Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Die SlideShare-Präsentation wird heruntergeladen. ×

124 - Il Veggente Cronache 1999, 2° quadrimestre

Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Veniero Ceccarini
Cronache notturne di un avventura spirituale
( Secondo quadrimestre 1999 )
1-5-1999
“ IL BAMBIN GESU’ SO...
Ottave Immagini: un uomo, con un vestito a piccolissimi quadratini è entrato in casa mia dandomi
quasi le spalle, perché a...
poi il sogno è stato chiaro: Satana enumera le sue bestiacce. Sono rimasto perplesso, ma tranquillo e
mi sono addormentato...
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Wird geladen in …3
×

Hier ansehen

1 von 89 Anzeige
Anzeige

Weitere Verwandte Inhalte

Diashows für Sie (20)

Andere mochten auch (15)

Anzeige

Ähnlich wie 124 - Il Veggente Cronache 1999, 2° quadrimestre (18)

Weitere von OrdineGesu (20)

Anzeige

Aktuellste (20)

124 - Il Veggente Cronache 1999, 2° quadrimestre

  1. 1. Veniero Ceccarini Cronache notturne di un avventura spirituale ( Secondo quadrimestre 1999 ) 1-5-1999 “ IL BAMBIN GESU’ SOFFRE PER LE ANGHERIE AI BAMBINI “ Prime Immagini: ho visto un albero con molti frutti dello stesso colore delle foglie. Il verde è simbolo di speranza. Penso e spero che la Grande Madre Spirito Santo farà crescere questa virtù teologale dentro il mio cuore. Percezione e Seconde Immagini: Stavo pensando a quali dispiaceri potesse avere avuto il Bambin Gesù durante la Sua Infanzia ( Se non sbaglio l’ho visto sempre serio). Sono riuscito soltanto a ricordare quelli che ebbe quando lasciò i Suoi piccoli amici in Egitto per ritornare in Israele. Il Bambin Gesù è stato visto piangere anni fa da una veggente italiana, ed io stavo appunto ricordando quella visione. La risposta è venuta dal Cielo: “ Il Bambin Gesù soffre per le angherie ai bambini “. Dopodiché ho visto un bambino di profilo con il viso sofferente, con strane occhiaie all’occhio sinistro. Poi ho visto la mano di un adulto che impugnava uno strumento cavo, più che semicircolare, strumento che l’uomo ha avvicinato agli occhi del bambino. Il resto lo lascio immaginare a voi. A quel mostro non basteranno cento vite dolorosissime per ripagare tale orrendo misfatto. Sarebbe meglio che non fosse mai nato, ma Dio che è amore salverà anche quel mostro. Infine, dall’alto, ho visto un bel bambino di 7/8 anni con folti capelli bruni; forse questo secondo bambino era un Angelo che assisteva il piccolo torturato. Terze Immagini: ho visto una discesa ripida sotto di me, stretta e asfaltata, sulla quale stavo procedendo. Era lunga qualche centinaio di metri. In fondo, sulla destra, un cancello o qualcosa di simile ed un gruppetto di persone che invadeva parte della strada ( erano circa quindici/venti persone ). Penso che si tratti del compimento di un’altra tratta del mio sentiero spirituale. Quarte Immagini: mentre ripensavo alle cruente seconde Immagini mi sono trovato quasi in fondo ad una scala dove un uomo di 40/50 anni stava percorrendo l’andito per uscire; camminava spedito, con un bastone umano ( un bambino, penso, con il senno di poi )del quale, però, non si serviva. Ma lo teneva pronto per l’uso come uno strumento. Tutti i presenti lo guardavano muti e immobili. Quinte Immagini: Avevo in mano un portafoglio aperto; l’interno era trasparente e mostrava una banconota di cinquantamila lire. Si dice che questi sogni sono di buon auspicio o significano remunerazione. Sia come sia ringrazio Dio. Seste Immagini: Ho visto un piatto con cibi di vario tipo non ancora toccato tranne la carne; al suo posto c’erano soltanto ossicini. Il significato mi sembra questo: togli la carne dalla tua dieta; finora ne ho mangiata sempre poca. Settime Immagini: avevo tra le mani cinque biglietti da 100.000 lire; anch’essi significano ricompensa. 1
  2. 2. Ottave Immagini: un uomo, con un vestito a piccolissimi quadratini è entrato in casa mia dandomi quasi le spalle, perché aveva qualcosa nel braccio sinistro che non voleva farmi subito vedere e che ha appoggiato sul termosifone. Forse anche queste Immagini simbolizzano un dono. None Immagini: Nel pomeriggio, dopo la pennichella, ho visto Chicco con le lacrime agli occhi ed al naso… Stamani aveva litigato con Tommy per calci…calcistici durante una partita tra grandi e piccini dopo un vivace scambio di vedute ( poi mi han detto che si sono picchiati ); Francesco si era auto espulso per protestare contro Tommaso che faceva il padroncino con il pallone. Chicco ha detto anche che Tommy aveva imbrogliato. Per farlo ritornare in campo c’è voluto un bel po’. Queste ultime Immagini mi hanno consolato. Gloria, lode e gratitudine a Gesù Bambino che protegge come meglio è possibile tutti i bambini del mondo. Mi ricorderò anche di Lui nelle preghiere; sono proprio un ingrato a non averlo fatto regolarmente visto che il Bambin Gesù si è fatto vedere diverse volte da me alcuni anni fa. Mi dispiace proprio. 2-5-1999 LA MADONNA RISPONDE - UN BRUTTO SOGNO E UN SENTIERO SULL’ERBA Non ho dormito molto stanotte; ciò che descriverò riguarda la seconda parte; gli appunti della prima parte sembrano andati perduti in campagna. Ripensavo al “dono di sé ” di qualche giorno fa ed alla frase che percepii tempo fa “ Uguale al Cristo finale “; perciò ho fatto questa domanda: Madre Santissima, siccome tra me e Tuo Figlio c’è la stessa differenza che esiste tra una scintilla e il Sole ditemi come posso cooperare a lenire i tanti dolori di questo mondo per avere un’idea di quel che farò in futuro 1 . Risposta esauriente con una sola Immagine: in penombra ho visto una parete con la fessura di un salvadanaio. Intorno alla fessura la parete aveva una tonalità di colore scura a forma di rombo, mi pare, mentre il resto della parete era di un color rosso smorto. Il messaggio è chiaro: figlio quel che tu puoi fare equivale ad una moneta, ma il Padre la utilizzerà. Seconda Immagine: Mi trovavo su di un pavimento di pietra all’aperto; accanto c’erano degli arbusti; li ho sollevati ed ho visto, un paio di metri sotto, una pianta alta più di un metro che aveva molti rami e foglie a goccia ( disegno ). Come per dire: il vostro contributo è nascosto agli uomini, ma è utile. Terze Immagini: ho visto il volto di un giovane con i baffetti fini che mi ha minacciato sorridendo con un coltello grosso da cucina allungando il braccio destro. Dopodiché ho visto il ghigno di una bestia immonda. Poi ho percepito “ enumera anche bestiacce “.Lì per lì non ho compreso bene, ma 1 Se è giusto avere compassione di chi soffre, bisogna tener presente che il dolore è strumentale al bene e che la vita è stata organizzata così per salvare i Demoni dopo la ribellione: e’ stato l’unico modo possibile. Si veda Jakob Lorber, Il Signore parla, pagina 157 e ss, Armenia 2
  3. 3. poi il sogno è stato chiaro: Satana enumera le sue bestiacce. Sono rimasto perplesso, ma tranquillo e mi sono addormentato. Il sogno e le quarte Immagini: di sera stavo andando con un amico armato con un coltello a parlare con una donna che stirava sulla soglia di casa alla luce di una lampada elettrica. Le ho chiesto di unirsi a noi per difenderci da un violento, ma lei, senza alzare la testa, ha continuato a stirare senza degnarmi di una risposta. Siamo tornati verso casa, guidati dalla luce di una lampada accesa a terreno; quando siamo stati vicini un uomo è entrato nel fascio di luce della lampada; la porta finestra della stanza era aperta. L’uomo, di corsa, si è diretto verso la porta. Il mio amico gli è corso dietro ed ha cercare di saltare in corsa la panchina che si trovava tra lui e la casa senza riuscirci. E’ rovinato sulla panchina in uno strano modo vista la velocità e lo slancio: era disteso sul fianco sinistro, come se dormisse. L’uomo che cercava di entrare in casa si è voltato di scatto: aveva un coltellaccio in mano; era piuttosto basso di statura e tarchiato. Indossava una giacca larga e aveva baffetti finissimi; con il coltello in pugno si è avventato sul mio amico inerme. Io sono scattato in avanti per fermarlo e giunto alla panchina gli ho sferrato un diretto destro con tutta la mia forza. Mi sono subito svegliato, alzato sul gomito sinistro. Era buio in camera, ma io vedevo chiaramente l’uomo con i baffetti, altra incarnazione di Satana, che mi sorrideva beffardo. Intanto Chica si era svegliata spaventata mentre io continuavo ad avere nel mio sistema visivo l’Angelo ingannatore. Mentre la mia consapevolezza tornava nel piano fisico ho sentito Chica che diceva spaventata “ Cosa hai fatto ? Cosa hai fatto ?...Accendi la luce. L’ho accesa, ma quella Immagine irridente era sempre nel mio sistema visivo e l’ho vista dissolversi nella parte di muro accanto alla finestra ( alla mia sinistra ); tuttavia non credo che si sia dissolta nel muro; si è dissolta semplicemente nel mio sistema visivo. Mi pare evidente che l’Ingannatore mi stia stuzzicando e soprattutto mi dimostra la sua potenza. Siccome io so che Dio è con me, ho mantenuto la mia serenità anche in questa vicenda, che soltanto un anno fa non avrei pensato di poter vivere, conscio della mia fragilità, ma lo Spirito di Dio mi ha rafforzato. So di avere la protezione e il sostegno della Madonna al cui servizio mi sento. Tutto nella vita è strumentale al Bene, cioè alla Salvezza, anche Satana, suo malgrado, lo è. Anch’io sto camminando come tutti sulla via della Salvezza; questo cammino, nella nostra esistenza terrena, finisce quando si esala l’ultimo respiro. Io confido in Dio e ciò mi basta anche per affrontare certe vicende. Che dire allo Spirito ? Grazie, sempre grazie. Quinte Immagini: ho visto, in mezzo all’erba alta, un sentiero delimitato da piante di gladioli con fiori rossi e bianchi. Il messaggio è bellissimo: figlio, non ti perderai in questo mare d’erba se starai sempre vicino ai fiori “. Penso che sia un Messaggio della Madonna. 3
  4. 4. Seste Immagini: ho visto la bocca di un uomo che digrignava i denti…Anche questo messaggio è chiaro: l’Avversario non è contento delle mie scelte, ma non può far nulla contro lo Spirito Santo. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo che è Dio. 3-5-1999 INFORMAZIONI PREZIOSE Prime Immagini: per dare una elemosina cercavo monete da cento lire. E’ una conferma che se si può si deve dare sempre qualcosa, contrariamente a quanto sostengono alcuni. Seconde Immagini: mi sono trovato in una zona riparata in aperta campagna: due o tre metri sopra di me c’era un campo con erba alta . Un pò più a destra c’era un alberello alto circa due metri, apparentemente molto robusto; sembrava sprizzasse energia tanto lucida era la sua scorza. Penso che l’alberello simbolizzi me stesso. Ringrazio Dio per la salute. Terze Immagini: qualcuno mi ha passato una palla con le mani. E’ una conferma che faccio parte di un gioco cosmico. E per me non ha importanza se io sono soltanto una minuscola tessera di un infinito mosaico. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 4-5-1999 UN QUADRO DELLA MADONNA CON IL BAMBIN GESÙ Prime Immagini: ho visto un quadro della Madonna con il Bambin Gesù. Grazie mille Seconde Immagini: ho visto uno splendido fagiano, gli uccelli simbolizzano la libertà, per la quale ringrazio sentitamente. Grazie a Dio e alla Madonna. 5-5-1999 LA GUERRA E IL FUOCO DELL’ERRORE: NON SI PUÒ CHIEDERE A DIO DI IMPORRE LA PACE AGLI UOMINI Prime Immagini: ho spiegato una stoffa ripiegata in quattro; nei primi riquadri c’erano le testa, la spalla sinistra e parte del braccio di un uomo crocifisso il cui volto non ho visto. Non so che dire. Seconde Immagini: mentre pregavo il Padre di risolvere per sempre le guerre nei Balcani, la mia consapevolezza è saltata su di una stufa accesa con i carboni ardenti. I miei piedi sono caduti esattamente sui bordi di questa stufa fatta a botte. Il tappo era una graticola a quadratini. Sotto il fuoco era ardente. Il messaggio è chiaro: figlio ti stai sbagliando; sei ad un passo da un gravissimo errore. Non si può chiedere a Dio di imporre agli uomini la pace poiché nella vita il principio di libertà viene per primo e il secondo è quello del perfezionamento 2 . Sono gli uomini, testone, che devono risolvere il problema della guerra vivendo in pace tra loro secondo le leggi dell’amore. 2 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagina 162, Mediterranee 4
