Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Digital Transformation, feb-2012

Regole e scenari sono cambiati in maniera irreversibile. La trasformazione digitale ha raggiunto le radici di ogni settore: originata da una prima convergenza tra media e sistemi di comunicazione, l'accelerazione recente in ambito Hi-Tech obbliga tutti i settori (anche quelli tradizionalmente definiti "maturi") a un radicale ripensamento di modelli di business, organizzazione, processi e tecnologie.
[articolo apparso su "Il Volo" per il lancio della practice PwC Digital Transformation in Italia, 2011]

  • Loggen Sie sich ein, um Kommentare anzuzeigen.

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Digital Transformation, feb-2012

  1. 1. il volo 9 SMS www.pwc.com/it/digitaltransformation DIGITALTRANSFORMATION Mobilisation Il 2011 è stato testimone di uno dei più grandi cambiamenti nelle abitudini dei consumatori degli ultimi 40 anni. L’era del mobile computing, catalizzata dai colossi Apple e Google, presenta un tasso di crescita superiore a fenomeni come la rivoluzione dei PC degli anni 80 e il Boom di Internet degli anni 90. Si stima il raggiungimento di 1 miliardo di attivazioni per dispositivi iOS e Android per la fine del 2012: messo a confronto con gli 800 milioni di PC venduti tra il 1981 e il 2000, significa che il tasso di adozione dei moderni smart device è ben quattro volte più grande di quello dei personal computer. La vendita di smartphone e tabletnon conosce il termine crisi: insieme, da fine 2010, vendono più dei PC. La crescita mondiale degli smartphone nel 2011 è stata del 55%, alla quale vanno affiancati i 13 milioni di iPad2 e i 5 milioni di Kindle Fire venduti nell’ultimo trimestre del 2011. Il tutto si riflette nell’aumento del traffico Internet Mobile, cresciuto del 53% quest’anno in Italia, ad opera dei 19M di cellulari dotati di connettività 3G. E le cifre sono destinate a salire con l’introduzione delle nuove tecnologie LTE nei prossimi mesi del 2012. Se il mobile sta superando l’utilizzo del desktop, il merito è anche del fiorentissimo mercato delle App, che è stato in grado di creare alcuni servizi così interessanti e divertenti da entrare a far parte del lifestyle digitale di molti utenti, in particolare quelli più giovani. Oggi si condividono i propri posti preferiti geolocalizzandosi con L’economia non è in crisi.Solo una certa economia – purtroppo la più rilevante – è in crisi. Quella che si appoggia a una visione e gestione più tradizionale, egocentrica. O che ha un legame eccessivamente stretto con il passato. Una nuova economia, c’è chi la chiama “weconomy”, sta muovendo da Internet al mondo reale. Inesorabile. La trasformazione digitale, ancor più spinta dall’attuale grande recessione in atto, sta entrando a far parte delle nostre vite, come rivoluzione prima ancora socialeche tecnologica. Questo in un contesto dove l’uso e lo stile delle tecnologie in ambiente lavorativo vengono dettati dall’evoluzione dell’uso di tecnologie personali (la cosiddetta consumerization). Dal basso, dal “border”, Web 2.0, social network e generazione digitale stanno imponendo nuove pratiche, più aperte, più partecipative, più trasparenti. Una cultura fatta di condivisione, reputazione e collaborazione. Una cultura dove il consumatore, ma anche il professionista, ha sempre più voglia di partecipare, di personalizzarela propria esperienza nei più innovativi canali di fruizione, di competerenon solo col mercato ma anche con i propri amici. In mobilità, ovunque. Arricchendo pertanto, in ogni momento, in ogni posto e su ogni device, il proprio profilo di “extended user”. Collaborazione, mobilità, nuovi canali di fruizione e ubiqua conoscenzadella persona sono quindi i quattro fattori trainantidi una vera rivoluzione. FEBBRAIO2012
