Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Elisabetta Carrà                                                                                                          ...
Nächste SlideShare
Wird geladen in …5
×

Slide professoressa Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia

  • Loggen Sie sich ein, um Kommentare anzuzeigen.

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Slide professoressa Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia

  1. 1. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano • Cos’è un associazione familiare • Che tipo d’intervento realizza • Come lo progetta • Come misurare la qualità dell’intervento Elisabetta Carrà Udine, 29 settembre 2012 Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano • legata al quotidiano • continua • personalizzata • mutevole Associazionismo • che risponde in modo diversificato ai familiare bisogni familiari Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 1
  2. 2. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano Individui e Appartenenza Individui Famiglie famiglie rapporto dei soci col bisogno a cui l’associazione risponde Soci non Familiare in portatori del senso appartenenza bisogno generale presenza di famiglie tra i soci Soci misti fra portatori e non mission associativa Soci azione portatori del Familiare in senso stretto bisogno stile d’intervento Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano donne minori anziani disabili Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 2
  3. 3. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano • Intervento “direttivo” (è l’operatore che sceglie la soluzione e dirige “autoritariamente” l’intervento) • Intervento rigido, standardizzato • Considerare il destinatario come – “passivo” – portatore di una “patologia” (= unica causa del suo male, ma non causa del suo bene) – individuo, a prescindere dalle sue relazioni Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano • Guida relazionale (l’operatore facilita l’attivazione del destinatario) • Intervento che “capacita” (empowerment) il destinatario • Intervento flessibile, personalizzato • Considerare il destinatario come – “attivo”, dotato di potere causale sulla situazione – attivatore delle risorse del contesto (causa del suo benessere) – soggetto di una rete, da cui deriva il suo benessere Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 3
  4. 4. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano • le persone non devono essere lasciate sole Io e voi • le persone non devono essere aiutate con interventi sostitutivi insieme • l’attivazione delle persone aumenta il senso possiamo di efficacia personale (self-efficacy) • le relazioni sono una risorsa “empowering” fare Arrangiatevi!! Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano • sostiene/potenzia la capacità di azione • Il momento della analisi congiunta dei problemi e naturale delle persone direttamente o della decisione degli obiettivi sono fondamentali e indirettamente interessate al benessere critici • guarda alle relazioni non come causa dei • I percorsi devono essere aperti e co-costruiti, mali, ma come risorsa per sviluppare coniugarsi con finalità pre-stabilite, ma non esserne benessere subordinati • agisce sulle relazioni per incentivare l’azione di facilitazione reciproca che crea benessere • agisce per favorire condizioni di reciprocità nelle relazioni sociali orientate al benessere • accompagna l’agire altrui Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 4
  5. 5. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano • Individuazione e coinvolgimento stakeholder • ideatori e partners • Analisi condivisa dei problemi • soggetti intermedi • Individuazione condivisa degli obiettivi • esperti • Realizzazione di un intervento/servizio • popolazione target relazionale • comunità • Valutazione partecipata Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Azione Assistenza ←→ Empowerment Mission Familiare in familiare senso generale implicita • Azione giocata all’interno Mission implicita/ esplicita • Azione giocata sull’esterno Mission Familiare in familiare senso stretto esplicita Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 5
  6. 6. Elisabetta Carrà Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia – Università Cattolica di Milano familiarità dei membri familiarità dell’azione direzione esterno- interno Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di Milano 1. Efficienza / Output • C’è una congruità mezzi/fini? • Il progetto è sostenibile nel tempo? • È in grado di capitalizzare l’esperienza? 2. Efficacia / Outcome • Promuove l’empowerment? • Incrementa il capitale sociale (reti, fiducia, reciprocità, cooperazione)? 3. Relazionalità • Progettazione/realizzazione partecipata • Coinvolgimento destinatari 4. Qualità etica dei fini / Impatto • Promuove l’implementazione del welfare sussidiario? • È finalizzato al benessere relazionale? • Introduce un valore aggiunto nell’offerta? Elisabetta Carrà - Centro di Ateneo Studi e Ricerche sulla Famiglia - Università Cattolica di MilanoUdine, 29 settembre 2012 6

×