Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Die SlideShare-Präsentation wird heruntergeladen. ×

119 - Il Veggente Cronache 1997, 2° sem

Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Veniero Ceccarini
Cronache di una Avventura Spirituale
( Secondo semestre 1997 )
01-07-1997
PURIFICAZIONE E GESU’ SULLA CR...
Apparentemente il bottiglione poteva contenere 25/30 litri di liquido. Tra il legno e il
bottiglione non c’era alcun mecca...
Mi conforta il ricordo di un insegnamento di Santa Teresa del Gesù Bambino: a Dio basta un
nonnulla per apprezzarci se non...
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Wird geladen in …3
×

Hier ansehen

1 von 136 Anzeige
Anzeige

Weitere Verwandte Inhalte

Diashows für Sie (20)

Andere mochten auch (20)

Anzeige

Ähnlich wie 119 - Il Veggente Cronache 1997, 2° sem (15)

Weitere von OrdineGesu (20)

Anzeige

Aktuellste (20)

119 - Il Veggente Cronache 1997, 2° sem

  1. 1. Veniero Ceccarini Cronache di una Avventura Spirituale ( Secondo semestre 1997 ) 01-07-1997 PURIFICAZIONE E GESU’ SULLA CROCE Ieri sera, dopo aver visto la trasmissione Misteri – incentrata su Padre Pio da Pietrelcina – ho riflettuto sull’eccessiva razionalità della mia mente e su altri miei difetti mentali e così mi sono ricordato di un verso di una vecchia canzone: “Se ci fosse un posto buio abbastanza, io mi ci nasconderei…”. Ma poi mi son detto: e a che cosa servirebbe ? Da chi mi nasconderei ? Da chi mi conosceva in ogni particolare ancor prima di nascere e che mi ha proposto questa vita proprio perché capissi e cercassi di migliorare la mia mentalità sostanzialmente pessimista, anche se io cerco quasi sempre di essere ottimista per scelta. Ma il guaio che i pensieri negativi affiorano mio malgrado. E soffocarli è peggio. Mi devo accettare così come sono. Tornando al nascondimento. A che varrebbe nascondersi nel buio, non ho forse visto il posto più buio che possa esistere ed anche lì c’erano statue del volto del Cristo risorto e Croci ? E allora ? Devo comprendere e accettarmi come sono, ringraziando Chi mi ripulisce, purifica e irrobustisce. A me incombe l’obbligo di ricordare come ero e come sono per essere in grado in futuro di non meravigliarmi di chi è come me o peggio di me per aiutarli fraternamente a chiedere aiuto al Signore Gesù quando mi occorrerà . Al mattino mi sono svegliato verso le sette ed ho cominciato a cantare mentalmente il Gloria. Mentre cantavo ho visto: - un asparago, la cui parte terminale bruciava senza emanare fumo o altro. Il Cielo mi dice figlio, non preoccuparti noi faremo per te ciò che tu non sei in grado di fare: purificheremo la tua mentalità negativa. Miracoli dello Spirito di Dio, la Grande Madre. - Una statua metallica di Gesù su di un trono ( che ho già rivisto, ma questa volta l’Immagine era più piccola ). Mi si ricorda che il Signore è il Re di questo cosmo e a lui mi devo affidare e rivolgere quando ho bisogno di qualcosa; - Il volto di Gesù in croce ( girato sulla sua destra ). E come dire, figlio i tuoi problemi e dispiaceri sono nulla in confronto a quelli che ha dovuto affrontare Gesù. Questa è una risposta che devo ricordare! Sia lode a Dio che ha generato la vita e con essa Gesù che ci redime e salva. 02-07-1997 UN LAVACRO Al mattino ho visto un enorme bottiglione contenente un liquido incolore, con un pezzo di tavola di legno sopra, così disegno 1
  2. 2. Apparentemente il bottiglione poteva contenere 25/30 litri di liquido. Tra il legno e il bottiglione non c’era alcun meccanismo, ma d’un tratto una pioggia di un liquido incolore, apparentemente acqua è spruzzata dal bottiglione, così Disegno Ne deduco che lo Spirito Santo mi ha fatto un lavacro. Gloria, lode e gratitudine alla SS.ma, Trinità, Padre Figlio e Spirito Santo ( la Grande Madre ). E alla Madonna. 03-07-1997 LA RETE, IL LASCIAR FARE E LA BARAANTICA Ieri sera ho visto una stupenda rete a maglie larghe che si innalzava dal basso verso l’alto, a sinistra del mio sistema visivo, quasi a delimitarne il confine; e dappertutto Luci di diverso colore e forma. Mentre guardavo ho avuto la sensazione che qualcuno mi volesse sorpassare; ho avuto un istintivo moto egoista per il quale la mia consapevolezza si è fatta avanti per evitare di essere sorpassata. Il Messaggio mi pare questo: figlio, per quanto bello possa essere quel che tu trovi nel tuo cammino, ricordati di lasciar fare, di essere altruista in tutto. Lascia fare dunque i tuoi fratelli. Riguardo al rapporto con gli altri mi ricordo, di aver letto - in un libro del Cerchio Firenze 77 - che ci si deve comportare con gli altri, come se da essi dipendessero le nostre sorti. Dopodiché mi sono sentito un verme ed ho concluso che il mio io non è ancora morto, nonostante tutte le amorevoli lezioni che mi sono state date e l’intenzione di domarlo. Stamani: in una bara antica e con un paio di pareti laterali che non avevo mai visto prima, ho visto un morto. Io spero che simbolizzi la prossima definitiva morte del mio io umano. Chiedo al Signore Gesù di aiutarmi a morire a me stesso. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù. 04-07-1997 LA PACE NEL PICCOLO GOLFO Stamani ho visto un piccolo golfo con acque tranquille; in verità, più che di un golfo, si trattava di una piccola cala riparata, così Disegno Le piccole increspature dell’acqua non avevano neppure una cresta; non c’era onda e schiuma bianca neppure sull’arenile deserto. Il Messaggio mi pare questo: figlio, attraversi un periodo di tranquillità. Utilizzalo per pregare studiare, meditare e di fare giorno per giorno quel che la vita ti chiede di fare. In questi periodi ci si deve irrobustire e preparare per le nuove difficoltà che verranno. 2
  3. 3. Mi conforta il ricordo di un insegnamento di Santa Teresa del Gesù Bambino: a Dio basta un nonnulla per apprezzarci se non siamo capaci di fare di più. In questi ultimi giorni sono stato tranquillo ed anche ora che scrivo mi sento molto calmo, grazie al Cielo. Sia lode al Cielo. 05-07-1997 IL LUPETTO E LA FEDELTA’ Stamani ho visto un lupetto di qualche mese che tirava i pantaloni del suo padrone per venire verso di me. Il Messaggio mi pare questo: figlio, tu sei come quel lupetto; stiamo facendo crescere dentro di te la pianticella della fedeltà. La fedeltà canina sarà iscritta nel mio DNA, perché io sia fedele come un cane al tempo della Missione che verrà. Pomeriggio: dopo la pennichella, senza alcuna concentrazione, ho visto alcune poltroncine di plastica. L’Immagine dovrebbe essere collegata con quella della spiaggetta di ieri a conferma che avrò un periodo di tranquillità per il quale ringrazio Dio. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 06-07-1997 IL VECCHIO CAMPER Stamane ho visto un modello molto vecchio di camper con il tetto aperto; era così Disegno Siccome ho programmato con Chica una settimana di ferie in Luglio e poi una ventina di giorni a partire dal 5 o 6 Agosto, mi pare che il Cielo voglia richiamare la mia attenzione che per fare le ferie ci vuole l’autorizzazione. Ora io sono sposato e facciamo le ferie ormai da tanti anni; come faccio a dire a Chica e alle bimbe che non vado in ferie ? Mi par meglio rimandare a quando avrò la Missione; allora se ne riparlerà, ma per quanto mi riguarda io do fin d’ora la mia disponibilità; però chiedo al Cielo di far capire a Chica che anche lei farà parte della Missione che mi affiderete. Chica è meglio di me sotto vari aspetti, ma le sue idee, anche sui diritti delle mogli e sui doveri dei nonni verso figlie e nipoti, sono assai precise. In questo caso la prima cosa che direbbe è che lei non ha sposato un prete. Vedremo, intanto bisognerà che mi ricordi che devo chiedere l’autorizzazione. 07-07-1997 LE FERIE E LA LOTTA DI GESU’ CONTRO IL MALE Ieri pensavo che Gesù lotta incessantemente contro il Male e perciò i Suoi discepoli sono come soldati che devono lottare sulla Terra contro il Male. Il Male, e chi lo impersona, cioè Satana è sempre al lavoro; perciò chi è in Missione deve chiedere prima il permesso per poter andare in ferie. Ma sono necessarie le ferie per i discepoli di Gesù in Missione ? Ho i miei dubbi. Per quanto mi 3
  4. 4. riguarda vedremo quando sarà il momento, fermo restando che Satana è sempre al lavoro e va contrastato. Mi pare che all’umanità del Nord del mondo occorra un cuore nuovo di carne ( Ezechiele 36,28 ) per aiutare anche il Sud del mondo. Dopo questa conclusione ho visto un teschio; forse significa che nei Paesi ricchi siamo morti che camminiamo, almeno quelli che potendo aiutare il Sud del mondo non lo fanno. Poi ho visto quattro fontanine come quelle che si vedono nei luoghi pubblici dentro una grande ciotola. L’acqua simbolizza anche il Principio Vitale. Il Messaggio mi pare questo: figlio noi vi diamo tutto ciò che vi serve anche per aiutare i più poveri, perciò a voi incombe l’obbligo di fare la vostra parte. Noi provvediamo all’acqua e alla fontanella, ma a voi sta l’onere di distribuire l’acqua che noi vi diamo. In questo caso l’acqua simbolizza i soldi. Terza Immagine: Ho visto Gesù fino alle spalle, la sua tunica era rossa e blu per rappresentare il suo amore e la sua spiritualità; il Suo volto era alzato verso il Cielo; il Messaggio mi pare chiaro: fate come facevo io in Palestina; che il vostro sguardo sia diretto al Cielo. Verso il Padre Celeste. Pregate affinché vi dia ciò che vi manca per diventare dei bravi cristiani. Ho ripreso a pensare a quanto diminuiscono le preghiere durante le vacanze ( la gente va anche meno a Messa la Domenica ). A questo punto ho sentito per quattro volte te, te, te,te. Ovvero – in dialetto livornese – mi è stato detto fallo tu,tu,tu,tu. In altri termini durante le ferie devo pregare di più. Quarte Immagini: Dal di dietro ho visto una moto, oppure uno scooter moderno, carozzato completamente di color bianco. Penso che il Messaggio sia questo: figlio, la Grande Madre, lo Spirito Santo che è Dio, ti aiuterà a pregare ( poiché esiste anche lo Spirito di preghiera che talvolta ho anch’io ed è in quei momenti che prego meglio e di più ). Con la preghiera possiamo aiutare chi soffre, chi ha bisogno e perfino concorrere a contrastare le guerre e le dittature, così come dissero il Signore Gesù e la Madonna a Suor Lucia di Fatima per quanto riguarda la Russia e la Germania 1 . 08-07-1997 GESU’ E LA SUA LOTTA CONTRO IL MALE Oggi sono arrivato a questa conclusione che sottometto alla vostra attenzione: il Signore Gesù potrebbe sconfiggere Satana e tutti i suoi diavoli da solo, ma non lo vuole fare perché vuole sconfiggere Satana con l’aiuto dell’umanità o meglio con l’umanità dedita al Bene. Sul piano assoluto Satana non ha mai avuto alcuna possibilità di prevalere su Dio perché Dio è onnipotente. Ciononostante Satana continua lottare contro e Dio e per tale lotta usa i Demoni e gli uomini che non osservano le leggi di Dio. Ci sono perciò persone che sono consapevolmente contro Dio e persone che lo sono inconsapevolmente, nonostante il Signore Gesù sia stato molto chiaro anche su 1 Lucia racconta Fatima, pagine 174-176, Queriniana 4
