Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Die SlideShare-Präsentation wird heruntergeladen. ×
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Nächste SlideShare
#LaForza
#LaForza
Wird geladen in …3
×

Hier ansehen

1 von 32 Anzeige
Anzeige

Weitere Verwandte Inhalte

Diashows für Sie (15)

Andere mochten auch (20)

Anzeige

Ähnlich wie PD / 2013 / 01 incipit (20)

Weitere von FF3300 Visual Arts & Design (18)

Anzeige

Aktuellste (20)

PD / 2013 / 01 incipit

  1. 1. L’elemento popolare “sente”, ma non sempre comprende o sa; l’elemento intellettuale “sa”, ma non sempre comprende e specialmente “sente”. – A.Gramsci FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  2. 2. L’elemento popolare “sente”, ma non sempre comprende o sa; l’elemento intellettuale “sa”, ma non sempre comprende e specialmente “sente”. I due estremi sono pertanto la pedanteria e il filisteismo da una parte e la passione cieca e il settarismo dall’altra. Non che il pedante non possa essere appassionato, anzi; la pedanteria appassionata è altrettanto ridicola e pericolosa che il settarismo e la demagogia più sfrenati. L’errore dell’intellettuale consiste nel credere che si possa sapere senza comprendere e specialmente senza sentire ed esser appassionato (non solo del sapere in sé, ma per l’oggetto del sapere) cioè che l’intellettuale possa essere tale (e non un puro pedante) se distinto e staccato dal popolo-nazione, cioè senza sentire le passioni elementari del popolo, comprendendole e quindi spiegandole e giustificandole nella determinata situazione storica, e collegandole dialetticamente alle leggi della storia, a una superiore concezione del mondo, scientificamente e coerentemente elaborata, il “sapere”; non si fa politica-storia senza questa passione, cioè senza questa connessione sentimentale tra intellettuali e popolo-nazione. In assenza di tale nesso i rapporti dell’intellettuale col popolo-nazione sono o si riducono a rapporto di ordine puramente burocratico, formale; gli intellettuali diventano una casta o un sacerdozio (così detto centralismo organico). Se il rapporto tra intellettuali e popolo-nazione, tra dirigenti e diretti – tra governanti e governati – è dato da una adesione organica in cui il sentimento-passione diventa comprensione e quindi sapere (non meccanicamente, ma in modo vivente), solo allora il rapporto è di rappresentanza, e avviene lo scambio di elementi individuali tra governati e governanti, tra diretti e dirigenti, cioè si realizza la vita di insieme che solo è la forza sociale; si crea il “blocco storico”. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO – Antonio Gramsci Passaggio dal sapere al comprendere, al sentire e viceversa, dal sentire al comprendere, al sapere. Quaderni del carcere (XVIII)
  3. 3. FF3300 Alessandro Tartaglia Eugenio Iorio THNKCarlotta Latessa Nicolò Loprieno IMAGINIFICA NETWORK TEAM FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  4. 4. PARTE 1 Metodologia e Teoria 1. Organizzazione dei processi 2. Strategia e storytelling 3. Posizionamento e immaginario collettivo 4. Framing e consenso 5. Egemonia 1. Riposizionamento nell’immaginario attraverso strategie di storytelling 2. Ottimizzazione dell’Identità e dei processi di comunicazione 3. App “Zero gradi di separazione” 4. Sistema di analisi dei flussi delle conversazioni online 5. Piattaforma di acquisizione e di generazione contatti e CRM via mobile e web Progetti e Operazioni PARTE 2 FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  5. 5. Parte 1 – Metodologia e Teoria FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  6. 