  5. 5. Terze Immagini: in un corridoio ho visto, ammassate, molte decine di persone, tutte addossate al muro. Le Immagini forse significano che sono in molto a fare il mio stesso errore: chiedere insistentemente al Padre di imporre agli uomini la pace, poiché la vita è fondato sul principio di libertà ed è sbagliando che gli uomini imparano, come abbiamo fatto noi europei dopo la seconda grande guerra mondiale. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 6-5-1999 I COLORI DELLA BANDIERA ITALIANA Prime Immagini: una ventata ha alzato la polvere da terra. In alto, questa polvere ha formato una esse molto lunga che ha assunto i tre colori della bandiera italiana: verde, bianco e rosso. La esse potrebbe voler simbolizzare la Salvezza per la quale in Italia si svolge un compito importante ( Vaticano ). Seconde Immagini: ho chiuso il portone di casa con la serratura di sicurezza. Il messaggio è, figlio sii prudente. Terze Immagini: mi sono versato vino vivo da una bottiglia scura. Il vino simbolizza il Sangue di Cristo. Bere vino vivo è segno di grande remunerazione per la quale ringrazio. Quarte Immagini: ho visto una tazza da caffè. Non so che dire. Gloria a Dio. 7-5-1999 TRASFORMAZIONE Prime Immagini: Mi han dato un mazzo di chiavi. Le chiavi corrispondono alla autorizzazione ad andare avanti sul sentiero spirituale. Grazie mille; si vedano le seconde Immagini. Seconde Immagini: ho visto l’interno di una cucina che è un luogo di trasformazione. Simbolizza la trasformazione di me stesso; la mia carnalità è in corso di trasformazione in maggiore spiritualità. Tutto in natura avviene per gradi, lentamente ma sicuramente. Terze Immagini: ho visto l’esterno di una vecchia casa di due piani fuori terra. Dovrebbe corrispondere a me stesso. Quarte Immagini: Tra alcuni foglietti ben piegati c’era una banconota da centomila lire. La banconota significa remunerazione per la quale ringrazio. Quinte Immagini: in una proda alta un paio di metri ho visto un rientro nel terreno, ma la mia attenzione è stata attratta dai fiori rossi, in prevalenza fiori ad alto stelo con alcuni piccoli fiori sopra quasi a fare ad essi corona. I fiori sono di buon auspicio. Gloria a Dio. 5
  6. 6. Prime Immagini: ho visto uno splendido orologio moderno satinato. E’ una conferma della Percezione precedente; l’orologio segna un’ora cosmica, quella della ricezione di Dio. Chi poteva immaginarlo solo qualche anno fa ? Seconde Immagini: sono una schiappa nei lavori manuali in genere e nel montaggio e smontaggio di cose, ma la mia consapevolezza era abbastanza esperta: ha alzato una ghiera e si accinta a mettere un pezzo dentro, ma non so che cosa. Le Immagini penso significhino che sono in grado di fare qualcosa da me anche nel campo spirituale. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 11-5-1999 “SUA MAESTA’CRISTO “ – “C’E’SEMPRE UNA VIA D’USCITA” Percezione: Al risveglio ho percepito queste parole “ Sua Maestà Cristo”. Penso che siano collegate con la percezione del giorno 8 corr. che trattava del ricevimento di Dio nel mio cuore. Mi si ricorda che in Dio c’è anche il Signore Gesù, la seconda Persona della SS. ma Trinità. Naturalmente c’è anche la Grande Madre Spirito Santo. La Madonna è Una con Gesù e pertanto c’è anche Lei. E se c’è Dio si può dire che c’è Tutto, esseri, universi e cose. Prime Immagini: ieri la mia consapevolezza ha portato alcune pigne di uva bianca di una specie mai vista. Le pigne erano strette alla base e lunghe circa 40 cm; le pigne avevano pochi acini. La frutta è simbolo di abbondanza per la quale ringrazio, abbondanza spirituale e conferma la percezione iniziale. Percezione: ho percepito “ C’è sempre una via d’uscita “. Prima stavo pensando ai tanti problemi che impediscono la fusione delle diverse Fedi cristiane. Secondo me la fusione potrebbe avvenire nella diversità, con rispetto reciproco, abbandonando ogni animosità. In tal modo la Cristianità si esprimerebbe con una sola voce. Seconde Immagini: Non ricordo a che cosa stavo pensando, quando mi sono ritrovato tra le mani una boccetta d’inchiostro semivuota; la boccetta, improvvisamente, si è riempita fino all’orlo. Mi pare un invito a scrivere della fusione delle diverse Fedi cristiane. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù. 12-5-1999 “PORTE CHIUSE E CIELI APERTI” Decidere di cessare l’attività professionale e non occuparsi di nulla tranne che delle cose dello Spirito è stato facile dirlo e volerlo, ma è difficile metterlo in pratica. Lo Spirito ha sintetizzato la mia situazione in questo modo: Prime Immagini: mi sono trovato in una stanza mentre guardavo le mie gambe. Calzavo stivali neri, lucidi, alti fin oltre il ginocchio: erano imbrattati di terra. Me li sono tolti e sono uscito dalla stanza 6
  7. 7. per andarmene; la porta dell’appartamento era chiusa, ma un uomo – come se sapesse anticipatamente quel che stavo per fare - era davanti a tal porta con le braccia spalancate…Sono andato a chiedere consiglio al Vescovo per un’altra faccenda. Lo Spirito Santo, come ha già fatto un’altra volta tramite le parole del Vescovo Ablondi, mi ha dato il Suo consiglio: “Porte chiuse e cieli aperti “. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 13-5-1999 UN CUCCIOLO DI SCIMMIA – LE LUNGHE PIUME – IL PECCATO Prime Immagini: hanno girato verso di me un cucciolo di scimmia; aveva i capelli a corona, come un leone. Non ho mai visto una scimmia di questa specie. Secondo Gea Barzaghi, pagina 14 de il Grande Libro dei Sogni, “un cucciolo da coccolare significa che dovete curare la vostra parte istintiva e farla crescere “. Ci proverò obbedendo all’istinto in ogni situazione. Seconde Immagini: ho visto un fiasco di vino; per me il vino è sinonimo di energia per la quale ringrazio. Terze Immagini: ho visto un rotolo di carta igienica. Penso che lo Spirito mi dica di stare attento a non commettere peccati con i quali sporcherei la mia coscienza. Noie e noiette si stanno accumulando sulla mia scrivania. Quarte Immagini: stavo riflettendo sulla “Bellezza della morte”, frase che ho udito poco tempo fa. Dopo un po’ ho visto alcune lunghe piume appoggiate al muro. Erano fatte più o meno così ( disegno ). Al termine delle piume c’era un cerchio e nel cerchio due punti, tanto da sembrare un volto umano. Le piume erano bellissime e rappresentavano la “ Bellezza della morte “, poiché è “il mezzo” per traslocare in un altro piano di esistenza dove incontreremo Dio. In genere morire significa soffrire. Bisogna offrire questa sofferenza a Dio. Quinte Immagini: riflettendo sulla morte ho visto nel buio: - un felino accucciato che ha chiuso gli occhi quando mi ha visto; penso significhi che può saltarmi addosso in qualsiasi momento, - una bestia con il muso di un cane che stringeva i denti; i denti erano simili a quelli di un cavallo. Non mi sono sembrate bestie immonde. Forse le Immagini significano che la morte è sempre pronta a balzarci addosso quando è giunta la nostra ultima ora. E quando questa giunge? Penso che giunga quando non si è più in grado di fare un solo passo avanti sul sentiero spirituale Seste Immagini: Ho visto coperta una bella Acquasantiera fatta a forma di cassetta. Era piena di acqua limpida ed era infissa nel muro con una copertura in metallo ( disegno ). E’ acqua benedetta per la quale ringrazio. 7
  8. 8. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 14-5-1999 PROTEZIONE Prime Immagini: ho visto una scarpa mocassino, color marrone chiaro, in pelle scamosciata. Le scarpe simbolizzano protezione della quale ringrazio. Seconde Immagini: ho visto una borsa grande con due fiaschi dentro. Non ho visto il contenuto dei fiaschi, ma immagino che sia stato vino. Associo il vino alle energie e ringrazio. Terze Immagini: ho visto delle rose rosse per strada. Ringrazio per il pensiero. Quarte Immagini: ho visto un apparecchio radio di colore nero. La radio è un potente mezzo di comunicazione per il quale ringrazio. Quinte Immagini: ho visto un banco di scarpe nella parte iniziale; erano tutte di color marrone chiaro. C’erano anche stivali e pantofole. Le scarpe significano protezione ed il color marrone significa realizzazione. Ringrazio sentitamente per le notizie e per l’aiuto. Gloria a Dio. 15-5-1999 “ATTENTO TI DO UNO SCHIAFFO” - IL DIRITTO ALLA MORTE E IL DIRITTO ALLA VITA FANNO PARTE DEI DIRITTI NATURALI. Prime Immagini: una ragazza africana, china sopra di me, mi ha sorriso. Accanto a lei ce n’era un’altra, ma è rimasta in piedi. Nel piano astrale questa ragazza seguiva i miei pensieri, ma io non ricordo che cosa pensavo. Seconde Immagini: mani invisibili hanno versato acqua in un bicchiere davanti a me. Grazie mille per l’energia. Terze Immagini: un bambino di circa 2 anni, con la bocca e il naso sporchi di residui di dolce, con un sorriso scintillante ha allargato il braccio destro con la manina aperta per dirmi: “ Attento che ti do uno schiaffo “. Accetto bambino caro, anche se non so a che cosa devo stare attento, ma posso immaginarlo: attento a non sporcarti la coscienza. Frase: Non so se ho percepito o pensato questa frase, ma penso di averla percepita perché non fa parte del mio bagaglio culturale: “ Il diritto alla morte e il diritto alla vita fanno parte dei diritti naturali “. Gloria a Dio 17-5-1999 UN SOLE - “ CASA RIVOLTA VERSO DIO “ 8
  9. 9. Prime Immagini: mi sono trovato in filobus con molta gente. Mi pare un buon segno del quale ringrazio. Seconde Immagini: ho preso acqua da una cannella con una bottiglia di mezzo litro. E’ energia per la quale ringrazio. Percezione: ho percepito “ La casa rivolta verso Dio “. La casa simbolizza l’uomo e quindi la frase significa che l’uomo deve rivolgersi a Dio. Seconda percezione: ho percepito “ Poi bisogna o si deve guardare a noi”. Ne deriva che non solo l’uomo deve guardare a Dio, ma deve anche guardare a se stesso, cioè pensare alle cose importanti della sua vita il cui scopo è spirituale. Terze Immagini: ho visto un muro di grosse pietre grigio chiare. Forse simbolizza un ostacolo da superare. Con l’aiuto di Dio lo supererò senza problemi Quarte Immagini: nel pomeriggio, appena mi sono svegliato, ho visto un Sole che mi ha messo fuori combattimento per circa mezz’ora tanta era l’energia che ha sprigionato; sono andato subito in ufficio per non dare spiegazioni a Chica, che se ne sarebbe accorta ( e io non voglio che si preoccupi per me ). Gloria, lode e gratitudine a Dio. 19-5-1999 UN TELEFONO CELLULARE Prima Immagine: ho visto il n°46. Il significato di questo numero secondo Anna Laura Ricci, I Segreti della Numerologia, pagina 79, è il seguente: “ Rischio di errori nelle scelte, nelle relazioni amorose e nelle amicizie. Unioni a volte difficili. Sensualità esacerbata “. Starò attento. Seconde Immagini: sul muro di cinta dell’aia di una casa simile a quella che avevamo in Cimaterra a Sillicagnana ho visto molti prodotti della terra stesi al sole senza poterli identificare tranne i primi: erano pomodori a pera di circa tre cm di diametro. E’ cibo spirituale del quale ringrazio perché fa crescere in me le virtù e i doni dello Spirito. Terze Immagini: avevo in mano un piccolo apparecchio, forse un telefono cellulare; era un po’ sporco; ho cercato di capire con il dito indice della mano destra di che cosa si trattava e ho capito che era una macchia d’olio scura. Non so che dire, tranne che il telefono simbolizza un importante mezzo di comunicazione tra il Cielo e me e per il quale ringrazio sentitamente. Quarte Immagini: una donna aveva tra le mani alcuni biglietti di banca di piccolo taglio e li guardava. Poi mi ha detto grazie. Quinte Immagini: ho visto un uomo alto e robusto barcollare all’indietro, come se fosse stato colpito da un pugno. Pensavo alla pace nei Balcani; ne deduco che non è ancora arrivato il tempo della pace. 9
