Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Die SlideShare-Präsentation wird heruntergeladen. ×

120 - Il Veggente Cronache 1998, I° sem

Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Veniero Ceccarini
Cronache notturne di un’avventura spirituale
( 1° SEMESTRE 1998 )
1-1-1998
L’EUCARESTIA CHE SI ESPANDE, ...
Quinte Immagini:Un pullman piccolo di color rosso mi ha traversato la strada. Spero significhi
questo: figlio, presto inco...
Gloria, lode e gratitudine alla SS. ma Trinità. E alla Madonna.
3-1-1998 (mattino)
INIZIO DI UN VIAGGIO
La mia consapevole...
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Wird geladen in …3
×

Hier ansehen

1 von 124 Anzeige

Weitere Verwandte Inhalte

Diashows für Sie (20)

Andere mochten auch (20)

Anzeige

Ähnlich wie 120 - Il Veggente Cronache 1998, I° sem (18)

Weitere von OrdineGesu (20)

Anzeige

Aktuellste (20)

120 - Il Veggente Cronache 1998, I° sem

  1. 1. Veniero Ceccarini Cronache notturne di un’avventura spirituale ( 1° SEMESTRE 1998 ) 1-1-1998 L’EUCARESTIA CHE SI ESPANDE, GRAZIE A DIO E AL SUO SANTO SPIRITO L’anno incomincia molto bene: mi sono svegliato molto presto, senza apparente motivo, ma ben riposato. Poco dopo ho visto – ma con un sistema diverso alcune Immagini di persone: Prime Immagini: ho visto rapidamente un bambino di circa sei/otto anni ( mentre nel caso che mi riguarda le Immagini che mi fecero rivedere fanciullo andarono a ritroso e furono innumerevoli, mentre scorrevano ). Dopo pochissimo ho visto un giovane di circa diciotto/vent’anni con i baffetti molto fini e ben curati. Poi ho visto un vecchio con lo stesso tipo di baffetti, ma erano bianchissimi come i suoi capelli. ( disegno). Ritengo che mi abbiano fatto vedere la stessa persona a diverse età. Ma per quale motivo? Chi era? Probabilmente un’altra incarnazione della mia anima. Il Cielo mi vuol confermare un insegnamento dei Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77: tutto esiste per sempre e può essere rivisto e rivissuto. Seconde Immagini:Ho visto un tavolo, molto grande, costruito con pagliuzze d’oro, con nel centro un bellissimo calice d’oro; sopra il calice, sospesa nell’aria c’era un’Ostia, grande poco meno del calice. Quell’Ostia è diventata pian piano un Cielo tutto d’oro che occupava tutta la Realtà che vedevo, ma non capivo cosa stavo vedendo. Chi presiede alle Immagini, forse lo Spirito Santo, la Grande Madre 1 me l’ha fatta rivedere. Era un Cielo o una Realtà a cerchi concentrici, uno accanto all’altro. Cominciava con l’Ostia diventata d’oro, poi con una seconda un pò più grande e via e via fino ad occupare tutto il mio campo visivo. Ho intuito che dall’Eucarestia emana Divinità che si propaga dalle persone che hanno fatto la santa Comunione. L’Eucarestia è un fenomeno meraviglioso che ci migliora dentro. Ovvio dedurne che bisogna comunicarci almeno una volta la settimana. I sacerdoti sono molto fortunati: la loro purificazione è accelerata rispetto a quella degli altri mortali: è la remunerazione della loro dedizione al servizio. Terze Immagini: ho visto una signora con un abito lungo, azzurro, di moda nei secoli scorsi. Poi non ho più visto il suo volto perché la vedevo dalla base del collo fino ai piedi. Forse si tratta di un’altra incarnazione della mia anima. Quarte Immagini: Chica, nel darmi un yogurt ( che non ho visto ), mi ha domandato: “è rupestre ?” Rosario Raul: qualcuno mi ha chiamato Rosario Raul e allora ho pensato che fosse il mio nome spirituale, più che quello dell’uomo con i baffetti. 1 Tommaso Apostolo, Il Quinto Vangelo, trad. Mario Pincherle, pagine 101-105, MacroEdizioni 1
  2. 2. Quinte Immagini:Un pullman piccolo di color rosso mi ha traversato la strada. Spero significhi questo: figlio, presto incontrerai l’amore universale. Presto nell’Eternità significa un anno o dieci anni o più, ma io sono ottimista per scelta e perciò dico qualche mese, al massimo un anno ( anche perché - ad un certo punto – il moto verso Dio accelera…Non lo dico io, lo insegnano i Maestri del Cerchio Firenze 77. Seste Immagini:ho visto un frutto di mare aperto, molto pieno e carnoso. Si tratta di cibo spirituale del quale ringrazio. Settime Immagini:un uomo in tuta blu ha preso, da un camioncino scoperto dello stesso colore, ma con un tetto bianco, una borsa blu ( tipo quelle usate dagli atleti ) con uno stemma, ne ha tratto un piccolo recipiente bianco e me l’ha dato. L’azzurro è il simbolo della Divinità, ma può essere anche collegato con l’amore materno, o almeno così mi pare ( vedi Diario del 18-6-1995 ). Infatti la Madonna ha generalmente il manto azzurro. Il bianco è simbolo di Purezza e di Carità . Ne deduco che la Grande Madre Spirito Santo mi sta nutrendo la Coscienza con Purezza e Carità. Il massimo cui un uomo può sperare. Ottave Immagini: ho visto un pullman blu con il vetro davanti completamente coperto di foglie di palma ( disegno ). La palma è il simbolo della Pace e forse della Resurrezione poiché ricorda l’ingresso del Signore Gesù a Gerusalemme prima della Passione. Questa è proprio una notte molto speciale e a maggior ragione perché è il primo giorno dell’anno. Avrò in dono la Pace e, forse la Redenzione della mia coscienza. In questo momento mi viene in mente una notte a Medjugorje quando vidi nel mio cielo interiore la scritta GIFTS FOR YOU ( ovvero regali per te ). E quanti ne ho ricevuti da allora anche per merito della Madonna ! Al Padre, al Figlio, alla Grande Madre Spirito Santo e a Maria eterne grazie, poiché – almeno ora – non so far di meglio. Dopo la Redenzione della mia coscienza, ma anche prima, cercherò di dimostrar loro la mia riconoscenza con dei fatti. None Immagini:ho mangiato riso colorato da una ciotola. Ancora cibo spirituale del quale ringrazio, ma non ricordo più di che colore fosse. Gloria, lode e gratitudine a Dio e al Suo Santo spirito, la Grande Madre. 2-1-1998 ACQUA E VINO Stamani tardi ho visto due bicchieri, uno con un po’ di vino ed uno con un po’ d’acqua. Siccome a pranzo e a cena bevo un bicchiere di vino, mi pare che il Cielo mi dica, bevi un po’ dell’uno e un po’ dell’altro. Pensiero: Forse il Signore Gesù parlò delle Beatitudini anche per consolare chi è nella prova ( karmica ). 2
  3. 3. Gloria, lode e gratitudine alla SS. ma Trinità. E alla Madonna. 3-1-1998 (mattino) INIZIO DI UN VIAGGIO La mia consapevolezza si è trovata sotto una pioggia fine, ma insistente. Poi si è trovata dentro ad un bus che si è fermato per far salire due persone per riprendere poi la corsa ( disegno ). Farò questa tappa insieme con altri, trasportati dalla Spirito di Dio. Un’altra avventura verso l’Assoluto. Nota: Si vedano le Immagini del 23-12-1997. Gloria, lode e gratitudine all’Assoluto. 3-1-1998 ( sera ) IL CROCEFISSO E LE CATTIVE RELIGIONI Mentre pensavo che il peccato, ovvero la trasgressione alle leggi del Signore, presuppone un’attività mentale, ovvero un procedimento di formazione della decisione di peccare ( che si concretizza in una scelta e in una azione delle persone ), ho visto un crocefisso diviso in due parti a partire dalla testa ( disegno). Poi ho percepito queste parole “bad religions”, ovvero cattive religioni. Ne deduco che mi è stato detto che le cattive religioni sono causa di peccato. Che lo Spirito Santo aiuti i devoti di tutto il mondo a non cadere nella rete di cattive religioni, ma ciascun uomo, deve aiutarsi da se stesso 2 con il discernimento. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 4-1-1998 IL CROCEFISSO EMANA DIVINITA’ Stamani o rivisto, o almeno così mi pare, il mio occhio spirituale, oppure una rappresentazione simbolica di esso, poiché – se ricordo bene – l’ho visto rotondo. Quello di stamani era invece fatto a forma di occhio, con dei peli paragonabili a ciglia e con al posto del bulbo oculare una sfera celeste ( disegno ). Naturalmente questo piccolo cielo celeste occupava anche lo spazio sotto i peli. Il messaggio mi pare chiaro: figlio, attraverso l’occhio spirituale voi potete guardare oltre il mondo fisico, ovvero l’Aldilà. Seconde Immagini: Con il dito pollice mi sono fatto un piccolo segno di croce sull’occhio spirituale e quasi subito ho visto un piccolo Crocefisso che emanava Luce di colore giallo, il colore della Divinità. La Divinità purifica ogni devoto. E’ uno dei miracoli dello Spirito di Dio, la Grande Madre, per glorificare il Figlio Gesù. 2 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 30 Maggio, Amrita 3
  4. 4. Terze Immagini:Ho visto, di spalle, una donna con il cappotto rosso e la testa incassata nelle spalle ( forse per il freddo ) camminare ai limiti di un marciapiede davanti a me. Nel frattempo un’altra donna è arrivata in bicicletta, mi ha superato, ha spinto per terra la prima donna con il cappotto rosso e senza fermarsi ha ripreso a pedalare e se n’è andata. La donna in rosso rappresenta le persone che amano che sono, sovente, maltrattate senza apparente ragione. Quarte Immagini:mani invisibili mi hanno consegnato una cartolina gialla per ritirare un pacco o una raccomandata. Si tratta di cose o notizie in arrivo per le quali ringrazio. Quinte Immagini:Dalla tasca destra mi sono caduti per terra due piccoli parallelepipedi fatti con materiale di colore scuro, divisi in due, da sembrare, ognuno, due piccoli cubi ( disegno ). Non so che dire, ma ringrazio il Cielo. 5-1-1998 IL TELEFONINO Mentre ripensavo al crocefisso schiappato in due parti, ho visto il quadrante di un cellulare con scritto sopra qualcosa che non ho fatto in tempo a leggere. Poi ho visto il telefonino intero. Il Messaggio mi pare sia quello che avrò una nuova possibilità di comunicare con il Cielo. Nota: Vedi il 19-12-1997. Gloria, lode e gratitudine al Cielo. 6-1-1998 (mattino) SOLDATI DI CRISTO Prime Immagini: ho visto un piatto di stufato di carne e verdura. E’ cibo spirituale del quale ringrazio. Seconde Immagini:ho visto un piatto con un pezzo di bistecca poco cotta a destra e a sinistra un pezzo di carne arrosto. Ancora cibo spirituale del quale ringrazio. Terze Immagini: Ho visto del miele in carta stagna che mangiavo con una forchetta. Questa è Dolcezza della quale ringrazio. Accanto c’era un pezzo di dolce ( o almeno così presumo ), avvolto nella carta stagnola. L’altezza era simile ai dolci alti come le ciambelle. Si tratta di un altro tipo di Dolcezza per la quale ringrazio. Quarte Immagini: Mi sono lavato le mani con una pasta di sapone. Quinte Immagini:Ho visto tre guerrieri a cavallo con un maglione grigio con un motivo rosso sul petto, forse una croce. Non ho visto bene perché erano seminascosti dalle fronde di un grande albero. Essi erano in una collina sopra de me di qualche metro. Forse significa che presto mi unirò ai soldati di Cristo. Ringrazio fin da ora. 4
  5. 5. Seste Immagini:Ho visto anche se male, un mazzo di chiavi. Penso significhino possibilità nuove per me. Gloria, lode e gratitudine al Cristo. 6-1-1998 ( sera ) BAMBINI Prime Immagini: ho visto da lontano un bambino che simbolizza, penso, il mio desiderio di crescita interiore. Seconde Immagini: ho visto quattro o cinque panini abbrustoliti. Il pane esprime buon augurio del quale ringrazio. Terze Immagini:ho visto quattro o cinque uomini che correvano in salita, significa che essi, essendosi accorti del tempo perduto, ora si affrettano sul sentiero spirituale. Quarte Immagini: ho visto un bambino di cinque o sei anni con un panierino argentato con dentro una bottiglietta di spumante, anch’essa ricoperta di carta stagnola. Forse significa questo: brinda figlio alla tua vita spirituale. Quinte Immagini: ho visto un vassoio ovale di acciaio con alcuni pezzi piccoli di pane e una fetta di carnesecca. E’ cibo spirituale del quale ringrazio. Seste Immagini: ho visto una ragazza africana con i capelli a crocchia dietro la testa e lo sguardo fiero. Mi pare che le Immagini significhino che in Africa non hanno bisogno di elemosine, ma di aiuti fraterni. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 7-1-1998 (sera) Prime Immagini:Mi sono trovato in un sottopassio con molte persone; ho visto alla mia sinistra una galleria laterale; ero dietro ad una signora che indossava un cappotto con un bel collo di pelliccia grigio. Forse, la mia consapevolezza si è trovata in una stazione ferroviaria, che simbolizza l’inizio di una nuova tappa trasportato dallo Spirito Santo, la Grande Madre, che ringrazio. Seconde Immagini: mi sono visto mentre condivo con olio un piatto d’insalata; sono Sali e vitamine spirituali delle quali ringrazio. Gloria, lode e gratitudine allo Spirito Santo, la Grande Madre che apparve a La Salette in Francia il 19-9-1946 ( ma hanno erroneamente attribuito tale Apparizione alla Madonna. 8-1-1998 IL PADRE E LO SPIRITO SANTO - PREGHIERE DETTE MALE Prime Immagini:ho visto moltissime palline, cioè grani della corona del Rosario, penso, al buio. Forse le Immagini vogliono dire che sono preghiere perse, perché mal recitate, senza la giusta concentrazione, o dette in fretta come sovente capita a chi recita il Rosario velocemente e senza 5