  5. 5. questo punto: ci ha detto di osservare i Suoi Comandamenti 2 e che “ Chi non è con me è contro di me; e chi non raccoglie con me spreca il raccolto 3 “. Mi pare indubbio che tutti coloro che non osservano i comandamenti di Gesù, sono di fatto contro di Lui; sappiamo che sono molti i peccatori, ma dividiamoli. I grandi persecutori come Hitler, o Stalin, o Saddam Hussein sono uomini-demoni e fortunatamente sono pochi, anche se hanno molti uomini-demoni al loro servizio. Poi ci sono i grandi peccatori, ad esempio gli spacciatori di droghe, gli assassini, i pedofili, chi sfrutta ignobilmente i bambini e le donne e via e via. Anch’essi, lo sappiano o meno, sono amici di Satana e nemici del Signore Gesù. Poi ci sono molti altri peccatori, amici di Satana e nemici di Gesù che si macchiano di delitti meno gravi. Infine c’è la gente cosiddetta normale, le brave persone che si sforzano di fare del loro meglio per osservare i Comandamenti di Dio, anche se li conoscono solo intituivamente, indipendemente dalla religione che professano. Questi ultimi, se fanno del loro meglio per comportarsi bene sono tutti amici di Gesù, anche se non lo hanno mai sentito nominare. Loro, secondo me, fanno parte della schiera delle persone che aiutano Gesù a combattere il Male insieme ai Suoi discepoli, di coloro, cioè che si sono consacrati a Gesù, alla Madonna o pensano e agiscono come se l’avessero fatto. Il Signore Gesù e la Madonna con Lui, hanno già vinto nel non tempo, cioè nell’eternità , Satana e il Male, ma nel tempo e nello spazio il Signore vuole combattere con gli uomini e vuole vincere Satana con noi combattendo una battaglia demonio per demonio 4 e uomo per uomo fino allo sconfitta definitiva del Maligno, di tutti i Demoni e di tutti gli uomini-demoni. Dio ha detto a Eileen Caddy : << Grida “ Sia Gloria, alleluia, poiché tutti sono risorti! Tutti sono Uno 5 >>. Satana è il nemico degli uomini e perciò sono gli uomini che devono sconfiggerlo, pur con l’aiuto del Signore Gesù, poiché altrimenti, da soli, non ne avrebbero le forze. Questa guerra Gesù vuole vincerla con noi, anche con chi ha sporcato la sua coscienza con i peccati, ma se si pente anche il peccatore diventa degno di combattere il peccato e Satana; è così che l’uomo combatte prima contro se stesso, cioè il suo io umano e poi contro il Demonio le due buone battaglie, poiché il Paradiso deve essere guadagnato con il “sudore” che occorre per salire sul sentiero spirituale. Le leggi del Dio della vita e dell’amore prevedono che l’uomo, nella vita spirituale si salva se fa sia il primo passo che la sua parte. E in proposito il Signore Dio ha detto: << In questa vita spirituale devi compiere il tuo lavoro. IO SONO sempre qui per aiutare le anime che si aiutano da sole, ma devi fare il primo passo. Non imparerai mai la lezione se altri faranno le cose per te. Non puoi allevare un bambino facendo tutto al suo posto; devi lasciarlo fare da solo. Non importa quanto lente ed esitanti saranno inizialmente le sue azioni, devi tirarti indietro ed essere molto 2 Vangelo di Giovanni, capitolo 15 3 Vangelo di Matteo 12, 30 4 Jakob Lorber, Il Signore parla,pagina 162, Armenia 5 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn pagina 103 e 148, Mediterranee 5
  6. 6. paziente. Con grande pazienza e amore, devo stare in disparte ad osservarti mentre lavori e commetti degli errori, ma ricorda sempre che trarrai beneficio dai tuoi sbagli e che nulla accade invano. Tu impari senza sosta nuove lezioni ed avanzi lungo il cammino spirituale: ogni passo anche il più piccolo ti avvicina alla Meta, la realizzazione della tua unità con Me, finché alla fine ti renderai conto che non esiste separazione, che il Tutto è Uno e che sei parte di questa unica e splendida vita 6 >>. In termini umani si può dire che tutto nella vita deve essere guadagnato, anche se nel contempo tutto è anche dono e Grazia Divina. Ed allora per quale ragione il Male dilaga nel mondo, se dalla parte del Bene c’è il Signore Gesù, lo Spirito Santo, la Madonna, i Santi e tutti gli Angeli Custodi di ogni tempo ? Per me le risposte sono tre: la prima è che Dio, per salvare Satana e gli altri Angeli ribelli ha dovuto inventare la vita nel mondo materiale, uomini inclusi; perciò la prima incarnazione di ogni Demonio in un uomo è solo la prima di una lunga serie che dura circa cinquantamila anni 7 ; tanto occorre per far diventare un demonio un superuomo ! La seconda e che la maggioranza degli uomini è schiava dei piaceri del mondo e della carne, nonché dell’egoismo, che è satanico. La terza è che in questa epoca ci sono molto uomini alle prime incarnazioni, poiché sulla Terra ci sono sempre state - e ci saranno fino alla fine dei tempi - tre razze di uomini che insieme conducono la loro evoluzione sulla Terra con diversi gradi di coscienza, dai minimi, ai massimi ( pochissimi individui in tutta la Terra ) 8 . Il Signore Gesù disse a Jakob Lorber a proposito della ribellione di Lucifero: << … In che modo però Lucifero, la cui caduta era avvenuta solo a causa di un errore, si sarebbe in seguito conquistata la possibilità di rimediare a questo errore ? Per quale motivo gli spiriti rimasti fedeli avrebbero meritato l’annientamento ? E. infine: dove sarebbe la Mia saggezza se Io non avessi riconosciuto e previsto fin dall’inizio la possibilità di una caduta ? E soprattutto: dove sarebbe il Mio amore, se esso non avesse rinunciato alla distruzione, trovando anzi nella saggezza un mezzo per ricondurre gli esseri perduti alla luce della conoscenza e farli rimanere nel giusto equilibrio delle qualità polari ? Non rimaneva dunque che la seconda via, quella che voi vedete realizzata nella creazione materiale… Ora vi sarà anche chiaro come mai Lucifero creda di aver dovuto agire come ha agito, affinché la Materia potesse essere creata; un errore in ogni caso, perché il fine della mia creazione non è la materia, bensì soltanto la libera conoscenza, l’amore e la comprensione della Divinità da parte degli esseri usciti da Me: la materia è stata soltanto un mezzo. Lucifero insistette in questo suo secondo errore e si perse negli estremi delle sue qualità 6 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 29 Agosto, Amrita 7 Cerchio Firenze 77, Oltre l’Illusione, pagina 185, Mediterranee 8 Cerchio Firenze 77, Le Grandi Verità ricercate dagli uomini, pagina 162, Mediterranee 6
  7. 7. polari, ingannando se stesso nell’idea di dover conservare la materia. Egli volle regnare facendosi principe della materia, che egli considerava sua proprietà e oscurò quindi sempre più gli esseri umani che andavano formandosi, poiché la lotta con Dio gli sembrava grande, magnifica e conservatrice della vita. Questo spiega anche il mistero della Mia incarnazione, che doveva infrangere la materia, che altrimenti, perdendosi Lucifero sempre più nelle asperità del polo opposto, sarebbe divenuta via via più dura. La mia incarnazione significò quindi una sosta e mostrò come ci si poteva liberare dall’idolatria e dall’adorazione delle qualità polari; doveva dimostrare (e questo era il fine primo) come la morte che lega gli uomini alla materia e ai suoi piaceri possa essere superata e vinta, e anche che la vita non si svolge nella materia, ma nello spirito e che quella è solo una prigione di questo. Gli spiriti caduti che si erano volontariamente allontanati da Me e avevano intrapreso la via sbagliata, non potevano e non volevano saper niente di progresso, di perfezionamento; tuttavia, per non sbarrare loro completamente la strada, furono poste in condizioni in cui, ferma restando la loro libertà personale, possono tornare indietro quando vogliono. Per questo fu ora creato il mondo materiale, l’intero universo, l’uomo. In lui, a seconda del grado della loro malvagità, gli spiriti furono rivestiti di materia, esposti a lotte, tentazioni e dolori; in primo luogo per portarli gradualmente, attraverso queste condizioni di vita, alla comprensione dei loro errori, e in secondo luogo per dare inizio in questo modo anche al loro volontario ritorno: perché ovunque per prima cosa c’è il principio di libertà, e il principio del perfezionamento viene come secondo… . Tutta la terra e gli innumerevoli altri corpi celesti sono formati dalla grande anima di Satana: tutta la creazione visibile consiste solo di particole del grande spirito di Lucifero e dl suo seguito bandito e caduto nella materia. Dio, che è eterno amore e compassione, non avrebbe mai potuto annientare Lucifero, perché ciò che Dio ha chiamato una volta alla vita può si cambiare forma e passare da una meno nobile a una più nobile, o viceversa, ma non può mai essere annientato 9 . >>. ( nostra nota: Da tale insegnamento deriva, che ogni demonio, o angelo caduto, per salvarsi, deve incarnarsi numerose volte in un uomo in base alla legge dell’Evoluzione, che qui - all’impronta - si definisce legge della Salvezza 10 ideata e realizzata da Dio con il concorso della libera scelta dell’uomo, quando acquisisce sapienza, altruismo e poi amore. Occorrono anche buon senso e equilibrio che si acquisiscono per le lezioni del dolore che la vita ci infligge per indurci a comprendere e a amare. Durante questo cammino occorre scegliere liberamente di obbedire alle leggi di Dio ( Decalogo 11 e Comandamenti dell’amore 12 ), anche se non si conoscono, ma si intuiscono per coscienza conseguita durante le molteplici incarnazioni vissute, incluso l’ultima. 9 Jakob Lorber, Il Signore parla, pagine 161 e 162, Armenia 10 Cerchio Firenze 77, Per un mondo migliore, pagine 206 e 210, Mediterranee 11 Deuteronomio 5, 6-22 12 Vangelo di Matteo 22, 34-40 7