  10. 10. Seste Immagini: ho visto acqua per terra, su di un pavimento di mattonelle di graniglia scure. Si tratta di una perdita di energia, ma io non so come l’ho persa. Settime Immagini: ho visto un uomo con i capelli bianchi, cappotto e cappello in automobile alla destra dell’autista. Forse è un mediatore diretto in Serbia. Ottave Immagini: ho visto un titolo “ Cattolici ad Olimpia ”. Non so che dire. None Immagini: ho visto una porta finestra con la parte inferiore di legno completamente traforata con un trapano. Non so che dire. Gloria a Dio. 21-5-1999 SPERANZA – PADRE PIO Prime Immagini: ho percepito la parola Speranza, pronunciata da una giovane donna, ma non ho compreso la frase che ha detto. La Speranza è la seconda virtù teologale. Io non sono tanto forte nella Speranza, ma spero di migliorare. La donna, forse, ha detto che si esercita a rafforzare la Speranza in ogni situazione. Seconde Immagini: Ieri sera ho veduto molte persone nel buio più fitto; mi sembravano in preghiera; infatti nell’ultima Immagine una donna aveva gli occhi rivolti al Cielo. Terze Immagini: Stavo ricordando il palazzo sfavillante d’oro,isolato nel cielo con quelle lunghe file verticali di finestre separate dalle altre file da una colonna stilizzata che aggettava un po’ fuori. Le colonne che sfavillavano d’oro con le finestre tra loro davano questa impressione: la parte più piccola era quella che brillava di più. Forse il palazzo era la Residenza Divina dove pochissimi santi sono ammessi, forse a turno. E’ a questo punto del mio ragionare che ho visto davanti a me una fila di uomini. Io ero dietro un uomo un po’ corpulento con un discreto pancione, che guardandomi ha brontolato qualcosa che non ho compreso, ma si è spostato alla sua destra lasciando un varco per me o almeno così spero. Quarte Immagini: Una donna è uscita per strada chiudendosi dietro la porta a vetri ( due soli grandi vetri e porta con struttura fine, certamente in metallo ). Quando la donna si è accorta di me l’ha riaperta premurosamente. Grazie Quinte Immagini: mi sono visto seduto su di una sedia accanto ad una branda dove era steso un frate con la barba. Mi è sembrato Padre Pio. Era pallidissimo. Dopo un po’ la mia consapevolezza ha scritto su di un foglio il Suo nome: Padre Pio o soltanto Pio, non ricordo bene. Poi ho preso una bicicletta; è l’ora che vada a San Giovanni Rotondo a far visita alla tomba del frate che il popolo considera santo. Più tardi ho guardato l’agenda: ho un impegno in Tribunale per Giovedì alle 11; non posso mancare a questa udienza durante la quale il Giudice delibererà la chiusura del fallimento che era rimasto aperto. Quindici giorni fa ho rinunciato ad un altro fallimento. 10
  11. 11. Gloria a Dio. 22-5-1999 I SUOI CROCEFISSORI – GIOCATTOLI Prime Immagini: avevo tra le mani due fogliettini attaccati. Il primo era bianco, l’ho voltato ed ho visto che c’era una scritta sul secondo che non ho letto, essendo sparite subito le Immagini. Percezione: ho percepito “ I suoi crocefissori . ” Immagino che si riferisca ai crocefissori del Signore Gesù, ma non voglio fare ipotesi; dico solo che gli Ebrei sono i crocefissori del Signore per mano romana. Ciò risulta con assoluta chiarezza dai Vangeli antichi e soprattutto dall’Evangelo rivelato a Maria Valtorta.. Seconde Immagini: ieri, dopo la pennichella, ho cominciato a vedere una serie di piccoli pezzi di stoffa con animaletti ricamati o stampati di tante specie e in vari colori. In questi ultimi giorni avevo riflettuto sul Bambin Gesù che ho visto diverse volte, a cominciare da quando è nato come Bambino di Luce – e ciò spiega la verginità della Madonna – a quando aveva sei o sette anni con una aureola d’oro massiccio con incisa sopra una scritta in lingua antica. Terza Immagine: ho pregato il Signore Gesù per la conversione dei peccatori e Gli ho offerto i miei piccoli sacrifici di oggi. Risposta: ho visto un cane con la testa abbassata in segno di sottomissione: era un lupo. Il messaggio è chiaro: i peccatori sono come lupi, Io li salvo, ma loro devono sottomettersi. Quarte Immagini: Chica mi ha mostrato il tagliando di un concorso a premi dicendomi “ L’uccellino mi ha detto…”, ma naturalmente non ho sentito alcun suono. Ho udito le sue parole con l’udito di un altro corpo più sottile del corpo fisico, così come insegnano i Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77 nei loro libri. Ringraziamento: ho ringraziato il Signore Dio di tutti i Suoi doni, ivi incluso quello di avermi fatto vedere quella che io definisco la Sua statua da vicino, molto vicino, proteso com’era nell’atto del dono con la mano destra protesa in avanti e il ginocchio sinistro a terra. Non ricordo più le fattezza del volto tranne che era magro ed aveva il naso aquilino e magro, che mi è stato fatto vedere dopo in segno di riconoscimento. Sono consapevole che mi ha fatto un grande onore già così e Lo ringrazio di cuore. Quinte Immagini: ho visto un bellissimo quadro grande, con il sottofondo color carne, con dipinto un bambino con i suoi giochi e il suo bellissimo lettino, anzi stupendo. Poi ho percepito “ Amabilis papero “. E’ sicuramente Gesù Bambino che così mi ha definito: amabile papero. Grazie mille. Seste Immagini: Dandomi un foglio Franco mi ha detto: “ Cosa preferisce ? “. Io ho guardato il foglio senza dire niente, ma lui ha detto “Va bene così”, poi si è girato di scatto e se n’è andato. E io ora non so che cosa c’era scritto sul foglio. 11
  12. 12. Settime Immagini: Da uno snodo o crocevia stradale ho visto, ai piedi di una collina un edificio illuminato a forma di cupola con molte luci rosse sopra. Un’altra tappa sta per concludersi e di ciò ringrazio il Signore. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 23-5-1999, mattino MI ATTENDONO PROVE DURE – “IO SONO UNITO A DIO” – PROTEZIONE DIVINA Prime Immagini: ad una fonte stradale di qualche decennio fa ( ma ce ne sono ancora in giro ) avevo in mano un tubo flessibile, blu; stavo strizzando il tubo con un dito e perciò mi sono spruzzato l’acqua addosso. Oggi ho dovuto parlare da professionista ad una riunione e perciò non ho potuto tener conto della Carità, ma dell’economia. Ma mi è dispiaciuto. Seconde Immagini: ho visto due cani che giocavano mordendosi il muso. Poi è venuto un altro cane; erano tutti e tre volpini; l’ultimo aveva il manto nero. I cani sono simbolo di fedeltà alla quale il Signore Dio tiene molto Terze Immagini: un frate ha preso alcune cose, l’ha messe in un panno e l’ha fatte vedere ad altri. Poi ha parlato con una giovane vestita di bianco dietro un altare. Non so che dire . Quarte Immagini: sono andato in cucina per preparare qualcosa. Poi alcune persone, me incluso, riempivano il loro bicchiere da una specie di bottiglia forata che pendeva dal soffitto. Il liquido poteva essere o vino bianco o succo di mele. La cucina è un simbolo forte perché significa trasformazione della nostra natura carnale. La scena era molto giocosa. Sogno: eravamo in due sotto una porta del gioco del calcio: il mio compagno ha tirato due volte, ma il portiere ha respinto i due tiri. Allora sono andato io al tiro e ho tirato; un altro portiere ha parato il mio tiro, assai debole, ma lui ha cincischiato e la palla gli è sfuggita. Io l’ho ripresa tirando forte, di sinistro, dal basso verso l’alto. Il portiere, un biondino, aveva il braccio sinistro praticamente invisibile, quindi doveva averlo dietro la schiena, ma all’ultimo ha tirato fuori il braccio come un prestigiatore. Il pallone era nell’angolo avambraccio - braccio. Il portiere ha sorriso, beffardo. Quel sorriso non mi è piaciuto per niente. Allora un uomo ha detto: “E’un prete” e un altro “ Sono uniti a Dio “. Allora ho capito che io ero il prete e sono esploso in un grido “ Io sono unito a Dio “. Il secondo portiere era Satana che vuol farmi sapere che è lui personalmente il mio avversario e che può beffarsi di me in vari modi. Sia fatta la volontà di Dio; sarò pazzo, ma non paura perché ho fede nell’aiuto di Dio. Quinte Immagini: avevo in mano un foglio scritto con penna rossa e blu, ma non sono riuscito a leggere nemmeno una parola. Il foglio era a doppia faccia, grande, e la scrittura rada. Non so che dire. 12
  13. 13. Seste Immagini: ho visto i piedi di una persona adulta, assai grandi, certamente da uomo, ma i due alluci erano pitturati di rosso chiaro. Erano piedi più grandi dei miei e muscolosi. I piedi rappresentano ”il movimento, ma più particolarmente una protezione riguardo al movimento…3 ”. Ne deriva che debbo temere la forza e le insidie di Satana, ma non debbo averne paura perché sarò protetto da Dio. Settime Immagini: ho visto un alberello potato, gli era stata tagliata la cima affinché non crescesse troppo in fretta. Penso che simbolizzi me. Gloria, lode e gratitudine alle tre Persone della SS. ma Trinità. E alla Madonna. 23-5-1999,pomeriggio VENEZIA: LE MOLTE VIE DELLA PACE Ho visto il titolo di un Giornale: “ Venezia: le molte vie della pace “. Il mondo ne ha bisogno. Gloria a Dio. 24-5-1999, mattino “ NON TI SALVERAI SENZA DI LEI “- “AVETE UNA MISSIONE ?”- NON SI PUÒ CHIEDERE A DIO DI IMPORRE LA PACE AGLI UOMINI – LA CIMA DI UNA MONTAGNA CHE SALTA – L’ACQUA CHE RIBOLLE – SCHELETRI IN TUTA CON ARMI IN PUGNO: MORTI CHE CAMMINANO Prime Immagini: sotto una finestra ho visto un dipinto della Madonna con Bambino. Poi ho percepito queste parole: “ Non ti salverai senza di lei “. Grazie dell’informazione, ma io non ci penso nemmeno a salvarmi senza la Madonna. Lei è la Corredentrice e ha accettato di tenermi vicino a Se. Come potrei pensare una cosa del genere? L’avvertimento che non mi salverò senza la Madonna mi è stato dato quando ancora non ero ben sveglio. Chi me l’ha dato, un’altra volta parli garbatamente, se non altro perché considero la Madonna la mia Mamma spirituale e Le sono devotissimo. Seconde Immagini: appunti illeggibili. Terze Immagini: ho visto un cane, piccolo, ma con il muso a maialino. O forse era un altro animale. Stasera non vedo bene; le Immagini non erano messe a fuoco perfettamente e allo stesso tempo erano troppo veloci. Quarte Immagini: appunti illeggibili Quinte Immagini: ho visto, in collina o in montagna, uno scasso che ha dato luogo ad un grande piazzale. Non so che dire Seste Immagini: ho chiesto al Padre Celeste di aiutarmi a diventare migliore. 3 Gea Barzaghi, Il Grande libro dei sogni, pagina 79-80, Confidenze 13
  14. 14. Settime Immagini: ho visto il volto di un frate, ma era molto più giovane di me: aveva trenta -quaranta anni. Ottave Immagini: Mi hanno offerto una quantità di macedonia di frutta sufficiente per un ristorantino: era in una campanula. Le Immagini sono tornate abbastanza chiare, grazie a Dio. None Immagini: riguardo ai bambini un uomo mi ha chiesto “ Avete una Missione ?”. Lo diceva mentre cercava di aprire un oggetto simile ad una sedia chiusa di metallo. Mi pare di poter dire che nel piano astrale si vive una vita parallela a quella terrena i Maestri Invisibili del Cerchio Firenze 77 sostengono che si vive contemporaneamente in quattro piani di esistenza 4 . Molte Immagini e percezioni mi portano a credere che mi hanno affidato una missione nel mondo astrale: quella del sacerdote. Proposta: la proposta che ho fatto ai Presidenti dei massimi organi dello Stato per le minorenni schiave che vengono avviate alla prostituzione l’ho fatta d’impulso. E’ per far tale proposta e per fare quella che mi è stato suggerita una ventina di giorni fa in meditazione per il controllo della Corte dei Conti, che non sono ancora partito per andare a San Giovanni Rotondo da Padre Pio. Partirò Venerdì nel primo pomeriggio. Non è certo per pigrizia che non sono ancora partito. Decime Immagini: da una bottiglia di vetro a forma di goccia ho versato acqua in una ciotola di vetro ( disegno). L’acqua, per me, è simbolo di energia vitale, ma è più facile che l’abbia versata per un cane o per gatto che per me. Prima di queste Immagini ho visto molte luci ed il mio schermo, a dama, molto allungato; lo schermo occupava tutto l’occhio spirituale a sinistra ed un poco a destra. Undicesime Immagini: Stavo ripensando alla guerra nel Kosovo, quando la mia consapevolezza è saltata sui bordi di una botte di ferro piena di fuoco. Questo è un altro avviso che sono vicino a commettere un errore se non sto attento. Infatti si deve agire da uomini di pace verso gli uomini di guerra per far cessare le guerre, poiché è sbagliato – per i principi di libertà e di miglioramento insiti nella vita - chiedere a Dio di imporre agli uomini la pace, così come ho già detto il 5 corrente mese. La pace deve essere una conquista degli uomini e deve far parte di quel processo di perfezionamento insito nella vita 5 che fa parte del piano della Salvezza. Dopodiché ho visto la cima di una montagna ( disegno) spostarsi a balzi su altre parti della montagna stessa. Il Messaggio divino mi sembra questo: figlio, per quanto possa sembrare impossibile il focolaio di guerra dei Balcani si spegnerà, ma prima gli uomini devono fare la loro parte. Poi Io completerò l’opera. Hai visto quella cima che saltava sulla groppa della montagna come un bambino che gioca alla cavallina, anzi più velocemente ? Abbi fede nella Pace, voluta anche dagli uomini, perché è vero che la Fede muove le montagne. Gloria a Dio e alle Sue leggi. Sono le 4,30 circa di mattina ed io sono meno stanco di due ore fa. 4 Cerchio Firenze 77, Maestro perché ?, pagina 33, Mediterranee 5 Jakob Lorber, il Signore parla, pagina 162, Armenia 14