  6. 6. meditare i Misteri del Rosario. Io penso che sarebbe meglio non recitare un Rosario intero in 20 minuti, ma di dire bene, mezzo Rosario. Ieri riflettevo sul modo di recitare il Rosario nelle Parrocchie e concludevo che era sbagliato e avevo deciso di parlarne al Vescovo perché non accade solo ad Ardenza. La preghiera è come un discorso deve essere detta in modo che possa essere compreso. Una preghiera detta troppo alla svelta o con voce flebile o anche meccanicamente non è una preghiera vera e propria. Un pensiero o una voce senza forza non arrivano a destinazione; si perdono per strada. Le preghiere dette male ricadono sulla terra perché non hanno forza di salire in Cielo. Dio Padre ci spiega il significato della preghiera: La preghiera è la tua comunione interiore con Me, quando camminiamo e parliamo insieme come facevamo all’inizio; la preghiera è il cibo dello Spirito, il nutrimento dell’anima, è un profondo bisogno interiore di ogni anima. Riconosci questo bisogno interiore e soddisfalo 3 . Seconde Immagini: Ho visto la testa di un cane lupo. Il Messaggio è, figlio sii fedele. Terze Immagini:Cercavo di capire - alla Luce dei rapporti che il Padre Celeste ha intrattenuto con me, misero tapino, e con il Quale parlavo nel mio intimo senza timori e vergogna ( mentre non lo potevo fare con lo Spirito Santo ) – la differenza tra il Padre e lo Spirito di Dio. E’ allora che ho visto un set di valige, tra cui un tascapane ( colore neutro sul celestino, simbolo della spiritualità, con un motivo rosso, simbolo dell’amore ). Il Messaggio è, figlio Dio va pensato come un Tutto, come il set di valige. L’unità del set di valige non sono le singole valige o il tascapane, ma il set, cioè tutte le valigie. E lo stesso vale per la SS. ma Trinità, Padre, Figlio e Spirito Santo. Tornando ai miei pensieri e ai miei limiti di comprensione, infranti da queste Immagini, Dio non deve essere pensato come il Padre, diviso dalla Grande Madre. Il Signore Gesù ha detto: << Ascolta Tommaso. Dio è coppia. Sposa e Sposo. Tutto quello che è vivente è coppia. L’uomo credette uno ciò che era soltanto metà. Vide in Dio il Padre e rifiutò la Madre. Questo è l’errore diabolico. La Vita fu spezzata in due parti, il Bene e il Male. Una metà dell’infinito Bene fu creduta il Male. Così anche l’uomo fu spezzato: si vergognò di una parte dei suoi pensieri e li nascose. Ecco, Tommaso come fu perduto il Regno. Era il Regno della felicità, ma l’uomo non ne fu degno, perché amò il dolore e respinse la Saggezza. Da allora la Sposa soffre, lontana dallo Sposo, e il Regno è vuoto. Hai capito perché è avvenuto questo ? Sì, mio dolce Maestro. Perché, prima, eravamo uno e poi siamo divenuti due 4 >>. Quarte Immagini: ho visto un piatto di fagioli fumanti, versati con un mestolo da un pentolo, il Messaggio è, figlio ti ho insegnato una verità, della quale ringrazio sentitamente. 3 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 28 Luglio, Amrita 4 Tommaso Apostolo, Il Quinto Vangelo, trad. Mario Pincherle, pagina 115, MacroEdizioni 6
  7. 7. Quinte Immagini:ho visto un uomo di profilo che aveva qualcosa sulla lingua di appiccicoso; non riusciva a dire nemmeno una parola. Allora ho capito: figlio ti basti quello che ti ho detto. Non perdere altro tempo in questo mistero, troppo grande per te. Ho obbedito immediatamente. Gloria, lode e gratitudine a Dio 9-1-1998 ( mattino ) LUOGO DI EMISSIONE: EDEN Ho visto un assegno circolare, ma il luogo di emissione era straordinariamente strano: EDEN, cioè Paradiso. Il messaggio è figlio, avrai una remunerazione spirituale, direttamente dal Paradiso. Grazie mille, eterne. 10-1-1997 ( mattino ) LA VITA DELLO SPIRITO Prime Immagini:ho visto una forte pioggia, ma non un a pioggia torrenziale, perciò interpreto le immagini come una benedizione. Seconde Immagini: ho visto una macchina da corsa del tempo di Nuvolari, tappezzata di pelli di leopardo. Il Messaggio è, figlio, ti trasporterà lo Spirito Santo, la Grande Madre, in questa tappa. Terze Immagini: mi sono visto ad una conduttura d’acqua alla quale stavo lavorando per farla scorrere. L’acqua è simbolo di vita spirituale. Il Messaggio è figlio, tu stesso stai lavorando per far fluire la vita dello Spirito dentro di te. Poi mi sono addormentato. Quarte Immagini: Ho visto un cappotto di lana su un letto a piccoli punti bianchi e marrone. Il cappotto significa protezione della quale ringrazio. Quinte Immagini:ho visto un piatto di pastasciutta fumante, verdissimo. Il verde è il colore della Speranza; è cibo spirituale con il quale mi è stata infusa Speranza. Grazie mille, eterne. Seste Immagini: Un uomo della mia età mi è venuto incontro sorridendo. Aveva i denti scuri dalla nicotina. Si è congratulato con me per dirmi, dandomi la mano: “ Sei contento ora ?”. Si lo sono, grazie. Sarebbe impossibile non esserlo. Settime Immagini: ho visto delle acciughe sott’olio in una scatoletta, è cibo spirituale del quale ringrazio Ottave Immagini: ho visto una teglia rettangolare con dentro muscoli ( cozze ) con una salsa scura. Con un grosso cucchiaio ne hanno mesi alcuni, insieme alla salsa, in una tazza senza il porta dito. Ringrazio anche di questo cibo. Poi mi sono addormentato. None Immagini:Ho visto un piatto pieno di pasta bianca all’altra estremità del tavolo, ma ho intuito che non era ancora il momento di darla a me. 7
  8. 8. Decime Immagini:ho visto un uomo in Chiesa che avanzava dal fondo della chiesa nel corridoio centrale che mi ha detto: “ Sono qui per dire…”, ma non ha aggiunto altro. Indossava un maglione grigio e bianco. Era sulla quarantina e aveva i capelli neri. La Chiesa era piccola, simile a quella di Ardenza. 10 Gennaio 1998 ( sera ) IL NUOVO SCHERMO Ho visto uno schermo proprio carino, a pallini rossi, bene spaziati, paragonabile ad un pallottoliere. Lo schermo a dama bianconero si è molto allargato in alto a formare una specie di volta. Dovrebbe essere una nuova possibilità di vedere su di un piano più alto. Grazie a Dio e al Suo Santo Spirito, la Grande Madre. 12 Gennaio 1998 IL PADRE – IL CROCEFISSO – LA NOTTE DEL POPOLO EBREO - PREGHIERA PER GLI EBREI Il sogno: Mi sono sognato di essere con una biondina, che ha fatto tutto da se e io l’ho lasciata fare. Il messaggio è figlio, nemmeno questa possibilità ti è consentita. La castità deve essere completa. Prime Immagini: Qualcuno, in alto a sinistra, ha aperto un piccolo libro. In una pagina, a lettere maiuscole c’era scritto IL PADRE. Non saprei che dire tranne che gloria, lode e gratitudine al Padre. Seconde Immagini:ho visto il Crocifisso con la testa reclinata sul petto e il corpo coperto da un drappo rosso e blu come la notte, la notte del popolo ebreo. Terze immagini:ho visto un libretto di preghiere aperto; la pagina di sinistra, nel centro, era bianca. Il messaggio è scrivi una breve preghiera; poi ho intuito di chiedere aiuto a Padre Pio. Infine ho visto un libretto bianco, con una penna. Lo Spirito mi dice di scrivere una preghiera, e io l’ho scritta: Preghiera ( pentimento e perdono ): Signore Gesù, preghiamo affinché Ti riconoscano come il Messia che fecero crocifiggere. Sono trascorsi duemila anni di silenzio. Un silenzio che parla e che dice agli Ebrei pentitevi e chiedete perdono. Non c’è pace per chi, colpevole, non lo chiede. Severo vi guarda lo Spirito Santo, la Grande Madre, mentre aspetta che voi cadiate sui vostri ginocchi di fronte al Crocifisso che vi ha perdonati. La notte è caduta su di voi. Il Padre attende paziente il vostro pentimento per dare perdono affinché possiate trovare la pace. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 14-1-1998, mattino 8
  9. 9. SOGNO O IMMAGINI Il sogno o le Immagini ?: Mi sono sognato un bimbo piccolo, in fasce come usava una volta che mi ha detto “ uomo, me la sono fatta addosso; io l’ho fatto pulire da una donna che era con me”. Non saprei che dire, tranne che nel piano astrale queste cose potrebbero accadere perché la coscienza dei bambini morti da piccoli è più grande di quella che avrebbero manifestato sulla terra dentro un corpo di carne. Seconde Immagini: ho visto uno squarcio di cielo stellato. La ritengo un’Immagine ben augurante. In fondo il Cielo è la nostra Patria. (nota: si vedano le Immagini della sera) Terze Immagini:un uomo mi ha detto che …..sovraintende a quella zona ( del Cielo, immagino, che ho visto prima. Quarte Immagini:Ho visto un frate con la cordella, un frate Cappuccino, parlare con un ragazzo o una ragazza. Gloria, lode e gratitudine allo Spirito Santo, la Grande Madre che apparve a La Salette in Francia il 19 Settembre 1846, ma l’Apparizione fu erroneamente attribuita alla Madonna. 14-1-1998, sera Prime Immagini: Dopo cena abbiamo discusso sul capitolo 8 della Lettera ai Romani, la Vita nello Spirito. Ho visto una lunghissima tavola tenuta sospesa da uomini vestiti da servitori. Era piena di cibi e di dolci di tutti i tipi. Ne deduco che il Cielo ha apprezzato la discussione. Naturalmente le mie opinioni non collimavano con quelle degli altri, ma non per merito mio, ma di Dio Padre che fatto in modo che io scoprissi la Rivelazione di Findhorn, nella quale è riferito: a. Dio abita nei cuori di tutti senza eccezioni in quanto ciascuno di noi è fatto a Sua Immagine e somiglianza e Lui non si separa mai da nessuno di noi 5 ; b. <<…Se imparerai a fare ogni cosa per il Mio onore e la Mia gloria, non ti smarrirai. Se solo ti soffermerai e ti armerai di pazienza, vedrai la Scintilla Divina che brilla nel profondo di ognuno. Sarai allora in grado di stimolare tale Scintilla, senza mai cercare di estinguerla con la critica, l’intolleranza e l’incomprensione. Ti renderai conto che ai Miei occhi tutte le anime sono eguali. 6 >>; c. Il Signore Dio Padre, nella Rivelazione all’inglese Eileen Caddy, avvenuta nel ventesimo secolo a Findhorn, in Scozia, confermò che il Cristo Messia è Suo Figlio con queste parole: “Sta per venire il tempo quando diverranno realtà queste parole: << Il figlio di Dio apparirà in tutta la sua gloria perché tutti possano vederlo >>. Sii pronta perché nessuno conosce 5 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 29 Maggio, Amrita 6 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 16 Maggio, Amrita 9
  10. 10. il giorno e l’ora. Sii pronta in ogni momento per vedere Lui. Ti dico di non sorprenderti di nulla 7 “. Il Padre Celeste confermò anche la natura divina del Messia con queste parole: << IO SONO sempre con te. Divieni consapevole di Me in ogni momento. Noi siamo Uno, Uno nel cuore, nella mente e nello Spirito. Tu sei perfettamente consapevole della Presenza Divina, il Cristo in te 8 >>. In tal modo il Padre Celeste confermò: a. l’esistenza del Corpo Mistico del Signore Gesù, nel quale tutti gli uomini e tutte le cose sono ricapitolate 9 e nello stesso tempo che non ci può salvare senza di Lui 10 . b. che il Signore Gesù è la seconda Persona della SS. ma Trinità, Padre Figlio e Spirito Santo 11 del Dio unico 12 . Il Signore Dio Padre disse anche ad Eileen Caddy, riguardo a Gesù Salvatore e Redentore che il Cristo sorge nella coscienza di ogni uomo a qualunque razza, popolo o religione appartenga per Grazia divina e quindi senza bisogno dell’intervento di alcuna religione: a. << …Le anime che sono consapevoli della coscienza di Cristo si sentono ora attratte reciprocamente come il ferro verso la calamita: può accadere ch’esse non ne siano conscie al momento, ma lo saranno nei giorni a venire. E’ questa coscienza che fa si che sempre più anime si attraggano reciprocamente, affinché tutti voi possiate diventare consapevoli del Cristo interiore e possiate rendere eternamente grazie per questa consapevolezza 13 >>; (nostra nota: da cinquanta anni circa è arrivata la primavera, la Nuova Era 14 , quella della redenzione di sempre un sempre maggior numero di anime di viventi in Terra che diventano consapevoli della coscienza del Cristo interiore e che perciò si sentono attratte reciprocamente 15 . b. << … Giorno dopo giorno, ti riempi e ti impregni sempre più della coscienza del Cristo. Sei in grado di camminare nella luce e di diventare tutt’uno con essa, finché in te non vi saranno più tenebre; e quando tale processo si instaurerà riuscirai a portare più luce nel mondo. Devi renderti conto che tutto questo ha inizio in te. Comincia con il mettere ordine in casa tua, abbi fede e fiducia nelle tue capacità e poi fallo… 16 >> (nota: la salvezza è opera di Dio; l'uomo si limita a 7 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagina 109, Mediterranee 8 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagina 144, Mediterranee 9 Vangelo di Giovanni, capitoli 1, 14, 15, 16 e 17 10 Giovanni, 12, 30-36 ; 14, 6-31 ; 15, 1-17 ; 16, 33 11 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagina 36 e ss, Armenia 12 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagina 36 e ss, Armenia 13 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 24 Dicembre, Amrita 14 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 21 Marzo, Amrita 15 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 21 Marzo, Amrita 16 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 25 Dicembre, Amrita 10