  8. 8. La maggioranza degli uomini è preda della materialità della vita, cioè dei piaceri del mondo e della carne perché gli uomini alle prime incarnazioni sono fondamentalmente egoisti e prepotenti. Così essendo non osservano le Leggi Divine né i precetti delle religioni. Ne deriva che in ogni epoca, tranne quella della fine dei tempi soltanto la minoranza degli uomini è schierata dalla parte del Cristo. Per questa l’Evangelizzazione della Chiesa è senza soste. E’ infatti necessario far crescere il numero dei credenti per far crescere il numero dei soldati del Signore Gesù per aiutarLo a contrastare il Male e a strappare sempre più individui dalle grinfie di Satana. Un ruolo fondamentale in questa lotta è svolto da Maria, la Corredentrice, che in questa epoca parla a Medjugorje fin dal 1981, cioè da oltre 16 anni per educarci alla preghiera e in genere alla vita spirituale ! 09-07-1997 REALIZZAZIONE Ieri sera Chica ha fatto un sommario dell’andamento economico della nostra famiglia negli ultimi anni abbiamo concluso così: nonostante le vicende “sfortunate” degli ultimi tre anni, che hanno indubbiamente nuociuto alle nostre finanze siamo sostanzialmente tranquilli a Dio piacendo, anche per i nostri eredi. Stamani ripensavo a tali vicende e all’aiuto che Dio mi ha dato durante tutta la mia vita. Ad un certo punto la mia consapevolezza ( al volante di una automobile che non ho visto, poiché guardavo il traffico alla mia sinistra ) cercava di immettersi su di una strada percorsa da molte automobili. Accanto a me c’era Chica ( ma non ho visto nemmeno lei per il motivo sopra spiegato ). Intanto le macchine mi passavano davanti impedendomi di immettermi sulla strada o autostrada che avevo scelto finché è arrivata una macchina rossa che ha cominciato a rallentare prima di sorpassarmi. L’auto rossa ha proseguito, ma quella seguente, di color marrone, si è quasi fermata per lasciarmi voltare. Il Messaggio mi pare questo: figlio, la nostra attenzione per la tua famiglia non verrà meno. Interverremo quando ce ne sarà bisogno e perciò continua a non preoccuparti del futuro. Riguardo alle Immagini a me pare: - che la strada simbolizzi la parte economica della vita ( da decenni quando vedo le strade dall’aereo penso che siano assimilabili alle arterie delle vene: nelle arterie scorre il sangue, mentre nelle strade scorre il traffico delle merci e delle persone che consente e agevola la vita associata); - che la macchina rossa simbolizzi l’amore, cioè il Padre-Madre-Dio 13 ; 13 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagine 103-104, Mediterranee 8
  9. 9. - che l’auto marrone, considerato che il marrone rappresenta la realizzazione 14 , simbolizza l’attuazione, il compimento; perciò tutto ciò che mi spetta secondo giustizia mi sarà dato, anche per quanto riguarda l’aspetto materiale o economico della vita. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre, Lo Spirito Santo che è Dio. 10-07-1997 LA LITURGIA NON SI TOCCA Ieri sera riflettevo sulla Crocefissione e sui miracoli della Resurrezione e dell’Ascensione al Cielo del Signore Gesù, poiché sono eventi diversi e con valenze diverse. La Resurrezione ad esempio significa che il Signore Gesù è stato soltanto per tre giorni nel ventre della Terra, poi è risorto e ha lasciato la terra. Poi, con un ultimo miracolo, è asceso al cielo, cioè ha vinto il peso della materia e la legge di gravità. Sempre secondo me non si riflette abbastanza sul Risorto, il Cristo vivo per l’Eternità e si privilegia il Cristo crocefisso. A me pare che nelle Chiese non si faccia abbastanza per il Cristo vivo, spesso quasi invisibile in una nicchia laterale. La risposta me l’ha data una donna anziana, vestita all’antica, prima degli anni quaranta. Ho visto appena la donna nel buio, perché era quasi dietro di me, alla mia sinistra; la donna mi ha detto seccamente senza che udissi il suono della sua voce: “ La liturgia non si tocca “. La risposta mi ha un po’ sorpreso perché io sono arciconvinto che si deve pensare e meditare anche sul Gesù vivente e operoso ! Stamane: 1) Ho visto un tubo trasparente tappato con una sostanza nera come la pece; qualcuno, invisibile, ha tolto con facilità, ma completamente questa sostanza – tappo con un cucchiaino (disegno). Mi pare che il significato sia questo: Abbiamo aperto un canale; forse il canale riguarda la considerazione del popolo di Dio e della Chiesa sul Cristo vivo o sul Risorto, se più vi piace. 2) Ho chiesto, meditando sul cuore di Maria, se devo insistere sul sostenere che è bene meditare sul Cristo vivo piuttosto che sul Cristo morto; la risposta è stata immediata e, in un certo senso, sconcertante: “ Lascia la risposta alla scienza “. Ovvero la questione che ti poni è cosa del futuro. Questo perché la scienza attuale mi pare lontana dal trattare una questione del genere. Gli scienziati che parlano in televisione mi sembrano più atei che credenti; unica eccezione che mi viene in mente il fisico Zichichi. Quindi quella del Cristo vivo è una questione che riguarda la scienza del futuro, perché – attualmente - la maggioranza degli scienziati si rifiuta di trattare dell’intervento dello Spirito nella vita della materia. Mi pare infatti che il francese J. E. Charon non abbia tanti seguaci. Perciò ne ho dedotto che devo accantonare la questione. Allora mi sono ricordato che la Madonna, quando parla 14 Louise L. Hay, Colori e numeri, pagina 7, MacroEdizioni 9
  10. 10. Medjugorje incoraggia particolarmente le meditazioni su Gesù crocefisso e allora ho deciso di tenere nel mio cuore e nella mia mente la questione di cui ho prima trattato. Come potrei, nonostante la mia indipendenza naturale fare una cosa diversa da quella che mi dice o mi fa dire la Madonna ? 3) Ho visto una pagina di giornale, ne ho letto una frase della quale mi è rimasta in mente la parola “tempo”. 4) Dopodiché sul giornale sono apparsi due orologi tipo rolex, d’acciaio; uno era da donna e un altro era da uomo, ma nel formato piccolo. I due orologi non erano sopra il giornale, ma erano come fusi nel giornale; emergevano da questo soltanto perché erano molto più spessi del foglio del giornale stesso. A me pare che il Messaggio sia questo: il trascorrere del tempo cambia tutte le cose; le notizie che vedi qui stampate sono già vecchie di molte ore. Questo è ancora il tempo del Cristo crocefisso. In futuro verrà il tempo del Cristo vivo, all’opera ovunque, come lo è e piace a me considerarlo. Solo allora saranno opportune le meditazioni sul Cristo vivo. Ho capito, obbedisco. 5) Nel pomeriggio, prima della pennichella ho visto due immagini, ma ne ricordo una soltanto: ho visto una pianta tipo tamerice, con un tronco basso e nodoso; era alto circa un metro e mezzo; sembrava che la pianta fosse vissuta nel vento, come certe tamerici in riva al mare di Livorno, che sono deformate dal libeccio. Penso che questa pianta simbolizzi me stesso quando camminavo nelle vie dell’uomo; ora cerco di vivere secondo i Comandamenti, ma ormai il mio spirito risulta deformato. Per la verità tutt’ora mi prendo certe ventate…ma resisto grazie al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, poiché è molto difficile vivere il Vangelo. 6) Dopo la pennichella ho visto: Prima Immagine: un biglietto di banca plastificato e quindi ultimo tipo; sono stato attratto dai suoi colori: arancione ( che significa equilibrio tra razionalità e istinto ) e marrone ( realizzazione ). Questo messaggio mi pare chiarissimo: avrò come ricompensa del mio perseverare nella fede l’equilibrio tra razionalità e istinto. La realizzazione di tale equilibrio è opera divina e di ciò ringrazio Dio. Seconda Immagine: Ho visto una catenella di plastica ( disegno); ogni elemento aveva la parte superiore aperta, sicché poteva sembrare anche una lampada; ogni “lampada” era alternativamente bianca e celeste. Il bianco è simbolo di purezza, il celeste di spiritualità. Il Messaggio mi pare questo: figlio ti ho legato a Me, ma tu devi meritare questo dono, poiché se non lo meriterai, così come ti è stato dato ti sarà tolto. Questo modo di tenermi informato 10
  11. 11. mi pare un segno tangibile dell’amore delle tre Persone della SS. Ma Trinità e della Madonna. 11-07-1997 LA VIAA DIO Stanotte Mentre andavo nel bagno ho visto un libro, ma il titolo si leggeva male, anzi malissimo sia perché le lettere erano strette e lunghe, sia perché stavo camminando, seppur piano. (Disegno). Il titolo del libro era il Figlio, a conferma della celeberrima frase evangelica: << Io sono la via, la verità e la vita 15 >> . Sono ritornato a letto e mi sono addormentato. Più tardi mi sono svegliato per lo stesso motivo; quando sono ritornato a letto ho guardato nell’occhio spirituale e.. dapprima ho visto lo schermo a dama in bianco e nero, come si modificato ora: Specialmente a sinistra c’è una parete che si innalza verso il Cielo; poi in alto, ma meno evidente, c’è come un soffitto che non si unisce al lati e quindi non forma un corpo unico con le due pareti. Un paio di anni fa gli schermi erano semplici. Mi pare che il campo di gara quasi chiuso significhi questo: figlio, la partita della tua vita tu la stai giocando con il Signore Gesù. Poi ho percepito telepaticamente questa definizione: “ La Via a Dio “. Quindi si tratta di una conferma del Vangelo di Giovanni: Il Signore Gesù è la via a Dio. Poi ho visto quattro libri, uno sopra l’altro; una mano invisibile me li mostrava. Sono riuscito a leggere i primi due titoli: Giovanni; Getsemani ( questo nome l’ho intuito, più che leggerlo bene ); un libro scritto in una lingua antica che non conosco mi è stato posto sotto gli occhi molto velocemente; il quarto libro era celeste, ma non sono riuscito a leggere nemmeno una sillaba delle parole del titolo, tanto poco mi è stato mostrato. Deduzioni: Il primo libro dal titolo il Figlio, la frase “la Via a Dio” ed i quattro libri hanno un significato collegato. Praticamente mi è stato proposto di scegliere soltanto tra i primi due libri, Giovanni e Getsemani. Non so se l’ho mai scritto in queste cronache, ma Giovanni, senza nulla togliere ai meriti degli altri Evangelisti è il Vangelo che preferisco. Non a caso è il libro che mi è stato presentato per primo ed è l’unico del quale ho potuto leggere bene il titolo. Suggerimento e preferenza si incontrano. Scelgo la vita di Giovanni. Quella del Getsemani che precede la via del Calvario sarebbe troppo triste e dura per le mie 15 Vangelo di Giovanni 14, 6 11
