 3. ISCRIZIONE- Raccolta delle mail- Consenso all’invio: documentabile- Prevista da più punti: desk, sito,eventi …- Link all’esaustiva informativa deltrattamento dei dati
  17. 17. 4. SERVER DI INVIO- Outlook, mail …- A,cc,ccn- Black list- Reputazione IP- Server IP statico -certificatiFai da TEProfessionale
  18. 18. 5. RICONOSCIMERNTODELLA MAILNome mittenteOggettoGrafica riconoscibileTASSO DI APERTURA
  19. 19. 6. LETTURA DELLA MAILSe il programma di postanon visualizza la mia mail?“se non leggi correttamente il contenuto clicca qui”
  20. 20. 7. CALL TO ACTIONObiettivo della mail: chiaro meglioancora se ovvio!L’azione va fatta eseguireora!
  21. 21. 8. CANCELLAZIONEOgni mail deve contenere un link perla disiscrizione: ben visibile e cheporti alla disiscrizione certa con almassimo due clickDeprecabili e inaffidabili le tecnichecon invio di mail con oggetto“cancellami”
  22. 22. 9. MISURAZIONE DEI RISULTATI• Mail inviate• Mail errate• Mail recapitate• Mail aperte• Numero di cliccatori• Numeri di disiscritti
  23. 23. 1. Identificazione mittente2. Apertura nel browser3. Call to action4. Call to action5. Call to action6. Menù attivo7. Disiscrizione8. Riferimenti aziendali
  24. 24. I 7 ERRORI CAPITALI1. Non avere il consenso preventivo2. Non effettuare test di invio3. Sottovalutare mittente ed oggetto4. Improvvisarsi grafici5. Gestire male le cancellazioni6. Ignorare i report statistici7. Inviare in modo artigianale
  25. 25. CONCLUSIONI:• Email – email marketing• Spam• Privacy• Perché usarlo• La prima campagna• 7 errori capitali• Conclusioni: si fa in fretta a far danni
  26. 26. • http://it.linkedin.com/in/bartolomeoborgarello• borgarello@clinicaborgarello.itGrazie per l’attenzione!

×