  15. 15. Dodicesime Immagini: un altro grande segno dello Spirito Santo: ho visto un piccolo cubo trasparente di circa 50-60 cm di lato. L’acqua che conteneva, ne era pieno, ad un tratto si è messa a ribollire. Quella è l’acqua che il Signore Gesù promise alla Samaritana per spengere la sete per sempre. Ho sentito i primi cinguettii degli uccellini; sono le cinque e dieci. Tredicesime Immagini: ho visto cinque o sei scalini, larghi circa un metro; erano completamente ricoperti di scarpe e forse, di qualche pantofola. Sono segno di protezione massima della quale ringrazio. Quattordicesime Immagini: ho visto, sedute, parecchie persone vestite con tute o abiti da sci con grandi giacche a vento multicolori, anche tali indumenti sono segno di protezione per molti, come le scarpe. Se verranno tempi cupi, direbbe un romano, molti saranno protetti. Quindicesime Immagini: ho visto un uomo in piedi; forse era nel corridoio di un mezzo di trasporto dove c’era un bambino sulle ginocchia di un passeggero. Sto completando una tappa insieme con altri e di ciò ringrazio il Signore anche per loro. Sedicesime Immagini: ho visto alcuni scheletri, che indossavano una tuta scura con cappuccio, entrare con armi in pugno in una stanza. Ne deduco che tutti coloro che prendono “iniziative di morte” sono morti che camminano. Ora sono le 5,55. Diciassettesime Immagini: ho visto il Vescovo Alberto Ablondi mentre officiava la Santa Messa in una Chiesa che non ho riconosciuto. Ne deriva, anche se lo dico per la prima volta, che nel nell’Aldilà il Vescovo, Chica ed io viviamo nello stesso ambiente astrale. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 25 – 5- 1999, mattino LA STATUA DI GESU’A GRANDEZZA NATURALE Prime Immagini: ho visto una statua del Signore Gesù a grandezza naturale. Il Signore era coperto da un indumento color pastello che lo copriva dalle spalle in giù. Seconde Immagini: mi è stata offerta una bacinella di vetro con pomodori e una pigna d’uva con acini piccoli. E’ cibo spirituale del quale ringrazio, anche se non so quale virtù o dono dello Spirito incrementi in me. Grazie mille alla Grande Madre Spirito Santo. Terze Immagini: ho visto un uovo, forse due. L’uovo è simbolo di ripresa dell’energia dopo un periodo di stanchezza psichica. E’ il mio caso, ma spesso sono stato più stordito che stanco. Quarte Immagini: ho rigettato un liquido rosa a bocca piena. Il getto era pieno come se fossi diventato una fontana di quel liquido, ma si è trattato di un attimo. Penso che si tratti di una risciacquatura spirituale. Nel passato mi sono visto buttare sangue dalla bocca nel mondo astrale. Sono migliorato per le intense cure spirituali della Grande Madre Spirito Santo e della Madonna. Presto sarò puro o almeno pulito per Grazia Divina. 15
  16. 16. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo e alla Madonna. 25-5-1999, pomeriggio IL CANCELLO Ho visto un bel cancello in ferro battuto in stile moderno, lucido. Una donna, avanti a me, l’ha aperto per farmi entrare. Mi pare si tratti dello svolgimento di una nuova tappa, dopo la risciacquatura spirituale. Gloria a Dio. 26-5-1999 “IL PASSATO CHE IMPORTANZA HA ?”- “ LA STA COMPRANDO A TUTTI LA SANTITA’“ – “ VIENI VIA “ Percezione: ho chiesto perdono al Signore Gesù di tutti i peccati che ho commesso nelle precedenti esistenze terrene o incarnazioni che dir si voglia. La risposta del Signore è stata: “ Il passato che importanza ha ? “. Ha ragione naturalmente perché ora sono un uomo diverso da quello che fui. Seconda percezione: Mentre ringraziavo la Madonna per quel che sta facendo per noi uomini e per quello che ha fatto, fa e farà per me, una donna che non ho visto ha detto: “ La sta comprando a tutti la santità “. E’ evidente che la Madonna sta comprando a tutti gli uomini la Santità con la Sua attività di Corredentrice e con le Sue preghiere. Prime Immagini: ho visto un modulo senza poter leggere nulla; la parte superiore, almeno quella, era in bianco perché nella riga principale non c’era scritto nulla. Forse tutto è ancora da decidere perché dipende anche dalle risposte che darò nel tempo della mia vita terrena. Ad esempio per andare a San Giovanni Rotondo sono in ritardo di una settimana. Terza Percezione: Pensando alla Giustizia Divina in azione nei Balcani e agli enormi guadagni di Milosevic e ai suoi conti svizzeri ho percepito queste parole: “ La potenza finale della Sacra Scrittura “. La giustizia umana è spesso erronea, ma quella Divina è infallibile e millesimale, anche se permeata di pazienza e comprensione. La Giustizia Divina si compirà così come dicono le Sacre Scritture. Seconde Immagini: Un uomo più giovane di me, che indossava un cappotto, mentre se ne andava mi ha detto: “ Vieni via”. L’uomo aveva tutta l’aria e l’aspetto di una persona importante. Sono felice di far parte di coloro che nel piano astrale operano per aiutare la Giustizia Divina a trionfare in Serbia e nel Kosovo. Terze Immagini: mi sono ricordato che le Chiese ortodosse sono belle ed alcune con una bella luce ( hanno finestre grandi e luminose contrariamente a molte Chiese cattoliche.).Dopodiché mi sono visto in un ambiente dove un uomo mi ha parlato gentilmente, ma non ho capito una parola. Poi ho visto che i due uomini pulivano un coltello ( da cucina mi è parso ). Non so che dire. 16
  17. 17. Quarte Immagini: Pensavo alla riorganizzazione dello Stato italiano sotto l’aspetto amministrativo. E’ difficile, ma si può fare sol che lo si voglia, ma bisogna computerizzare e semplificare tutto. Un uomo si è alzato e mi ha detto: “ O è così o così “. Piuttosto sibillino come parere. Quinte Immagini: Le premesse sono illeggibili e perciò ometto la mia risposta. Poi mi sono addormentato verso le sette. Al risveglio ho visto molte Immagini di diverso tipo, ma contenenti un solo Messaggio: la serenità e la pace di chi vive camminando sulle Vie del Signore ( ovvero osservando il Decalogo, per non dire anche i Comandamenti dell’amore il che significa vivere il Vangelo al meglio delle proprie possibilità ). Gloria, lode e gratitudine alla Madonna. 27-5-1999 “ UN SOLE DI VERITA’ E DI GIUSTIZIA E’ SORTO DENTRO DI ME ” – IL CRISTO A BRACCIAAPERTE - IL DISTINTIVO CON IL VOLTO DEL SIGNORE GESU’ Prime Immagini: dopo le Immagini che poi descriverò ho percepito, dette forse dalla mia Anima, le seguenti parole: “ Un Sole di verità e di giustizia è sorto dentro di me “. Sono le tre e sedici circa quando sono iniziate le seguenti Immagini: sono cominciate in uno sfavillio di Luci d’oro, poi sono continuate con i raggi d’oro, poi con il sorgere del Sole d’oro di una luminosità ultraterrena. Il Sole stava sorgendo lentamente dentro di me, così come mi era stato annunciato alcuni giorni fa ( non più di trenta mi pare ). Questo Sole, infine, ha completamente occupato la mia vista interiore. E poi lentamente, ma senza soluzione di continuità, ho cominciato a vedere i raggi e quando sono terminati ho visto uno sfavillio di Luce d’oro come era accaduto all’inizio. Ritengo che questo Sole meraviglioso simbolizzi il sorgere del Cristo dentro di me. Ringrazio il Signore Dio con tutta la gratitudine di cui sono capace. Gloria, lode e gratitudine al Padre, alla Grande Madre Spirito Santo e a Gesù, il Figlio, che morì anche per me sulla croce, volontariamente. Ma oggi è risorto anche dentro di me, per Grazia e Amore Divini. Nel passato ho visto più volte il Sole, ma la differenza è che stanotte il Sole è sorto dentro di me, mentre le altre volte il Sole era fuori di me. Percezione: e’ stato detto “ Grazie a Slovobodan Milosevic hai finito il tuo servizio “. La Serbia sarà liberata per sempre dalla dittatura di guerrafondai e così i Balcani e l’Europa. Il ringraziamento, essendo tra virgolette è una percezione; per fine di servizio forse vuol dire fine del tempo delle preghiere per i Balcani. Il discorso sulla liberazione dovrebbe essere mio. Seconde Immagini: “ Signore Gesù, Ti prego - anche se Tu non hai bisogno delle mie preghiere per farlo - di sostenere i miseri e di convertire i peccatori, nonché risorgere dentro Chica, i miei familiari e tutti gli altri uomini al più presto possibile insieme allo Spirito Santo. La risposta è stata tanto immediata quanto brevissima: ho visto, sospeso per aria, il Cristo a braccia aperte ( di colore scuro, come fosse di legno ). Implicitamente il Signore dice: “ Io vi abbraccio tutti “. 17
  18. 18. Terze Immagini: ho visto una teglia, alta di bordo, con dentro fette di pane di campagna. “ Sognare il pane, specie se lo si da o lo si riceve, è di buon augurio; esprime pulsioni oblative, svela profonde e spesso nascoste disponibilità solidali 6 “ . Quarte Immagini: ho visto due piatti colmi fino all’orlo: uno con polpette al pomodoro e un altro con fette di carne. Il secondo piatto era un po’ più lontano. Si tratta di abbondante cibo spirituale che mi dà la Grande Madre Spirito Santo, che ringrazio sentitamente. Quinte Immagini: ho visto una fila di formiche attraversare lo scalino di graniglia di una scala esterna. Io penso che quando gli uomini saranno capaci di condividere tutto come le formiche tra di loro, allora il Regno dei Cieli si aprirà nel loro cuore. Seste Immagini: ho visto un uomo che portava all’occhiello della giacca un miniquadro di Gesù vivo, largo circa 10 cm e largo circa 20 cm. Ringraziamento: ho ringraziato il Signore Dio per averci donato Gesù che ci redime e salva. Ho ringraziato Dio che è allo stesso tempo un Padre ed una Madre buoni e dolci, che sono onnipresenti e onnipossenti anche in noi. Ho ringraziato Dio anche per la Salvezza. Poi ho recitato la preghiera che ci insegnò la Madonna a Fatima: “O mio Gesù! Perdonateci. Liberateci dal fuoco dell’Inferno, portate in Cielo tutte le Anime, specialmente quelle che hanno più bisogno 7 . Poi ho chiesto a Gesù di non dimenticarsi di Chica non perché Lui abbia bisogno di solleciti, ma per fare la mia particina nella preghiera. Gloria, lode e gratitudine a Dio; ora nel Signore Gesù è proprio sorto dentro di me. 28-5-1999 FEDELI SERVITORI DELLA VERITA’ E DELLA GIUSTIZIA Prime Immagini: mi sono visto con una bicicletta nuova in una strada sterrata con altre due persone avanti, una alla mia destra. Ringrazio per la bicicletta nuova, con la quale ho iniziato un’altra tappa insieme ad altri due fratelli. Riflessioni: volutamente cerco di non pensare al futuro anche se ho i miei desideri, tante volte espressi, fondati sulle mie scelte di vita. Ma nell’inconscio c’è il desiderio di sapere che cosa farò e quale sarà il mio servizio, oltre a quello che sto facendo. Sia come sia auguro a me stesso di essere un fedele esecutore di tale servizio. Non dovrò mai fare di testa mia, dovrò soltanto capire bene ciò che la B.V. Maria, che è Una con il Figlio Gesù, vuole che io faccia. Lei è la mia guida e la mia sostenitrice, come una mamma, insomma di quelle buone. Il Sole di verità e di Giustizia che ieri è sorto dentro di me sarà la mia forza. E come dire che il Signore Gesù sarà la mia forza. Ma una cosa l’ho già capita: dovrò essere un fedele servitore, sia della Verità, che della Giustizia. I modi e le forme si svolgeranno pian piano e mi sarà fatto anche il dono di comprenderli bene. 6 Serena Foglia, I Segreti del Sogno, pagina 37, Tascabili Economici Newton 7 Lucia racconta Fatima, pagina 81, Queriniana 18