  12. 12. deboli forze. Giovanni è anche uno dei miei tre nomi, quello che mi ha messo la mamma e che appare soltanto dal registro della parrocchia di San Matteo insieme agli altri due, Veniero e Revo. Mi sono riaddormentato e svegliato più tardi, verso le sette a giudicare dalla luce del giorno. Non mi ricordo più bene, ma ho visto sia una parte di un piccolo magazzino, sia una parte di una casetta. Ho visto poi del fumo rosso arrivare fino al soffitto della casetta il fumo e forse un fuoco illuminavano l’interno della casetta. Io non capivo di che cosa si potesse trattare ed allora ho detto: Signore…, ma non ho avuto alcuna risposta dalla casetta. Da dietro qualcuno ha detto: “Ha fatto un patto col diavolo”. Io non ho fatto alcun patto col Diavolo, ammenoché l’abbia fatto in una precedente esistenza terrena, ma di tal patto non mi sento responsabile. Io detesto il Male in ogni sua forma figuriamoci se posso fare qualcosa con Belzebù. Non voglio aver niente da fare né con lui, né con i suoi seguaci o diavoli. Seconde Immagini: Ho visto una pergamena, grande più o meno come un quaderno aperto. Sopra non c’era scritta nemmeno una parola. Dietro di me qualcuno ha buttato polvere bianca che è caduta sulla pergamena facendo dei minuscoli cerchietti - monticelli di quella sostanza. Il bianco rappresenta la purezza. Forse mi si è voluto dire: scrivi su quella pergamena che ho imbiancato una vita evangelica ( vedi 29-6-1997). Terze Immagini: Ho visto una scatola rettangolare con gli angoli smussati; era aperta ed era più piccola di una mano; era simile a quelle che tanti anni fa contenevano pasticche Valda contro il mal di gola. La scatola, internamente, aveva il colore dell’ottone e conteneva un gel trasparente ( disegno). Forse mi si vuol dire che nel mio intimo devo essere trasparente in modo che chi voglia vedermi possa farlo senza difficoltà. Quarte Immagini: Qualcuno mi ha messo davanti una teglia da forno di forma rettangolare, grande, con dentro tante cozze grandi, belle e ben cotte, con abbastanza acqua nella quale a me piace molto inzuppare il pane. Le cozze a Livorno son chiamate datteri, che a me piacciono moltissimo, specialmente se crudi ( ma ormai non si possono più mangiare così ). Dapprima ho pensato che avrò un cibo spirituale che mi piace e anche le forze che mi saranno necessarie per svolgere i compiti che mi saranno affidati, poiché le cozze sono robuste. Grazie mille, eterne. Quinta Immagine:Ho visto un foglio a quadretti del tutto bianco. Questa immagine mi pare di comprenderla bene: figlio, fai i tuoi conti. Rispondo così: sono ad un’altra svolta della mia vita, ma non ho molti conti da fare o strade da prendere se non seguire il Signore Gesù per arrivare a Dio. Per quanto riguarda il diavolo, se ci ho fatto un patto in una 12
  13. 13. precedente incarnazione, in questa non ne voglio nemmeno sentir parlare, salvo che debba combatterci con il vostro aiuto, poiché io, da solo, son troppo debole. Per la verità preferirei non averci nulla a che fare e perciò rispondo come Il Cristo nel Getsemani: “Padre, allontana da me questo calice, ma non la mia bensì la tua volontà sia fatta “. Nelle vie dell’uomo non ho mai avuto paura di far qualcosa, quando ero certo, in coscienza, di fare una cosa giusta anche perché ero sicuro che Tu, o Dio, mi amavi e mi avreste aiutato. Ma nelle vie dello Spirito sono un bambino e perciò potrei competere solo con i bambini, salvo il Tuo aiuto. Perciò, se Gesù mi sarà vicino io affronterò anche il Diavolo senza paura, ma non ora, ora non mi pare di essere pronto. Ma tu Padre, lo sai certamente meglio di me. Nelle tue mani, quindi, rimetto ogni secondo della mia vita, per fare qualunque cosa, ma il Diavolo senza Gesù non mi sento di affrontarlo, almeno per ora. Per quanto mi riguarda i miei conti sono questi: sono pronto a fare tutto quello che posso fare. A voi Padre Santissimo e a Gesù demando la decisione. L’accetterò, fin da questo istante, qualunque sia. Ed è a questo punto che ho capito di aver fatto bene i miei conti. Seste Immagini: La mia consapevolezza si è trovata tra i tavoli e le sedie di un bar o di una trattoria di campagna, all’aperto, davanti al negozio; davanti a me ho visto uno sciatore completamente vestito come tale e con ai piedi gli sci, ma prima dello sciatore, in pianura - regolarmente asfaltata e asciutta – ho visto un gruppo di corridori ciclisti che stava per arrivare. Il significato delle due serie di Immagini mi pare chiaro: figlio, non ti stupire di nulla. Gloria lode e gratitudine alle tre Persone della SS. Ma Trinità e alla Madonna. Spero di poter contraccambiare nel mio infinitesimo. 12-07-1997 LA VOCE DELLA DIVINITA’ INTERIORE Teofania: Stamani, molto presto, sono stato svegliato da Qualcuno che mi parlava. Ricordo che mi ha detto tre frasi, ma la prima l’ha detta nella fase che ha preceduto il risveglio: - la prima frase era molto espressiva, ma non ne ricordo né il senso, né una parola; - la seconda mi pare che fosse “ Non posso realizzare tutti o non è possibile realizzare tutti; - la terza la ricordo perfettamente: “ Ovunque porta la tua decenza “. Quando la terza frase è finita ho intuito che era la Divinità interiore che mi aveva parlato e precisamente il Signore Gesù 16 . Ritengo che le altre frasi le comprendo telepaticamente. Ora che ci penso un’altra volta ho percepito una voce, è stato il 5 o 6-7-1995, quando mi fu detto “ Vieni presto a Medjugorje “; penso che sia stato San Francesco D’Assisi, il santo cui devo 16 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagina 144, Mediterranee 13
  14. 14. molto. Avrei dovuto capire ieri l’altro, vedendo il tubo trasparente tagliato a forma di canna d’organo, che avevano installato un altro modo di comunicazione tra la terra e il Cielo. Mi pare proprio vero che sto per entrare in un’altra fase della mia vita, resa meravigliosa, per la quale non ringrazierò mai abbastanza il Signore. Tutte e le tre le frasi sono state “pronunciate”da una voce maschile senza alcuna enfasi o accento. Per quanto riguarda la terza frase ho guardato il dizionario appena possibile, il significato è molto istruttivo per il mio comportamento futuro:” Rispetto delle norme di decoro, dignità, pudore e simili, richiesto dalle necessità del vivere civile”. Oggi è una giornata epocale, anzi di più poiché è una tappa importantissima nella mia vita eterna. Chiunque leggerà queste parole preghi per me affinché possa svolgere bene i compiti che mi saranno affidati, quali essi siano. Le preghiere future avranno valore anche per oggi poiché nell’Eternità tutto avviene contemporaneamente in assenza di tempo. E’ meglio che taccia perché sono commosso; le parole non possono esprimere quello che sento per ringraziare dei doni e del rapporto affettivo. Io penso che la voce che mi ha parlato sia quella del Signore Gesù. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù. P:S: Si veda il 31-12-1997 13-07-1997 TI SARA’ OFFERTO IL MIO AIUTO Stamani verso le sette ho visto Sergio Volpi della Parrocchia di Ardenza; mi è venuto vicino con atteggiamento premuroso per dirmi “Hai bisogno di nulla ?”. Non ho capito dove ci siamo incontrati perché era un ambiente con poca luce. L’ho capito dopo quando una signora con i capelli bianchi e con taglio corto mi ha sorriso. La signora era seduta su di una panca davanti a me. Evidentemente la mia consapevolezza era in Chiesa e, forse nella Chiesa di San Simone e dell’Immacolata Concezione, ma nel mondo astrale, che è simile a quello fisico, a quanto ho capito. Nella chiesa d’Ardenza Sergio presta la sua opera per alcune ore del giorno; fa parte anche della Caritas. Deduzioni:Io non so come possano avvenire certe meraviglie, poiché io ero nel mio letto, la signora non l’avevo mai vista. Questi sono segni della benevolenza divina, forse mi si vuole far capire che non solo avrò l’aiuto di cui avrò bisogno, ma che mi sarà offerto. Rendo grazie al Signore Gesù. 14-07-1997 GESU’, IBERNATO 14
  15. 15. Ho visto una pagina a righe della seconda o terza classe elementare. Era scritta completamente e bene, ma io non ho letto neppure una parola. La pagina significa questo: figlio, sappi che nelle vie dello Spirito tu sei ancora un bambino. Ne sono consapevole Signore. Seconde Immagini: Ho visto Gesù con la barba scura tagliata a pizzo. Qualcuno lo aveva quasi rialzato da terra, ma era rigido nel corpo e nel collo, come se fosse stato ibernato. Non visto bene perché era un po’ lontano. Il Messaggio mi pare questo: figlio, gli uomini considerano il Signore Gesù come se fosse ibernato e praticamente lo ignorano. Mi sono addormentato e quando mi sono risvegliato ho visto lo schermo a scacchi, nella parte alta: friggeva un po’ ( non conosco il termine tecnico ) come se fosse sottoposto a scariche elettriche. Forse significa che ci sono lavori in corso. Terze Immagini:Ho visto alcuni fabbricati, grandi e alti, incluso una palestra o un teatro con il tetto semisfera, ma non molto pronunciata, di una città moderna. Questi grandi fabbricati ( disegno ) che ho visto dal basso contrastavano con il cielo blu scuro. Non ho capito bene il significato delle Immagini; forse significano che la prossima tappa sarà svolta in mezzo alla gente. Quarte Immagini: Ho visto un paio di occhiali da vista e penso significhino che sarò capace di comprendere meglio le situazioni della vita. Le Immagini sono probabilmente collegate con quella del 27-6-1997 ( la membrana insanguinata di un occhio ). Naturalmente ho ringraziato il Cielo. Mi sono riaddormentato un po’, per risvegliarmi verso le sette. Allora ho visto: Quinte Immagini:Una donna che metteva le fodere a quattro guanciali. Il Messaggio è chiarissimo: figlio, potrai vivere, lavorare e dormire in pace fra quattro guanciali. Grazie a Dio. Seste Immagini:Ho visto un uomo al di là di un mobile divisorio basso che si può vedere in molti uffici quando si vuole impedire l’ingresso al pubblico; l’uomo ha buttato una bomba a amano nell’entratura dove si trovava lui stesso. La mia consapevolezza è rimasta impassibile al di là del mobile, nello spazio chiuso della stanza. Il messaggio mi pare questo: figlio, non ti stupirai più di nulla e qualunque cosa accada rimarrai imperturbabile. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 15-07-1997 LA DIVINA PRESENZA NELLE CHIESE Stamani ho visto: Prime Immagini:Un piatto con quattro o cinque susine; in mano ne avevo un'altra alla quale stavo togliendo la buccia viola con un coltello. Il Messaggio mi pare questo: il Cielo mi dà vitamine spirituali: il colore viola simbolizza la metamorfosi ( pacificazione, controllo delle passioni, obbedienza e sottomissione; si veda Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 76, Tascabili Economici Newton ). 15