  2. 2. il volo 10 Foursquare (potendo addirittura diventare “sindaci virtuali”); si seguono le serie TV preferite attraverso Miso; si dona un aspetto vintage alle foto scattate con il telefono usando Instagram; si riconoscono le canzoni che sentiamo facendole ascoltare a Shazam attraverso il microfono del nostro cellulare. Ovviamente, tutte queste applicazioni offrono la possibilità di condividerequanto appena fatto con la nostra cerchia di amici attraverso i vari Social Network(21M di utenti unici solo su facebook, su 55M di Italiani). Ed è impossibile non citare il caso Angry Birds, che nella sola giornata di Natale 2011 ha registrato più di 6,5M di acquisti/ download (500M in totale) ed è diventato un fenomeno app-to-retail, considerando che su scala mondiale presenta un ingente merchandising dedicato: dai peluche ai dock per iPhone, fino ad arrivare ad una collaborazione con un film in 3D, “Rio”, uscito il 15 aprile e distribuito in tutto il mondo. Infine, ulteriore spinta all’utilizzo del mobile arriverà dal giovane mercato del Mobile Payment. Pagare utilizzando il proprio smartphone è già una realtà negli USA e nei paesi asiatici, ma pochi forse sanno che è da poco possibile persino in Italia, anche grazie al lavoro del nostro team PwC. In attesa dell’evoluzione non tanto delle piattaforme tecnologiche, quanto di normativa e accordi con il mondo finanziario, presto potremo dimenticare tranquillamente il portafoglio a casa. Da e-Commerce a Social Commerce Il paradigma del commercio elettronico, così come lo abbiamo sperimentato per tutta la prima decade del nuovo millennio, è oramai superato. Stiamo assistendo a un importante cambiamento comportamentaledell’utente-acquirente sul web. Online viene effettuata la fase di screening, ovvero il reperimento di informazioni aggiuntive sui prodotti desiderati, che sono successivamente confrontati a livello di prezzo attraverso i numerosi comparatori (es. Kelkoo, Trovaprezzi, etc.). Nel frattempo sui social network i fan/follower vogliono essere riconosciuti come clienti fedeli e richiedono sconti dedicati, mentre domandano ai propri amici pareri ed esperienze per i potenziali prossimi acquisti. E non sempre l’acquisto si completa online. In questo scenario stanno affermandosi “coupons & deals”: offerte flash, particolarmente vantaggiose, sempre più in relazione con la propria geolocalizzazione (si veda il recente accordo tra Pagine Gialle e Glamoo). Un mercato dinamicissimo capitanato da Groupon, ma sempre più ricco di competitor, stimato sui 30 miliardi di dollari per il 2015 (CAGR +56% a livello internazionale). Nel prossimo futuro assisteremo anche a una maggiore affermazione delle piattaforme social come servizi pre & post vendita: veri e propri sportelli interattivi, spesso realizzati con il coinvolgimento dei clienti stessi (crowdsourcing) - sulla scia di quanto già implementato da Vodafone, Tim e Fastweb - per gestire reclami, assistenza o azioni di marketing sempre più efficaci. E che faranno confluire tutti i dati forniti dal cliente in strutture integrate di analisi, realizzando una più estesa customer insight, quanto oggi è definito Social CRM. ITALIA’S GOT DIGITAL DIGITAL COMMERCE +600% in 4 anni L’Online Video è il segmento con la crescita maggiore Q4:2011 per la prima volta le vendite di smartphone + tablet superano quelle dei PC Q4:2011 per la prima volta le vendite di smartphone + tablet superano quelle dei PC Tempo trascorso online 26.443K 12.754K Utentiattivi almese algiorno 77% dei possessori usa il tablet per al giorno FEBBRAIO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 16 2,8 5,9 2 1,5 3su4 Fascia 11-74 anni Italiani connessi delle famiglie sono connesse 63,7% Dati in milioni Utenti unici 1.990 2004 2.822 2005 4.107 2006 5.032 2007 5.754 2008 5.772 2009 6.659 2010 7.906 2011 22%C.A.G.R. +19% http://www.pwc.com/it/digitaltransformation Q4:2011Q4:2011Q4:2011Q4:2011Q4:2011 Smart phone Tablet 1,5mln Unità vendute 2011 FACEBOOK Accessi giornalieri unici 13mln Accessi via Mobile 7,5mln 7Nuove registrazioni ogni secondo accede in mobilità 1italiano su 5 MOBILISATION SOCIAL SHIFT Smart phone Smart 1italiano su 3ha uno smartphone 95mln di SIM attive 19mln cellulari connettività 3G 12,9mln totale utenti internet mobile primo trimestre 2011 Italia 1 a • per numero contratti SIM in EU • per penetrazione di smartphone vs cellulari (47% smartphone) eCommerce Dati in milioni Gambling online (10 mld) +75% Internet Advertising +15% Vs totale -2,9% Social Commerce 77% dei merchant attivi sui Social Network Mobile Commerce (81 mln) +210% ITALIA’S GOT DIGITAL ONLINE PENETRATION
