Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Turismo e Fiscalità, Mara Manente

Attraverso un documento di analisi, il direttore del CISET di Venezia illustra gli effetti di una possibile riduzione dell’IVA sul turismo.

  • Als Erste(r) kommentieren

Turismo e Fiscalità, Mara Manente

  1. 1. POLITICHE FISCALI PER ILTURISMOED EFFETTI MACROECONOMICIMara Manente, Michele Zanette17 aprile 2013Effetti di una riduzione dell’IVA
  2. 2. Cenni introduttiviIl turismo come obiettivo prioritario per la tassazione:• generare entrate (i turisti come parte dell’intera base di tassazione - trasferire ilcarico fiscale ai non-residenti);• correggere le distorsioni del mercato (potere monopolistico, beni pubblici,esternalità) .Come ottenere gettito fiscale dalle attività turistiche (tassazione specifica vstassazione generale) in modo da finanziare i costi aggiuntivi prodotti dal settoreVsCome usare la tassazione per sovvenzionare le attività turistiche: l’IVA come unfattore di prezzo per il turismo internazionale.
  3. 3. ObiettiviEvidenziare i possibili effetti macroeconomici di unintervento a favore del settore turistico (dalla ricettivitàai pubblici esercizi all’intermediazione), basato su unariduzione dell’aliquota IVA.Analisi pilota sulle attività del settore ricettivo e dei pubbliciesercizi:ipotesi di una riduzione dell’aliquota IVA dal 10% al 5%.
  4. 4. Effetti iniziali sulle variabili esogeneObiettiviMISURA FISCALERiduzione dell’aliquota IVA per ricettività e pubblici eserciziAumento delle presenze e variazione del prezzoConsumituristici (∆k)Investimentinelcomparto(∆i)Consumipubblici etasse (∆g,∆T)Esportazioni(∆e)MODELLO INPUT-OUTPUT M-R &M-SEffetti macroeconomici di impatto: occupazione e valoreaggiuntoStep 1: stima dell’imponibileStep 2: equilibrio iniziale neiprezzi e nelle quantità diservizi turisticiStep 3: elasticità delladomanda e dell’offertaStep 4: impatti sui consumituristici e sugli investimentiStep 5: vincoli di bilancio espesa pubblicaStep 6: impattisull’occupazione turistica
  5. 5. Step 1Stima dell’imponibile al 10% e del corrispondente gettito IVA del compartoricettività e pubblici eserciziIMPONIBILEAL 10% NEL 2007: 48.689 milioni di euro (circa 84% dell’interoimponibile del settore)IVA 2007: 4.869 milioni di euroFonte: elaborazioniCISET su dati Ministero dell’Economiae delle finanze, Dipartimento delle Finanze,dichiarazioniIVA 2006
  6. 6. Step 2Prezzi e quantità nell’equilibrio iniziale del mercato (2007)Fatturato del settore turistico (con aliquota IVA del10%)R₀ 48.689.633.342Numero delle presenze turistiche totali Q₀ 374.617.657di cui Italiani QN0 211.450.511di cui stranieri QE0 163.177.146Ricavo medio per presenze turistica (euro) Pp = R/Q 130,0Prezzo medio al consumatore (euro) Pc = Pp * (1+0,1) 143,0
  7. 7. Step 3Elasticità della domanda e dell’offertaEq. 5: La riduzione dell’aliquota IVA determina un aumento del prezzo netto per i produttoriche è tanto maggiore tanto più elevata è l’elasticità della domanda (ε)Eq. 6: La riduzione del prezzo per i consumatori, al contrario, dipende negativamentedall’elasticità dell’offerta (η)[5])1( 0**00dPdPpp[6])1( 0*00dPdPcc[7])1( 0**00dQdQ
  8. 8. Step 3Elasticità della domandaFonti• Dati illustrati nel lavoro di G.I. Crouch ¹.• Modello di previsioneTRIPRisultati• Elasticità domanda domestica: - 0,833.• Elasticità domanda internazionale: - 1,35La quota di presenze nazionali e internazionali rispetto al totale delle presenze inItalia è rispettivamente 0,564 e 0,435, quindi l’elasticità media della domandaturistica ammonta a - 1,06.1. G.I. Crouch (1996), Demand Elasticities in International Marketing: A Meta-Analytical application to Tourism,Journal of Business Research,Vol.36, Issue 2, June 1996.
  9. 9. Step 3Elasticità dell’offertaTasso di occupazione degli hotel in Italia: 32,5% come media nazionale, con picchi del 40% in Provincia diBolzano e nel Lazio e livelli invece di circa il 25% in Piemonte, Molise, Puglia, Basilicata e Sardegna.In base alle precedenti considerazioni, l’offerta può essere considerata comeelastica al prezzo, con un valore > 1. La scelta di uno specifico valoreè basata sulle seguenti ipotesi.Il comparto della ricettività e pubblici esercizi sta operando in condizioni di saturazionedella sua capacità produttiva?Nessuna stima esistente di tale parametro.Se SI: l’offerta di servizi turisticisarà estremamente rigida.Se NO: l’offerta saràestremamente elastica ai prezzicorrenti.