  16. 16. Seconda Immagine:Ho visto quattro mele su di un piatto. La mela è simbolo di conoscenza e perciò ne deduco che mi sarà data la sapienza di cui ho bisogno. Ringrazio sentitamente Terze Immagini: Ho cominciato a pregare per la continuazione dell’attività della Scuola Cattolica in crisi economica per la limitazione delle nascite e la mancanza di contributi statali. Ho visto un morto dentro una bara alla mia sinistra davanti al quale sfilavano delle persone, così come si fa per rendere omaggio ad una persona molto meritevole. Nella fila io ero arrivato ad un paio di metri dal morto per cui ho potuto accorgermi di una particolarità: il morto che per me simbolizzava la scuola della Chiesa Cattolica era voltato verso le persone in fila, come se volesse guardarle ad una ad una. Ne ho dedotto – vista la grande importanza della Scuola della Chiesa Cattolica per la formazione morale dei giovani – che coloro che non l’hanno sostenuta adeguatamente, potendolo fare in questi ultimi quarant’anni, dovranno rendere conto delle loro mancanze. E lo stesso dicasi per coloro che non la sostengano in questi tempi in cui si discute di riforma scolastica . Io sono un convinto sostenitore della Scuola cattolica e me ne occupo attivamente da quando ne ho avuto la possibilità e cioè in questi ultimi tre anni. Quarte Immagini: Mi sono visto mentre mangiavo le susine e considerato il significato che gli attribuisco queste immagini mi fanno molto piacere. Quinte Immagini: Ho visto la copertina di un libro con il disegno di una Chiesa stilizzata. Si trattava della facciata di una chiesa della quale era stato disegnato soltanto il contorno tondeggiante; mancava anche il portone. Mi sono trovato all’interno della chiesa dove c’era una luce bianca diffusa. Per me la luce bianca è segno di Divinità. Non ho visto croci, né altri segni di identificazione. Mi pare che le Immagini significhino questo: le chiese dovrebbero essere aperte notte e giorno, così come penso io. L’assenza di segni di identificazione, tranne la Luce bianca, significa che non ce n’è bisogno e che Dio è comunque presente dentro ciascuna di esse. La luce bianca è simbolo anche di Purezza e Carità. Ne deduco che la frequentazione delle Chiese contribuisce alla nostra purificazione. Senza maggiori capacità di comprensione ( la pelle tolta dall’occhio e gli occhiali ) non se avrei saputo comprendere queste Immagini della Chiesa senza porta e senza segni di identificazione. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 16-07-1997 L’ORDINE DI MOVIMENTO DEL 29-03-1997 Stamani mi sono svegliato alle sei, più o meno.- e ad un certo punto mi sono visto in un ufficio direzionale; dietro una grande scrivania ( ho visto soltanto quella e la finestra dietro ) c’era un uomo di una cinquantina d’anni, brevilineo, un po’ calvo, con un vestito di gabardine che mi ha comunicato qualcosa; io, un po’ titubante ho pensato: ora, però gli chiedo informazioni; ho posto la 16
  17. 17. domanda e lui mi ha risposto seppure evasivamente. Dopodiché la scena è finita…ma io, incredibilmente, non ricordo una sola parola di ciò che mi ha detto. Ricordo benissimo soltanto le Immagini, il senso della comunicazione e della mia richiesta di informazioni. Ho avuto comunicazioni circa il mio trasferimento ad altro servizio o incarico, così come può avvenire in qualsiasi azienda della terra. Collego queste immagini all’Ordine di Movimento che ho visto il 29 Marzo u.s. Ne deriva che nei tempo tecnici necessari, tenuto conto anche delle mie condizioni fisiche e mentali. L’iter “burocratico” celeste del mio trasferimento sta arrivando a conclusione. Le Immagini di stamane le collego all’apertura del canale uditivo interiore per ascoltare la Divinità ( la canna dell’organo ). Infatti, per svolgere bene un servizio occorrono innanzitutto istruzioni precise che io possa ben capire. Con le immagini non sempre sono sicuro di aver capito bene e a volte la comprensione avviene ore dopo. Con le comunicazioni verbali o scritte le possibilità di errori di interpretazione sono minime o inesistenti. Sono profondamente grato per il nuovo incarico anche se non so di che cosa si tratti e quando inizierà; potrebbe trattarsi non di un incarico, ma di una scuola spirituale o di una caduta di limitazioni di coscienza, con trasferimento ad un livello superiore ( fusione 17 ). Pregando mi sono riaddormentato; e quando mi sono svegliato mi sono visto bere un bel bicchiere d’acqua. Ho associato l’acqua ad una nuova “ iniezione “di energie. In effetti sto molto meglio da un paio di mesi. Prova ne sia che Domenica scorsa ho nuotato e fatto tuffi per un oretta con i tre pargoli scatenati. Il Signore Gesù sta portando a termine la Sua opera di ricostruzione fisica, psichica e spirituale di un uomo tanto malandato da essere quasi da buttare anche perché il buon funzionamento del cuore è fondamentale. A Gesù e alla Madonna esprimo eterna riconoscenza. 17-07-1997 IL PAESAGGIO E LA CASETTA DISASTRATA Stamani ho visto molte Immagini, ma non son sicuro di ricordarle tutte: Prime Immagini:ho visto un paesaggio collinare stretto e lungo, molto bello, ma era delimitato come se fosse un quadro che rappresentasse la primavera (era senza cornice ). Secondo Gea Barzaghi, Il grande libro dei sogni, pagina 61, Confidenze, il paesaggio simboleggia il corpo nella sua completezza e ammirare nel sogno un bel paesaggio indica armonia tra corpo e mente …”. Il Signore mi comunica che presto ci sarà armonia tra corpo e mente in me e di ciò lo ringrazio moltissimo. Seconde Immagini: Dalla finestrella del piccolo ambiente nel quale mi trovavo qualcuno insufflava una nuvoletta di fumo blu. Allora ho compreso che il piccolo ambiente dove si trovava la 17 Cerchio Firenze 77, Dizionario del Cerchio, pagina 123, Mediterranee 17
  18. 18. mia consapevolezza simbolizzava me stesso. Io stesso, nelle prime Immagini vedevo fuori di me la Bellezza del paesaggio, mentre nelle seconde il fumo blu simbolizzava la purificazione che veniva operata per armonizzare il mio corpo con la mia mente ( io sono ottimista per scelta, ma naturalmente sono un pessimista ). Terze Immagini:un uomo mi ha fatto esaminare il soffitto di una vecchia costruzione in disordine che abbisognava di straordinaria manutenzione così come le mura della casetta in prossimità del tetto. Poi mi sono reso conto che questo disastrato edificio si trovava in campagna in mezzo ad un campo perché – per tornare indietro – abbiamo camminato su delle grosse pietre piatte immerse in un fango acquoso l’uno (l’uomo) dopo l’altro (la mia consapevolezza). Mi sembra che le Immagini vogliano dirmi questo: la casetta, per non dire catapecchia simbolizza me stesso nella sua completezza. L’interno è stato rimesso a posto, ma ora bisogna provvedere alla straordinaria manutenzione del cortile, il campo, del tetto e delle mura portanti il tetto verso la sommità. Mentre sto scrivendo mi viene in mente il tetto nuovo con due pezzi di muro di sostegno che ho visto in una strada sterrata bianca il 30-6-1997. Il Cielo ha già disposto tutto. La casetta di stamane si trovava isolata, in un campo acquoso, mal collegata con altre abitazioni, che peraltro non ricordo di aver visto. Questo simbolizza il mio spiccato senso di separatività. In effetti, ho vissuto appartato per tanti anni e soltanto in questi ultimi mesi ho ricominciato a frequentare gli amici, specialmente della Parrocchia di San Simone all’Ardenza. Il tetto nuovo e circa un metro di muro è già pronto e in viaggio per essere installato. Penso che la casetta simbolizzi anche la mia psiche che sarà presto in parte rifatta ( forse il tetto è già arrivato). Grazie eterne al Signore Gesù. Quarte Immagini:Mi trovavo sul ciglio di una strada dove ho visto passare un gruppo di ciclisti (una decina) che indossavano una maglia verde senza alcuna scritta pubblicitaria. Ho avuto l’impressione di essere uno di quei ciclisti. Il verde è il colore che simbolizza la Speranza, virtù della quale sono un po’ scarso. Ne deriva che è finito il mio isolamento. Non è che prima fossi veramente isolato, ma lo ero sotto l’aspetto dei miei pensieri. Nessuno ha un idea di quel che mi sta succedendo fatta eccezione per i miei familiare e un accenno al Vescovo Ablondi. Quinte Immagini:Mi è stato fatto vedere un vassoio rotondo pieno di tartufi di mare dalla carne bianca. Questo mollusco è molto apprezzato a Livorno e Rossella ne mangia più che volentieri. Penso che simbolizzi una nuova energia ancor più vigorosa rispetto a quella dei mitili che ho visto qualche giorno fa ( 11-7-1997). Questi molluschi hanno un guscio robustissimo. Forse le Immagini significano che il Signore Gesù mi infonderà una maggiore capacità di resistenza. 18
  19. 19. Seste Immagini:Ho visto Nicla che imboccava un bambino seduto al seggiolone. Anche queste Immagini sono di ottimo auspicio. Sia lode al Signore Gesù 18-07-1997 LA POSTURA NELLA PREGHIERA In questi ultimi giorni avevo fatto due osservazioni circa la postura dei fedeli nella preghiera; i cristiani pregano in ginocchio, ma non so quanto diffusa sia la meditazione o la contemplazione. Pregare in ginocchio in Chiesa è una buona postura, ma in casa il pregare in ginocchio non si estende bene né alla contemplazione, né alla meditazione poiché bisogna essere comodi. Allora mi è venuto a mente un suggerimento silente della Madonna. Circa un anno fa Ella mi mostrò la postura di quando si prega con la mente e con il cuore, che può essere anche la postura della meditazione. Ella stava seduta con una veste lunga; teneva le gambe incrociate, le mani giunte al petto, la testa leggermente abbassata e quindi con il viso rivolto al cuore ( probabilmente aveva gli occhi chiusi ). In pratica il corpo della Madonna aveva assunto la forma di un triangolo isoscele con il vertice un po’ abbassato. Nei giorni scorsi mi sono accorto che i fedeli, in Chiesa, a cominciare da me non tengono le mani giunte all’altezza del cuore, così come insegna la Madre anche a Medjugorje, né tengono lo sguardo sul cuore o guardano verso il cielo. Gloria, lode e gratitudine alla Madonna 19-07-1997 LA GERUSALEMME CELESTE Stamane mio sono svegliato molto presto e dopo un pò, senza una particolare concentrazione, sullo sfondo di un bellissimo cielo blu, sospesa per aria ho visto la grandissima porta di una città antica, apparentemente senza nessuno di guardia. La porta era costruita con enormi pietre rettangolari; dietro la porta c’era una ripidissima strada stretta della quale non ho visto la fine; questa strada, che simboleggia una grandissima difficoltà avrà avuto una pendenza del 75 per cento circa ( più erte di quella che ho visto il 16-6-1997 ). Quell’enorme porta monumentale non era appoggiata su qualcosa di solido, era semplicemente sospesa nel cielo, così come la strada che ho visto dietro. Disegno Ho intuito che la stupenda porta, molto più grande di qualunque altra porta di città che abbia mai visto era quella della Gerusalemme Celeste. Poi ho visto altri enormi palazzi costruiti nella stessa epoca e nello stesso modo: con enormi pietre rettangolari perfettamente squadrate e ordinate. Anche questi palazzi erano sospesi nel cielo. Non ho visto né persone , né animali, né altro poiché le strade, asfaltate e larghissime erano deserte. 19