  3. 3. il volo 11 DIGITALTRANSFORMATION de- ma tu ring Affrontare una vera “trasformazione”, a tutto tondo 20.400 miliardi di dollari. Questa è la valutazione della digital economy per il 2013, come affermarsi dei trend di mercato appena descritti. Una cifra importante, quasi un terzo del PIL globale, e non può assolutamente essere ignorata. Ne parliamo con Gianluca Meardi, responsabile per la Digital Transformation in PwC Italia. “Regole e scenari sono cambiati, in maniera irreversibile. La trasformazione digitale ha raggiunto le radici di ogni settore: originata da una prima convergenza tra media e sistemi di comunicazione, l’accelerazione recente in ambito Hi-Tech obbliga tutti i settori – anche quelli tradizionalmente definiti “maturi” – a un radicale ripensamento di modelli di business, organizzazione, processi e tecnologie. Non sono solo “parole”: ogni modello operativo, ogni funzione aziendale ne è spesso coinvolta. I tasselli su cui si appoggia la trasformazione necessitano competenze verticali spesso fortemente specializzate (dal change management, alla gestione di business community, alle tecnologie in mobilità, alle normative sulla privacy), ed è pertanto imprescindibile poter affrontare il passaggio al digitale con una reale visione ad ampio spettro, che sappia identificare, realizzare o integrare i più opportuni componenti. ” Quale ruolo può giocare un’azienda di consulenza all’interno di questo cambiamento globale? “Dimostrarsi un partner di fiducia che sappia realizzare, velocemente, l’impresa del futuro. Un’impresa che democratizza i processi gestionali, che si basa sulla co-progettazione. Che coinvolge Clienti, dipendenti, fornitori e concorrenti. Il futuro chiede di accogliere, stimolare e governare la circolazione di questo talento collettivo. Allo stesso tempo governando il rischio di approcci frettolosi (o di rimanere immobili) e cogliendo l’evoluzione costante delle normative connesse. La parola d’ordine è Innovazione: certo, occorre focalizzarsi anche su valori nuovi e talenti meno tradizionali, più creativi e tecnologici. Nondimeno il nostro know-how e network internazionale sono sicuramente due punti di riferimento importanti, in un contesto dove l’Italia – per sue caratteristiche storiche e sociali – può essere attore in prima linea. Ma nell’innovazione è necessario accogliere due caratteri distintivi per la trasformazione al digitale: trust e measurement. Ovvero la necessità di potersi fidare, specie a fronte di un periodo di crisi che comunque richiede decisioni tempestive, e la capacità di misurare, certificare, controllare e decidere a fronte di nuove metriche rilevabili con le nuove tecnologie. ” E quali sono le maggiori sfide che vedete per il 2012? “Sotto il cappello di Digital Transformation, PwC ha organizzato un team internazionale multi-disciplinare, cross industry e cross LoS (dalla consulenza al legale). Diverse sono le aree impattate dai 4 “driver of disruption”, sia verso il mercato che verso l’azienda stessa. Senza dubbio c’è molto fervore attorno all’Enterprise Mobility Strategy, parte di virtuale, ovvero i pagamenti attraverso l’uso di smartphone e tablet, (magari anche in prossimità, via NFC – Near Field Communication). Inoltre, il mondo digitale è per sua natura “misurabile”, quindi c’è grande richiesta e curiosità verso gli strumenti evoluti di Analytics: tradizionali KPI e modelli di balanced scorecard vengono integrati e arricchiti da innovativi rilevatori di attività multi-canale. Con la possibilità, ora, di estendere il concetto di ROI anche agli scenari ritenuti più difficili, come quello dei social media. 3MS, Making Measurements Make Sense: un altro acronimo che descrive la nostra filosofia di trasmettere un valore tangibile attraverso le rilevazioni che effettuiamo. Non dimenticandoci che lo status di ente certificatore offre competenza e credibilità a servizi atti a misurare e garantire il raggiungimento di determinati obiettivi (es. tiratura copie digitali, accessi in mobilità, utilizzo legale di intellectual property,…). I benefici della Digital Transformation sono molteplici, ma per nulla facili da raggiungere: richiedono una complessa e diversificata strategia, ogni volta su una Digital Strategy più ampia, attraverso la quale le aziende si aspettano sì di offrire nuovi servizi, ma anche un significativo efficientamento di costi, senza dimenticare l’interesse per lo sviluppo di app e la moneta misura. Ma l’inattività non è concessa, il digitale abbatte barriere all’ingresso, locali e da parte di grandi entranti internazionali: creatività e passione