  19. 19. Seconde Immagini: ho visto due ragazze che si sono abbracciate amichevolmente in un ambiente di lavoro all’aperto, vicino al mare, dove mi è sembrato che ci fossero tanti scatoloni alla mia destra. L’amicizia è un sentimento importante; dovremmo provarla per molti. Pensiero: Anima e mente, insieme con Cristo; forse, posso già ripetere quel che disse San Paolo: “ Non sono io che vivo, ma Cristo che vive in me “, poiché il Signore è già sorto dentro di me. Siano lodati Gesù Cristo e la Madonna. 29-5-1999 “…REMO E TI CONSOLERO’ “ Prime Immagini: Pensando a cosa farò a San Giovanni Rotondo ho visto una grande sala o una piccola piazza. Da una parte, nel centro c’era un palco con una grande bandiera alla base. Non c’era vento e la bandiera era ripiegata su se stessa. Nel palco non ho visto nessuno. Forse significa che nel mondo astrale sarà fatta una festa. Percezione: ho percepito questa parte di frase “ …remo e ti consolerò “. Forse mi è stato detto ci vedremo e ti consolerò. Seconde Immagini: ho visto una pianticella alta meno di un metro piegata dal vento . Era piegata verso di me. Il Vento è simbolo dello Spirito Santo. Le Immagini significano che lo Spirito Santo soffierà su di me e di ciò ringrazio sentitamente la Grande Madre. Terze Immagini: ho chiesto aiuto al Signore Gesù per renderGli la migliore testimonianza possibile. Poi mi sono trovato fra le mani un cestino rotondo colmo di pezzi di pane che ho posto accuratamente per terra vicino al muro; nella stanza non c’erano mobili; forse il pavimento era in terra battuta. Le Immagini significano che il Signore Gesù mi darà tutto l’aiuto possibile Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù 30-5-1999 PROTEZIONE E DONO DELLA GRANDE MADRE SPIRITO SANTO Prime Immagini: mi sono svegliato a causa degli spruzzi d’acqua. Lì per lì non ho compreso dov’ero, ma poi mi sono visto a qualche centinaio di metri, nel cavo di un’onda, mi pare, che si era chiusa sopra di me ( non ho mai fatto questo sport ). Io ero in piedi, dentro l’onda, un pò curvo in avanti. Non ho visto se ai piedi avevo una tavola da surf, né l’ho sentita sotto i piedi. Penso che le Immagini significhino questo: “ figlio, quando ti troverai in situazioni difficili ( il mare era evidentemente agitato ) non temere, io ti proteggerò e se occorrerà ti nasconderò alla vista degli altri “. Che dire ? Semplicemente grandioso ! Lo Spirito Santo non è come i capi si Stato che ti dicono armatevi e partite e poi ti lasciano in balia degli eventi. Seconda Immagine: ho visto un bellissimo gioiello con una pietra di molti carati nel centro. La pietra era viola e la montatura d’oro giallo. La pietra era un’ametista penso; l’ametista è simbolo di 19
  20. 20. purificazione e modestia ( Giuditta Dembech, I Cristalli, pagina 55, L’Ariete, ). “ Il viola è un simbolo di metamorfosi, ma rappresenta anche la pacificazione, il controllo delle passioni, l’obbedienza, la sottomissione, il saper custodire ciò che si è appreso a livello iniziatico ( Serena Foglia, I simboli del sogno, pagina 76, Tascabili Economici Newton. Quanto alla montatura: era quadrata, con gli angoli stondati, più o meno così ( disegno ). La pietra era di forma rotonda, al massimo ovale, ma non so se i fili ( come fili di oro fine ) erano più o meno così ( disegno ) perché l’Immagine è apparsa, ma è subito sparita. Il gioiello simbolizza un dono della Grande Madre Spirito Santo, ma io non so di qual dono si tratti. Grazie mille, eterne. Terza Immagine: ho visto un foglio dattiloscritto di tipico stile amministrativo. Potrebbe essere una autorizzazione a svolgere un servizio. Quarte Immagini: dopo la pennichella mi sono visto in azione in un campo da gioco di calcio: ho fatto un gol di destro, con una mezza rovesciata; la palla si è infilata in porta alla sinistra del portiere, in basso, rasente il palo. Il portiere si è limitato a guardare. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo, per sempre. 31-5-1999 SPIRITO SANTO – SANTI – DIO UNO E TRINO – “NON VIVE NELLO SPIRITO CHI TEME SEMPRE IL PEGGIO 8 ” – “BUONASERA SIGNOR CECCARINI “- Prime Immagini: ho visto un bell’albero di ulivo che è un simbolo della Pace e ricorda la vita del Signore Gesù. L’olivo è anche associato alla ricompensa, oltre che alla pace 9 . Seconde Immagini: ho visto dei fiori color ciclamino intenso e poi un ramo di un albero con frutti simili alle albicocche, ma con uno strano gambo,a valva di vongola aperta e piccolissima. I fiori ricordano la gentilezza e la frutta l’abbondanza. Ringrazio per tutti e due. Il sogno: riguardava un regista e un’attrice, ma gli appunti sono illeggibili. Io non mi sono mai interessato al cinema o al teatro se non come svago o cultura. Quando il sogno è finito mi è venuta in mente questa frase, ma non l’ho pensata io: “ Ho trovato la pace dei sensi “. E come l’hai trovata mi sono domandato. In Cristo l’ho trovata ho risposto a me stesso e di ciò lo ringrazio sentitamente. Terze Immagini: ho visto in leggero pendio, un fiume di spuma bianca, invece che di acqua. Era spuma d’acqua bianchissima. Per me era acqua viva di evangelica memoria. Era l’acqua e Spirito di cui parlava il Signore Gesù alla Samaritana. Più che un fiume d’acqua ho visto un fiume d’acqua viva in fase di piena. La potenza dello Spirito Santo. Ieri ricorreva la festa della SS. ma Trinità. Gloria, lode e gratitudine al Padre, al Figlio e alla Grande Madre Spirito Santo. Quarte Immagini: Pensavo al culto che le persone rendono ai Santi intercessori, specialmente coloro che non si rivolgono alle tre Persone della SS. Trinità o alla Madonna o al loro Angelo Custode. E’ a 8 Se ne può dedurre che vive nello Spirito chi pensa sempre al meglio 9 Serena Foglia, I simboli del sogno, pagina 58, Tascabili Economici Newton 20
  21. 21. questo punto che ho visto una breccia nella terra; era profonda circa mezzo metro e lunga una decina di metri. Da quella breccia, i Santi, gli uomini possono avvicinarsi a Dio. Quinte Immagini: ho visto un pezzo di pane su di una mensola; è di buon augurio per la vita degli uomini. E’ un cibo indispensabile e come tutto è un dono di Dio. Seste Immagini: pensavo al Mistero della SS. ma Trinità ovvero alle tre Persone che sono Dio, cioè tre manifestazioni dello stesso unico Dio, quando mi sono scontrato con una donna. Poi, dal fondo di una sala ho visto che era piena di persone, anche nei corridoi laterali. Forse la Grande Madre Spirito Santo mi dice che sono tanti quelli che cercano di comprendere il Mistero della SS. Trinità, ovvero come tre Persone, Padre, Figlio e Grande Madre Spirito Santo possano essere Una, l’unico Dio. Insieme a questo Mistero ne ricordo un altro, anch’esso indice della fecondità e delle straordinarie possibilità dello Spirito. Essere tutti e tutto Uno in Dio, il Dio Assoluto nel cui seno tutti si vive 10 . Percezione: ho percepito questa frase molto importante per tutti i pessimisti, a qualunque religione appartengano: “ Non vive nello Spirito chi teme sempre il peggio “. Al contrario vive nello Spirito chi spera sempre nel meglio 11 . Chi non riesce a correggersi chieda aiuto alla Madonna che interceda presso il Signore Gesù che può guarire la malattia mentale del pessimismo. Provare per credere. Settime Immagini: una donna di una certa età ha detto: “ Venite voi, Sindaco e compagnia …che credete vivere meglio di noi ?“. La Vita nello Spirito è la migliore, la vivete tu e il tuo gruppo sorella ? Ottave Immagini: ho percepito “ Alcuni non filano “. Non so che dire. None Immagini: Chica mi ha dato una spremuta di arance rosse. Grazie Chica. Seconda percezione: molte persone pregano poco, ma si lamentano molto; altre fanno di peggio: imprecano e perfino bestemmiano. E’ sbagliato criticare, mentre è corretto esprimere opinioni costruttive; la critica è negativa, così come il lamentarsi di questo o di quello. Mentre facevo di questi pensieri una voce femminile ha detto “ Buonasera signor Ceccarini…”. Mi ha sorpreso anche perché sono le sette circa del mattino, ma è un modo per dirmi che sono d’accordo sui miei pensieri. Ma significa anche che il tempo del mondo astrale è circa 12 ore anticipato o posticipato rispetto a quello della Terra. Decime Immagini: Per quanto riguarda il funzionamento degli uffici della Pubblica Amministrazione bisognerebbe mandare gli italiani a fare uno stage nei Paesi del Nord Europa… Poi ho visto un nuvolo di giovinetti correre. La risposta del Cielo mi pare questa: figlio, ciò che tu auspichi avverrà in futuro, ora è troppo presto. 10 Cerchio Firenze 77, La Fonte Preziosa, pagina 267, Mediterranee 11 Sperare nel meglio è uno dei temi mentali dell’insegnamento di Dio Padre a Findhorn 21
  22. 22. Gloria, lode e gratitudine alle tre Persone della SS. ma Trinità. E alla Madonna. San Giovanni Rotondo, 3-6-1999 “SUPREME ASPIRAZIONI” Sono finalmente arrivato a far visita alla tomba di Padre Pio. Percezione: ho percepito “ Supreme aspirazioni”, quelle di Padre Pio, direi. Prima avevo pensato ai Gruppi di preghiera di Padre Pio e mi ero proposto di fondarne uno ad Ardenza 12 . Prime Immagini: ho visto una teiera ed una poltiglia d’erbe. Ne ho preso un po’. Si tratta di una medicina vegetale per la quale ringrazio. Seconde Immagini: con una forchetta ho preso una bella fetta doppia di uno sformato d’erbe; grazie mille. Terze Immagini: ho visto un mazzo di chiavi; la mia attenzione si è diretta su alcune chiavi piccole, messe l’una sull’altra e del tutto simili. La prima chiave rifletteva la luce. Ringrazio lo Spirito che mi offre nuove possibilità. Dopo aver reso omaggio alla tomba di Padre Pio, su suggerimento di Chica siamo andati nel pomeriggio a Monte Sant’Angelo sul Gargano. Siamo rimasti impressionati dalla religiosità dell’ambiente che fu anticamente consacrato personalmente dall’Arcangelo Michele. Al ritorno siamo andati al Santuario Mariano di Loreto. E’ stato complessivamente un bel viaggio, anzi bellissimo. A San Giovanni Rotondo mi hanno impressionato il numero dei pellegrini e delle attività ospedaliere. Gloria, lode e gratitudine all’Arcangelo San Michele, alla Madonna e a Padre Pio. 4-6-1999 L’IMMAGINE DEL CRISTO STILIZZATA Prime Immagini: stamani al risveglio ho visto una piccola Immagine stilizzata di Cristo. Grazie mille. Seconde Immagini: ho visto un bicchiere da acqua, alto e stretto pieno di un liquido nero. Penso che si tratti della continuazione della cura di erbe che mi hanno dato ieri. Terze Immagini:mi sono trovato seduto in una Chiesa o altro luogo ecclesiale insieme con qualcuno a parlare di cose ecclesiali. Chica mi è venuta accanto. Ciò significa che la l’Anima e la Coscienza di Chica sono d’accordo sui miei progetti. Quarte Immagini: a Loreto sono rimasto deluso dall’esiguo numero di fedeli che ci ho visto. Penso che i frati dovrebbero prendere iniziative per portarci più fedeli. Dopodiché ho visto un enorme autobus giallo, alto quanto una casa; era anche più alto di quelli di Londra. La risposta del Cielo è 12 Il gruppo è stato fondato con non poche difficoltà 22
  23. 23. chiara: bisogna far venire più gente a Loreto creando occasioni favorevoli a ravvivare il culto mariano in quel Santuario. Quinte Immagini: ho visto una locandina, scritta con inchiostro rosso e con stile di scrittura doppio. Ciononostante non sono riuscito a leggere una sola parola. Mi pare una conferma che i frati devono prendere delle iniziative per ravvivare la fede nella Madonna di Loreto. Farò loro delle proposte. Gloria, lode e gratitudine alla Madonna. 5-6-1999 ADORAZIONE Prime Immagini: davanti agli scalini di un altare ho visto tre persone sdraiate, faccia a terra in atto di adorazione e sottomissione a Cristo Gesù nel tabernacolo della Chiesa. I tre vestivano una tonaca scura che arrivava fino alle caviglie. Le tre persone erano situate così ( disegno ). Seconde Immagini: ho visto un uomo davanti ad un’auto in una strada stretta; in pratica l’uomo impediva il procedere dell’auto. Un altro uomo ha attraversato la strada. Non so che dire, tranne che avrò delle difficoltà nelle mie iniziative da parte di Satana. Terze Immagini: ho visto un piatto con sopra una piccola ciotola. Mi sembra un invito a mangiare pane e acqua. Io non so come dirlo a casa. Spero che lo Spirito comprenda perché la risposta che riceverei sarebbe questa. Tu sei un cardiopatico, operato da tre anni; ti devi alimentare regolarmente. Ciò che posso fare è ridurre il cibo all’essenziale e questo farà bene anche alla mia salute. In verità non ho mangiato mai troppo, ma ora mangerò un po’ di meno. Quarte Immagini: con la punta di un cucchiaino ho raschiato da un vegetale, tipo carruba, un po’ di succo simile a marmellata. Ancora una cura spirituale, mi pare. Gloria, lode e gratitudine alle tre Persone della SS. ma Trinità e alla Madonna. Grazie mille anche a tutti gli altri che mi hanno aiutato. 6-6-1999 FORSE SON MORTO A ME STESSO Prime Immagini: Chica mi ha dato parte del contenuto di un uovo; lei l’ha avuto in mano prima di me; mi pare di aver raccolto soltanto l’albume che stava cadendo, ma si tratta di una scena poco chiara. Non so che dire. Seconde Immagini: L’acqua di un water aveva assunto un colore violaceo. Forse significa che lo Spirito Santo ha iniziato un processo di purificazione della mia coscienza. Spero di non commettere più il minimo peccato. Terze Immagini: su di un autobus o altro veicolo pubblico c’era un frate insieme con una donna. Il frate aveva un pacco tra i suoi piedi e quelli della donna. Il frate si è chinato sul pacco e indicandolo 23