  20. 20. La situazione mi lasciava perplesso, ma subito dopo ho visto l’interno di uno dei palazzi, o meglio, la mia consapevolezza ci si è trovata dentro. Ero in un enorme corridoio adibito a salone di conversazione. Era pieno di poltrone, uniformemente posizionate a gruppi, come nei nostri grandi alberghi. E sulle poltrone persone tranquille stavano conversando tra loro. Non ho visto nessuno in piedi, né alcuno alzarsi. Non ho visto camerieri, né tavoli, né vivande, né bottiglie o bicchieri. Quelle persone comunicavano semplicemente tra loro, a gruppi vicini, ma separati e allora ho pensato alla Comunione dei Santi, ovvero ad una vita di intima e intensa relazione interpersonale nella quale ciascuno dà all’altro il meglio dei suoi pensieri, il meglio di sé, senza egoismi e personalismi, tutti affratellati dal Dio dell’amore e della Pace che dona a ciascuno un sentire di coscienza universale fondato sull’amore fraterno. Mi è venuta in mente anche la fusione delle coscienze per mezzo della quale – persone di simile evoluzione spirituale –fondono le loro coscienze in un'altra di superiore grado ed evoluzione. In tale stato nuovo d’essere ogni persona è anche l’altra, pur sentendosi se stesso come non mai. Si veda le Grandi Verità ricercate dall’uomo, dei Maestri del Cerchio Firenze 77, pagina 267, Mediterranee. Infine ho visto un enorme fabbricato finestrato, fatto a cupola, molto più grande di quello di San Pietro a Roma, anch’esso costruito con le stesse pietre rettangolari ( disegno). Anche questo fabbricato era sospeso nel cielo blu ed era situato più in alto dei palazzi dietro alla porta della città ed era l’ultima costruzione, certamente simbolica, o almeno così mi pare. Diversamente da una cupola normale questo fabbricato era in stile moderno, aveva moltissime finestre, invece di essere ricoperto di tegole. Al centro della sua sommità c’era una specie di ciminiera, stretta e altissima della quale non ho visto la fine. Però, la ciminiera somigliava più ad un tubo o a un cordone ombelicale in quanto all’interno di esso c’era una sostanza color rosso accesa, come se fosse sangue. Deduzioni : - Quanto alla porta: era magnifica e impressionante; - Quanto alla ripida strada dietro di essa:rappresenta una prova da sostenere ( come, anzi più dura della mia ( 16-06-1997 ). Penso che la vita nell’Aldilà sia ricca e intensa ed a livello interiore. La vita dell’Aldilà deve essere preordinata alla nostra evoluzione spirituale e deve essere molto più semplice poiché l’uomo non ha da combattere con il complesso sensi-istinti-bisogni e desideri del corpo fisico; - Quanto ai palazzi: simboleggiano i “luoghi”, cioè i livelli di coscienza dove gli uomini santificati vivono in comunione. Non sono necessari cibo e bevande, né mezzi di comunicazione, né c’è antagonismo poiché ognuno è anche l’altro; 20
  21. 21. - Quanto al fabbricato moderno fatto a cupola: Penso che simbolizzi un “luogo” di studio- meditazione collegato con il Dio dell’amore e della vita. Lo studio - meditazione probabilmente prelude ad una nuova fase evolutiva dei singoli individui, coscienze o anime; - Quanto al cordone ombelicale: rappresenta allo stesso tempo la nostra unione con il Padre- Madre-Dio 18 e l’essenza vitale che ci dona, la sostanza rossa; - Quanto alla sostanza rossa:simbolizza il sangue – amore - energia che tiene in vita tutti gli esseri e tutte le cose; - Quanto alla Gerusalemme Celeste: Penso che la Gerusalemme Celeste, corrisponda al Regno dei Cieli e al Paradiso, oppure si può dire che è una città del Regno dei Cieli dove le persone vivono in comunione tra loro, dove è realizzata la Comunione dei Santi. Dio Padre ha detto a Eileen Caddy della Comunità di Findhorn nel XX° secolo: <<… Sappi che il Regno dei Cieli è dentro di te ed aspetta solo che tu lo riconosca. Devi saperlo, crederci e farlo emergere. Il Regno dei Cieli è uno stato mentale, sta ad ognuno cercarlo e trovarlo. Ogni anima deve desiderare intensamente il Regno dei Cieli prima di poterlo trovare. Il desiderio non deve mai venir meno, e deve essere così forte da impedire che una qualsiasi cosa possa ostacolarne il cammino 19 >>. Nella comunione dei Santi esseri simili stanno insieme e si sostengono l’un l’altro condividendo ciascuno le proprie peculiarità e carismi con quelli degli altri. Tutti sono Uno con Dio e gli altri e tutti sono sostenuti dall’amore cosmico. Seconde Immagini: Così come si può vedere alla TV ho visto per due o tre volte le consonanti e vocali che formano l’aggettivo speciale in lettere maiuscole di colore giallo, il colore della Divinità ( disegno). Significava che stava per avvenire qualcosa anche più importante della visione della Gerusalemme Celeste, qualcosa molto speciale, due o tre volte speciale. Intanto il Battito del sangue nelle orecchie stava aumentando in ritmo e intensità. Ho percepito un’invocazione di altri al Cristo, alla quale ho unito mentalmente la mia ( ma che ora, stranamente, non ricordo più ). Ho cercato di aguzzare la mia vista spirituale per vedere la scena che si stava svolgendo, ma senza riuscirci. Per due volte ho ripetuto che non vedevo niente, mentre mi sforzavo di vedere con lo sguardo interiore nel piano celeste dove si stava svolgendo una cerimonia religiosa molto speciale. Nel frattempo continuavo a ripetere con intensità e partecipazione l’invocazione di cui dicevo prima, finché ho compreso che la cerimonia era finita. Poi mi sono posto alcune domande mentre il ritmo dei battiti del sangue diminuiva progressivamente: 18 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagine 103-104, Mediterranee 19 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 1 Giugno, Amrita 21
  22. 22. a. perché mi hanno avvisato con tanta chiarezza della cerimonia ? Risposta: perché era importante anche per me; b. perché pur sapendo che non stavo vedendo non hanno fatto in modo che vedessi ? Risposta: perché probabilmente non ero in grado si sostenere l’energia che emanava dal corpo del Signore Gesù; c. Ma non soltanto, perché non dovevo ricordare la cerimonia cui la mia anima ha assistito certamente. Non ho ricordato nemmeno l’invocazione, nonostante che l’abbia ripetuta diverse volte. Quindi dovevo partecipare in qualche modo, ma senza vedere, né ricordare la cerimonia. Ho guardato l’ora: le 5,22, ma invece di pregare mi sono concentrato sulla vista spirituale poiché ho intuito che dovevo guardare ancora e così ho fatto. Terze Immagini: Mi sono visto bere da un bicchiere che tenevo con tutte e due le mani; in quella sinistra avevo un lungo velo bianco che tenevo tra la mano e il bicchiere. Non ho visto né capito cosa ho bevuto. Il velo mi ha impedito di vedere il contenuto e il fondo del bicchiere, nascosti anche dalla mano destra. Queste Immagini confermano che ho partecipato alla Cerimonia molto speciale. Io penso di aver partecipato ad una Messa officiata personalmente dal Cristo e quindi ho bevuto il sangue del Signore Gesù. Io sono un “misero tapino” e non ho alcun merito per quanto mi sta succedendo. Attribuisco il tutto all’amore di Dio; fin da giovane ( 16-17 anni) sono stato sostenuto dal pensiero che “Lassù qualcuno mi ama” ( durante il film con la PierAngeli capii che il titolo del film, valeva anche per me ). Da allora sono stato consapevole che il Signore Dio mi aiutava in tutte le vicende della vita. Il Signore Gesù, lo so per Immagini riferite in questo Diario, mi segue fin da quando ero un bambino di sette - otto anni. La conferma che io sono un misero tapino la si trova in queste quarte Immagini: mi sono trovato in un ascensore con una suora che indossava anche un lungo impermeabile grigio E così ho capito che ero entrato in uno degli ascensori dei palazzi della Gerusalemme Celeste. La suora mi ha guardato/squadrato, sorpresa di vedere il tapino ( lo ha capito dalla mia aura, penso in quel luogo santo. Non mi ha detto una parola, né mi ha sorriso tanto era la sua meraviglia. Capraia 20-07-1997 IL MIO STATO D’ESSERE Stamani, molto presto, ho visto: Prime Immagini: La mia consapevolezza era in una stanza dove c’era una tavola apparecchiata per 10-12 persone, ma in quel momento c’erano soltanto una donna e due bambini; la donna metteva il sale nella pentola della minestra sul fuoco, mentre io stavo cercando qualcosa di pesante per mettere sulla tovaglia bianchissima che il vento sollevava. 22
  23. 23. Seconde Immagini: La mia consapevolezza è entrata in una casa dove c’era una donna ed un’altra persona che ho visto di straforo. La donna mi ha condotto in un ambiente buio; sul terreno ho visto molte piantine simili a quelle dei fagioli. Le piantine avevano una sola foglia a forma perfetta di cuore; tutte le foglie erano macchiate di qualcosa che somigliava alla ruggine. Ne ho dedotto che molti sono i cuori induriti, avvolti dalle tenebre. Un riferimento a me stesso è del tutto pertinente. Poi la donna mi ha detto: “Guarda in quali condizioni si trova il tuo cuore e provvedi a curarti “. E pensare che mi credevo una brava persona, anche se so di essere un misero tapino spiritualmente parlando. Non so come curarmi. Siccome la questione riguarda il passato mi confesserò. Per quanto riguarda il presente osservo che è difficile vivere il Vangelo alla lettera. Io, come gli altri, più o meno, faccio del mio meglio, ma del nostro meglio è poco. Dio da noi vuole tutto 20 . Ma chi è che riesce a dar tutto se non riceve prima un cuore di carne ? Terze Immagini: Mi sono visto con una pancia gonfia come un pallone. Accanto a me c’era un uomo di mezza età che stava per prendere un cavicchio con l’occhiello in cima ( disegno). Ne ho dedotto che me lo avrebbe infilato nell’ombelico per fare uscite le esalazioni fetide del putridume che ho ancora in me. Io non ho una pancia del genere, perlomeno fisicamente4,ma non metto in dubbio di averla avuta in una precedente esistenza. Non so che dire, tranne che sperare nella misericordia di Dio. Capraia 21-07-1997 UN NUOVO SCHERMO ? Al mattino, mentre recitavo da un certo tempo ilo Gloria, ho visto alla mia sinistra un sacerdote con un paramento sacro di colore verde con strisce bianche. Non ho visto il sacerdote in volto. Poi ho visto un nuovo schermo fatti di linee di luce ( disegno ) Sia lode al Cristo. Capraia 22-07-1997 PUREZZA E CASTITA’ Prime Immagini: Stamani, molto presto a giudicare dal buio, dapprima ho visto la parte più alta di una fortezza la cui sommità era nascosta da una nube e perciò era del tutto invisibile. Della parte che ho visto la mia attenzione è stata attratta dalla muratura che mi è parsa del tutto particolare: era ricoperta da una malta di color rosso lucido ( disegno). Poi ho visto altre parti della stessa fortezza, ma la mia attenzione era sempre attirata dalla malta lucida rossa. La sommità della fortezza era priva di merli. Infine ho rivisto la parte più alta della fortezza senza la piccola nube ( disegni). La nube nascondeva un simbolo in rilievo. Ho intuito che 20 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio 17 Agosto, Amrita 23