sono valori fondanti nel dna italiano. Coraggio! ” DIGITALTRANSFORMATION Digital Transformation is PwC’s point-of-view on how enterprises need to adapt their business models and operations to meet the enhanced expectations of the Digital Consumer and ecosystem. “Exploit web, mobile and social media to drive improved business performance and deepen customer engagement across all channels” What opportunities does the digital landscape create for your business? How do you engage with customers across all channels? How do you facilitate knoledge sharing and collaboration across your extended organisation? What technology model will underpin enhanced business agility, performance, security and efficiency? Collaboration & Social Media Channel Integration Analytics & Insight Mobility & Anywhere Access Business Model Customer Engagement Employee & Network Engagement Technology Infrastructure & Security DRIVERS OF DISRUPTION STRATEGYTHROUGHEXECUTION 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Solution Client Question Value Proposition Digital Transformation Strategyy How can I capture value from the digital economy? Getting started with a Digital Diagnostic and Insight Discovery. Then support defining vision and business models that consider people, processes and technologies, through a broader digital knowledge. Mobility How can the growth of mobility support my organisation? Advise in mobility business and technology solutions for employees and consumers to lower costs and provide value added services (Enterprise Mobile Strategy and Exploitation). Provide endorsement of Mobile Payment platforms . xAnalytics How can I unify data from the digital world and correlating it with more traditional information? How can analytics support me to define more targeted marketing strategies that help increase sales and loyalty? Develop a “cross”, integrated, customer/market insights framework that highlights the value of digital channels, integrating traditional and new, broader online and social multi-channel indicators. Analytics will support decision making into marketing investments. xCRM How can I define an organic, multi channel approach that effectively leverages digital and conventional channels for efficiency and service differentiation? xCRM is achieved through the integration of customers data and information collected through digital channels (web, mobile, search, etc) and social media / conversational insights. Enhance traditional CRM processes, optimizing benefits with enriched customer KPIs integrated with marketing activities, sales processes and customer service operations. xCommerce How can I integrate new sales channels to improve revenues? Could eCommerce represent a significant revenue stream for my business? And should I afford it in a Social Localised way? Optimize current revenue streams, and discover new revenue models. Understand and exploit advantages arising from Mobile, Social and Localised Commerce, Group and Coupon Shopping. Social Media, Collaboration and Engagement How can I engage with my customer in the digital world, creating a dialogue and protecting my brand? Evolving the online presence, create a consumer engagement model that facilitates access and convenience across multiple touch points, even exploiting Crowdsourcing effective models. Enterprise Social Network How can I create a dialogue and share knowledge? How can I optimize the communication within my company? Support an often disruptive Cultural Change. Define a knowledge management and collaboration architecture, with consideration of social media, that enables improved internal customer engagement. Digital Compliance Can my Company deliver my digital strategy? Define a legal and technology strategy that considers privacy, security, agility and performance delivery that is aligned to the digital service offering. RelyOnCloud How can the Cloud revolution impact my business? Analyse your business infrastructure and discover potential arising from cloud exploitation. Measure and certify the quality, security and legal compliance of Cloud Services. Agile Project Management How can I manage Digital Projects in fast changing complex environemnt? Drive the change. Supporting company in complex Digital Transformation phases, with a tailored Agile Project Management methodology.
