Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Superbonus #9: esempio pratico di calcolo del compenso professionale

4.691 Aufrufe

Veröffentlicht am

Slide sul Superbonus al 110%: la detrazione fiscale in edilizia, introdotta dalla Legge Rilancio, dedicata alla riqualificazione energetica e sismica degli edifici

Veröffentlicht in: Immobilien
  • Als Erste(r) kommentieren

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Superbonus #9: esempio pratico di calcolo del compenso professionale

  1. 1. Episodio 9 ESEMPIO CALCOLO COMPENSI PROFESSIONALI 8 ottobre 2020 Nicola Furcolo Chiara Roberto 1
  2. 2. COMPENSI Come si calcola il corrispettivo professionale per incarichi Superbonus 110 PARCELLE PROFESSIONALI DM REQUISITI ECOBONUS (MISE 6 AGOSTO 2020) Allegato A – 13 Limiti delle agevolazioni 13.1 Lettera c) sono ammessi alla detrazione del 110% gli oneri per: • prestazioni professionali connesse alla realizzazione degli interventi • redazione dell’attestato di prestazione energetica APE • asseverazioni secondo i valori massimi di cui al decreto del Ministro della giustizia 17 giugno 2016 contenente tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni di progettazione. ? IN PRATICA: i compensi si calcolano secondo le regole dei lavori pubblici! 2
  3. 3. Cos’è il decreto del Ministro della giustizia 17 giugno 2016 PARECELLE PROFESSIONALI Il Codice appalti (decreto legislativo 50/2016) pubblicato ad aprile 2016 demandava il Ministero della Giustizia di pubblicare un decreto che approvasse le tabelle dei corrispettivi commisurati con i 3 livelli di progettazione (successivi approfondimenti tecnici) definiti dallo stesso Codice all’articolo 23: 1. progetto di fattibilità tecnica ed economica 2. progetto definitivo 3. progetto esecutivo Il Ministero della Giustizia pubblica a giugno 2016 il DM 17 giugno 2016 che riprende il famoso DECRETO PARAMETRI BIS DM 143/2013. ? 3 COMPENSI
  4. 4. PARCELLE PROFESSIONALI Perché il calcolo del corrispettivo (da porre a base di gara) si calcola partendo da parametri. CORRISPETTIVO = COMPENSO + SPESE + ONERI ACCESSORI Il compenso è determinato in funzione delle prestazioni professionali relative ai diversi livelli di approfondimento tecnico e si basa su i seguenti parametri generali: 1. parametro «V»: valore delle singole categorie componenti l’opera; 2. parametro «G»: complessità della prestazione; 3. parametro «Q»: specificità della prestazione; 4. parametro base «P»: si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera. Perché Decreto PARAMETRI ? 4 COMPENSI Perché Decreto PARAMETRI ?Perché Decreto PARAMETRI ?
  5. 5. PARCELLE PROFESSIONALI COMPENSO = ∑ (V×G×Q×P) 1. parametro «V»: valore delle singole categorie componenti l’opera; 2. parametro «G»: complessità della prestazione; 3. parametro «Q»: specificità della prestazione; 4. parametro base «P»: si applica al costo economico delle singole categorie componenti l’opera. ove P = 0,03 + 10/V0,4 Come si calcola il compenso ? 5 COMPENSI
  6. 6. PARCELLE PROFESSIONALI seguenti attività:  progettazione (di fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva)  coordinamento della sicurezza (in fase di progettazione e in fase di esecuzione)  direzione dei lavori  collaudo  incarichi di supporto tecnico-amministrativo al Rup e al Dirigente Quali sono le attività professionali ? 6 COMPENSI
  7. 7. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ DM 17 giugno 2016 TAVOLA Z-1 “CATEGORIE DELLE OPERE - PARAMETRO DEL GRADO DI COMPLESSITA’ - CLASSIFICAZIONE DEI SERVIZI E CORRISPONDENZE” 7
  8. 8. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 8
  9. 9. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 9
  10. 10. TAVOLAZ-1“CATEGORIEDELLEOPERE PARAMETRODELGRADODICOMPLESSITA’ 10
  11. 11. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” DM 17 giugno 2016 TAVOLA Z-2 “PRESTAZIONI E PARAMETRI (Q) DI INCIDENZA” 11
  12. 12. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 12
  13. 13. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 13
  14. 14. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 14
  15. 15. TAVOLAZ-2 “PRESTAZIONIEPARAMETRI(Q)DIINCIDENZA” 15
  16. 16. INTERVENTISUEDIFICIOUNIFAMILIARE Esempio pratico 16
  17. 17. INTERVENTISUEDIFICIOUNIFAMILIARE SISMABONUS ECOBONUS FOTOVOLTAICO 17
  18. 18. INTERVENTIEDILI In analogia a quanto effettuato dal CNI nel documento “Ecobonus e sismabonus: aspetti normativi, tecnici ed economici dopo la legge di conversione del DL rilancio”, al fine di legare il compenso professionale allo sviluppo delle prestazioni previste e dei soggetti che possono eseguire le stesse, si individuano 3 fasi professionali: • verifica dell’esistente • progettazione e direzione lavori • collaudo Considerando i seguenti interventi: 1. Interventi riduzione del rischio sismico (sismabonus) 2. Interventi efficientamento energetico (ecobonus) 3. Impianto fotovoltaico CALCOLO CORRISPETTIVI INTERVENTO DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA /riduzione rischio sismico /efficientamento energetico / impianto fotovoltaico 18