  24. 24. quell’emblema rappresentasse un giglio. E così ne ho dedotto che la fortezza con la Malta rossa, il colore dell’amore, era il simbolo della persona pura e casta. Mi sono venuti in mente gli strani sogni a sfondo sessuale che mi meravigliarono non poco, dato che sono ( o mi ritengo ) una persona normale con una certa forza di volontà; perciò ho concluso che avevo un po’ trascurato le indicazioni precedenti tra le quali la superficie vetrosa con sopra scritto PUREZZA E CASTITA’. Il Cielo mi riproponeva, con sogni e scritte i due temi, come se non sapesse che sono sposato da quarantaquattro anni, ma poi ho capito il perché. Per la verità tutto ciò, ma specialmente i sogni mi davano un po’ o parecchio fastidio, secondo i casi, perché mi fanno sembrare un uomo molto libidinoso, il che non è, o almeno non mi pare. Una voce: Ho ripreso a recitare il Gloria, finché non mi sono addormentato. Più tardi mi ha svegliato la sensazione di una erezione. Quasi subito ho percepito ( o sentito ) questa frase un po’ sibillina:” Alle nonne che si sottomettono si sottometterà sempre anche il Santo Pitale “. Pitale è sinonimo di Orinale che gli antichi tenevano sotto il letto ( ce lo teneva anche il mio babbo ). La frase non riguardava me, ma Chica e prima o poi dovrò dirgliela, poiché il versetto della continenza volontaria del Vangelo di Matteo ( Matteo 19, 12 ) vale sia per gli uomini che per le donne, ancorché sposati. Seconde Immagini: Mentre continuavo a pensare alla castità ed alla purezza di una coppia di sposi felicemente sposati, ho visto una bellissima pianta con foglie d’uva, ma di una specie diversa dalla vite mediterranea ( disegno ). E così mi è venuta in mente la celeberrima frase evangelica “Io sono la vite e voi i tralci” ( Giovanni 15,5 ) e ne ho dedotto che la condizione finale dell’uomo era quella di diventare come Lui, nonostante che si sia sposati. Anche i nonni devono farsi eunuchi per il regno dei Cieli ( Matteo 19, 10-12 ), ma con il consenso della nonna. Terze Immagini:Mi sono addormentato e poi mi sono risvegliato verso le 6,30. Ritornato a letto, mi rivenuta in mente la lotta continua di Gesù contro il male e così ho pensato che dovrebbero nascere grandi santi per aiutarlo in questi tempi bui. Immediatamente dopo aver formulato questo pensiero ho visto un essere umano seduto per terra con il volto appoggiato sulla gamba destra rialzata. La mia consapevolezza gli era di fronte. L’uomo, assai avanti negli anni, ha alzato il viso; aveva gli occhi chiari strani o stralunati, capelli scarmigliati, grigi, bianchi e “spenti”. Ha detto “….diciotto….”. Non ho capito che cosa ha detto prima del numero, né cosa ha detto dopo, ma dall’espressione con cui ha parlato e dal suo aspetto mi è parso un uomo poco buono. Ho avuto l’impressione che la frase completa non fosse edificante per questi santi nascituri o per me, misero tapino. 24
  25. 25. Ho continuato a pensare a come limitare il male nel mondo senza approdare a nulla, anche perché il male è strumentale al bene. In ogni caso il male è troppo forte per la mia debolezza. Dopo ho cominciato a vedere tante Immagini delle quali ricordo soltanto: 1) il bagagliaio di una macchina con una cesta grande, quanto il bagagliaio stesso, piena di panini. Sognare il pane è di buon augurio… svela profonde e spesso nascoste disponibilità solidali ( Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 37, Tascabili Economici Newton ); 2) i piedi nudi di un uomo che esce di casa; forse le Immagini significano: l’aiutarmi vi costerà patimenti ( le scarpe significano protezione ); 3) pere verdi e rosse; le immagini significano vi darò Speranza e Amore in abbondanza.. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù. Capraia 23-07-1997 I DUE ORSI Ho visto un grosso orso su di una montagna innevata mentre aspettava un altro orso, un po’ più piccolo. Mi è sembrato che simboleggiasse Chica e me. Poi l’orso ha ripreso a salire, seguito dall’altro ed è a quel punto che ho visto la cima della montagna contro un bellissimo cielo blu ( disegno ). Queste Immagini sono molto confortanti poiché significano che Chica ed io insieme raggiungeremo un’altra meta intermedia importante, poiché la cima non mi è sembrata impervia. Gloria, lode e gratitudine a Dio. Capraia 24-07-1997 L’ACQUA Stamane ho visto un ciclista in discesa prima di affrontare una curva alla sua destra; poi è sparito dietro la casa sulla curva ( disegno). Associo queste Immagini a quelle degli orsi di ieri. Chica ed io abbiamo portato a termine un’altra tappa. Stamani non l’ho vista, ma sono certo che era dietro di me. Seconde Immagini: La mia consapevolezza si trovava in mare; all’ultimo momento ho visto un grosso scoglio, pochi centimetri sotto il livello dell’acqua; non so se ci sono andato a sbattere, perché era quasi impossibile evitarlo ( disegno). Di quale pericolo si tratta ? Terze Immagini:Ho visto una fontanella con una cannella aperta del tipo che si possono vedere ancora per strada in montagna. Il getto era discreto ed era a mia disposizione. Come al solito associo l’acqua all’energia . Le Immagini significano che potrò approvvigionarmene da solo. Grazie a Dio. Capraia 25-07-1997 25
  26. 26. UN SOGNO ISTRUTTIVO – INFORMATIVO Mi sono svegliato prestissimo a causa di un sogno suddiviso in tre parti che si è svolto nella città di Roma: Prima parte:Un imprenditore romano, accompagnato da un amico comune, mi ha chiesto un biglietto da visita perché aveva intenzione di affidarmi un incarico professionale poiché aveva contrasti con i suoi due fratelli con i quali aveva interessi in comune ( una società a tre ). Ho deciso che non avrei accettato l’incarico e perciò non gli ho dato il biglietto da visita. Il sogno mi pare significhi che la cessazione dell’attività professionale è un fatto acquisito. Ci ho messo del tempo ad ubbidire a causa dei lacci e laccioli della vita. Seconda parte: Mentre andavo nel mio studio romano ( che progettai d’aprire, ma non lo aprii ) mi sono accorto che ero in strada senza pantaloni e senza scarpe. Ciononostante sono entrato in un palazzo per andare in studio senza provare alcuna vergogna.. Da piccolo facevo un sogno simile, ma mi vergognavo moltissimo del mio pisello che la gente poteva intravedere sotto la maglietta o camicetta, perché il pisello, in se stesso, non è né buono né cattivo. Terza parte: Facevo la fila per farmi esaminare come tanti altri il mio ombelico. Quando è stato il mio turno la donna, piuttosto vecchia, mi ha fatto notare che era grasso, poiché la parte inferiore ( dell’ombelico ) sporgeva come una pancetta sotto lo stomaco. La donna, parlando a voce alta, in modo che anche gli altri sentissero, mi ha detto che le persone che se lo fanno crescere sono imperfette. Sarebbe stato meglio che fosse più chiara e avesse parlato dell’imperfezione. Ne ho dedotto che facesse riferimento alla sessualità. La perfezione che richiede il Signore Dio è poco accessibile agli uomini. Basti pensare al modo di vivere, ai film, ai romanzi e così via. Avremmo tutti bisogno di un’altra educazione. E le cose stanno peggiorando: i fidanzati cominciano a far sesso sempre più giovani. Signore, sul passato posso meditare, ma di più non posso fare. La castità è qualcosa che posso capire ora, dopo tante lezioni, ma prima facevo come tutti. E’ un problema serio anche a livello matrimoniale. Tu vuoi la castità, cioè la continenza volontaria, ma chi lo capisce bene fino in fondo? Anche in Chiesa se ne parla poco. E niente, se non genericamente a quanto mi risulta , della castità totale tra coniugi. Ma se questa è la Tua volontà nel futuro creerai le condizioni perché ci si faccia eunuchi per il Regno dei Cieli 21 . P.S. Si veda la Croce del 25-7 -1997 Capraia 25-07-1997 LA CROCE 21 Vangelo di Matteo 19, 10-12 26
  27. 27. Stamani, in una chiesa, di spalle, ho visto un frate mentre stava per girare dietro una colonna. Al posto del cappuccio aveva una mantella e sulla mantella era riportata una croce greca di questa forma con il bordo rosso ( disegno ). Il significato potrebbe essere questo: “ Prendi la tua croce e seguimi”; oppure “ fai come me e prendi la tua croce sulle spalle “. Penso che sia valida la seconda ipotesi poiché senza portare la propria croce non si può arrivare a Cristo. Ma la domanda è: ma qual è la mia croce ? Tutti siamo costretti a portare la croce della vita, consapevolmente o meno ? Per portarla consapevolmente bisogna prima capire come è fatta la nostra croce e questa possiamo capirlo con l’introspezione, cioè cercando di conoscere noi stessi. Ma nemmeno in Chiesa ci insegnano quanto sia importante conoscere se stessi. Eppure il Signore Gesù ce lo ha detto chiaramente, ma solo l’Evangelista Tommaso ne ha parlato. Questo Vangelo è stato scoperto nel 1946 a Nag Hammadi, in una grotta lungo il Nilo. Il Signore Gesù disse: “ ..Ma il Regno è dentro di voi e fuori di voi. Quando vi conoscerete, allora sarete consci e saprete che siete voi i figli del Padre Vivente. Ma se vi capita di non conoscere voi stessi, allora restate poveri e siete la povertà stessa 22 “ . Capraia , 26-07-1997 LA FORTUNA Tommaso mi ha dato un escremento solido come se fosse un giocattolo. Da noi si dice che porti fortuna. Io penso che si tratti di un altro tipo di fortuna e ringrazio, anche se non disprezzerai l’altra. Grazie a Dio. 30-07-1997 LA FORTEZZA Ieri sera ho visto un cane mentre defecava. Altro segno di fortuna del quale ringrazio. Seconde Immagini:Ho visto una parte di una fortezza che dava l’impressione di essere inespugnabile tanto appariva solida e resistente. Aveva un’apparenza scura e arcigna che incuteva timore. Ne ho tratto l’impressione che simbolizzasse uno dei sette doni dello Spirito Santo, la Fortezza, appunto, che è una delle quattro virtù cardinali ( le altre tre sono prudenza, giustizia e temperanza. Mi pare che la Grande Madre mi abbia annunciato con i segni della fortuna questo grande dono per il quale ringrazio sentitamente. Terze Immagini:Stamane, dopo le otto, la mia consapevolezza si è trovata al soffitto della camera, proprio sopra il letto. I nostri corpi ultrafisici sono capaci di tale prodigio ! Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre, lo Spirito Santo. 31-07-1997 22 Tommaso Apostolo, Il Quinto Vangelo, trad. Mario Pincherle, pagine 18 e 19, MacroEdizioni 27