  24. 24. con il braccio e la mano tesi mi ha detto una frase di cui ho compreso solo queste parole: “ … cammino....bisogno “. Non so che dire, tranne che chi fa un cammino spirituale ha bisogno di aiuto. Quarte Immagini: ho visto dall’alto gli ultimi due piani di un edificio ( mi è sembrata una torre, o qualcosa di simile, con una finestratura larga quanto le pareti della torre stessa ). Dietro la finestratura c’erano tante persone che guardavano nella mia direzione ( ero a pochi metri di distanza dalla torre e qualche piano sopra il livello stradale, quattro o cinque, a giudicare dalla dimensione dei volti delle persone ). La finestratura era così ( disegno: le piccole colonne delle finestre sembravano attorcigliate ). Meglio astenersi da ipotesi. Prima Percezione: La mia consapevolezza ha ripetuto due volte: “ Trattatemi qui “. Qualcuno mi aiuta spiritualmente o mentalmente nel piano dov’era la mia consapevolezza. Probabilmente era un medico delle Anime. Seconda Percezione: ho percepito questa domanda: “ Era meno di Giovanni, vero ? “. Forse ero io l’oggetto della domanda, ma è meglio astenersi da ogni commento. Terza Percezione: una voce al microfono ha detto “…chiedendo il sogno con i…”. Non ricordo l’ultima parola che ha detto. Non so che dire. Quarta Percezione: una donna ha detto “ Sarà obbligato a parlare di me ? “. Chi era la donna e chi avrebbe dovuto essere obbligato a parlare di lei? Non lo so. Quinte Immagini: Mi sono trovato con Chica accosciato sulle punte dei piedi sopra una cassa da morto già calata nella nuda terra. Stavo parlando con Chica, seduta davanti a me. D’un tratto ho avuto l’impressione che dentro quella cassa ci fosse il mio cadavere. Stavo per alzarmi quando sono arrivate altre persone dietro di me e perciò ho sospeso il mio agire. ( disegno ). Forse, lo spero, dentro la cassa da morto c’era proprio l’ultimo mio “io umano”. Ne deriverebbe che sono morto definitivamente a me stesso. Alleluia, allora. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo e al Signore Gesù. E alla Madonna ( oggi è la festa del Corpus Domini ). 8-6-1999 UNA TENDA PER IL TEMPIO DI DIO – “QUAL’E’LA COSA CHE MI VOLEVI DIRE ? “ “SE CI SONO INGIUSTIZIE AL MONDO SI DEBBONO A COLORO CHE COMANDANO” Prime Immagini: ho visto un bicchiere pieno d’acqua ; per me l’acqua simbolizza l’energia vitale. Seconde Immagini: in una casseruola ho visto due spicchi d’aglio e poi molti pezzi di pomodoro. E’ cibo spirituale del quale ringrazio. Il Tempio del Signore Dio a Livorno: Pensavo al Tempio e alle difficoltà che incontro tra le religioni. Si dovrà decidere se ammettere o meno i Testimoni di Geova, che sembrano essere una setta piuttosto che una vera religione ( in queste ultime vige la libertà dei fedeli di restare o meno ). 24
  25. 25. A questo punto ho percepito questa frase: “ Se ci sono ingiustizie nel mondo si debbono a coloro che comandano “. E’ una sentenza applicabile ovunque. Terze Immagini: dalla finestratura continua delle scale ho visto un uomo uscire da una porta pitturata di bianco. L’appartamento era ai piani sopraterra. Non so che dire. Teofania: Stavo pensando a come rendere testimonianza al Signore Gesù ricordandomi del ritrattino che un uomo portava all’occhiello, quando ho percepito questa frase: “ Qual è la cosa che mi volevi dire ? “. Penso che la domanda mi sia stata fatta dal Signore Gesù, ma io non ricordo più che cosa volevo dirGli. Quinte Immagini: ho visto un martello ed un altro utensile su di una mensola, il che mi pare significhi che per i miei programmi relativi al Tempio del Padre dovrò affrontare un lavoro duro e faticoso. Non è questo che temo, quanto piuttosto l’indifferenza sostanziale di chi, nel SAE, deve decidere se condividere o meno la proposta che ho fatto. Al limite basterebbe un appartamento in affitto, tanto per iniziare a pregare insieme il Padre Celeste con le altre Religioni presenti nel territorio. A questo punto ho vissuto la seguente scena: mi sono trovato dentro un fuoristrada insieme ad altre persone in una strada in salita. Il guidatore ha fatto un breve tratto di strada a marcia indietro finché, sulla destra, ho visto una tenda smontata. La parte superiore era alta da terra alcuni metri (3-4 ). La tenda era da finire di smontare in quanto era trattenuta dal palo centrale. Ciò conferma che la proposta della signora Ninni al SAE di ieri – e che mi è piaciuta subito – è quella da adottare. Mi è piaciuta anche la proposta della Pastora Valdese Urs: facciamo un gruppo composto dai rappresentanti delle varie religioni per decidere le modalità del pregare in comune. La tenda ha questi vantaggi: costa poco, può essere trasportata ovunque ed è di immediata utilizzazione; dopo che avremo costruito il Tempio del Padre in muratura la tenda potrà essere utilizzata per altri scopi religiosi. Seste Immagini: in una stanza, aldilà del tavolo, ho visto una grande bomboniera di vetro, se così si può chiamare, lunga un metro e larga in proporzione; mi pare che la forma fosse ovale. La bomboniera era sollevata da terra ed era piena d’acqua. L’altezza da terra di questo grande recipiente era di circa 25-30 cm. Acqua in abbondanza può significare anche vita spirituale in abbondanza. Settime Immagini: mi sono lavato i piedi con un getto d’acqua che proveniva da una manichetta, ma non ho avuto l’impressione che l’avessi io in mano. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù e alla Grande Madre Spirito Santo. E alla Madonna. 9-6-1999 TANTA GENTE IN ATTESA 25
  26. 26. Prime Immagini: con la forchetta ho tirata su un pezzetto di carne molto fine ( tipo carpaccio ) finché si è strappata. E’ cibo spirituale per il quale ringrazio; penso significhi che nella mia dieta ci deve essere anche un po’ di carne. Seconde Immagini: ho visto un piccolo ritratto dell’onorevole Fini con in alto a sinistra il N° 1. Non ho mai votato per Fini, ma l’ho sempre stimato una persona onesta e capace. Ho sempre votato per un partito del centro – sinistra, ma che delusioni, inizialmente dalla Democrazia Cristiana e poi dai partiti Repubblicano e Socialista. Terze Immagini: mi è venuto a mente il Papa; poi ho visto, anzi io stesso ho piegato con la mano destra, dall’alto verso il basso, qualcosa di simile ad un cartone spesso, che è entrato a misura in una scatola che lo conteneva. Forse le Immagini significano che si avvicina il tempo della dipartita di Papa Wojtyla. Quarte Immagini: sono uscito dal portino di un luogo circondato da un muro alto. Accanto al portino, che non ho visto in quanto era alle mie spalle, c’era tanta gente in attesa. Aspettava me ? Forse si. Le persone erano davanti anche ad un grande cancello in ferro battuto, molto alto e molto lavorato come usava al tempo che fu. Gloria a Dio. 10-6-1999 “ MORIRE A SE STESSI “ Prima Immagine: ho visto una superficie tondeggiante piena di piccolissimi fiori bianchi; i fiori componevano una macchia bianca in un muro grigio scuro o qualcosa di simile. I fiori erano l’uno accanto agli altri ed erano simili ai mughetti. I fiori simbolizzano “Appagamento dei desideri, ansia di migliorare e gioia di vivere….13 ”. Grazie. mille. Seconde Immagini: ho visto un uomo giovane con i capelli biondi; era completamente nudo mentre camminava ridendo per strada, del tutto a suo agio; aveva un pisello infantile, ma i testicoli erano normali. L’uomo aveva del tutto superato il suo difetto, tanto da mostrarlo a tutti. Mi pare che le Immagini significhino che era morto a se stesso, poiché della sua virilità, del tutto insufficiente, non gliene importava più nulla, tanto da mostrarla a tutti. Anche io ho compreso che il mio corpo, il mio carattere, i miei difetti o i miei pregi sono utili, ma sono del tutto strumentali agli scopi della mia Anima. Ciò che si deve fare è superare le brame del nostro Io umano per poi morire a noi stessi. Terze Immagini: una bambina di circa quattro o cinque anni teneva a catena ( corta ) un cane lupo, facendogli fare i movimenti che voleva con un semplice movimento delle manine. Queste Immagini mi sembrano collegate alle precedenti. Mi pare significhino che l’Anima dell’uomo ha la possibilità di influire sul fortissimo complesso, sensi-istinti-bisogni e desideri rappresentato dal cane-lupo. La 13 Gea Barzaghi, Il grande Libro dei sogni, pagina 32, Confidenze. 26
  27. 27. bambina simbolizzava l’Anima, così fragile rispetto al cane lupo, ma era riuscita ad assoggettarlo completamente ai suoi desideri e a farsi obbedire con i piccoli e deboli movimenti della sua manina. Le seconde e terze Immagini sono collegate. Anch’io sono ormai arrivato al momento desiderato da anni, morire a me stesso. Ieri sera in una riunione in Parrocchia ho sostenuto la mia tesi senza che la mia vis polemica si fosse mai affacciata. E naturalmente ho ottenuto quel che desideravo per i meninos de rua del Brasile. Mi ha aiutato la Grande Madre Spirito Santo che avevo invocato per strada. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 11-6-1999 LA FORESTA TENEBROSA – “ DI TUTTE LE VIOLENZE CHE VOGLIAMO FARE TU HAI CAPITO ANCHE IL NOME “ Prime Immagini: ho visto una foresta di grandi alberi, fittissimi, a semicerchio davanti a me. Ho avuto paura di infilarmi in quella foresta che mi è apparsa impenetrabile, simile ad un muro ed impenetrabile o quasi anche alla luce del sole. Mi sono allarmato perché per nessuna ragione al mondo vorrei rientrare nelle tenebre, nemmeno per un attimo. Seconde Immagini: stavo andando lungo un’altra parte della radura verso una casa ( disegno ), sempre allarmato, finché ho visto un cane da lontano, forse un cane lupo o altro cane di simili dimensioni. Forse mi dirigevo in quella casa. Un altro esame sulla fede ? Forse no, la fede non ha nulla a che vedere con le tenebre. Quella foresta fittissima era certamente un luogo senza Luce nel quale non volevo entrare. Ho chiesto perciò aiuto al Signore, affinché mi desse la forza di resistere a qualunque tipo di tentazione. Poi ho percepito questa frase: “ Di tutte le violenze che vogliamo fare, tu hai capito anche il nome “. Forse si riferisce al fatto che non sono entrato nella foresta, ma potrebbero riferirsi al fatto che in un paio di ambienti mi sforzo di far capire che non si deve controbattere le cattiverie di certe persone con ritorsioni. Non sta a noi farsi giustizia, né sta a noi giudicare. Noi ci dobbiamo sforzare di fare il bene; al massimo – proprio al massimo - possiamo difenderci. Il Signore Gesù ci ha insegnato la strada dell’accettazione di tutto e quella dobbiamo percorrere. Ho visto anche dei fiori rossi, forse rose dal gambo lungo in mezzo alla vegetazione della radura circolare, anzi ai margini di tale radura. Forse le rose l’ho viste dopo che ho capito quale tra i due ambienti è quello in cui devo insistere decisamente sulla logica del perdono e mi sono proposto di farlo domattina stessa. E lo farò. Tuttavia non ricordando cosa pensavo non so di quale violenze parlino. Devo stare molto attento a non cadere in tranelli. Terze Immagini: ho visto una bella quantità di pesci stivati per la testa, uno o due quintali. Il pesce era stivato in un angolo, su di un tavolo lungo circa due metri. Dalla parte inferiore dove lo guardavo la stiva era alta almeno un metro, ma aumentava gradatamente fino ad arrivare a circa due 27
  28. 28. metri. Erano tutti pesci di oltre un chilogrammo ciascuno, a giudicare dalle code. La quantità di pesce disponibile era enorme; in proposito non so che dire. Il pesce è simbolo di fecondità e fa parte della iconografia cristiana e fu il simbolo dei primi cristiani. E’meglio non fare ipotesi. Quarte Immagini: ho visto un piatto di pesce affumicato tagliato a fette molto fini ed arricciolato su se stesso. Ringrazio per il cibo spirituale. Percezione: non ricordo più a che cosa pensavo, dopo che ho ringraziato il Signore per avermi preservato dall’entrare nella foresta tenebrosa. Nel piano fisico ero sollecitato ad aiutare qualcuno a farsi quasi giustizia da se, facendo un esposto in Tribunale, invece di lasciar fare. Ho percepito un nome inglese, pronunciato in italiano “ Lancaster “. Non riuscivo a comprendere quale significato potesse avere, per cui ho pensato di non scrivere il nome, ma a quel punto ho percepito un secco “no”. Soltanto allora mi è venuto in mente l’attore Burt Lancaster, bravo interprete di moltissimi films. Allora ho compreso due cose: 1. non devo mai tralasciare un messaggio, anche se non lo capisco; 2. devo stare attento agli attori che recitano sulla scena della vita; ce ne sono tanti in giro e possono trarmi in inganno. Non devo lasciarmi trascinare in nessuna iniziativa che non sia improntata al Divino Amore. Gloria, lode e gratitudine a Dio che partecipa anche alle vicende della nostra vita associata. 12-6-1999 IL LAGHETTO DI MONTAGNA Ho ammirato un piccolo, ma straordinario laghetto di montagna ( minuscolo, in verità ), di forma quasi circolare, con un’acqua così limpida da essere proprio di un altro mondo di materia più fine della nostra, quella astrale. Nell’acqua c’era uno strano galleggiante circolare, come un tappo di bottiglia di metallo, ma un po’ più grande, di color nero. Il nailon, finissimo, fuori dall’acqua o meglio a pelo d’acqua, era parecchio; si vedeva benissimo come se l’acqua fosse una enorme lente di ingrandimento. Ecco l’acqua, immobile e chiarissima, era proprio come una lucente lente, ma io non ho visto alcun pesce. Non so che dire. Seconde Immagini: lontano, in dolce declivio il mare; più vicino molti alberi, forse da frutta; fra di essi, palme più alte. Il termine di un’altra tappa mi pare vicino, grazie a Dio. Gloria, lode e gratitudine a Dio e al Suo Cristo. 13-6-1999 IL TABERNACOLO D’ORO – LA LASTRA D’ORO CON LA MADONNA SCOLPITA – IL LIBRO DELLE APPARIZIONI – IL CROCEFISSO – LAMPI DI LUCE GIALLA Prime Immagini: ho visto un altare di marmo con nel centro un tabernacolo d’oro. Il tabernacolo simbolizza la Presenza del Signore Gesù. Grazie mille. 28
  29. 29. Seconde Immagini: ho visto la Madonna scolpita in una lastra d’oro. Grazie mille. Terze Immagini: ho visto un libro formato tascabile con scritto in alto a lettere maiuscole Apparizioni. Le tre Immagini mi sembrano collegate. L’annuncio è consolante; ringrazio e resto in attesa. Non so che altro dire, salvo che sono inondato di Dolcezza. Mi è rimasto a lungo nelle orecchie il lieve pulsare del sangue, segno che le Immagini venivano da un Piano altissimo per quanto siano state di brevissima durata. Ringrazio le tre Persone della SS. ma Trinità e la Madonna, anche perché da tempo sono in attesa di sapere quel che debbo fare. Confermo la mia disponibilità per tutto non perché confido nelle mie forze, bensì in quelle che mi verranno date. Quarte Immagini: per un attimo ho visto la testa di un uccello simile a quella di un piccione o di una colomba che mi stava guardando con il suo occhio destro. La testa, però, sembrava di una materia diversa da quella del mondo fisico. Quinte Immagini: Per un attimo ho visto la spalla destra con la prima parte del braccio e la testa di un uomo crocefisso abbassata sul suo petto. Gli ho visto soltanto i capelli e nessuna parte del volto. Troppo poco per dire che era il Signore Gesù; unico riscontro: il libro avente per titolo Apparizioni. Seste Immagini: ho visto tre o quattro lampi di Luce gialla ( il giallo è il colore della Divinità ) mentre andavo nel bagno. Ora sono le tre, una delle ore di Dio. Leggerò qualche pagina delle Apparizioni dell’Arcangelo Michele. Di lampi di luce bianca ne ho visti moltissimi, direi innumerevoli, specialmente anni fa, ma di Luce gialla è la prima volta se ricordo bene. Potrei pensare che mi si vogliano confermare Apparizioni Divine. Dio sa, Dio può, io non so e non posso nulla. Sono una creatura piccolissima come tante altre nel piano dello Spirito, quasi trascurabile, se non ci fosse la Grazia Divina. Settime Immagini: ho visto una porta aperta a metà, in modo che potessi vedere bene la serratura. Al posto dei normali dischetti, quadratini e rettangolini di ottone c’era una croce, ma senza il buco della chiave, fatta così ( disegno ). Il messaggio mi pare chiarissimo. Figlio, la prossima porta non si apre con una chiave, ma con i sacrifici. Io non sono forte, sono uno qualunque, ma so che riceverò le forze e il coraggio necessari a sostenere la prova. Ben volentieri aprirei quella porta perché da tempo ho capito che le preghiere non bastano per fronteggiare i tanti mali del mondo. Qualche uomo si deve offrire per contribuire a pareggiare la bilancia tra male e bene. Io sarò contento di farlo. Sarà un modo di espiare il male di tante esistenze, anche quella di William Adams che ben difficilmente fu uno stinco di santo. Il dono del Sé è anche un modo di diventare vero fratello del Cristo, ancorché molto minore. Io non so di qual tipo di croce si tratterà perché la fantasia di Dio è impensabile e ricchissima. Chi vivrà, vedrà. Io mi abbandono interamente nelle braccia paterne e materne di Dio fin da ora. Gloria, lode e gratitudine alle tre Persone della SS. ma Trinità. E alla Madonna. 29
  30. 30. 14-6-1999 IN VIAGGIO Ho dimenticato le Immagini di stanotte, purtroppo. Stamani, al risveglio, la mia consapevolezza si è trovata per strada; ho visto una sbarra alzata tra una carreggiata e l’altra. Nell’altra carreggiata procedevano macchine in senso contrario. Prima della barra ne ho visto almeno tre che mi avrebbero costretto ad aspettare ( disegno ). Mi pare che le Immagini significhino che ho iniziato un’altra tappa che si svolgerà con alcuni ostacoli. Nel paesaggio di ieri non c’era traccia di città o agglomerati urbani. Quella del mare era un’immagine che rappresentava l’Armonia e la Bellezza della Natura: in lontananza il mare blu, apparentemente calmo, al quale si arrivava per un terreno in leggero declivio con tanti alberi da frutta sui quali torreggiavano alcune palme. Nonostante la mia pochezza lo Spirito Santo, la Grande Madre, continua a sostenermi ed a mostrarmi com’è confortante vivere con il potente aiuto di Dio. Ringrazio anche la B.V. Maria che, ne sono sicuro, mi aiuta in tanti modi, come una madre sollecita e tenera. La Grazia Divina mi ha dato il via libera affinché percorra anche questa nuova tappa, forse importante nel mio cammino, ma mi avverte che troverò ostacoli tra gli esseri umani. Gloria, lode e gratitudine alla SS. ma Trinità e alla B.V. Maria. 15-6-1999 IL RITRATTO DI GESU’- LA POLTRONA DI GHIACCIO – IL TEMPIO DEL PADRE. Prime Immagini: pensavo alle difficoltà dei malati non assistiti dai familiari negli ospedali finché ho visto un piccolo ritratto di Gesù adulto su pelle o cuoio sopra un tavolo. La misericordia di Gesù provvede in vari modi: gli infermieri, l’aiuto di altri malati o dei loro familiari o quello dei volontari di associazioni tipo Avo. Il ritratto aveva questa forma ( disegno ). Questa Immagine mi ha fatto venire in mente il santino che vidi in un cassetto primi di farmi fare la coronografia, quando avvertii un po’ di fifa ( Dopodiché mi fece operare al cuore senza la minima apprensione ). Mi rivolsi immediatamente al Padre Celeste ripetendoGli la frase che Gli disse il Signore Gesù: “ Padre, nelle Tue mani rimetto il mio Spirito “. Dopodiché vidi un santino in cassetto, fu un invito a rivolgermi a Gesù e lo feci. La paura passò immediatamente. Oggi ne deduco che la Misericordia Divina, quantomeno per i malati, è stata affidata dal Padre al Figlio. Poi ho pregato per il Santo Padre, ammalato in Polonia; ho sentito un apprezzamento non positivo per lui, che ho dimenticato. Riguardava la sua pastorale sulle Verità. Seconde Immagini: ho visto Chica a letto, senza guanciale; aveva gli occhi chiusi e si lamentava. Terze Immagini: La mia consapevolezza era seduta in un gran poltrona di ghiaccio che scivolava in un sentiero apposito tipo pista di bob, anch’esso di ghiaccio; la discesa era dolce con curve strette 30
  31. 31. per attenuare la velocità della poltrona. Come appoggio la poltrona aveva dietro una conchiglia grande: oppure l’appoggio della schiena somigliava all’appoggio di una auto d’epoca, quelle che somigliavano a carrozze da cavalli aperte. Il messaggio mi pare chiaro; ieri mi ha chiamato un collega-amico che mi ha parlato di un incarico di persone conosciute relativo ad una procedura concorsuale in atto. In non ho nessun voglia di assumere tale complesso incarico, ma si tratta di persone in grande difficoltà, alle quali è arduo dire di no; lo svolgerò senza alcun interesse, per amicizia e solidarietà; anche Claudio potrà aiutarmi. Lo Spirito, che è sommamente buono ha capito la mia situazione, e mi ha subito promesso il Suo aiuto. Sarà, come ho pensato subito un lavoro complesso e difficile, ma con l’aiuto della Grande Madre Spirito Santo lo porteremo a buon fine; per quanto mi riguarda sarò guidato su un percorso predisposto, anche se ghiacciato, dove avrei potuto “ rompermi le ossa “. Dieci anni fa, quando cominciai a pensare di cessare l’attività professionale al massimo nel 1996, mio 65mo anno, non pensai che sarebbe stato così complesso smettere di fare il ragioniere. Sono diverse le persone che per una ragione o per l’altra insistono per farmi assumere un incarico; forse dovrei chiedere l’autorizzazione al Cielo, ma sento qualcosa dentro che non mi dice di respingere queste persone. Oggi lavorerò ad una proposta da fare alla riunione annuale del SAE a Chianciano per il Tempio del Padre dove pregare insieme con le altre religioni. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 16-6-1999 “ STA PER SORGERE UN SOLE DI VERITA’ E DI GIUSTIZIA DENTRO DI TE “- “ BISOGNA RIUSCIRE A FARE UNA COSA GRANDE “ – LA CARITA’ – LO SPIRITO SANTO SOFFIERA’ VERSO DI ME – UNA FABBRICA DI SERVIZI SPIRITUALI – HO PREGATO – IL VELIERO – GIUSEPPE D’ARIMATEA – LA CERIMONIA Prime Immagini: ho visto una donna bruna, abbastanza alta per un attimo. Era vicino ad una tavola che un’altra donna apparecchiava. Forse predisponevano cibo spirituale per me e di ciò le ringrazio. Seconde Immagini e Percezione: la strada aveva, sia a destra che a sinistra, una fila di…..( nota: non ci leggo ) E un Sole che stava per sorgere. Allora nella mia mente si è formulato questo pensiero: “ Sta per sorgere un Sole di Verità e di Giustizia dentro di te “. E’ ovvio che io non l’ho detto, ma è un’informazione di straordinaria importanza e mi ricorda un passo biblico di Isaia, mi pare, riguardo al Signore Gesù. Da ora in poi non ci sarà bisogno di altri. mezzi di comunicazione. Anche lo schermo a dama ultimamente è cambiato ( lo schermo a dama, arriva alla parte in basso a sinistra del mio occhio sinistro. Seconda Percezione: dopodiché un’altra frase è entrata nella mia mente: “ Bisogna riuscire a fare una cosa grande “. E’ una frase impersonale di Qualcuno che parteciperà a questa cosa grande della 31
  32. 32. quale io non ho la più pallida idea. Mi pare che ci possa essere anche un’implicita esortazione a fare la mia infinitesima parte bene e con il massimo impegno. Ho imparato a non promettere più; per quanto riguarda il lavoro ho sempre cercato di fare del mio meglio; figuriamoci in questo caso! Con l’aiuto della Grande Madre Spirito Santo, del Signore Gesù e della Madonna ci riuscirò di sicuro. Terze Immagini: ho visto uscire una ragazza impressionata o spaventata da una stanza. Aveva le braccia aperte e correva a dir qualcosa a qualcuno. Non so che dire. Terza Percezione: ho percepito “ La Carità “. La Carità prima di tutto, sempre. Quarte Immagini: più tardi ho visto un grande fabbricato con un cortile asfaltato di fresco. Forse significa che lo Spirito Santo provvederà a quanto occorre. Quinte Immagini: ho visto due ragazze; una di queste mi ha detto qualcosa, ma non ho capito cosa. Seste Immagini: dopo un po’ di tempo mi sono visto in una stanza davanti ad una finestra aperta, con tende gonfiate dal vento di colore giallo, il colore della Divinità. Le tende arrivavano fin quasi in mezzo alla stanza. Il vento è un simbolo dello Spirito Santo. Le Immagini significano che presto, anzi al momento opportuno lo Spirito Santo soffierà verso di me per darmi tutto ciò di cui avrò bisogno per fare bene la mia parte nella cosa grande che intendono fare. Mille grazie, eterne, Grande Madre Spirito Santo. Settime Immagini: ho visto alcuni grandi serbatoi color alluminio o simile colore di una raffineria ( o di un deposito ). Molte nuvole di fumo bianco si trovavano tra i serbatoi e all’altezza dei serbatoi. Mi pare che la Grande Madre Spirito Santo mi dica, figlio, faremo una “fabbrica” di servizi spirituali. Ottave Immagini: ho visto una ragazza vestita di blu andare verso un altare, dove si è inginocchiata sul primo scalino; contemporaneamente ha spalancato le braccia tenendole parallele al pavimento. Ha alzato gli occhi al cielo per pregare; aveva lunghi capelli color marrone. Io mi sono alzato e mi sono inginocchiato come lei, ho aperto le braccia e ringraziato il Cielo di tanta Grazia. None Immagini: mi sono trovato a bordo di un vecchio veliero di legno. La costa era vicinissima e il mare di un color blu intenso, calmo come olio. Sto per arrivare a terra dopo una lunga tratta di mare; sono tranquillo da due o tre giorni, ma nel recente passato ho trascorso dei giorni un po’ tristi non solo perché non mi sentivo bene, ma perché sapevo di essermi un po’ fermato nel mio sentiero spirituale. Quarta Percezione: ho percepito un nome, Giuseppe D’Arimatea. E’ il sinedrista, che definisco ammiratore o discepolo di Gesù, che chiese il cadavere del Signore a Pilato per darGli degna sepoltura. Forse questo celebre personaggio del Sinedrio prenderà parte alla cosa grande che il Cielo intende fare anche con me. 32