  4. 4. il volo 12 Digital Transformation Team Assessment panorama competitivo e valutazione del posizionamento; ridefinizione e ottimizzazione catena del valore eCommerce/eBook. Strutturazione area CRM evoluta e integrata con gli strumenti aziendali pre-esistenti, sviluppo del campaign management e realizzazione di xAnalytics Mi piace · Commenta · Condividi Dal lancio della DTT nel 2003, alla Premium dal 2004, il team ha supportato i maggiori broadcaster italiani in tutte le fasi di trasformazione al digitale, tra cui la recente definizione di processi e modello organizzativo per una principale iniziativa editoriale di news multipiattaforma. Diverse attività di supporto alla ridefinizione strategica per la presenza nei Nuovi Media, analisi delle capability digitali (tecnico-organizzative) e strategia di approccio a CRM e Social Media di impatto aziendale a 360° Mi piace · Commenta · Condividi Riposizionamento e valorizzazione della presenza online e social media (B2B2C), rafforzando in maniera integrata il canale di Commercio Online per una crescita dei ricavi di 100M€/anno Mi piace · Commenta · Condividi Supporto strategico all’ingresso nel mercato dei New Media, definendo un nuovo modello operativo crossmediale fisico-virtuale, dalle sorprese interattive/USB fino alla televisione online per bambini su web e Samsung Smart TV (ICTV) Mi piace · Commenta · Condividi Sviluppo e implementazione della strategia di turn-around e della strategia digitale, capaci di conseguire una riduzione di oltre il 40% delle spese operative e la leadership nel mercato Francese delle applicazioni mobili di informazione Mi piace · Commenta · Condividi Supporto e certificazione per la definizione e realizzazione delle prime piattaforme di sistema di Mobile Payment in Italia (MobilePay con i 6 maggiori operatori telefonici, poi Cashlog e OneBip, Sisal,…) Mi piace · Commenta · Condividi Realizzazione di una strategia evolutiva con la creazione di nuova area di business fondata sulla fruizione di informazioni avanzate in mobilità (con implementazione responsiva in ambienti tablet, smartphone, online) Mi piace · Commenta · Condividi Primario Editore Italiano 2010-12 Emittenti Televisive Italiane (DTT, SAT, Online) 2003-2011 Principale Retail & Consumer, Luxury 2011 Leader internazionale nella Business Information 2011-12 Vodafone, TIM, H3G, Wind, Fasteb, Poste Mobile,… 2011-12 Primario Editore Francese 2011 Leader Internazionale Produzione Dolciumi 2009-11 Alcune tra le più importanti esperienze del nostro team PwC Digital Transformation ha condiviso un link: Febbraio 2012 www.PwC.com/it/digitaltransformation PwC.com Per informazioni: Andrea Samaja, Senior Partner andrea.samaja@it.pwc.com Gianluca Meardi, Director gianluca.meardi@it.pwc.com

×