  11. 11. fare, molto lentamente, la sua parte, vita dopo vita 17 ) e le religioni lo aiutano particolarmente nella prima fase, ma a quella finale provvede personalmente il Cristo la Presenza di Dio nell’uomo. E così Dio Padre confermò che per tutti gli uomini di qualunque epoca c’è un solo Pastore e che loro formano un solo gregge a qualunque razza, popolo o religione appartengano. Il Signore Gesù confermò a Jakob Lorber che è il Buon Pastore, così come disse duemila anni fa in Palestina, 18 e che a ciascuna pecora, dà la vita eterna a qualunque epoca, razza, popolo o religione appartenga e che Lui ritornerà, ma non in corpo di donna 19 , bensì nell’intimo di ogni uomo. Per quanto riguarda “il ritorno del Cristo” i Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77 hanno detto: Non si può dire che i principi cristiani siano diventati, in tutto questo tempo coscienza ! Alcuni hanno detto o dicono, anzi, che l’opera del Cristo è pressoché fallita: Com’è potuto accadere questo ? Che responsabilità hanno le Chiese ? << Dove si vede che non è stato il Principio che ha trasformato l’uomo, ma l’uomo che ha adattato a se stesso il Principio… Non è certo col creare una religione e porsi sotto la Sua insegna, cioè agire e pensare come questa religione insegna, che si cambia il proprio sentimento; che, in altre parole, si evolve: Che cosa sono gli ecclesiastici di oggi ? Uomini politici in vesti sacerdotali; lupi rapaci in vesti di pecore; falsi profeti. Purtuttavia noi cadremmo nello stesso errore se non riconoscessimo obiettivamente che non tutti rientrano in questa poco lusinghiera definizione. Riportiamoci al primo Cristianesimo, al primitivo ardore, quando occulte erano le riunioni perché il fuoco divampasse più intenso, quando quella che sembrava la debolezza dei cristiani era in realtà la loro forza… Si teme di perdere proseliti quando si dà valore all’organizzazione, e si dà valore all’organizzazione per esercitare un’autorità che, comunque si chiami, è sempre di natura temporale, perché quella spirituale non si conferisce certo con una investitura né è subordinata all’appartenenza ad una qualsiasi religione. Cristo sorgerà nell’intimo di ogni uomo, appartenga all’una o all’altra religione, all’una o all’altra fede politica. L’uomo si chiama cristiano quando ama il prossimo suo. Credere di cambiare l’uomo bagnandolo o circoncidendolo equivale a credere di poterlo mutare cambiandogli l’abito. 17 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggi del 29 Maggio e dell’11 Novembre, Amrita 18 Vangelo di Giovanni 10, 14 - 16 19 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagina 192-194, Armenia 11
  12. 12. Ma l’opera del Cristo non è fallita. Cristo – la Carità, l’Amore fraterno – sorgerà nell’intimo di ogni uomo e non già per riconoscimento di una qualsiasi organizzazione religiosa che porti o non porti il suo nome. Lasciate quindi che si perdano nei sillogismi delle loro teologie; lasciate che proscrivano gli uomini liberi, chi non condivide i parti della loro fantasia, chi non compra per oro il loro orpello ! Quel Cristo in nome del quale hanno compiuta la “ Strage di san Bartolomeo, accesi i roghi dell’Inquisizione, segregate e torturate le creature, no, non è certo il Figlio di Dio, ma il più grande malfattore dell’umanità. Non altri condanneranno, quindi, se non se stessi 20 >>. Per la verità non ho detto tutte queste bellissime verità così come risultano scritto, ma la mia voce è uscita dal coro ecclesiale e chi ha voluto capire ha capito che per salvarsi non basta essere battezzati e andare in Chiesa una volta la settimana. Si salvano soltanto coloro che vivono il Vangelo al meglio delle loro possibilità; quel che loro manca ce lo aggiunge lo Spirito di Dio in dono. Percezione: ho percepito “ Chi dà 100 riceverà 101 “. Ovvero il Cielo ci darà di più di quanto ciascuno di noi ha dato. Seconde Immagini: ho visto un astronauta contro un cielo azzurro. Forse è il completamento delle Immagini che ho visto stamani: uno squarcio di cielo stellato e significano: figlio, per effetto delle Immagini che ti facciamo vedere, tu sei come un astronauta che vede altri mondi. E’ vero, è così, ma il merito e di Dio. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 15-1-1998 LA GRANDE MADRE, LO SPIRITO SANTO Prime Immagini: ho visto il n°2 in una specie di bottoncino e ho percepito un accenno alla forza. Anna Laura Ricci, I Segreti della numerologia, il linguaggio dei numeri, pagina 21, Mediterranee riferisce: Due Se l’Uno è maschile, dispari, positivo, il Due è femminile, pari, negativo. Immobilismo. Materia. Il due rappresenta anche le leggi scritte. Disegni. Immagini. Simboli. Rappresentazioni. Creatività. Emozioni. Associazioni. Unione. Simpatia. Sesso. Ambiguità. Crudeltà, ma anche amore. Il due nei tarocchi corrisponde alla Papessa. Una donna seduta tiene un libro nella mano sinistra. Immagine positiva, tranquilla, anche se non attiva. La sua forza è intrinseca, riservata. Ci si può contare, ma può anche non esprimersi, per evitare conflitti. E’ la madre, saggia e benevola. Il Salmo 2 mette in evidenza quanto detto: << …Tu sei mio figlio, ti ho 20 Cerchio Firenze 77, Le Grandi Verità ricercate dall’uomo, pagina 160, Mediterranee 12
  13. 13. generato oggi…. Chiedimi e ti farò padrone delle genti…>>. Il messaggio della Grande Madre Spirito Santo mi pare questo: figlio, sono presente nella tua vita. Seconde Immagini: ho visto un piccolo ritaglio di giornale, ma non ho letto nulla. Non era necessario che leggessi, il significato è: figlio una notizia importante per te perché non l’avevi ancora capito bene. Pensiero: Cristo espressione dell’amore di Dio che ci è Padre e Madre, il Dio-Padre-Madre 21 , il Dio di tutti. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo . 16-1-1998 LA MADONNA E IL BAMBIN GESU’ Prime Immagini:ho visto una piccola lettera piegata in due, ma non l’ho letta. Significa notizie per te, come per dirmi stai attento Seconde Immagini: ho visto un’Immagine tanto veloce quanto bella La Madonna col Bambin Gesù. Maria indossava un abito regale. Tutti e due avevano pesanti aureole. Non ho parole, tranne che per dire che anche Loro sono presenti nella mia vita. A loro mi sono consacrato. Terze Immagini: Mi sono trovato seduto in auto, dietro il sedile del guidatore. Il mio finestrino era appena abbassato. Ho iniziato un’altra tappa e per questa nuova avventura ringrazio il Signore. Gloria, lode e gratitudine alla Madonna e al Bambin Gesù. 17 – 1 -1998 MILITARI IN GRANDE UNIFORME Prime Immagini:Ieri sera mi sono visto con la corona del Rosario al collo. Seconde Immagini: ho visto un piatto grande, pieno di riso, pomodori a spicchi ed altra verdura. E’ cibo spirituale del quale ringrazio. Terze Immagini: ho visto una tazzina di caffè. Lo Spirito mi dice figlio, fai attenzione! Quarte Immagini: ho visto davanti a me due file di corazzieri ( simili militari ) in alta uniforme in un prato. Io ho cominciato a camminare nel mezzo delle due file. Il messaggio è figlio ti sarà reso grande onore. Per me è soltanto Grazia; io sono un misero tapino che lo Spirito guida, educa, lava e purifica, ma Loro faranno rendere gli onori a me. Impensabile. Quinte Immagini:ho visto una cartellina rosa, con appunti scritti a mano. Numeri e parole, simile a questo che sto trascrivendo. Seste Immagini:ho cominciato a scrivere qualcosa su di un foglio, così: ho… A parte un po’ di mal di denti, ho un po’ di mal di testa per lavori in corso al sistema visivo, ma mi sono sentito un po’ meglio. Ho sentito la Mitezza dentro di me. 21 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagine 103-104, Mediterranee 13
  14. 14. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 18-1-1998, sera IL MESSIA E GLI EBREI Ho pregato affinché gli Ebrei riconoscano il Signore Gesù come Messia. Prime Immagini:ho visto una mela a cui era stato tolto uno spicchio, come per dire che alla cultura ebraica mancano i Vangeli. Seconde Immagini:ho visto un pezzetto di giornale su cui era scritto a lettere grandi DIO. Terze Immagini:ho visto un libretto con il Te Deum francescano ( Le lodi di Dio Altissimo 22 ). Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù, la Presenza Divina nell’uomo 23 . 19-1-1998 UNA NUOVA TAPPA Prime Immagini: Da una finestrella piccola, alla quale mi sono avvicinato, ho visto la faccia di un clown casereccio. Mi pare significhino gioia interiore della quale ringrazio. Seconde Immagini:ho visto un libro aperto, mi sono accinto a leggerlo, ma il libro è sparito subito. Terze Immagini: ho visto velocemente un piatto con una pizza bianca o simile pietanza. Quarte Immagini: mi sono trovato al limite estremo di un marciapiede al quale si stava avvicinando una bella macchina nera che proveniva da sinistra, lentamente. Si è fermata davanti a me. Era grande e bella. Penso che sia l’inizio di una nuova tappa trasportato dallo Spirito Santo. Gloria, lode e gratitudine allo Spirito Santo. Pensiero: Nelle chiese il Rosario deve essere detto più lentamente, con le necessarie pause, specialmente per un po’ di riflessione sui Misteri, quantomeno un minuto. La semplice lettura del Mistero, se non c’è riflessione o partecipazione serve a poco se non a nulla. La Madonna da Medjugorje insegna: “ Meditate la passione di Gesù 24 “. Sul Rosario ho fatto una relazione scritta, visto che le parole non erano sufficienti a far dire il Rosario come si deve. Non so quante persone hanno recepito a livello personale le mie sollecitazioni, incluso all’Apostolato della preghiera, ma a livello parrocchiale tutto continua come prima e a meditare i Misteri almeno un minuto nessuno ci pensa. La solita recita frettolosa, va in onda ovunque. Gloria, lode e gratitudine allo Grande Madre Spirito Santo e alla Madonna. 20 Gennaio 1998 CIBO SPIRITUALE Prime Immagini:Ho visto degli spaghetti conservati in una scatolina; sotto la luce si vedeva il liquido conservante ( con due bollicine ). 22 Samuele Duranti, Preghiere di San Francesco D’Assisi, pagina 115, Edizioni Porziuncola 23 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagina 144, Mediterranee 24 Maria di Nazareth, Messaggi da Medjugorje, messaggio del 20-2-1986. 14
  15. 15. Seconde Immagini: ho visto un piatto con quattro o cinque uova lesse. << Quasi sempre positivo è invece il messaggio che proviene dal sognare uova. In quanto allegoria del mondo (vi rassomiglia nella forma e contiene il principio del divenire) l’uova indicherebbe la ripresa dell’energia vitale dopo un periodo di stanchezza psichica 25 . Ringrazio per la ripresa dell’energia vitale, che forse significa cessazione temporanea dei lavori alla testa. Terze Immagini: In un piatto ho visto un uovo, nel centro e intorno degli spicchi di carciofi ( carciofi tagliati in quattro spicchi ). Quarte Immagini:In una piccola bustina di plastica vuota c’era scritto: Omaggio Toscana. Forse significa che le Immagini sono un omaggio della Toscana. Quinte Immagini:Ero in una chiesa in un gruppo ordinato, in file di 5 o 6 persone. E’ venuta una signora con un bambino o una bambina. Dal gruppo hanno preso la bambina e l’hanno messa in mezzo al gruppo, ma la mamma è entrata nel gruppo e se l’è ripresa. Non saprei che dire, tranne che i bambini simbolizzano anche l’innocenza. Seste Immagini:sono entrato in un teatro con le poltroncine tutte occupate. Mi sono avviato avanti. In fondo, sul palco, c’era una persona che parlava. Io ero diretto verso il palco sul corridoio di sinistra. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 21-1-1998 UN QUADRO DELLA MADONNA Prime Immagini: ho visto un grosso tegame fumante di zuppa; era per molte persone. E’ cibo spirituale del quale avrò una porzione per la quale ringrazio. Ho visto altro cibo, ma non lo ricordo più. Seconde Immagini:ho visto una busta rosa sul retro con un francobollo. Sul francobollo c’erano due parole, mi pare, la prima era buona. Notizie in arrivo per me con un augurio. Terze Immagini:ho visto una ragazza bruna quasi di profilo. Non la conosco. Non mi ha detto niente. Quarte Immagini: ho visto una signora con i capelli bianchi, dal viso dolce che mi ha detto “ vediamo…”. Quinte Immagini: ho visto un piccolo quadro dove la Madonna aveva un vestito celeste, lungo e ampio, un vestito regale. Dal petto di Maria proveniva una Luce bianca intermittente; forse è un modo di dirmi ricordati di tua Madre sempre. 25 Serena Foglia, I simboli del sogno, pagina 37, Tascabili Economici Newton 15