  33. 33. Decime Immagini: in una piazza ho visto davanti a me moltissime persone che guardavano nello stesso punto. Io, dietro a loro, facevo lo stesso. Non so che dire. Undicesime Immagini: ho visto una camera con due lettini e una bella spalliera lavorata di legno. La camera, se non è ordinata, rivela inquietudini 14 . Dodicesime Immagini: uomini di colore in divisa e fez bianco suonavano la tromba. Si ascoltava un concerto. Il fez bianco mi pare indichi che si tratta di persone mentalmente purificate. Le Immagini significano che in cielo fanno una festa per aver preso la decisione di fare una cosa grande. Tredicesime Immagini: nella destra avevo un bel pesce di 700/800 grammi, una spigola mi pare, che mostravo a qualcuno; avevo qualche cos’altro nella mano sinistra, forse un altro pesce. Il pesce ricorda Cristo e i pescatori di anime. E’ il futuro che mi è stato annunciato anni fa ( ad esempio il pastorale ). Sarà un gran futuro, ma dovrò meritarlo. Quattordicesime Immagini: ho visto una finestra al primo piano di una casa. Non so che dire. Quindicesime Immagini: ho visto un uomo seduto su di una poltrona di metallo inserita su rotaie sospese per aria. La poltrona si abbassava lentamente. Da questo punto in poi gli appunti diventano quasi illeggibili, ma il senso è che non devo temere di farmi alcun male e quindi che farò bene il lavoro che sarà assegnato. Sedicesime Immagini: ho visto una donna con un abito lungo e qualcosa nelle mani. L’abito lungo conferma che in cielo fanno una festa. Dietro di lei un’altra persona. Quinta percezione: ho percepito “ La cerimonia “. Penso che anch’io, anzi la mia consapevolezza parteciperà a questa cerimonia. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 16-6-199, pomeriggio CIBO SPIRITUALE La mia consapevolezza ha mangiato due biscotti rotondi. E’cibo spirituale per il quale ringrazio la Grande Madre Spirito Santo. Seconde Immagini: la mia consapevolezza si è insaponata le mani per lavarle insieme con il viso. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo che insieme al Signore Gesù e alla Madonna mi preparano per il lavoro che svolgerò. 19-6-1999 “ IL POTERE DI SCACCIARE I DEMONI “ – “LA PERLA “ Prime Immagini: una donna, in una casa, ha preso per mano un uomo; si sono diretti verso un’altra stanza. Quell’uomo ero io; da una finestra ho visto il sagrato di una chiesa. Sullo scalino d’entrata ho visto un grande mazzo di rose rosse con il gambo lungo, circondato di erbe altrettanto alte. 14 Serena Foglia, I simboli del sogno, pagina 34, Tascabili Economici Newton 33
  34. 34. Seconde Immagini: un giovane con i capelli lunghi, di razza bianca, mi ha parlato minacciosamente. Inveiva contro di me puntandomi un dito contro con il braccio teso verso di me. Non ho capito una parola, ma le Immagini erano molto eloquenti. Sono rimasto del tutto tranquillo, grazie a Dio. Completerò al più presto il mio progetto di riforma Agraria in tutto il Brasile ( non solo in Amazzonia ); so già a chi inviarlo. Quel giovane dovrebbe essere un proprietario terriero. Tale progetto sarà separato da quello della istituzione di scuole per arti e mestieri che invierò a Rolando Baldacci, sempre in Brasile a Foz de Iguacu . Terze Immagini: Penso di aver visto una zona disboscata dell’Amazzonia. Inizialmente c’era poca luce, ma abbastanza per vedere un terreno incolto molto vasto. Poi, d’improvviso un raggio di sole ha illuminato una pianura. Nel mezzo un solo grande albero, gli altri erano stati tagliati. Il taglio di grandi pezzi della foresta amazzonica è un grande male per il Brasile e per il mondo. Quarte Immagini: ho visto un cancello e poi ho sentito lo scatto di una serratura. Il messaggio mi pare questo: figlio completa il programma per la scuola arte e mestieri e spediscilo in Brasile tramite Rolando Baldacci. Quinte Immagini: ho visto un foglio su di un tavolo con una sola parola: Barbanera. Non saprei che dire, tranne che Barbanera era un noto astrologo. Seste Immagini: ho visto su una superficie piana una lastra d’oro stampata che rifletteva la luce nella parte bassa. L’ho guardata da vicino ed ho visto che nella parte superiore avevano fatto dei segni con un bulino o simile arnese. I segni corrispondevano ad una capigliatura; si trattava di una scultura da completare. Settime Immagini: Chiara ha detto qualcosa a Chica, ma non ho capito che cosa le ha detto. Ho visto un piccolo tavolo quadrato per quattro persone già apparecchiato. Chica mi domandato “ Si tolgono i bicchieri ? I bicchieri sono necessari magari per l’acqua. Ottave Immagini: ho visto tre o quattro uomini in abito scuro che esaminavano il lato destro di un fabbricato senza finestre; fra gli uomini e il fabbricato c’era erba alta. Non so che dire. None Immagini: ero in treno in un vecchio vagone; un dipendente delle ferrovie ha preso la mia borsa da viaggio sul sedile e l’ha messa sulla mensola di un altro sedile. Non c’erano altri passeggeri e questo è l’inizio di una nuova tappa, dopo aver completato quella per mare. Percezione: ho percepito queste parole. “ Il potete di scacciare i demoni “. E’ probabile che in futuro mi sarà dato se mi comporterò bene. Chi l’avrebbe mai pensato. Nota:Vedi il 23-6-1999. Mi hanno dato un Angelo per questo, ma io l’ho capito solo il 23-6-1999 e in tal data l’ho ringraziato ! Decime Immagini: ho visto un bellissimo vestito da uomo, molto diverso dai nostri, ma non era per me. Dopo ho percepito “ Le perle “. Forse è un invito a non essere elegante e a cercare solo la perla di evangelica memoria e cioè il Regno di Dio.. 34
  35. 35. Gloria a Dio. 20-6-1999 FESTA In un luogo che non ho riconosciuto ho visto molte persone che mi hanno fatto festa. Il viaggio in treno di ieri è durato solo qualche ora. Mi è venuta in mente la grande folla che vidi anni fa dopo che la grande nave senza sovrastrutture venne incontro alla mia barchetta. Allora attraversai un mare o un oceano in solitario. Non dimenticherò mai la gioia di quella folle enorme che festeggiava l’arrivo di un uomo qualunque, un peccatore, che aveva attraversato il mare della vita materiale, naturalmente con l’aiuto di Dio, perché da soli non ce la possiamo fare. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 21-6-1999 “IL CERVELLO E’TANTO RICCO…” Prime Immagini: sul tardi ho visto alcuni uomini guardare per terra, sul marciapiede, all’angolo di un fabbricato. Non ho visto nulla nemmeno io. Ho sentito una frase, ma non l’ho capita; ho detto che non avevo capito. La frase è stata ripetuta, ma io ho compreso soltanto “ Domani…” . Seconde Immagini: una giovane donna bruna, magra, si è alzata in piedi; dopodiché ho percepito “ “E’ tanto ricco il cervello…”, oppure “ Il cervello è tanto ricco…”. Non ricordo più come l’ha detto. Io sono d’accordo, ma non so a quale scopo l’ha detto; forse le prime e le seconde Immagini sono collegate. In tal caso qualcosa sarà fatto domani al mio cervello. Terze Immagini: fuori di una casa come la mia ad Ardenza ( entrando dal portino ) mi sono visto inserire una chiave in una colonna grigia, che ad Ardenza non c’è, di circa 15 cm di diametro. Forse anche queste Immagini sono collegate alle prime due. Io penso e spero che la Grande Madre Spirito Santo o il Signore Gesù o insieme, azioneranno un sistema di protezione per mezzo del quale la mia mente sarà protetta da intrusioni diaboliche. Avevo chiesto la Grazia di essere difeso da simili intrusioni. La risposta, più o meno, fu “ E’una questione di fede e amore “. Ne deduco che la Grazia Divina ha fatto crescere sia la fede che l’amore in me. Gloria, lode e gratitudine alla SS. ma Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo. 22-6-1999 SONO A META’ DELL’OPERA Prime Immagini: Ieri sera ho visto due coltellacci in una borsa aperta da donna. Ho dimenticato altre Immagini. I coltelli sono simbolo di sessualità esigente 15 . Seconde Immagini: stamani ho visto una ragazza in giardino; mentre veniva dalla mia parte ha nascosto due rametti dietro le spalle. Non so quale significato abbiano queste Immagini. 15 Gea Barzaghi, Il Grande Libro dei Sogni, pagina 25, Confidenze 35
  36. 36. Terze Immagini: Chica, che era uscita da un cancello, poi è tornata indietro per dirmi qualcosa che non ho capito. Quarte Immagini: Ho visto una bella casetta in collina; era pitturata di bianco; si stagliava nel verde circostante della collina. La casa simbolizza l’uomo; sembra che io sia cambiato, in meglio grazie a Dio. Quarte Immagini: ho scritto “in” con l’intenzione di scrivere “insolare”. Ho guardato sul vocabolario; questa parola non c’é. Non so che dire. Quinte Immagini: ho visto un portafrutta senza coperchio; ero all’altezza del bordo di questo portafrutta ed ho visto che la perfetta metà, a destra, era piena fino all’orlo di albicocche; l’altra metà sembrava del tutto vuota. Ho osservato che se non ci fosse stato un divisorio, che però non ho visto, le albicocche sarebbero scivolate giù nella metà vuota del portafrutta. Forse le Immagini vogliono dire che non mi sono ancora svuotato del tutto del vecchio per far posto al nuovo, cioè allo Spirito. Se fosse così non sarei ad un buon punto, ma ci vuole pazienza: tutto arriva a chi sa aspettare. Gloria, lode e gratitudine, al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. E alla B.V. Maria. 23-6-1999 IL SOLE DI VERITA’ E DI GIUSTIZIA SPLENDEVA IN ME - “ IL SIGNORE RINGRAZIA PER LA RICEZIONE DELL’ANGELO “ Prime Immagini: il Sole di Verità e di Giustizia, già sorto dentro di me, stanotte splendeva dentro il mio piccolo mondo interiore. Questo Sole, con la sua luce d’oro, faceva d’oro tutto, i fabbricati, le persiane e persino le bancarelle per la strada., incluso i piccolissimi libri che vi ho visto sopra. Mi è stato detto “ Domani “. Stanotte tutto il mio piccolo mondo interiore era d’oro zecchino. Sono le 2,30 circa del mattino, una delle ore di Dio. Dentro di me c’era un mondo, un mondo d’oro come il suo Sole. Dovrò ricordarmi bene questo mondo con quel sole che non fa male alla vista per sapermi regolare su cosa fare, come e quando, senza più indecisioni, lentezze e ritardi. In massima parte non dovuti a me, ma alla mia trascorsa vita professionale. Spero quindi che la mia vita sulla terra, ricominci da ora. Spero che ogni mio pensiero, desiderio, sentimento e azione abbiano origine in questo nuovo mondo di verità e di giustizia. Rendo tutte le mie piccole grazie per come lo Spirito Santo mi ha plasmato per resistere senza conseguenze alla Luce di questo sole senza battere ciglio. Ringrazio le tre Persone della SS. ma Trinità e la Madonna. Ringrazio anche tutti gli altri abitanti del Cielo a cominciare dal mio Angelo Custode alla mia Guida Tecnica, da San Francesco D’Assisi e dai Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77, dai cui libri ho tanto imparato, fino agli Angeli e ai fratelli sconosciuti che ho visto in questi anni. Spero che in me ora nasca e si sviluppi l’Amore fraterno concepito, sentito e vissuto dal Signore Gesù, il Cristo, 2000 anni fa in Palestina. 36

×