6. COMMUNICATING POLITICAL IDENTITIES Tutte le attività di comunicazione e di marketing politico alla base pongono la costruzione dell’identità del partito. Non si può gestire quel che non si può misurare e non si può misurare quello che non si sa definire. Diventa molto difficile isolare strumenti comunicativi che coinvolgano la elaborazione dell’identità di un partito. L’architettura comunicativa di un partito e dei suoi uomini politici impatta sull’organizzazione. POLITICAL MARKETING POLITICAL ADVERTISING POLITICAL PUBLIC RELATIONS ORGANIZZAZIONE > valori > issue – messaggi > leadership > gestione dell’agenda setting > gestione delle contingenze > iscritti > simpatizzanti > elettorato > … Identità Opinion research FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  7. 7. OBIETTIVI STRATEGIA PERSONALE AUTENTICO POLITICA VERO PERFORMATIVA COERENTE STORYTELLING FRAMING IMAGINIFICAZIONE IMMAGINE PROIETTATA IMMAGINE PERCEPITA TATTICHE SISTEMI DI COMUNICAZIONE Una strategia concordata, prodotta il prima possibile. Messaggi semplici, ripetuti spesso per target. Una narrazione orchestrata e coerente del messaggio. Massimo livello di autorità e sostegno politico per la rapida e continua implementazione di questi principi. L’immagine è legata alla capacità dell’organizzazione di gestire e di influenzare, nel breve periodo, le percezioni che il pubblico ha della stessa, rendendo visibili e note le proprie competenze distintive. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  8. 8. Posizionamento, immagine e leadership sono le strutture portanti della comunicazione politica in generale. < PERCEZIONE NEGATIVA: INCOERENZA IMMAGINARIO COLLETTIVO IMMAGINARIO INDIVIDUALE NARRAZIONE FINZIONE SPERANZA INDIFFERENZA ODIO ANTIPOLITICA SIGNIFICAZIONE POLITICA RAPPRESENTIVITÀ POLITICASENTIRE / PENSARE / AGIRE FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  9. 9. Senza sostanza, la forma non regge per sempre. < PERCEZIONE POSITIVA: COERENZA IMMAGINARIO COLLETTIVO IMMAGINARIO INDIVIDUALE NARRAZIONE FINZIONE SPERANZA INDIFFERENZA ODIO ANTIPOLITICA RAPPRESENTIVITÀ POLITICA SENTIRE / PENSARE / AGIRE FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO SIGNIFICAZIONE POLITICA
  10. 10. Una comunicazione integrata, internamente coerente, è alla base della formazione dell’identità – meglio: della sua percezione da parte del destinatario. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  11. 11. IMMAGINARIO INDIVIDUALE – Mondo soggettivo IMMAGINARIO COLLETTIVO – Mondo oggettivo RICORDI ESPERIENZE EVENTO X RICORDI DI X IMMAGINARIO SU X NARRAZIONE CONVINZIONI ASSUNZIONI OPINIONI Temporalità Acronica Temporalità | Cronologia Si vota per il futuro, non per il passato o il presente. Si vota per una visione. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  12. 12. Una campagna riuscita è quella dove il politico non è solo sul suo manifesto, ma è il suo manifesto. CF IMI IMC CREAZIONE FINZIONE IMMAGINARIO INDIVIDUALE MEMORIA INDIVIDUALE MEMORIA COLLETTIVA IMMAGINARIO COLLETTIVO FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  13. 13. La forma è nulla senza framing. Noi siamo storie. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  14. 14. Le narrazioni sono frame che raccontano una storia. k Le persone usano le storie per elaborare informazioni. k Ricordiamo le nostre esperienze vissute convertendole in narrazioni e le pubblichiamo sul web e i social network. k Le nostre identità sono fatte di racconti. k E le buone storie hanno personaggi a cui le persone possono guardare. La capacità di comunicare efficacemente nel complesso di elementi – valori, linea politica, comportamenti, coerenza tra il dire e il fare, la connessione con il proprio elettorato – contribuisce a formare la posizione vincente. Se la comunicazione fallisce, l’immagine si sgretola. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  15. 