  19. 19. VALORI DETERMINAZIONE DEI VALORI Prezzario: Tipologie Edilizie DEI ESISTENTE V (esistente) = 200.000 € NUOVO Importi da computo metrico /riduzione rischio sismico: 17.500 € /efficientamento energetico: 91.000 € /impianto fotovoltaico: 20.000€ 19
  20. 20. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a. - Id Opere S.03 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «VERIFICA DI VULNERABILITÀ SISMICA» (valore delle opere STRUTTURE ESISTENTI) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla fase preliminare: QbI.06, QbI.09 (Relazione geotecnica, Relazione sismica e sulle strutture) • Prestazioni dalla fase definitiva: QbII.09,12,14,15,16 (Relazione geotecnica, Relazione sismica e sulle strutture, Analisi storico critica e relazione sulle strutture esistenti, Relazione sulle indagini dei materiali e delle strutture per edifici esistenti, Verifica sismica delle strutture esistenti e individuazione delle carenze strutturali) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 20
  21. 21. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 PRESTAZIONI «MIGLIORAMENTO SISMICO» (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla fase preliminare: QbI.01,02,16 (Relazioni planimetrie elaborati grafici, Calcolo sommario spesa, Prime indicazioni su PSC) • Prestazioni dalla fase definitiva: QbII.01,03,05,12,23 (Relazioni generali e tecniche, elaborati…, Disciplinare descrittivo e prestazione, EP, computo metrico estimativo e quadro economico, aggiornamento indicazioni PSC…) • Prestazioni dalla fase esecutiva: QbIII.01,02,03,04,05,07 (Relazione generale…, Particolari costruttivi, Computo metrico QE EP ecc., Schema di contratto.., Piano di manutenzione, PSC) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 21
  22. 22. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla direzione lavori: QcI.01,02,09,11,12 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misur, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 22
  23. 23. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Strutture Destinazione funzionale: Strutture, opere infrastrutturali puntuali Strutture in c.a - Id Opere S.03 -> G = 0,95 COLLAUDO LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Verifiche e collaudi: QdI.03 (Collaudo statico cap. 9 NTC 2018) INTERVENTI RIDUZIONE DEL RISCHIO SISMICO (SISMABONUS) 23
  24. 24. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionale: Residenza Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «DIAGNOSI ENERGETICA EDIFICIO ESISTENTE» (valore delle opere ESISTENTI) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE DEFINITIVA: QbII.22 (Diagnosi energetica ex legge 10/91) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 24
  25. 25. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionale: Residenza Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 PRESTAZIONE «PROGETTO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO» (valore delle opere NUOVE) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE FASE PRELIMINARE: QbI.01,02,16 (Relazioni, planimetrie e grafici – Calcolo sommario di spesa QE – Prime indicazioni PSC…) • PROGETTAZIONE FASE DEFINITIVA: QbII.01,03,05,21,23 (Relazioni - disciplinare descrittivo e prestazionale – EP CME QE – Relazione legge 10 – aggiornamento PSC) • PROGETTAZIONE FASE ESECUTIVA: QbIII.01,02,03,04,05,07 (Relazioni - particolari costruttivi, disciplinare descrittivo e prestazionale – EP CME QE – Schema contratto, Capitolato e Cronoprogramma – Piano di manutenzione - PSC) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 25
  26. 26. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: Edilizia Destinazione funzionaleEdilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere E.06 -> G = 0,95 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • Prestazioni dalla direzione lavori: QcI.01,02,09,11,12 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misura, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO (ECOBONUS) 26
  27. 27. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: IMPIANTO Destinazione funzionale: Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere IA.03 -> G = 1,15 PROGETTO IMPIANTO (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • PROGETTAZIONE PRELIMINARE: QbI.01 (Relazioni, planimetrie, grafici) • PROGETTAZIONE DEFINITIVA: QbII.01,05,21 (Relazioni, EP computo QE, Relazione energetica) • PROGETTAZIONE ESECUTIVA: QbIII.02,07 (Particolari costruttivi, PSC) INTERVENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO 27
  28. 28. INTERVENTIEDILI TABELLA Z1 CATEGORIA D’OPERA: IMPIANTO Destinazione funzionale: Edilizia residenziale privata e pubblica di tipo corrente con costi di costruzione nella media di mercato e con tipologie standardizzate. Id Opere IA.03 -> G = 1,15 DIREZIONE LAVORI (valore delle opere STRUTTURE NUOVE) TABELLA Z2 • ESECUTIVO: QcI.01,02,09,11 (Direzione lavori assistenza al collaudo e prove di accettazione, Liquidazione…, Contabilità dei lavori a misura, Certificato di regolare esecuzione, coordinamento della sicurezza in esecuzione) INTERVENTO IMPIANTO FOTOVOLTAICO 28
  29. 29. INTERVENTIEDILI 29 https://www.acca.it/software-parcelle-architetti-geometri-ingegneri ESEMPIO con software Compensus-FULL
  30. 30. FINE Alla prossima STAGIONE! Nicola Furcolo 30

×