  10. 10. Step 3… (continua) Elasticità dell’offerta• Più elevato il valore dell’elasticità, più considerevole è l’incremento di attività nelsettore considerato (Eq. 7).• Considerare valori dell’elasticità dell’offerta non molto superiori all’unità implicaipotizzare aumenti di attività prudenzialmente contenuti• Al crescere dell’elasticità dell’offerta, l’effetto sul livello di attività economica delsettore tende a stabilizzarsi asintoticamente
  11. 11. Step 4Impatti sui prezzi e sulle quantità• Il prezzo al consumatore dei servizi turistici subirebbe una diminuzione di circa il 3%.• Il ricavo unitario per operatore potrebbe aumentare fino ad un massimo del +1,9%• L’attività turistica in termini di numero di presenze potrebbe aumentare del +3,2%.Elasticità della domanda pesata- 1,06%Var. Pc %Var. Pp %Var. QElasticitàofferta1,5 - 2,67% - 1,88% 2,82%2 - 2,97% 1,57% 3,15%
  12. 12. Step 4Impatti sui consumi turisticiImpatti sui consumi turistici(a seguito di un aumento nel numero delle presenze di circa il 3,2% e una spesamedia pro-capite giornaliera dopo una riduzione dei prezzi del - 2,97%.• Aumento nel consumo di servizi della ricettività e dei pubblici eserciziFino a un massimo di 1,5 miliardi di euro• Aumento nel consumo di altri beni e servizi (ipotesi di proporzionalità tracomponenti del paniere di spesa): 2,7 miliardiIn totale: fino a un massimo di 4,2 miliardi di euro
  13. 13. Step 4Impatti sugli investimentiDal 1990 al 2005 gli investimenti nel settore sono cresciuti da 4,4 miliardi di euro a 7,7 miliardi intermini reali (+219 milioni di euro all’anno, cioè +3,8% ).•Analisi del settore in termini di disponibilità a investire (livello atteso di attività economica = trenddelle presenze; costo del capitale = tasso di interesse reale):•analisi econometrica su serie storica 1997-2007.Aumento delnumero dipresenzeAumento difatturato eprofittiAumento degliinvestimenti
  14. 14. Step 4… (continua) Impatti sugli investimentiVariazione delle presenze (direttamente proporzionale): stima elasticità = 2,12Tasso di interesse reale (inversamente proporzionale): stima elasticità = - 0,0022Aumento degli investimenti:Al massimo +6,1% = 515,6 milioni di euro
  15. 15. Step 5Vincoli di bilancio e spesa pubblicaBase imponibile(milioni euro)Aliquota IVAGettito IVA(milioni euro)Situazione iniziale 48.689 10% 4.869“Ceteris paribus” IVA 5% 2.434Perdita di gettito apparente - 2.434Variazione nella base imponibile dovuta a variazioni nella domandaAumento spesa in ricettività e pubblici es. 1.531 5% 76,6Aumento spesa in altri consumi 2.714 20% 542,6Aumento investimenti 515 20% 103,1Perdita di gettito iniziale effettiva - 1.712,1Variazione attesa entrate tributarie (IRPEF,IRES, IRAS)1.095,9Perdita di gettito finale - 616
  16. 16. Step 5Vincoli di bilancio e spesa pubblicaΔg = ΔGIVA + Δ EteΔGIVA = perdita di gettito IVA = -1.712 milioni euroΔ Ete = variazione attesa entrate tributarie (IRPEF, IRES, IRAP) connessa allarealizzazione della manovraIPOTESI:-- IRPEF, IRES, IRAP aumentano di una percentuale pari all’incidenza media del gettitotributario sul PIL (dati MEF 2008: 29,9%)-- Aumento PIL a seguito manovra = 77% aumento spesa in consumi e investimenti (stimeRapporto sulTurismo Italiano)Δg = -1.712 + 0.299 (0.77(ΔC+ΔI)) = -1.712+ 0.299 x 3.665 = -616
  17. 17. Step 6Impatti sull’occupazione turisticaBase 2007 Effetto manovra Var. %DOMANDA (milioni di euro)Consumi turistici 95.465 99.710 +4,4%Investimenti settore 7.828 8.344 +6,6%Consumi pubblici - 616TOTALE 103.293 107.438 +4,0%OCCUPAZIONE (migliaia) generata da *:Consumi turistici 2.444 2.552 +4,4%Investimenti settore 172 184 +6,9%Consumi pubblici - 21TOTALE 2.616 2.715 3,8%- Risultati dal modello Input-Output Multirregionale-Multisettoriale

×