15. > Che cosa vogliamo veramente? > Quali sono i passi incrementali per arrivarci? Visione e obiettivi della campagna > Target istituzionali: quali istituzioni sono operative? > Target decision maker: chi ci può dare quello che vogliamo? > Il pubblico: di chi stiamo parlando e cosa vogliamo fare? > Che cosa sappiamo/conosciamo del nostro pubblico? Quali sono i loro filtri/ipotesi? Identificazione degli obiettivi e del pubblico > Quali sono le storie, abbiamo bisogno di cambiarle? (Status quo ipotesi e/o da un istituto specifico?) > Utilizzare il potere dell’analisi narrativa per decostruire con elementi di storia > Identificare le ipotesi sottostanti > Ci sono grandi mitologie della dominante cultura che deve essere messa in discussione? Battaglia degli argomenti (decostruzione) > Analisi narrativa usa il potere di applicare elementi di storia e costruire la storia > In che modo il nostro obiettivo di fondo ipotesi storia nella storia dominante? > Quali sono i nostri presupposti condivisi? Battaglia degli argomenti (costruzione) > Sintetizzare narrativa campagna > I memi: come possiamo incapsulare la storia? > Viralization: quali sono i luoghi le reti, le correnti culturali, ambienti multimediali e/o spettacoli dove il nostro meme potrebbe prendere piede? > Progettazione di azione: Tactics? Scenari? > R&S: creatività, sperimentazione, il collaudo > Preparazione del gruppo per azione Design: campagna di storytelling e azione logica > Identificare i punti fisici > Identicare i punti di assunzione > Intervento legato a obiettivi (organizzazione, la persuasione, la pressione sul bersaglio, ecc) e adeguato per la capacità del gruppo > Interventi di lancio/ripetizione dei memi nucleo Intervento > Vittoria!? > La Storia è cambiata? > Obiettivi raggiunti Risultati C’è evidenza che: > I nostri memi si stanno diffondendo? > Target si è spostato? Inquadratura si è spostata? Obiettivi l’organizzazione ha incontrato? (nuova leadership, l’appartenenza, l’alleanza, morale, ecc) Valutazione > costruzioni di reti e allenze > Sviluppo della leadership > Abilità di capacità > Monitoraggio e narrazioni (ri) valutazione > Auto e Community Care > Festa! > Innovazione Pratiche in corso COSTRUZIONE DEL MOVIMENTO DI OPINIONE ANALISI DEL POTERE DI NARRAZIONE SVILUPPODELLLASTRATEGIA definizione dei temi > Ricerca > Analisi della potenza > Formazione > Organizzazione Organizzare la campagna di storytelling CONDIVISIONE DEL PROBLEMA RIFLESSIONE AZIONE FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  16. 16. FRAME METACOMUNICATIVOFRAME COLLEGATI PRIMARY FRAMEWORK KEY FRAME FRAME INCLUSIVI < Corretta strategia di framing. Ogni elemento è al suo posto, la semplicità e la coerenza regolano la comunicazione accreditando la narrazione. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  17. 17. < Errata strategia di framing: a causa di un problema di flooding delle informazioni si destabilizza la narrazione compromettendola. FRAME METACOMUNICATIVO PRIMARY FRAMEWORK KEY FRAME FRAME INCLUSIVI MISFRAMING MISKEYING FLOODING FRAME COLLEGATI FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  18. 18. «Ciò che non è riportato dalla stampa, in tv o su internet non esiste, e quello che esiste è solo nella forma in cui appare in essa» FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  19. 19. INDICATORI DI ENFASI DEI MEDIA Attenzione Placement Spunti di contenuto Numero delle sorgenti / Numero di ripetitori GESTIRE E ORGANIZZARE IL NEWSMAKING E LO SPINNING ONLINE – SELEZIONE Attività discrezionale dell’ufficio stampa che rende un evento notizia – GERARCHIA Scala di valori, scelta di ordinamento gerarchico delle varie notizie – TRATTAMENTO Analisi delle modalità attraverso le quali una notizia viene portata alla attenzione del pubblico – TEMATIZZAZIONE - Supremazia della connotazione sulla denotazione - decontestualizzazione e successiva ricontestualizzazione in una cornice interpretativa (frame) - influenza latente di una soggettività. Gestire il Frame resonance, ovvero la risonanza intesa come il potere o la capacità di attirare e mobilitare i partecipanti ad un movimento. Determinare master frame: frame d’ordine più grande che limitano, influenzano, colorano frame di ordine più specifico. Fondamenta simboliche e culturali che rendono possibili i legami di un movimento. – CONNETTIVITÀ I frame sono i “principi organizzativi centrali che tengono insieme e danno coerenza a tutta una serie di simboli o idee”. Danno significato agli eventi narrati, tessono collegamenti tra questi e altri eventi pertinenti, suggeriscono qual è la posta in gioco. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  20. 20. La risonanza si può ulteriormente suddividere in Credibilità, intesa come coerenza con le credenze e le azioni professate, credibilità culturale ed empiricamente verificabile, espressa da una fonte credibile; Salienza, ovvero la rilevanza del frame e la sua coerenza rispetto a valori ed idee centrali per i destinatari della mobilitazione. Magnitudine, intesa come la visibilità e la ripetizione degli elementi comunicativi. Egemonia Esso indica il potere di imporre una lettura preferenziale di un determinato fenomeno. A ciò si connette una dimensione di potere simbolico e politico. Un frame egemonico produce un discorso che legittima delegittima, include esclude. FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  21. 21. Parte 2 – Progetti e operazioni FF3300 > 2012> PARTITO DEMOCRATICO
  22. 22. ATTIVITÀ #1 Riposizionamento nell’immaginario attraverso una strategia di storytelling 4 campagne d’influenza sociale (online e offline) distribuite durante i 12 mesi, attività di progettazione e diffusione di memi. 1Formazione delle Divisioni Comunicazione e web del PD n. 18 ore di lezioni frontali 2Analisi dell’Opinion research •Conoscere la percezione e i desiderata che i quadri dirigenti hanno del PD •Conoscere la percezione e i desiderata che gli iscritti hanno del PD •Conoscere la percezione e i desiderata che gli elettori hanno del PD •Conoscere la percezione e i desiderata che gli avversari hanno del PD •Conoscere la percezione e i desiderata che gli influencer hanno del PD 3Definizione delle strategie di storytelling Narrazione attraverso: • Segretario nazionale • Segreteria nazionale • Attivisti Attraverso newsmaking e spinning su: • Linea politica • Issue • Contingenze • Agenda Setting 4Organizzazione delle campagne di storytelling e di influenza sociale Definizione, ideazione e implementazione delle campagne di influenza sociale sui social media e attraverso call to action. 5Gestione del framing prodotto Analisi del framing prodotto e programmazione delle attività di newsmaking e di spinning per correggere miskeyng e misframing. durata: 12 mesi
  23. 23. ATTIVITÀ #2.1 Ottimizzazione Sistema d’identità attuale Il partito democratico ha un problema d’identità, dovuto alla molteplicità dei linguaggi visivi adoperati su tutto il territorio nazionale. Occorre definire un sistema d’identità visiva coerente e flessibile, capace di declinarsi sui territori mantenendo la riconoscibilità del brand. 0Ottimizzazione di ciò che esiste, attraverso la creazione e l’applicazione di regole e procedure atte a migliorare l’output di comunicazione visiva del partito. Bisogna partire da ciò che abbiamo, analizzando meticolosamente la comunicazione del partito dalla sua nascita ad oggi, e quella dei competitor, per capire quali siano i margini di miglioramento. Occorre costruire sistemi semplici ed immediati, per la declinazione della corporate, a livello locale. Occorre mettere a regime la macchina PD, introducendo laddove necessario elementi correttivi, e valorizzando, dove possibile, quanto di buono fatto fino ad ora. Output di questa fase “0” della “nuova” identità sarà un documento che fornisca le linee guida e le regole per la corretta comunincazione del brand PD, allo stato attuale delle cose (o con pochi interventi di correzione). Inoltre sarà prodotto un documento interno di analisi propedeutico allo sviluppo delle fasi successive delle operazioni. 0.1Formazione delle Divisioni Comunicazione e web del PD n. 18 ore di lezioni frontali durata: 2/3 mesi
  24. 24. ATTIVITÀ #2.1 Ottimizzazione Sistema d’identità attuale Il partito democratico ha un problema d’identità, dovuto alla molteplicità dei linguaggi visivi adoperati su tutto il territorio nazionale. Occorre definire un sistema d’identità visiva coerente e flessibile, capace di declinarsi sui territori mantenendo la riconoscibilità del brand. 1Famiglia di caratteri tipografici per l’identità visiva del Partito (come il Gotham per Obama, o lo Zine Slab per Nichi Vendola) Una famiglia di caratteri tipografici, che varierà nel disegno in 4 conformazioni, capaci di tradurre ed evocare mood e frame differenti, da utilizzare a seconda delle circostanze, in accordo con l’obiettivo di storytelling prefissato. Ogni carattere tipografico avrà 3 pesi base: Romano, Grassetto, Nero; E le rispettive varianti corsive. Un importante elemento d’identità grazie al quale il partito democratico italiano, cosi come quello americano, potrà connotare in maniera univoca ed efficace il proprio output di comunicazione. durata: 6 mesi
  25. 25. Ottimizzazione Sistema d’identità attuale Il partito democratico ha un problema d’identità, dovuto alla molteplicità dei linguaggi visivi adoperati su tutto il territorio nazionale. Occorre definire un sistema d’identità visiva coerente e flessibile, capace di declinarsi sui territori mantenendo la riconoscibilità del brand. 2Sistema per la declinazione automatica dell’identità visiva, e per la creazione di Campagne di Comunicazione USER GENERATED CONTENT L’applicazione proposta permette di declinare elementi d’identità visiva in diverse maniere: ogni tesserato potrà ottenere automaticamente dal sito, previo accreditamento, tutti i materiali di comunicazione come biglietti da visita, carta intestata, carta per i fax, e quant’altro sia previsto, inserendo semplicemente il tipo di documento che desidera, e le eventuali informazioni con le quali desidera personalizzarlo (nel caso dei bigliettini da visita potrebbero essere i propri dati personali ad esempio). Questo strumento permetterebbe, inoltre, di costruire campagne dove gli utenti possano interagire generando contenuti. Alcuni esempi di questi utilizzi sono il programma che permetteva la creazione dei jolly roger di Hacktion, o la campagna lanciata a Gennaio dello scorso anno per la Fabbrica di Nichi: “c’è un’Italia migliore”, nella quale era possibile inserire contenuti pensati dagli utenti, sui visual della campagna progettati da noi. ATTIVITÀ #2.2 durata: 2 mesi
  26. 26. App “zero gradi di separazione” Una App in grado di connettere tra loro tutti i tesserati PD in modo semplice e naturale, permettendo quindi un importante irrobustimento delle relazioni, facilitando la circolazione delle idee, e la dialettica. Questa App organizzerà il rapporto tra il singolo e la rete, semplificandolo e rendendo quindi più facile l’interazione con il Partito, a tutti i livelli. *FUNZIONI - home  - quante persone utilizzano l’app - box di opinion research (quesito periodico) - menu - search angine che cerca nei flussi aggregati parole chiave - indexing video - indexing immagini - indexing stories (visualizzazione congiunta dei 3 flussi nel tempo) - twitter (priming hashtag #PD) - facebook (flusso proveniente da pagine o profili) - rss - comparativa andamento facebook politici - download materiali di comunicazione x mobile e social - election countdown - visualizzazione issues e trend politici su twitter (?) ATTIVITÀ #3 realizzazione prototipo: 2 mesi declinazione territoriale “#”+“pd”+”nome regione”
  27. 27. Sistema di analisi delle conversazioni L’applicazione si articola in un servizio di monitoraggio in grado di valutare l’opinione associata ad un marchio, nello specifico quello di un partito politico, attraverso l’analisi di fonti provenienti dal Web. Ciò permette di intercettare il parere positivo e negativo espresso dai cittadini e di individuare conseguentemente strategie di intervento finalizzate al migliorare la reputazione o ad intercettare consenso su temi specifici. L’esigenza di monitorare la reputazione si traduce quindi nella necessità di analizzare le conversazioni online e di riconvertire i feedback ottenuti in indicazioni strategiche che possono dare anche la misura della propria reputazione rispetto ai concorren- ti. Vista la mole di informazioni generate giornalmente dagli utenti è vitale che questo processo sia automatico e che raccol- ga, oltre l’opinione, anche preziose indicazioni operative di miglioramento. ATTIVITÀ #4.1 realizzazione prototipo: 12 mesi
  28. 28. Piattaforma di acquisizione e di generazione contatti e CRM via mobile e web • Combinare l’azione virale della creatività inserita in un SMS/MMS con l’obiettivo di acquisizione contatti. • Strutturare un format di comunicazione mobile e singoli MMS particolarmente appealing, in grado di: - suscitare il desiderio di inoltrarli - suscitare il desiderio di riceverne altri simili • Storytelling. Puntare non all’invio di un unico messaggio ma ad una successione di messaggi in continuità, tesi a sviluppare e consolidare una relazione ad elevato valore con i fan “mobili”. • Generare viralità. La viralità è strettamente dipendente dal contenuto che deve essere: ironico, divertente, originale, innovativo, memorabile • Acquisire contatti, qualsiasi forma di acquisizione prevede comunque una forma di azione ed interazione, la collaborazione attiva del contatto potenziale ed un costo da sostenere o ad intercettare consenso su temi specifici. L’esigenza di monitorare la reputazione si traduce quindi nella necessità di analizzare le conversazioni online e di riconvertire i feedback ottenuti in indicazioni strategiche che possono dare anche la misura della propria reputazione rispetto ai concorrenti. Vista la mole di informazioni generate giornalmente dagli utenti è vitale che questo processo sia automatico e che raccolga, oltre l’opinione, anche preziose indicazioni operative di miglioramento. ATTIVITÀ #4.2 realizzazione prototipo: 12 mesi
  29. 29. Piattaforma di acquisizione e di generazione contatti e CRM via mobile e web Con l’avvio delle campagne di storytelling si aggregano cluster di interesse sui singoli temi / messaggi. Verrà definito un format di comunicazione innovativo ma complementare rispetto al format tradizionale politico/elettorale, con strumenti/applicazioni differenti (regole differenzianti e livello di servizio comune) per obiettivi differenti quali: - campagne di lancio - promo/appelli - info/news - guide/contenuti complessi - viral/passaparola/community - raccolta fondi - messaggi one shot/campagne tematiche ATTIVITÀ #4.2 realizzazione prototipo: 12 mesi
  30. 30. Piattaforma di acquisizione e di generazione contatti e CRM via mobile e web ALCUNI ESEMPI: Sms di testo - iscrizione alla community o altre call to action MMS con personalizzazione del testo (WALLPAPER) ► MMS con foto personalizzata (CAMERA PHONE) ► MMS con personalizzazione IVR ► MMS con animazione avatar e personalizzazione IVR Rich mobile application: email di testo o rich mail (flash) per campagne di e- mailing 1. Il PD invia alla propria base contatti un MMS (immagine per sfondo/wallpaper o animazione in flash) 2. Il messaggio propone due call to action: - inoltralo agli amici - se ti è piaciuto e se vuoi continuare a ricevere messaggi da noi, rispondi “ok” via sms 3. i destinatari non presenti nel Data Base del PD ricevono un welcome sms ATTIVITÀ #4.2 realizzazione prototipo: 12 mesi
  31. 31. Piattaforma di acquisizione e di generazione contatti e CRM via mobile e web ALCUNI ESEMPI: 1. Il PD invia alla propria base contatti un MMS (animazione in flash con audio) 2. il messaggio contiene una call to action: invia questo mms ai tuoi amici e personalizzalo con il loro nome (o con altro testo): chiama questo numero e registra... riceverai il tuo mms per dediche speciali 3. l’utente chiama il numero ivr, dà l’autorizzazione privacy e segue le istruzioni per la registrazione 4. l’utente riceve l’mms personalizzato e lo invia 5. il destinatario ricomincia dal punto 2 *IVR è un sistema capace di recitare informazioni ad un chiamante interagendo tramite tastiera telefonica ATTIVITÀ #4.2 realizzazione prototipo: 12 mesi
  32. 32. CREDIAMO NEL POTERE DELLE IDEE, NEL METODO, E NELLA CULTURA. www.ff3300.com FF3300

×