  16. 16. Seste Immagini:ho visto il volto di Chica un po’ contrariato. Rosy o Dony era alla mia sinistra, ma dietro di me; ha detto che la mamma aveva ragione, ma non ricordo su che cosa. Era un discorso più lungo, ma non l,o ricordo più. Settime Immagini:ho visto un portafoglio lungo con un foglio sopra; si vedeva una carta di credito. Non so che dire. Gloria, lode e gratitudine alla Madonna. 22-1-1998 UNA CHIESA GREMITA NELL’ALDILA’ Prime Immagini:Di notte, ho visto stagliarsi nel cielo una grande Chiesa fatta di materiale luminoso. L’ho vista da lontano, poi da vicino. Man mano che mi avvicinavo il materiale da costruzione sembrava più consistente. Ritengo di aver visto una Chiesa del mondo astrale dove <<…. non esiste materia opaca, ma ogni oggetto ha una lucentezza ed un colore particolare..... 26 >>. Poi, dentro, la Chiesa era piena; i fedeli, accanto l’uno all’altro, non guardavano un altare, ma verso l’alto come se aspettassero l’arrivo di Qualcuno. Anch’essi erano fatti di una sostanza carne più luminosa e meno grossolana. Stupendo ! Seconde Immagini: Ho mangiato una pasta con cioccolato. E’ Dolcezza della quale ringrazio Terze Immagini:ho visto una borsa da donna piena di cianfrusaglie femminili. Sopra a tutto c’era la corona di un Rosario di legno come il mio. In pochi giorni ho visto due volte la corona del Rosario. Forse mi si vuol dire di andarlo a recitare in Chiesa tutti i giorni. Quarte Immagini:ho visto una busta di plastica grandissima con tre quadri dentro; era grande circa un metro per sessanta centimetri. I quadri erano infilati dentro la busta, che io ho visto da sopra. Non ho potuto vedere il soggetto dei quadri. Secondo Gea Barzaghi, Il grande libro dei sogni, pagina 71, Confidenze, si tratta di un invito dell’inconscio a conoscermi meglio. Accolgo l’invito; è molto importante conoscere noi stessi e io ci sto provando, ma è evidente che devo impegnarmi di più sotto questo aspetto. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 23-1-1998 LA MONTAGNA, IL LIBRO DELLA VITA E LA DOMANDA DEL PADRE CELESTE Stamani mi sono svegliato verso le sette. Ho visto subito, senza alcuna concentrazione qualcosa nell’occhio spirituale che si stava mettendo a punto: ho visto un cielo color celestino, diverso da quelli che ho visto finora; forse rendo l’idea se dico che era un’aria sottile, rarefatta; poi ho visto il picco immenso di una montagna, a forma di triangolo isoscele ( disegno) che si stagliava solitaria contro questo cielo occupandolo in gran parte. I 26 Cerchio Firenze 77, Dai mondi invisibili, pagina 141, Mediterranee 16
  17. 17. contorni erano abbastanza precisi, ma lontani ( disegno). Non ho visto la base del picco, che mi è parso scalabile anche se molto alto e ripido. Si trattava di un picco alto migliaia di metri, o almeno così mi è parso. Il picco enorme simbolizza il Signore Dio Seconda Immagine:Improvvisamente la montagna è scomparsa, mentre è apparso, stagliato contro il cielo uno smisurato Libro antico, aperto (disegno); dai bordi si vedeva la rilegatura in cuoio marrone. Ho capito o intuito che quello era il Libro della Vita e delle Leggi Divine la disciplinano, ma poi ho capito anche che il Libro simboleggiava il Padre Celeste. Teofania: Poi ho avvertito delle parole, ma non sono riuscito a comprenderle; attimi dopo ho percepito questa frase: “ E tu che avreste fatto ( brevissima pausa ), se aveste percepito un gemito ( brevissima pausa ), una mattina ?”. Sono rimasto allibito. Il gemito cui si riferisce il Signore Dio è quello che emise il popolo dei figli di Israele circa 3500 anni fa, quando non ne poté più della schiavitù, del lavoro forzato e dei soprusi del Faraone. Così stamani il Padre buono ha confermato il Libro dell’Esodo. Il primo stupore l’ho provato vedendo quel cielo con quell’aria così strana e quel picco sterminato fatto di materia così fine da ricordarmi la materia della chiesa di ieri ( materia del mondo astrale ). Il secondo stupore l’ho provato vedendo l’immenso Libro della Vita. Il terzo stupore l’ho provato ascoltando la domanda del Signore Dio, che si riferiva al gemito del popolo ebraico in Egitto prima dell’esodo, circa 3500 anni fa. Il quarto stupore l’ho provato constatando che non ero così commosso, né sbalordito quanto dovevo. Ed ero rammaricato e mi tacciavo da quel che sono: un misero tapino, un ingrato figlio. Poi mi sono consolato dicendomi così: tu ami il Padre ed hai con Lui un rapporto che dura da quando avevi soltanto sedici - diciassette anni, anche se allora non ricevevi risposta al tuo dire, pur sentendoti ascoltato. Se stamani sei rimasto di sasso, forse non è colpa tua e visto che sei un cardiopatico può darsi che Qualcuno provveda a non farti emozionare troppo. Inoltre l’emozione ti toglierebbe lucidità a tutto scapito della comprensione e della descrizione che vuoi fare. Improvvisamente mi sono sentito stanco con un po’ di mal di fronte e d’occhi; nonostante non ne avessi voglia mi sono alzato. Erano pochi minuti dopo le otto, appena in tempo per vedere e sentire al telegiornale le ultime notizie su Castro il leader comunista cubano. Poi, improvvisamente, sono entrato in crisi pensando alla misera vita del popolo cubano e sono scoppiato a piangere come un bambino spaventando Chica che è venuta a confortarmi. Poi mi sono ripreso, ma sentivo voglia di sedermi e infine di sdraiarmi. Ho ripianto di nuovo dopo una mezz’oretta e poi ho deciso di ritornare a letto perché non stavo bene in piedi, nonostante che il cuore funzionasse benissimo. E allora perché mi sentivo così spossato ? A causa della visione indiretta del Signore Dio di stamani, ma forse è stata la Voce del Padre buono ad un padre uomo: “ E tu che avreste fatto, se aveste 17
  18. 18. percepito un gemito una mattina ? L’energia che è emanata dalla Voce deve essere stata fortissima. Lì per lì non me ne sono accorto, ma dopo qualcosa è emerso in me nell’intimo, che mi ha squilibrato, perché mi sono trovato di fronte ad una enormità Dio mi ha parlato! Ma non mi importa Ho un leggero affanno, ma non mi importa. Sono stato così fin verso le undici, nonostante fossi sdraiato a letto cercando un sonno che non sono riuscito a trovare. Immagino che voi sappiate ormai che io sia intimamente certo che il nostro Padre – Madre – Dio non è soltanto buono, ma ha anche tutte le virtù tra cui l’Umiltà. Stamane mi ha parlato da Padre-Madre-Dio a padre. Lui, l’Assoluto, il creatore dei mondi e della vita che parla a un suo figlio così! Io non so più che dire. Aggiungo soltanto: Amare il Padre nostro è un minimum che possiamo fare. Lui, nonostante tutti i nostri limiti ci ama teneramente, ci rispetta come nessun altro nonostante i nostri difetti, errori, le nostre trasgressioni, i nostri pensieri impuri e via e via; perciò mi domando com’è possibile che l’uomo – io per primo – per decenni, anzi per millenni, non comprenda il Suo amore, la Sua generosità, la Sua umiltà, la Sua disponibilità, e una volta capitili, non lasci tutti i suoi interessi per servirLo, onorarLo e amarLo tutta la vita a cominciare dalle persone della sua famiglia o che ha intorno a se ? Gloria, devozione e gratitudine a Dio e al Suo Spirito Santo. Non saranno mai abbastanza, ma Lui sarà contento lo stesso! 24-1-1998 UOMINI DI UN ALTRO MONDO Prime Immagini:ho visto una decina di persone viventi, di misure lillipuziane; le ho viste in piccolissimi ambienti domestici. E’ come li avessi visti altre volte, come popolo già conosciuto, ma è solo un’impressione, perché non so di più. Non so dove potessero essere, ma immagino che fossero nel piano fisico (universo) di un altro Cosmo. E’ una conferma di una frase che ho letto in uno dei libri dei Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77: “Molti i Cosmi nell’Assoluto“. Seconde Immagini:ho visto su di un grande marciapiede - davanti ad un negozio, sopra un grande mucchio di sassolini di color marrone – numerose valige di varie dimensioni tutte in pelle o in cuoio, tutte bellissime (disegno). Probabilmente erano set di valige, ma ora non lo ricordo più. E’ possibile che siano riferite ai popoli; le singole persone hanno una valenza, così come le hanno i popoli; infatti esistono karma personali e karma collettivi 27 , ad esempio, quello del popolo ebraico e del popolo palestinese. Terze Immagini:ho visto una grande medaglia di color marrone, di circa 6-8 cm di diametro. Sopra molti simboli, ma non li ho riconosciuti a causa della velocità con cui mi è stata fatta vedere. Fa una faccia della medaglia, quella di sotto era stata tolta una fettina col fuoco o simile modo. Su questa faccia era scritta la parola portfolio ( disegno). Portfolio significa una cartella con del materiale 27 Cerchio Firenze 77, Dizionario del Cerchio, pagine 153-156, Mediterranee 18
  19. 19. dimostrativo di un prodotto o di altri argomenti o soggetti. Non saprei che dire tranne che devo far notare che esistono altri cosmi con essere viventi, uomini, anche diversi da noi, come nel caso dei lillipuziani, dell’uomo con la faccia elefantiaca o dell’uomo con le mani fatte a vanga che ho visto in altre circostanze. 25-1-1998 LA COSCIENZA – LA COMUNIONE – LA PORTA DEL PARADISO ? Prima Immagine:ho visto velocemente un piccolo palazzo con sopra, nel mezzo un casotto per una grande orologio, come si vedono nei campanili (disegno). Secondo Gea Barzaghi, Il grande libro dei sogni, pagina 62, Confidenze il “ palazzo indica timore e rispetto per chi ha il potere “. Io ce l’ho per Dio, ma il rispetto, anzi l’ammirazione predomina sul timore. Seconde Immagini: ho carezzato un pesce, grosso e buffo di color celeste tipo Walt Disney, che poi se n’è andato. Terze Immagini:ho visto un salotto pieno di fiori, luminoso con bei mobili antichi. Ne ho tratto un’impressione di Bellezza, Armonia e Pace. Questa stanza arredata e infiorata con cura secondo Jung rappresenta la coscienza 28 , ripulita e imbellita dal Signore Gesù e dalla Grande Madre, lo Spirito Santo. Quarte Immagini:Rossella, che indossava una pelliccia, si è alzata da sedere e mi ha detto qualcosa con un ampio sorriso. Non ho capito cosa mi ha detto, ma immagino che è contenta perché cambierà casa. Quinte Immagini: Chica mi ha dato un vassoio pieno di cibo, ma io l’ho posato sul davanzale della finestra, perché lei ha idee diverse dalle mie. Seste Immagini:Ho visto un bouquet di fiori su un tavolo, che sembrava un altare; dietro il mazzo di fiori c’erano due anfore d’oro; ho mangiato qualcosa, immagino un’ostia consacrata, cioè il Corpo di Cristo. Settime Immagini: ho visto dapprima un’aria rossa, il colore dell’amore, e dietro, quando mi sono avvicinato, un grande portone, finemente lavorato. Sembrava ermeticamente chiuso, ma da esso emanava un’aria rossa ugualmente. Questo portone era immenso, visto che non sono riuscito a vederlo tutto; il mio sguardo si muoveva lentamente, ma non h visto nemmeno un pannello; ne deduco che era tutto di un pezzo. Io penso che sia la porta del Paradiso. 26-1-1998 ( mattino ) SUCCESSO 28 Serena Foglia, I Simboli del sogno, pagina 32, Tascabili Economici Newton 19
  20. 20. Stamani presto ho visto un bellissimo cielo stellato. Secondo Gea Barzaghi. Il grande libro dei sogni, pagina 24, Confidenze l’immagine del cielo rappresenta il desiderio di evasione e di cose nuove…. Un cielo stellato indica successo”. Ringrazio sentitamente per l’informazione. Seconde Immagini:ho visto una donna giurare su di un libro aperto. Non la conosco, né so cosa a ha giurato. Terze Immagini:con la chiave della mia auto ho chiuso la bocca ad una giovane donna. Le ho infilato la chiave in bocca ed ho fatto il piccolo movimento necessario per chiudere la serratura dell’auto. Forse ho voluto simbolizzare che il silenzio è d’oro. 26-1-1998, pomeriggio PORTARE LA MADONNA NEL CUORE Prime Immagini:Rossella mi ha dato da mangiare con un cucchiaio; Percezione: Mi sente un po’ la testa e gli occhi: sono un pò stralunato. Ad un certo punto mi è venuto in mente quel nuovo amico fraterno che mi fece da guida a Medjugorje ( e poi ho saputo che si è fatto frate ). Mi disse che pregò affinché diventassi un apostolo di Medjugorje. Allora mi sono domandata con lentezza: “Ma che vuol dire essere apostolo di Medjugorje ? Non ho fatto a tempo a darmi una risposta perché nel mio sistema visivo è arrivata, come un a freccia scoccata vicinissima questa frase: “ Portare la Madonna nel cuore”. Le parole mi han dato l’impressione di essere una dopo l’altra, come se fossero unite da una specie di bastoncino che è arrivato nel mio sistema visivo. Così ho saputo di essere un apostolo di Medjugorje, poiché da allora porto la Madonna nel mio cuore. La preghiera dell’amico trovato a Medjugorje è state efficace, sia perché Medjugorje è un luogo straordinario dove avvengono miracoli, sia perché l’amico, di cui ora non ricordo il nome era proprio un uomo devoto alla Madonna, che lo ha ascoltato. Io non so più che dire ed in quanto a pensare…non voglio pensare più, almeno in questo giorno, in cui la Grazia della Madonna mi si manifesta, affinché sappia e perciò pensi e mi comporti come Lei desidera che pensi e mi comporti. 27-1-1998 17 NOVEMBRE Prime Immagini: a Colline ho girato per andare alla stazione. Ne deriva che inizierò un’altra tappa trasportato dalla Grande Madre Spirito Santo che è Dio. Oggi mi pare di essere più intontito del solito. Percezione: mi hanno suggerito una data che, non so come – forse con un nuovo modo di trasmissione del pensiero, è come esplosa nella mia testa: 17 Novembre. Vedrò gli argomenti del prossimo 17 Novembre. Eterne grazie al Cielo. 20
  21. 21. 28 o 29-1-1998 LO SPIRITO SANTO…. E UNO DEI MIEI EGO Pensavo al Padre Celeste e al Suo Spirito Santo, la Grande Madre, cioè a Dio. Li ringrazio per i doni e le correzioni, i lavacri e le purificazioni. E per il sostegno che lo Spirito Santo distribuisce silenziosamente a tutti, continuamente, incluso l’ampliamento delle qualità divine e della coscienza di noi piccoli uomini. Poi ho concluso che, finalmente, non ho più paura o timore non ricordo più dello Spirito Santo. A quel punto la mia consapevolezza ha visto uscire un pupazzo da una portafinestra sul ballatoio. Ho compreso che uno dei miei Ego è uscito da me. E di ciò ringrazio sentitamente Dio, perché la mancanza di un rapporto con la Grande Madre significa vivere senza una parte di noi stessi, anche se Lei opera ugualmente in noi indipendentemente da noi, perché la separazione è opera esclusiva della nostra mente, che non altera la Realtà: Dio ci è comunque vicino e non si separa mai da noi 29 . Seconde Immagini: ho visto una scodella con molti disegni rossi, piena di cibo, puré di patate mi è sembrato, dal colore giallino. L’ ho raccolto con un enorme cucchiaio, che ricordava un cuore, e ne ho mangiato. E’ cibo spirituale molto speciale a giudicare dal colore, simbolo del Divino e dell’eterno 30 . Eterne grazie a Dio e al Suo Santo Spirito, la Grande Madre. 30-1-1998 LA GIOIA Prime Immagini:ho visto un fiore tipo margherita con le foglie giallo – oro. Il fiore aveva i petali rovesciati verso di me (disegno). Mi è sembrato che avesse la funzione di inviare qualcosa verso di me ( come potrebbe fare il casco delle pettinatrici che invia aria calda sui capelli delle donne. Forse il fiore inviava gioia; lo deduco da pagina 73 del libro di Serena Foglia, I Simboli del Sogno, Tascabili Economici Newton. La gioia, secondo lo Zingarelli è “uno stato d’animo di intensa allegria e contentezza”. La gioia è anche sinonimo di felicità e letizia. Se non fosse la gioia, sarebbe comunque un grande dono. Grazie a Dio e al Suo santo Spirito, la Grande Madre 31 . Seconde Immagini:Ho visto due persone davanti a me, di profilo; indossavano abiti scuri da cerimonia con camice bianchissime; si sono venute incontro e si sono baciate sulle guance, dopodiché l’uomo alla mia sinistra, di taglia forte, si è rivolto verso di me per dirmi: “vedi, noi ci amiamo agape ( amore fraterno ) e tu ? “. L’uomo aveva il volto un po’ lungo, ma regolare. Aveva anche i baffi. Anche l’altro mi stava guardando; anche lui aveva i baffi, ma il suo viso era regolare 29 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 29 Maggio, Amrita 30 Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 73, Tascabili Economici Newton 31 Tommaso Apostolo, Il Quinto Vangelo, trad. Mario Pincherle, pagine 101-105, MacroEdizioni. 21
  22. 22. ed era longilineo. Questo invito ad amare gli altri con amore fraterno mi ricorda il Vangelo di Giovanni, 21, 15-19 , e quindi il “mi ami tu? “ di Gesù e il “Ti voglio bene” di Pietro. Terze Immagini: Dalla sommità di un fabbricato molto alto ho visto, sotto, una folla di persone indistinte, un a accanto all’altra. Sotto la folla si è accesa una Luce tanto grande da comprendere tutte le persone. La Luce aveva un disegno irregolare, forse quello della folla. Mi pare che se ne possa dedurre questo: la Luce della Verità ci illumina da ogni parte, anche da sotto i piedi. Quarte Immagini:ho visto dall’alto una tavola apparecchiata con due zuppiere: quella di sinistra conteneva verdura cotta, mentre in quella di destra c’era insalata. Si tratta di cibo celeste del quale ringrazio. Gloria, lode e gratitudine al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, la Grande Madre. Ma anche alla Beata Vergine Maria. Ringrazio sentitamente anche San Francesco D’Assisi, il mio Angelo Custode ed tutti quelli che mi hanno aiutato a comprendere, primi fra tutti i Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77; nei loro libri ho trovato le risposte e le conferme di cui avevo bisogno. E tante altre nozioni e Rivelazioni alle quali non avevo proprio pensato. 31-1-1998 UN VIAGGIO – CIBO CELESTE – PULIZIE Prime Immagini:ho visto uno stanzone pieno di grosse borse multicolori da viaggio, tutte chiuse con cerniere. Non ho capito se si trattasse del deposito bagagli di un albergo o di un aeroporto. Mi pare che lo Spirito Santo mi annunci una lunga tappa. Seconde Immagini: ho visto una zuppiera piuttosto bassa, piena di brodo senza grasso, con nel mezzo una massa di unto nero con la forma di un uovo allungato. Ho subito deciso di buttar via la massa di unto nero e perciò ho infilato le mani nel brodo, l’ho presa e l’ho buttata via in fondo alla stanza. Sono tornato al tavolo con una bella zuppiera di brodo normale, fumante e con grasso dorato. Evviva, anch’io coopero con il Cielo a prevenire inganni diabolici. Terze Immagini:La mia consapevolezza è entrata in un cunicolo rotondo, abbastanza grande. Dalle parti c’erano alcune casse chiuse. Il cunicolo o meglio la galleria rotonda era pulita e in ordine tranne che in fondo: là c’era una massa compatta che poteva somigliare a cervello cotto. La massa era lunga un paio di metri, alta 30/40 cm e si rimpiccioliva progressivamente ( disegno ). Io ci ho spalmato sopra con le mani molto nero, una specie di morchia, che penso simbolizzi il pensiero negativo. E’ probabile che la massa rappresenti la massa celebrale di molti cervelli, sia miei che di altre persone con le quali ho avuto contatti. Dietro di me è spuntata una suora un po’ anziana, un po’ grassoccia e si è messa subito a fare pulizia. Ritengo quindi che anche il mio attuale cervello sarà fatto ripulire dallo Spirito Santo al quale rendo grazie, anche per il cibo spirituale. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 22
  23. 23. 1-2-1998 ASCENSIONE E RITORNO ALL’UNITA’! Ieri dopo la pennichella la mia consapevolezza ha mangiato da un grosso barattolo marmellata d’arance con un cucchiaio, finché ha tirato su uno spicchio d’arancio pigmentato di rosso. Per me significano Dolcezza e Amore. Grazie eterne a Dio e al Suo Spirito Santo. Seconde Immagini: Stanotte ho visto una montagna isolata a forma di cono spezzato, con sopra una nube. Il picco era molto ripido ( disegno), ma scalabile, seppur con tanta fatica. Poi ho visto il picco senza la nube, ma la forma è rimasta uguale, a cono spezzato. Difficile da scalare, ma ora ho, grazie a Padre al Figlio e allo Spirito Santo Spirito, altre possibilità rispetto al passato e tanti aiuti, tra cui, fondamentale quello della Madonna, la Mamma spirituale. Mi si avvisa, con amore paterno e materno che inizierà per me una prova dura. Il cono rappresenta la femminilità e “… come la piramide significa ascensione, evoluzione, spiritualizzazione progressiva del mondo, processo coscienziale delle creature e ritorno all’unità 32 “. Mi pare che ciò significhi che devo accettare la parte di femminilità che c’è anche nel maschio, così come nella femmina, c’è la parte di maschilità. L’accettazione di ogni nostro aspetto, penso che corrisponda ad un ampliamento della coscienza. Forse è il massimo traguardo dell’uomo da solo, poiché la riunione finale in Dio può avvenire soltanto tramite il Signore Gesù, così come conferma la Rivelazione di Findhorn 33 . Gloria, lode e gratitudine a Dio. 2-2-1998 I SEGRETI DELLA VITA SPIEGATI CON I SIMBOLI Prime Immagini:Ho visto diverse figure geometriche angolari con linee d’oro. Il triangolo simbolizza Dio 34 . Seconde Immagini: Ho visto un torello piccolo, anch’esso con il perimetro d’oro. Il torello ha trotterellato pimpante intorno a me. “..il toro simboleggia la forza, la possanza, la foga e per analogia gli elementi scatenati della natura….secondo Jung rappresenta l’aspirazione a una vita spirituale che permetterebbe all’uomo di trionfare sulle passioni 35 “.In questo senso interpreto le Immagini: come il dono della forza per trionfare sulle passioni. Terze Immagini: ho visto un sentiero tra gli alberi, lontano, ai piedi della collina o della montagna. Considerato il picco a forma di cono di ieri, penso significhi che l’ascesa comincia subito. Il Cielo mi informa del prossimo futuro e di ciò ringrazio. 32 S Boncompagni, Il mondo dei simboli, pagina 197, Mediterranee 33 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggi del 24 e 25 Dicembre, Amrita 34 S. Boncompagni, Il mondo dei Simboli, pagina 159 e ss, Mediterranee. Si veda anche Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 82, Tascabili Economici Newton 35 Serena Foglia, pagine 52-53, Tascabili Economici Newton 23
  24. 24. Quarte Immagini:ho visto un cane lupo davanti a me sdraiato per terra. Teneva le zampe davanti e la testa fra le zampe o sopra le zampe, non lo ricordo più bene. Il Cielo mi ricorda quanto è importante la fedeltà. Quinte Immagini: Ho visto un mestolo pieno di zucchero. Mi si dice, figlio, ti aumenterò la dolcezza. Che dire? Sempre grazie al Padre e al Suo Santo Spirito, la Grande Madre. 4-2-1998 IL FLAGELLATO E LA FEDELTÀ Prime Immagini:ho visto la schiena di un uomo completamente ricoperta di croste, residui della flagellazione. Forse significa che i discepoli di Cristo devono essere preparati a tutto. Seconde Immagini: Ho visto il muso di un cane di razza volpina dai grandi occhi che guardavano alla mia sinistra, forse il Flagellato. ( disegno ). Le immagini significano che la prima virtù di un discepolo deve essere la fedeltà, molto apprezzata in cielo. Gloria, lode e gratitudine al Cielo 5-2-1998 RELIGIONI Ho visto una finestra con persiane verdissime e le ferramenta di ottone, poi ho percepito religione cattolico/musulmana, abbondanza di Grazia. La persiana chiusa dovrebbe significare che non c’è dialogo tra le due religioni. Che la religioni cattolica sia una buona religione ovunque non c’è dubbio, ma quanto a quella musulmana bisogna distinguere i miti dai violenti. La religione dei miti ( i Moderati ) è una buona religione, quella dei violenti non è religione, ma satanismo. Gloria, lode e gratitudine al Cielo. 6-2-1998 LA MENTE UMANA E LE CELLULE – IL GEMITO Ho visto una testa d’uomo stilizzata ( tipo fagiolo ). Dovrebbe simbolizzare la mente dell’uomo. Poi ho visto un piatto o un vassoio con cellule color marrone in una soluzione acquosa. Le cellule avevano una striatura più chiara, ma non ho visto la forma che avevano perché non c’era alcun spazio tra una e le altre. Forse significano che la conoscenza è una somma di nozioni. Seconde Immagini: ho visto uno spicchio di limone con una piccola zona marroncina, come se cominciasse ad andare a male. Non saprei che dire, tranne che la conoscenza dell’uomo è inquinata. Percezione:Mentre pregavo per chi soffre, ho percepito: “ E’ tutta riconoscenza”. E’ vero, avendo avuto molto, prego per chi soffre affinché comprendano le ragioni del loro dolore ( ovvero quali trasgressioni commisero alle leggi divine con comportamenti malevoli ). 24