  28. 28. MI SONO FATTO MALE Stamani ho visto tre Immagini: 1. Il muso di un cane lupo. E’ come dire, figlio ricordati di essere fedele; 2. Una piccola croce di carne che significa avrai qualche problema di salute; 3. Un tronco con un piccolo ramo con crepature. Il Messaggio è figlio c’è qualcosa che non va nel nostro rapporto e dipende da te. Intenzionalmente non ho fatto nulla, né ho intenzioni in tal senso. Non saprei che dire. Ci mancherebbe altro dopo tutte le cure che avete per me e i doni che mi fate. Ho problemi da ieri, che non dipendono da me, ma che si ripercuotono su di me. 4. Ho visto una grande terrazza, simile a quella che abbiamo in campagna; c’era molta acqua e ciò dipendeva certamente dagli scarichi intasati. Dovrebbe significare che avrò problemi di energia. 5. Ho visto un secchio bucato che zampillava acqua. E’ una conferma della perdita di energia, ma non so capire qual è la causa. Gloria, lode e gratitudine a Dio. 01-08-1997 IL BENE E IL MALE Stamani ho visto: 1. Un serpente, apparentemente una vipera, ma non aveva la testa eretta pronta a mordere, pur essendo davanti a me; perciò dovrebbe rappresentare il Bene in quanto il serpente rappresenta, tra l’altro, gli opposti principi del Bene e del Male ( Si veda Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 43, Tascabili Economici Newton. Il serpente <<…è stato associato all’energia primigenia, alla sua latenza, al suo potenziale >>. Anche l’energia kundalini e simbolizzata dal serpente. Mi pare che il Cielo mi dica ciò che sta succedendo: c’è uno squilibrio nel funzionamento dei miei chakra 23 , ma penso che l’Angelo che presiede alle energie provvederà a ristabilire l’equilibrio poiché io non saprei proprio cosa fare. 2. Ho visto la mia gamba destra. La gamba, invece di avere la lunga ferita causata dall’asportazione della safena all’interno l’aveva, invece, tutta sul davanti ( attraversava anche il ginocchio, dove la safena non c’era e non poteva proprio stare per il buon funzionamento della gamba ). Non saprei che dire; l’anno scorso mi hanno applicato quattro by-pass al cuore e tutto va bene. Forse mi vogliono dire che hanno corretto il funzionamento 23 Giuditta Dembech, I Cristalli, pagina 153 e ss, L’Ariete 28
  29. 29. del sistema venoso della gamba destra che ha sostituito le funzioni della safena usata per i by-pass. Grazie eterne all’Angelo che presiede a questa funzione. Gloria, lode e gratitudine ai tre Arcangeli ( Michele, Gabriele e Raffaele ) e a tutti gli Angeli. 01-08-1997 “ GESU’ PRETENDE TROPPO DA NOI DUE “ Ieri sera quando ho raccontato a Chica che avevo un Messaggio per lei, si è subito rabbuiata ( il Messaggio consisteva in questa frase che ho sentito il 22-07-1997 in Capraia, cioè circa una settimana fa: “Alle nonne che si sottomettono, si sottometterà sempre anche il Santo Pitale”. Lei ha risposto che Gesù pretende troppo da noi due, poiché se è vero che abbiamo avuto molto in questa vita, abbiamo anche ricevuto duri colpi. Ciò premesso, dico che la frase è misteriosa perché non so chi è o cos’è il Santo Pitale. E quanto alle Immagini del rametto crepato alla base, della terrazza intasata e del buco nel secchio: mi dispiacciono molto poiché non capisco la ragione della perdita di energie. P.S. 4-8-1997: sono stato afflitto da tristezza per qualche giorno, ma poi mi sono confortato: con i suoi pregi e difetti ciascuno è ciò che è ( e ciò che è stato ) e fa quel che gli riesce di fare. Il Cielo lo sa, ci ama per come siamo, anche se ci stimola sempre a far meglio. Il mio meglio è ciò che sto facendo. Mi dispiace di deluderTi, Signore Gesù. 03-08-1997 LA TESTA DEL BAMBINO RICOPERTA DI MOSCHE E LA POSTURA Stamani sul tardi ho visto. 1. La testa di un bambino completamente ricoperta di mosche fino al collo. Non si vedevano nemmeno le orecchie in quel brulichio di mosche. La testa e il collo erano completamente nere. Il resto del corpo non l’ho visto. Una cosa del genere può succedere solo in Africa; ad esempio se il bambino si fosse ferito e avesse perso sangue e sensi, ma la testa era ben dritta. E allora ? Non saprei che dire. Forse mi si vuol ricordare l’Africa, eppure l’ho ben presente, o almeno così mi pare. Vuol dire, forse che non faccio abbastanza. 2. Seconde Immagini: Mentre pregavo, a letto, mi sono accorto che la posizione delle mani non era del tutto corretta. Un attimo dopo ho visto una donna anziana che mi stava guardando con riprovazione ( O almeno così mi è parso perché non ha pronunciato parola ). Nella preghiera anche la postura delle mani è importante. Devono essere tenute congiunte sul petto in ogni occasione, così come insegna la Madre da Medjugorje. Mi pare anche una questione di rispetto che dobbiamo alla Divinità. Gloria, lode e gratitudine alla Madonna. 29
  30. 30. 5-08-1997 IL DIALOGO CON IL CIELO, GLI ANGELI DI LUCE E LA CROCE Ieri sera mi sono addormentato poco prima di mezzanotte, ma all’1,30 ero già sveglio ed ho cominciato a pregare. Da circa due anni non faccio meditazione, poiché mi pare di essere in una fase diversa e per la stessa ragione non trasmetto più niente. Preferisco pregare; non guardo più nemmeno attraverso il mio sistema visivo poiché non voglio disturbare altri piani di esistenza, anche perché so che nell’Aldilà tutto è perfettamente ordinato e perciò le comunicazioni con chi vive in terra debbono essere autorizzate. Lascio fare, lascio fare Dio (Il let go, let God degli inglesi). Le Immagini arrivano ugualmente senza alcuna mia iniziativa, nemmeno durante la preghiera e ciò dimostra che in Cielo c’è sempre Qualcuno che le ascolta, dalla Divinità fino all’Angelo Custode o Guida spirituale. Quando arrivano le Immagini, io parlo loro mentalmente e percepisco ciò che mi dicono, anche se qualche volta – come nel caso del vecchio bruttino – ho percepito perfettamente il numero diciotto soltanto. Prime Immagini:ho visto un agnello bianco che belava, ma non ho capito quale significato potesse avere. L’Agnello ( si veda Serena Foglia, I Simboli del Sogno, pagina 53, Tascabili Economici Newton ) “…nell’oniromanzia tradizionale… annunciava buone novelle, il compiersi di iniziative, speranze, intenzioni” Seconda Immagine:ho visto un leone e una leonessa sdraiati, l’uno accanto all’altro. Ho collegato l’Immagine a Chica e a me, ma senza capirne bene la simbologia finché non ho letto Serena Foglia, opera citata, pagina 47:: “ a mio vedere, l’archetipo contiene un aspetto più elementare che si presenta nel sogno a indicare il principio di autorità…l’acquiescenza…” ad esso. Ne deriva che la leonessa obbedirà al leone. Terze Immagini:Un vecchio con i capelli argentei e lunghi fino alle spalle e con un fisico giovanile è uscito dall’acqua salendo su di uno scoglio per rituffarsi in mare subito dopo, alzandosi sulle punte dei piedi, così come potrebbe fare un giovane di 30-40 anni e come piace fare a me anche quest’anno. Le Immagini mi paiono di ottimo auspicio e mi sembra che riguardino il mio futuro di nuotatore – tuffatore. Ora non sono ancora in grado di salire sugli scogli e rituffarmi così velocemente, considerato che è passato soltanto un anno dall’operazione cardiovascolare ( ho dolori allo sterno. ). Ma quello che posso fare è già abbastanza e sono contento. Ora so che migliorerò ancora. Grazie eterne. Continuando a pregare mi sono addormentato per risvegliarmi verso le quattro circa e ho ricominciato a pregare. 30
  31. 31. Quarte Immagini: Nella penombra di una casa ho visto un bambino di circa un anno in una culla di legno a dondolo ( disegno). Poi, ho visto la madre vicino alla culla. Non posso dire che erano Gesù Bambino e la Madonna poiché erano lontani e c’era poca luce. Tuttavia, penso di aver visto proprio Loro anche perché immediatamente dopo: Quinte Immagini:Ho visto da lontano, nella penombra un quadretto d’argento nel quale erano rappresentati due Angeli, o almeno così ho intuito, in rilievo. D’un tratto il quadretto si è avvicinato a me o viceversa, diventando un quadro più grande e contemporaneamente una Luce bianca si è diffusa dai due Angeli che sono diventati due Esseri di Luce bianca e a Loro volta fonti di Luce bianca. E’ a questo punto che ho visto una croce in rilievo nella parte destra del quadro, prima invisibile ( disegno ). La scena è stata meravigliosa e mi pare significhi questo. La Luce Divina ti mostrerà la tua croce, ovvero la strada che dovrai seguire, dove troverai la tua tribolazione. Non mi pongo neppure la domanda di quando avverrà perché lo so già: quando sarò pronto! L’esser pronto dipende anche dall’amore di Dio per noi. Seste immagini: Ho visto un bambolo con il braccio destro quasi staccato due o tre centimetri sotto la spalla. Il taglio era nella parte interna. Non so che dire; l’immagine del bambolo non è coerente neppure con le settime e ottave immagini. L’immagine del bambolotto potrebbe essere di origine demoniaca. Mi pare che si tratti di un’intrusione diabolica nel rapporto che c’è tra il Cielo e me, così come sono stato avvertito; vogliono confondermi. Dovrò stare molto attento. Da qualche parte ho letto che se agiscono in tempo reale non possono essere fermati. Sta a me capire quando le immagini vengono dal Paradiso o dall’Inferno. Ho ricominciato a pregare finché mi sono riaddormentato per risvegliarmi verso le 8,30. Settima Immagine: ho visto un vassoio pieno di grandi monete d’argento sfavillanti, certamente antiche. Penso che significhino remunerazione spirituale e di ciò ringrazio sentitamente. Ottava Immagine: ho visto un vassoio pieno di paste sfoglia con la crema. Mi pare che rappresentino la Dolcezza. Quali deduzioni traggo da questa notte ?: 1) Il Padre, il Figlio, la Grande Madre e la Madonna ci amano teneramente. 2) Essi rispettano la nostra libertà in ogni caso, pur stimolandoci a far bene. 3) