Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Montelupo com'era e com'è - Classe 2A - a.s. 2015/16

96 Aufrufe

Veröffentlicht am

La ricerca della 2A - Annales Baccio n.I - 2015/16

Veröffentlicht in: Bildung

Montelupo com'era e com'è - Classe 2A - a.s. 2015/16

  1. 1. EduMuseo Montelupo com’era e com’è Com’era e com’è Presentazione a cura di: Videtta Gabriel [2A] videttagabriel@gmail.com Elaborati a cura della: 2A, scuola Baccio da Montelupo
  2. 2. Indice PRESENTAZIONI • Il Progetto: che cos’è ed in cosa consiste • Come abbiamo ottenuto le informazioni? • La scaletta che abbiamo usato • Perché abbiamo strutturato la scaletta in questo modo? • La divisione del lavoro • Ipertesto GLI ELABORATI • I luoghi del Culto • I luoghi del Gusto • I luoghi dell’Arte • I luoghi dei Mestieri
  3. 3. Il Progetto: che cos’è ed in cosa consiste I nostri obiettivi principali sono stati quelli di: -raccogliere informazioni sulla Montelupo di ieri e di oggi attraverso l’utilizzo di fonti orali; -capire i cambiamenti che sono avvenuti nel tempo facendo interviste e trovando immagini da confrontare con quelle del nostro tempo. Indice
  4. 4. Come abbiamo ottenuto le informazioni? Ci siamo concentrati sulle fonti orali e abbiamo scelto di fare delle interviste a persone con un’età superiore ai 65 anni per ricavare delle informazioni sulla Montelupo di quando loro erano giovani (anni ’50/ ’60). Abbiamo fatto delle domande seguendo una scaletta elaborata e condivisa dalla nostra classe, la 2A della Scuola Baccio da Montelupo. Indice
  5. 5. La scaletta che abbiamo usato 1) Possiamo chiedere quanti anni ha? 2) Si ricorda come era Montelupo quando era giovane? 3) Esistono ancora luoghi che non hanno subito cambiamenti? 4) C’erano delle strutture che ora non esistono più? Se si quali? 5) Come si divertiva a quell’epoca? 6) Quali erano i luoghi che preferivate frequentare? 7) Quale lavoro faceva? 8) Quali erano i lavori/mestieri più praticati e dove venivano svolti? 9) Quali erano e dove erano i luoghi di culto? 10) Quali erano e dove erano i luoghi d’arte? 11) Quali erano e dove si trovavano i luoghi del gusto? 12) Preferisce Montelupo com’era o Montelupo com’è? Indice
  6. 6. Perché abbiamo strutturato la scaletta in questo modo? Abbiamo iniziato a creare la scaletta ponendoci vari obiettivi, fra cui l’ottenere alcune informazioni su temi stabiliti. Ovviamente abbiamo dovuto fare una grandissima selezione delle domande da porre, in modo da averne un numero contenuto, ma selezionato con lo scopo di ottenere risposte ricche di informazioni. Indice
  7. 7. La divisione del lavoro Abbiamo elencato tutta la mole di lavoro. Ci siamo divisi in 4 gruppi che hanno affrontato i 4 temi scelti in classe: Luoghi di Culto Luoghi del Gusto Luoghi dell’Arte Luoghi dei Mestieri Indice
  8. 8. Ipertesto Per presentare le informazioni ottenute è stato realizzato un Ipertesto con link a varie pagine sia locali [in questo caso PowerPoint] sia su un Network [Internet], ma anche File di diverso formato [.txt,.js,.jar,.vls,.avi,.mp4,etc..] Indice
  9. 9. I luoghi di Culto A presentare l’elaborato sul tema ‘Luoghi di culto’ è stato il gruppo composto da Mirko Parrino, Alessia Bottino, Francesco Mancini e Giulia Raugei. Indice
  10. 10. Come hanno trovato le loro informazioni «Come tutti gli altri gruppi abbiamo intervistato delle persone sul territorio, ma il lavoro in gran parte è stato confermato da fonti su Internet.» Indice
  11. 11. Cosa hanno trovato I luoghi di culto negli anni ’50/’60 erano la Chiesa in Via Baccio con la Cappella della Misericordia, la chiesa di Samminiatello con la cappella, la Chiesa dell’Ambrogiana, il tabernacolo sulla Via di Botinaccio e la cappellina dell’Erta. La piccola chiesa di fronte a quella dell’Ambrogiana è stata sconsacrata ed adibita a Museo Archeologico. Indice
  12. 12. I luoghi del Gusto A presentare l’elaborato sul tema ‘Gusto’ è stato il gruppo composto da Antonio Hajdini, Martina Maggini, Alberto Cioni, Filippo Mazzoli e Alessandro Gafforio. Indice
  13. 13. Come hanno trovato le loro informazioni e cosa hanno trovato «Semplicemente facendo delle interviste a persone del luogo e ai vari proprietari di ristoranti e poi cercando ricette tipiche su Internet. Abbiamo trovato anche ricette oggi non più preparate o solo raramente.» Indice
  14. 14. Cardi trippati ● INGREDIENTI: ● 800 gr di cardi ● 2 limoni ● 2 cucchiai di farina ● 80 gr di burro ● 2 spicchi d’aglio ● parmigiano grattugiato a scaglie ● Sale e pepe
  15. 15. Trippa Ingredienti: -12 bicchieri d’olio -1 carota -100 gr formaggio -trippa precotta 1 kg -30 gr burro -1 cipolla -1 spicchio d’aglio -1 sedano -12 bicchiere di vino bianco -pepe -3 foglie alloro
  16. 16. I luoghi dell’Arte A presentare l’elaborato sul tema ‘I luoghi dell’Arte’ è stato il gruppo composto da Gabriel Videtta, Cosimo Vezzi, Tommaso Vezzi e Giulia Boulahnane. Indice
  17. 17. Come hanno trovato le loro informazioni «Abbiamo utilizzato Google Maps [per verificare e posizionare alcune fonti], Facebook [da dove abbiamo ricavato Immagini] e poi cercando informazioni su libri e sul blog Monteupo Walk Abbiamo verificato le fonti ed in alcuni casi siamo stati noi stessi a verificare le fonti di persona. Nel presentare le informazioni ottenute abbiamo usufruito al massimo del collegamento ipertestuale per rimandare e condividere con il lettore tutte le nostre informazioni sulle varie piattaforme.» Indice
  18. 18. Cosa hanno trovato Come noto, la ceramica rappresenta la produzione artistica principale di Montelupo, ritenuta molto pregiata e ambita. L’attuale museo archeologico e quello della ceramica non erano adibiti a questo fine, ma precedentemente erano chiese e anche strutture pubbliche. La signora Anna, una nostra intervistata, decorava la ceramica, un’attività molto praticata in città. Dalle interviste abbiamo poi ricavato delle informazioni indirette rispetto alle domande poste che ci hanno permesso di ricavare alcuni dati su luoghi o eventi particolari come l’alluvione del 1966. Indice
  19. 19. I luoghi dei Mestieri A presentare l’elaborato sul tema ‘I luoghi dei Mestieri’ è stato il gruppo composto da Samuele Vignozzi, Kelvis Manjani, Mirko Calvetti, Stefano Auber e Tommaso Sestini. Indice
  20. 20. Come hanno trovato le loro informazioni «Siamo andati in giro per Montelupo (principalmente al mercato) per trovare persone che ci potessero informare sulla storia di questo paese, intervistandole con un format di domande preparato in precedenza. Abbiamo utilizzato internet per confermare e arricchire le informazioni» Indice
  21. 21. Cosa hanno trovato I luoghi dei mestieri erano principalmente le vetrerie e le molte fabbriche di ceramica, ma erano presenti anche confezioni di abbigliamento. Indice
  22. 22. Vetreria LUX • I documenti parlano della presenza di vetrerie a Montelupo in zona La Torre già intorno al 1760, e sicuramente nel 1774 la Vetreria Nardi era attiva e dava lavoro a molti torrigiani. • Dopo alcuni passaggi di proprietà, la vetreria prenderà il nome di Lux nel 1972 a seguito di una crisi e di un conseguente cambio dell’assetto societario. • Per tutto l’800 fino al secondo dopo guerra molti abitanti de La Torre sono stati impiegati nell’azienda e le donne lavoravano nell’indotto come fiascaie. • Oggi la Lux conta circa 50 dipendenti e dal 2005 si è trasferita nella zona industriale delle Pratelle. Indice
  23. 23. VETRERIA ETRUSCA Come era Come è Indice
  24. 24. Esempi di informazioni ricavate Ponte del torrente pesa caduto a causa dell’ alluvione di Montelupo nel 1966. Indice
  25. 25. Torrente Pesa L’immagine accanto ci fa vedere Montelupo dalla visuale dal torrente Pesa Indice
  26. 26. La Torre Cartolina della torre di Montelupo IndiceContinua immagini |
  27. 27. Trattoria La Toscana In questa immagine si può notare che c’era una trattoria che si chiama “La Toscana”. Dall’affollamento si può capire che doveva essere uno dei posti tipici dove mangiare IndiceContinua immagini |
  28. 28. Confezioni Gallotti Questa immagine rappresenta la fabbrica delle confezioni di abbigliamento in pelle di Montelupo Fiorentino IndiceContinua immagini |
  29. 29. Fabbrica di maioliche Nell’immagine è raffigurata una fabbrica di maioliche con i suoi dipendenti alla fine degli anni ‘50. Indice
  30. 30. Un sincero arrivederci Con questo terminiamo la nostra esposizione. Spero sia stata di vostro gradimento, e non esitate a fare qualche domanda! Videtta Gabriel Indice

×