  25. 25. Terze Immagini: mentre pregavo per l’avvento del Regno di Dio, il secondo avvento per risanare l’umanità 36 , ho visto il volto di una donna nella tribolazione ( donna bionda dai lineamenti fini, i capelli tirati all’indietro, ( somigliava a Chica ), che ha detto – congiungendo con forza le braccia e poi le mani: “ O Cristo “. Signore Gesù, ascolta il suo gemito, grazie. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù 6-2-1998l pomeriggio MCCHINA DA SCRIVERE CON FOGLIO Ho visto una parete di alluminio con vetri pippolati, tipo ufficio per impedire la veduta. Seconde Immagini: ho visto una macchina da scrivere con un foglio inserito e scritto, ma che no ho potuto leggere in quanto era lontano. Le due Immagini mi anticipano notizie che per ora non devo sapere. Gloria, lode e gratitudine al Cielo. 7-2-1998 Percezione:Ieri sera dopo la discussione in consiglio Pastorale Parrocchiale sulle direttive pastorali della Diocesi son tornato quasi a mezzanotte. Non sono d’accordo sulle distinzioni alcune arbitrarie che ho sentito ieri sera. Se sono direttive c’è una sola cosa da fare, adeguarsi, piaccia o meno. Per non perdere tempo dietro pensieri inutili sulla parrocchia ho percepito questa frase, espressa in tono alto, forte e rimbombante: “ Non temete…. Resistete”. Era la risposta ad un pensiero che avevo durante il consiglio: mi dicevo, ma perché non stai a casa tua visto che qui c’è un muro di gomma ? Poi, strada, parlando con Piero Taddei mentre si tornava a casa, ho concluso che forse non avevo del tutto fatto male a perdere la pazienza e che sarei andato avanti per vedere come andava a finire questa storia delle direttive sottoposte a discussione mirante a non applicarle! Immagini: Stamani, in frazioni di secondo, ho visto una luce intermittente sopra ad una macchina alla base della quale c’era scritto Italy. Ne deduco che il mio futuro servizio sarà in Italia. Gloria a Dio e al Suo Santo Spirito, la Grande Madre. A Gesù e alla Madonna a tutti in Cileo, insomma. P.S. Nella mia testa ci sono lavorio in corso da molti giorni. 8-2-1998 LA PORTA E IL BAMBINO Stanotte, poco dopo la mezzanotte pensavo a quanti pochi preti ci sono anche a Montenero e così ho pregato per nuove vocazioni o nuove soluzioni per risolvere il problema della diffusione della Parola di Dio, o Evangelizzazione che dir si voglia, al di fuori della parrocchia. Dopo ho visto una porta che si è mossa leggermente nella parte alta ( disegno ). La porta sarà aperta dall’alto; la Parola 36 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggi del 24 e 25 Dicembre, Amrita 25
  26. 26. di Dio sarà portata fuori delle Parrocchie. Allora mi sono ricordato quelle belle Immagini di quei giovani nella hall di un grande albergo, la grande scala dove parlavano. Così come intuii dalle Immagini di uno o due anni fa, presto una nuova schiera di giovani verranno a diffondere la Parola di Dio nel mondo affinché sia conosciuta e vissuta. Seconde Immagini: Mentre seguiva la Santa Messa alla televisione ho visto un bambino piccolo, di un paio di anni, che ha alzato le sue braccine affinché lo prendessi in collo. Aveva il viso rotondo con il volto rovesciato un po’ all’indietro e le braccia spalancate. Mentre la mia consapevolezza stava per chinarsi sul bambino la sua Immagine è sparita. Chi era quel bel bambino. Gloria, lode e gratitudine al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. E a Maria Santissima. 8-2-1998, pomeriggio L’OCEANO DELLA COSCIENZA Dopo la pennichella ho visto dall’alto un fiume piuttosto grande con l’acqua azzurra che si immetteva in un mare altrettanto azzurro. Forse il fiume rappresenta le coscienze degli uomini della terra; di quel fiume ognuno di noi è un goccia. Il mare azzurro simbolizza l’oceano della coscienza di Dio. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 9-2-1998 SULL’OBBEDIENZA NON TRANSIGO Prime Immagini: ho visto una capsula giallo oro per terra; penso si tratti di un farmaco spirituale del quale ringrazio. Seconde Immagini:ho tirato fuori un lungo steccalo appuntito e sanguinante da una guaina. Sembrava fatto d’osso o di altra materia carnale dura. Non saprei che dire. Terze Immagini: mia sorella mi ha portato qualcosa, incartata a tubo, ma non ho finito di scartarlo e perciò non ho visto di che cosa si trattava; era un piccolo dono del quale ringrazio. Quarte Immagini:sono entrato in una stanza un po’ buia dove si trovavano alcune persone indaffarate a riempire un sacco. Tra di loro una donna di una certa età, vestita di scuro, all’antica, che ho visto di spalle. Non saprei che dire. Quinte Immagini: ho visto un’auto dalla finestra aperta. Forse è un modo per dirmi che lo Spirito Santo mi aiuterà a portare a termine questa tappa. Seste Immagini:Sulla porta interna della Chiesa ho visto Fiorella Barinci mentre usciva. Ha guardato verso di me. Mi è sembrata un po’ tesa; forse non ha approvato la mia uscita di Venerdì sull’obbedienza . Mi dispiace, a parte il fatto che io ho discusso con altri, ma sui principi divini non transigo nemmeno con me stesso. Se non obbedisco ai Comandamenti evangelici sbaglio, punto e basta e so quel che devo fare: obbedire. Quando non si obbedisce si sbaglia. La Chiesa è 26
  27. 27. un’organizzazione verticistica e perciò quel che prescrive di fare il Vescovo, ammenoché sia impazzito e agisca contrariamente al Vangelo, va fatto, sempreché, ripeto, il Vescovo non sia impazzito e chieda cose che non si possono fare. Le scuse a me non piacciono. Il parroco non può fare quel che vuole, altrimenti che fine fa il voto d’obbedienza ? Settime Immagini:Tommaso, con i suoi occhialetti mi guardava attento ad un paio di metri di distanza. Tra me e lui due donne di spalle. Ottave Immagini: ho visto un foglio dattiloscritto ( due o tre righe ); ho detto che non riuscivo a leggerlo perché era lontano. Dopo poco l’ho rivisto. Sembrava scritto in italiano. Ho letto le prime cinque o sei parole, ma non era italiano. 10-2-1998 MADRE E FIGLIO SONO UNO Stanotte e stamani ho preso appunti come al solito, ma ho perduto il foglio. Queste sono le cose più importanti che ricordo: 1) Alla spalliera del letto, dalla mia parte, in cima, sul piolo di sostegno c’era attaccata una fotografia ( formato cartolina ) del Signore Gesù, adulto, che guardava dalla parte opposto dove dorme Chica ( alla destra del letto ). Mi pare molto bello e ringrazio sentitamente il Signore Gesù per aver cura personalmente di lei. 2) Ho visto nell’aria una seconda cartolina; ho visto dapprima Gesù, ma rapidamente, mentre la cartolina si rovesciava. Dall’altra parte c’era la Madonna con un manto celeste e un velo bianco in testa. Molto bello e molto espressivo; dal punto di vista spirituale significa che Madre e Figlio sono Uno. E che tutte e due vegliano su di noi; anche noi siano uno, così come ci insegna la Genesi, una carne sola. 3) La mia consapevolezza ha aperto un frigorifero ripieno di diversi tipi di cibi. Se ho capito bene è un dono nel dono. Sembrerebbe che possa avere accesso ai cibi spirituali di cui ho bisogno. 4) Ho visto davanti a me due pezzi di carne arrosto, tenute insieme con uno stecchino. Il pezzo di sinistra era una fetta, quello di destra era una specie di rombo allungato. Si tratta di proteine spirituali per le quali ringrazio. 5) Ho visto un vaso di vetro, alto circa quindici centimetri, molto spesso e di colore verde scuro che mandava riflessi di tal colore. Il verde è il colore della speranza. Forse significa che avrò in dono un po’ di speranza. Nota: questa è l’Immagine che ho visto per prima, anche se l’hop scritta per ultima. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù e alla Madonna. 11-2 1998 27
  28. 28. LA VITA NELLA GERUSALEMME CELESTE Prime Immagini: ho visto alcune salette con diverse persone sedute ad un tavolo rotondo a parlare tranquillamente. Erano vestite di blu con motivi bianchi; il blu simbolizza la spiritualità e i motivi bianchi la Purezza. Seconde Immagini:ho visto una cestina d’argento finemente lavorata piena di fette di pane. Considero l’Immagine di buon augurio e ringrazio. 12-2-1998 COM’ERO A TRENTANNI – UNA SECONDA PELLE – LA CARITA’ Prime Immagini:Mi sono visto com’ero a circa trent’anni. Ho visto l’immagine dopo che è apparso uno schermo. Erano linee non marcate e ben dritte ( dello schermo ). Tra quelle linee c’è stato un movimento finché non è apparso il mio volto a quell’età. Avevo qualche kilo in più di ora ed è vero. L’unica cosa strana era il vestito, che sembrava una divisa che io non ho mai avuto. Mi sono visto a mezzobusto. E’ probabile che sia stato un vestito astrale e perciò io ho visto me stesso nel piano astrale, quando avevo trent’anni circa. E’ una conferma dell’insegnamento dei Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77 37 : tutto esiste per sempre e può essere rivissuto. Seconde Immagini:ho visto la volta celeste, ma più da vicino. Le stelle erano molto più grandi. Di quanto appaiono dalla Terra. Dovrei aver visto il cielo del mondo astrale. Terze Immagini: ho visto una muta da pescatore subacqueo, ma non era di propilene o simile materia plastica. Era di pelle doppia, cioè tutto il derma della pelle di un uomo.. La mia seconda pelle, così ho intuito, era accartocciata su di un tavolo; le mancava il volto, proprio come ad una muta subacquea. Questa muta ha certamente a che fare con una mia liberazione da qualcosa che mi stava addosso come una seconda pelle, ma non ho intuito di che cosa si trattava. Mi pare che un’altra parte del mio Io umano, grazie al Signore Gesù e a alla Madonna se n’è andata. Quarte Immagini:nel pomeriggio, mi ha svegliato dalla pennichella un forte battito nella parte posteriore del collo. Ho guardato e ho visto una lettera scritta a mano. Lo stile della scrittura era grande, panciuto, come quello che ho in questi giorni. Non ho potuto leggere nulla, poiché dal foglio proveniva un vapore rosso, il colore dell’amore. Penso che sia il dono della Carità, che in questi giorni ho chiesto al Padre e al Suo Spirito Santo, la Grande Madre., poiché – ma non ne ricordo le ragioni – mi è venuto in mente che quando si vuole qualcosa da Qualcuno è bene chiederla così come ci insegna il Signore Gesù 38 . La risposta è stata molto veloce, com’è nello stile del Padre, quando si chiedono cose belle, non materiali. Che dire ? Grazie, sempre grazie, con affetto. 13-2-1998 37 l loro libri sono editi da Edizioni Mediterranee 38 Vangelo di Luca 11, 9-13. In verità il Signore Gesù ci dice che si può chiedere addirittura lo Spirito Santo 28
  29. 29. LA DISCESA – I WISH TO YOU ALL FORTUNES Prime Immagini : Mi sono visto mentre facevo in bicicletta una ripida discesa. E’ la seconda volta che faccio una tappa i montagna in circa un mese. Questa è stata fatta su strada sterrata, compatta e scura. L’altra, anche se non ricordo di averla scritta, l’ho fatta in un canalone tipo bob, quanto a dimensioni, di colore giallo. Seconde Immagini:ho visto una lettera dattiloscritta con la quale ho avuto l’impressione che mi si chiedesse qualcosa e che si trattasse di un uomo di mare. Questa sensazione è strana. Chi potrebbe essere ? Lo saprò in Paradiso, se continuerò a piacere a Dio e al Suo Spirito Santo, la Grande Madre. La lettera finiva così: I WISH TO YOU ALL FORTUNES, frase che può essere tradotta così: ti auguro vicende fortunate in tutti i campi. Grazie mille! Terze Immagini: Mi sono guardato accanto alla rotula del ginocchio sinistro, nella parte alta a sinistra. Era sbucciata in superficie. La sbucciatura era grande quanto una moneta da cento delle vecchie lire. Era arrossata, ma non sanguinava. Niente di strano, se non ci fosse un particolare non trascurabile: la gamba non era la mia, ma di una persona che pesava almeno venti chili più di me. Penso che le Immagini siano collegate con la discesa molto ripida in bicicletta della montagna a cono spezzato e con l’immagine di una vita precedente a questa nel piano terra. E’ stato un duro ostacolo che superato rapidamente grazie alla Grande Madre Spirito Santo ( che mi ha fornito simbolicamente la bicicletta). La sbucciatura dovrebbe essere collegata con il comportamento che devo tenere in parrocchia: fermo e deciso sui principi, ma dovrò esporli con più garbo, sebbene mi sia seccato una volta sola e con validi motivi. Il problema è che non sono un santo e nemmeno un santino. Sia lode alla Grande Madre Spirito Santo. Grazie di cuore. 14-1-1998 LE COSE SONO AMICHE Percezione: Ho percepito questa frase “ Le cose sono amiche “.La ragione è questa: tutto ciò che esiste di materiale deriva da divina sostanza Spirito. Per questo le cose sono amiche e tutto è ordinato nell’universo. Si veda il Cantico delle Creature di San Francesco D’Assisi 39 . Prime Immagini:ho rialzato un telaio da bicicletta un po’ strano. Forse l’ho fatto quando mi sono rialzato da terra dopo la caduta durante la discesa della montagna a cono spezzato. Seconde Immagini:Ho agito su di un apparecchio a forma di bauletto che avevo alla vita. Alla destra del bauletto c’era una chiave che ho girato. E’ allora che ho percepito “ L’ora “. E’ l’ora dell’inizio di un servizio ? O di una tappa ? 39 Samuele Duranti, Le preghiere di Francesco, pagina 129, Porziuncola 29
  30. 30. Terze Immagini:in una sola ho visto un po’ lontano da me un sacerdote seduto con il viso un po’ grosso, che non conoscevo. Però c’è stato un riconoscimento perché il sacerdote ha abbassato la testa in segno di saluto e io mi sono mosso subito per andare da lui. Dov’ero io c’erano più persone, ma la sala era quasi vuota. Gloria a Dio. 15-2-1998 L’UOMO CHE AVEVAALLE SPALLE UNA PARETE ROSSO FUOCO Il sogno: mi sono sognato di andare in Nuova Zelanda, cioè in un Paese lontano. Ho seminato tre bagagli a mano in un aeroporto ed a questo punto il sogno si è interrotto. Nel sogno, ad una ragazza giovane e bellissima, avevo detto “ Quanto sei bella !” Prime Immagini:ho visto sul pavimento di una casa in costruzione, al piano terreno un grosso serpente apparentemente morto, dormiente o in letargo, tipo boa. Il serpente sembrava imparentato con il massello del pavimento. “… il serpente, prima di rappresentare gli opposti principi del Bene e del Male, della conoscenza e della perdizione è stato associato all’energia primigenia, alla sua latenza, al suo potenziale …Come principio vitale è associato all’energia Kundalini 40 . Questa Immagine mi pare beneaugurante. Seconde Immagini:ho visto il prato di un giardino di notte illuminato dalla luna. Il parto era bagnato. Qua e là, nel prato la luce e l’acqua formavano stelle lucenti. Anche questa è un’Immagine beneaugurante. Terze Immagini: ho visto un uomo seduto dietro una scrivania; dietro di lui c’era come una parete rosso fuoco che simbolizza l’amore universale. Mi domandavo chi fosse quell’uomo, quando una signora abbastanza giovane, bionda, sui 40-50 anni mi ha fatto i complimenti. Ne deduco che quell’uomo simbolizzava me stesso. Grazie infinite anche se non so ancora quello che farò dietro quella scrivania, ma mi pare certo che sarò finalmente un servo di Dio, che mi sosterrà nel mio lavoro. Tutto andrà bene allora. Quarte Immagini: ho visto il volto cadaverico di un uomo in mezzo ad altri; quell’uomo mi ha ricordato non un uomo, ma un sepolcro imbiancato di evangelica memoria; forse io somigliava a quell’uomo prima di vivere evangelicamente al meglio delle mie possibilità. E’ da quel momento che l’aiuto di Dio mi ha cambiato. Quinte Immagini: di notte, ho visto dall’alto una piccola collina sulla cui sommità c’era una casa a due o tre piani sfolgorante di luce. Tutte le sue finestre erano aperte, ma sembrava che le pareti fossero di vetro, tanta era la luce che si vedeva da fuori. Anche questa è un’Immagine beneaugurante poiché le case simbolizzano l’uomo. 40 Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagine 43 e 44, Tascabili Economici Newton 30
  31. 31. Mi è sembrato che sulla collina, più in basso ci fossero altre case, ma erano immerse nel buio. Poi, accanto un po’, sulla destra, c’era un’altra casa, più piccola e con una luce meno forte ( disegno ). Gloria, lode e gratitudine a Dio. 17-2-1998 IL PINO FERITO Poco prima di alzarmi ho visto un bel pino solitario dalla chioma grande e verde, ma aveva una “ferita” da taglio sul tronco ( disegno ). Penso che il pino simbolizzi me; io stesso con i miei peccati, comportamenti, pensieri e desideri egoisti e materiali stavo per tagliarlo. Nonostante il taglio il pino è rimasto vivo e bello, ma la “ferita” rimarrà a ricordo. Ne deriva che anche la mia coscienza porta i segni di tale ferita. Grazie a Dio non son più un sepolcro imbiancato, anche per merito di Gesù Redentore. 20-2-1998 UNO SCHERMO FISICO ? Ieri sera, mentre tornavo a casa, mi sono accorto all’edicola che non leggevo bene, né con l’occhio sinistro ( specialmente, né col destro. Non riuscivo a leggere nemmeno una parola della locandina. Non ho visto nemmeno bene una signora che conosco ( partecipa alle riunioni del gruppo dell’amico Giorgio Galletta e di sua sorella. L’ho riconosciuta quando mi ha salutato da vicino, ma non riuscivo a mettere bene a fuoco il suo volto. La ragione ? Penso che sia straordinaria poiché ho visto in alto nell’occhio sinistro, ma senza concentrazione alcuna, visto che ro per strada e aspettavo l’autobus lo schermo a dama, bianco e nero, che ha assunto la forma rotonda dell’occhio spirituale. Sembra quindi che lo schermo sia sceso nell’occhio fisico. Non saprei dire altro, ma è stato un modo nuovo di vedere. Quel che sarà sarà, a gloria di Dio. Stamani, dopo le sette ho visto: Prime Immagini:la mia consapevolezza ha attinto, con un ramaiolo o simile utensile, un liquido abbastanza denso – del quale non ho visto o percepito il colore – infilando la mano in un contenitore di legno abbastanza sottile, a forma di ruota. Il legno era bianco simile a quello delle cassette di frutta. L’apertura era irregolare come se il legno fosse stato strappato. Si tratta di cibo spirituale del quale ringrazio. Seconde Immagini:avevo nella mano destra due pezzi di zucchino freschi tagliati in senso verticale. Li ho infilati, pigiandoli per farceli entrare, in un piccolo barattolo di vetro vuoto( disegno). Sto imparando un’altra cosa, a conservare il cibo spirituale. Non so cosa vuol dire, ma è qualcosa in più che ho imparato a fare per grazia di Dio. 31
  32. 32. Terze Immagini:Avevo davanti, piegato a quaderno, un foglio di cartoncino delle dimensione di un’enciclopedia aperta, sul quale erano stati stampati dei dipinti che non ho osservato. Nel cartoncino ho messo un cucchiaio grosso di qualcosa in polvere. Non so che dire. Ho visto un’altra Immagine, ma ora non la ricordo più Gloria, lode e gratitudine a Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo, la Grande Madre. 21-2-1998 UNA NUOVA TAPPA – PROTEZIONE - NON SI DEVE AVER PAURA Prime Immagini: ho visto una banchina portuale con alcune motociclette. La prima era rossa, il colore dell’amore. Penso significhi che farò una tappa velocissima trasportato dallo Spirito Santo simbolizzato dall’amore. Grazie mille, eterne. Seconde Immagini: sono entrato in una classe con l’ombrello ancora chiudere in mano. Sono andato alla lavagna che era davanti a me. Alla mia sinistra, davanti al muro c’era la scrivania con la maestra e, visibile, alla sinistra della maestra e a destra della lavagna un enorme porta ombrelli pieno. Là mi sono diretto per metterci anche il mio ( non ho guardato i banchi con gli allievi. Forse le Immagini significano che chi cerca di capire le Verità della vita e di spiegarle è protetto ( l’ombrello simbolizza la protezione ). Terze Immagini:Mi sono trovato per strada; mentre stavo per salire sul marciapiede una donna, un po’ intimorita, mi ha lasciato il passo. Un uomo è sbucato davanti a me e con il dito puntato mi ha detto aggressivamente: “Anch’io ho paura sai ?”. Paura di ciò che ho detto nella classe? Io ho risposto mentalmente: Perché hai paura ? Ma l’uomo non ha risposto. Quando si parla di Dio bisogna stare attenti a ciò che si dice perché è infinitamente buono e fa tutto quanto è necessario per correggerci e farci star meglio. Il dolore non è una punizione, ma un insegnamento e se volete un indispensabile correzione sulla via della Salvezza dove incontriamo il Signore Gesù Redentore ( tutti, senza eccezione alcuna nemmeno di religione 41 ). Gloria, lode e gratitudine a Gesù Redentore 42 . 22-2-1998 LA GRANDE MADRE SPIRITO SANTO Ieri notte ho dormito poco; stanotte ho recuperato; ho dormito fino alle 7,30 circa. Mentre pregavo ho visto: Prime Immagini: Avevo in mano una bottiglia scura di circa un litro, di tipo farmaceutico. Mi sono versato del liquido verde in un bicchiere. Forse simbolizza la Speranza che mi infonde lo Spirito Santo, la Grande Madre. 41 Cerchio Firenze 77, Le grandi verità ricercate dall’uomo, pagina 160, Mediterranee 42 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggi del 24 e 25 Dicembre, Amrita 32
  33. 33. Seconde Immagini: Mi sono trovato in un prato in lieve discesa con molti alberi d’alto fusto che non lasciavano passare nemmeno un raggio di sole. Mi pare che possa simbolizzare un luogo di riposo, di pace e di armonia. Anche questo mi pare che rappresenti un contributo dello Spirito Santo alla crescita della mia pace interiore e della mia sintonia con la Creazione. Terze Immagini: Ho visto, all’aperto - forse nello stesso prato – una grande sfera formata da piccoli fuochi. Era alta almeno un paio di metri. I piccoli fuochi erano a distanza di circa dieci - quindici centimetri l’uno dall’altro. Anche questa mi pare una manifestazione dello Spirito Santo, forse anche un gioco, tanto per ricordarmi che in Cielo come in Terra si deve alternare il lavoro al gioco e al riposo. Quarte Immagini: La mia consapevolezza si è trovata in una stanza dove qualcuno ha buttato in un angolo alcuni cubetti incartati con carta fine da caramelle. Non so, né ho intuito di che cosa si trattasse, ma penso che riguardi una mia purificazione. Quinte Immagini: Ho visto una giovane donna in uno stato avanzato di gravidanza, che – appena mi ha visto – si è messa velocemente a sedere ad un tavolo. Forse è un modo di dire che qualcosa è in gestazione per me. Il Cielo, ma specialmente la Grande Madre Spirito Santo mi assiste con amore e pazienza per farmi crescere spiritualmente. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 23-2-1998 AMORE E AIUTO DIVINO Prime Immagini: Ho visto una massa di color rosso acceso della quale non ho riconosciuto la forma. Simbolizza l’amore Divino per la Creazione e le creature. Seconde Immagini: ho visto la parte posteriore di un’automobile americana nera, grande, dalle alte pinne posteriori, tipo anni cinquanta e con una barra stabilizzatrice più alta del tetto della vettura. Le Immagini significano che farò un bel tratto di strada trasportato dall’amore misericordioso di Dio, addirittura su una comodissima limousine per farmi recuperare il tempo che ho perduto nel passato, sia in questa che in precedenti incarnazioni. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre Spirito Santo. 24-2-1998 LA PROTEZIONE DELLO SPIRITO SANTO, LA GRANDE MADRE Prime Immagini: un uomo è stato avvolto in un foglio grande di nailon trasparente, il foglio era più alto dell’uomo. Ne è risultato un cono che ha girato molto velocemente su se stesso. Nella parte superiore il nailon era avvoltolato come le caramelle, ma molto stretto. Cosa rappresenta mi sono domandato ? L’incartamento nel nailon rappresenta una protezione, probabilmente da attacchi o 33
  34. 34. assalti demoniaci come li definisce la Madonna da Medjugorje 43 . Il Messaggio è: figlio, coloro che si mettono in sintonia con Me saranno protetti. E tu, ora, sei tra questi. Grazie mille eterne, Grande Madre. Seconde Immagini: La mia consapevolezza ha tirato via con una specie di spatola o scalpello affilati, la base del mobile di cucina. E’ venuta via bene come se il legno fosse più morbido di quello del fico. La cucina rappresenta la trasformazione della psiche. Il fatto che da me stesso, abbia operato una modifica mi pare che significhi che la Grande Madre Spirito Santo e il Signore Gesù mi hanno messo in condizione di cooperare ai cambiamenti, seppur limitati, della trasformazione della mia psiche ( o almeno così mi pare ). Grazie mille. Terze Immagini:ho visto un’agenda dalla quale erano stati strappati i fogli per circa due o tre mesi; ho scritto qualcosa sul foglio di destra, ma non so che cosa. Ho controllato le mie due agende ( nelle quali, naturalmente, i fogli non erano stati strappati ) e il foglio del giorno 24 Febbraio, che è proprio sulla destra dell’agenda. La Grande Madre Spirito Santo mi dice figlio, questa è una data memorabile per te, una data da ricordare ( per la protezione da attacchi e assalti diabolici ). Quarte Immagini:ho visto una macchia nera per terra che si è animata; inizialmente mi sembrava un ragno, ma poi è diventato un grosso insetto – che non ho visto bene – ma cominciato a volare fino a circa un metro da terra. Il volo era lento perché l’insetto era grosso. Le considero Immagini beneauguranti. Quinte Immagini:la mia consapevolezza aveva in mano un lungo spago fine, che si era impigliato sotto il piede rotondo di una gamba di ferro di un mobile. Non so dove era impigliato all’altro capo, ma lo tenevo in tensione prima di decidere cosa fare ( disegno). Le Immagini possono significare che sto cominciando a liberarmi dai lacci e laccioli della vita materiale che ancora mi tengono. Gloria, lode e gratitudine al Padre, al Figlio e alla Grande Madre Spirito Santo. E alla Madonna. 25-2-1998 CIBO SPIRITUALE Stanotte ho visto soltanto una casseruola con dentro a bollire dei frutti simili a piccole mele. Non so se dipendeva dalla mancanza di luce, o perché erano proprio così, i frutti mi sono sembrati di colore scuro. Non so di qual frutto si tratti, ma so che è un simbolo di cibo spirituale. Nota: Da più di mezz’ora ho un certo “sentire” dentro di me e “ sento” la mitezza; contemporaneamente ho in mente i cari Maestri disincarnati del Cerchio Firenze 77 il cui celestiale insegnamento ha fatto tanto bene alla mia mente e al mio cuore, pur non avendo partecipato ad alcuna seduta del Cerchio 44 . Sarò loro grato per l’eternità e sarò felice se un giorno potrò esser loro utile in questo mondo fisico. Un abbraccio spirituale. 43 Maria di Nazareth, Messaggi del 25-12-1991 e 25-2- 1992, MIR 44 insegnamento disponibile nei libri editi da Edizioni Mediterranee di Roma 34
  35. 35. 26-2-1998 LE SACRE SCRITTURE ? SONO VERITÀ RIFLESSE In Parrocchia, nel commentare il capitolo otto della lettera ai Romani di San Paolo ho esposto anche la mia opinione sulle Sacre Scritture che è sostanzialmente la seguente: non mi pare corretto dire che le parole che vi sono scritte sono Parole di Dio, salvo che per i Dieci Comandamenti e quelli dell’amore. Anche ciò che ha detto il Signore Gesù penso che non sia stato integralmente riportato alla lettera, tranne che in alcuni punti. Infatti gli Evangeli sono stati scritti alcuni decenni dopo e non sempre dagli Apostoli. Poi ci sono le traduzioni, i traduttori. ed altri…Ad esempio, per tali motivi mi pare più corretto dire che l’Antico Testamento è stato ispirato da Dio, ma è stato scritto dagli uomini. Stamani mi sono svegliato verso le quattro ed è venuta la conferma di quanto sopra esposto secondo la mia intuizione-interpretazione delle seguenti Immagini: Prime Immagini:ho visto un libro aperto; ogni pagina era scritta su due colonne, ma sopra la scritta c’erano dei cerchietti ( disegno) che lì per lì non ho compreso. Mi sono addormentato, ma più tardi ho visto che << Il cerchio…è il simbolo geometrico che meglio esprime l’infinito, l’universo, l’eterno, l’assoluto 45 >>. Seconde Immagini: Le Immagini mi hanno svegliato: ho intravisto una superficie lucida ed una luce rotonda in movimento su di essa, ma non ero ancora ben sveglio. Se ne sono accorti ed ancor prima che lo chiedessi la scena si è ripetuta: la luce gialla rotonda, delle dimensioni di un fanale di automobili ha attraversato la prima e la seconda vetrina abbastanza velocemente. Naturalmente era buio, ma la seconda vetrina l’ho vista bene: era molto grande, quanto la parete di una stanza; quindi misurava circa quattro metri ed era ancora più alta. La luce rotonda l’ha attraversata ad un metro circa da terra (disegno). Ne ho dedotto che le prime e le seconde Immagini sono collegate. Con le prime Immagini, le parole dell’uomo ( la scrittura ) e l’ispirazione divina ( i cerchietti ), mi si é voluto dire che ciò che ha detto Dio si limita all’ispirazione ( i cerchietti ); le parole sono dell’uomo a cominciare dal primo cui sono state ispirate. A parte i suoi possibili errori di interpretazione che non possono essere esclusi a priori, ricordo la Tradizione Orale delle Sacre Scritture e i suoi più che possibili errori; ricordo anche la trascrizione della Tradizione Orale fatta secoli dopo da altri uomini cui era stata riferita la Tradizione Orale dell’ultimo portatore ( mi riferisco all’Antico Testamento, ma anche alle Scritture Buddhiste, ad esempio ). Quindi si può dire che l’ispirazione al profeta o al veggente viene dal cielo ed è tanto forte che si può comprendere anche da errate parole dell’uomo “leggendo tra riga e riga”. 45 Solas Boncompagni, Il mondo dei simboli, pagina 158, Mediterranee 35
  36. 36. Il libro delle prime Immagini registra la perfezione di Dio: nell’Aldilà esiste un libro, lo deduco io, per ogni Sacra Scrittura nel quale si alternano le righe dell’ispirazione divina e la traduzione che ne ha fatto l’uomo per farne rilevare le differenze. Mi piacerebbe disporre del libro che contiene il Pentateuco poiché ritengo che di differenze tra ispirazione e trascrizione siano molte. Ma ci sono differenze anche nei Vangeli. Il Signore Gesù ha detto a Jakob Lorber: << I Vangeli quali voi li conoscete contengono molte inesattezze e contraddizioni specialmente nel significato letterale, quello cioè del mio intervento altamente tirannico nel cosiddetto “giorno del giudizio”, cosa che non corrisponde affatto al Vangelo di Giovanni, che è l’unico esatto: attenetevi perciò soltanto al Vangelo di Giovanni. Quanto alla resurrezione della carne, con la parola “carne” sono da intendere le opere che l’anima ha esercitato in vita. La valle di Josaphat indica lo stato di pace interiore dell’anima, se il suo agire è sempre stato corretto. In questa pace, che non è turbata da nessun amore terreno, da nessun desiderio o concupiscenza, e che può essere paragonata ad un tranquillo specchio d’acqua nel quale tu puoi vedere riflesse le immagini degli oggetti lontani e vicini, consiste appunto l’inizio del vero giudizio universale dell’anima, il suo risveglio attraverso il Mio spirito e insieme anche la sua resurrezione alla vita eterna. In questo stato l’anima vede già i buoni frutti delle sue opere e comincia a rallegrarsene sempre più; e in questo suo riflettere e considerare consiste appunto la vera resurrezione della carne. Ecco dunque un corpo umano e passeggero viene seminato nella terra e rinasce poi come corpo immortale e eterno: Se tu a questo proposito pensi al tuo corpo materiale, commetti veramente un grande errore; se però invece ti riferisci alle buone opere dell’anima, che costituiscono il suo vero corpo, giungi in questo modo sicuramente alla verità. Perché vedi, ogni buona opera che l’anima compie su questa terra nei confronti del suo prossimo, passa come tutto passa sulla terra, ma rimane nell’anima e ne forma la veste spirituale; perché se tu hai saziato un affamato, dissetato chi ha sete, vestito un ignudo, consolato un prigioniero, questo non dura soltanto l’ora e il momento in cui compi l’azione, ma per sempre ! Tu potrai dimenticare di aver compiuto queste buone azioni, tuttavia nel giorno del giudizio, quando sarai ridestato alla vita eterna, queste buone azioni saranno con te, non sotto forma di azioni terrene e passeggere, bensì sotto forma di frutti durevoli in eterno. E questa vedi, è la vera resurrezione della carne !... 46 >>. Tornando al commento delle Immagini: I cerchietti – che rappresentano il messaggio divino - erano impressi sulla carta del libro come le parole ed avevano lo stesso colore. 46 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagine 182-183, Armenia 36
  37. 37. Aldilà della storia, dei paragoni tra questa e quella figura biblica ed altre distinzioni ed elucubrazioni che è meglio lasciare agli studiosi, noi uomini comuni – ma non soltanto noi – dobbiamo cercare o capire qual è la virtù o la buona qualità o l’insegnamento delle quali il Signore Dio ci ha voluto parlare o ricordare ( come fa spesso per farcela assimilare bene ). Secondo me le Sacre Scritture sono scritte per gli uomini di determinati popoli di ogni epoca, anche poco colti, ed al limite non troppo intelligenti Per quanto riguarda le seconde Immagini la luce gialla riflessa dal vetro scuro (perché era buio ) rappresenta la ispirazione divina, mentre la luce riflessa dallo specchio rappresenta la trascrizione fatta dall’uomo. E’ perciò evidente che due cose possono non coincidere se l’uomo non raccoglie la ispirazione con la stessa precisione con la quale il vetro raccoglie la luce gialla. Il lettore della Sacra Scrittura che cerca di comprendere il Messaggio ispirato dal Signore, può comprenderlo, sia perché il seme dell’ispirazione è contenuto nella trascrizione sia perché Dio lo aiuta a comprendere. Si può dire che la luce del messaggio divino viene dal cielo ed è riflessa nelle parole trascritte dall’uomo. Quindi se definiamo il messaggio verità si può dire che la verità riferita dalle Sacre Scritture non è la verità, ma la trascrizione che ne fa l’uomo. Come lo specchio non è capace di riflettere la natura dell’uomo, ma soltanto la sua apparenza del momento, così è per le Sacre Scritture che sono l’apparenza delle ispirazioni divine. 28-2-1998 L’OROLOGIO Prime Immagini: Mi è stato dato un barattolo di olive sott’olio; l’olivo è associato alla pace e alla ricompensa. Stavo pensando alle benedizioni delle case da fare in Parrocchia che si fanno con acqua benedetta, ma il sacerdote che la fa riceverà Pace. Seconde Immagini:Mi è stato dato un Vangelo a quaderno, di quelli che le Parrocchie danno in omaggio alle famiglie durante le benedizioni. Mi pare significhi che dovrò approfondire la conoscenza dei singoli Vangeli. Terze Immagini:mi è stato dato un pacchetto regalo alto un palmo, lungo cinque o sei dita. Era a forma irregolare, più grande in alto, più piccolo in basso. Ringrazio per il dono anche se non so che cosa contiene. Quarte Immagini: avevo un orologio grande al polso color grigio perla con sottili venature; l’orologio era grande quanto il mio polso e aveva il quadrante bianco (disegno). Il bianco è il colore della purezza e il grigio è il colore dell’intuizione 47 . Mi pare che le Immagini significhino che l’ora del mio servizio sia molto vicina. Le lancette dell’orologio erano nascoste dal polsino per cui 47 Louise S. Hay, Colori e numeri, pagina 7, Macroedizioni 37
  38. 38. ritengo che manchi ancora un pochino di tempo, ma la mia ora sta per giungere. Ieri pensavo a quanta importanza il Cielo dà alla fedeltà. Io son sempre stato una persona fedele con rare eccezioni , ma non so se il mio standard è compatibile con quello divino, anzi direi di no. Il Cielo non vuole eccezioni. Nei rapporti con gli altri sono sempre stato chiaro, nel senso che, con un certo tatto, ho sempre detto le cose come stanno. Ma è difficile avere rapporti chiari con la gente. Spesso ti inducono a troncare i rapporti perché son troppo furbi o fanno i furbi. Meglio troncare e leccarsi le ferite. Comunque mi pare chiaro che Dio vuole una fedeltà totale e con Lui non c’è questioni di furbizie. Lui è il Donatore puro, ma giustamente pretende comportamenti corretti. Farò del mio meglio. Quanto all’ubbidienza: anche l’ubbidienza è importante in Cielo. Io ho sempre fatto a modo mio, perché non ho fatto il soldato a causa di una ulcera duodenale e ho avuto un lavoro che mi dava una certa libertà. Stava a me far bene le cose nella libertà che mi era data; mi fu sempre mantenuta dagli americani di Camp Darby poiché Dio mi ha dato il senso del dovere e della decenza e perciò feci sempre del mio meglio sul lavoro, finché non decisi di cambiarlo dando le dimissioni. Scelsi la libera professione e così incentivai il senso della mia indipendenza. Ma collaborando con il Cielo dovrò imparare anche ad ubbidire Gloria, lode e gratitudine al Cielo. Nota: da un po’ di giorni sento in me un nuovo sentire; mi sento anche più mite. E di ciò ringrazio. 1-3-1998 UN NUOVO SCHERMO Prime Immagini: Una signora bionda mi ha detto qualcosa, ma io non ho capito. Seconde Immagini:Stanotte ho visto uno schermo nuovo, diverso, o qualcosa di simile con sei fori d’oro ben allineati. La sostanza aurea non mi è sembrata solida, ma è comunque collegata con la Divinità. Terze Immagini:ho visto un water closet pulitissimo nel quale è scorsa acqua limpida a più riprese. Ritengo significhi che i lavacri dei miei corpi materiali e ultrafisici sono stati portati a termine e di ciò ringrazio sentitamente la Grande Madre Spirito Santo, la Madonna e gli Angeli. Quarte Immagini:la mia consapevolezza si è trovata sul ballatoio di un pianerottolo di un piano. La porta era già aperta. Un uomo con una borsa a tracolla è entrato in casa senza dir nulla; l’ha seguito una donna bruna, anch’essa con una borsa a tracolla e ha detto: “ E’ qui che …”. Non ho sentito il resto della frase, ma ho fatto passare anche lei, facendole spazio come al primo. Ritengo che fossi in casa mia, ma non è una casa di questa terra. Ho avuto la sensazione che l’uomo e la donna avessero sfilato da me molti aghi ( la mia vis polemica, forse ). Gli aghi erano dentro un tubetto rotondo di plastica trasparente. 38

×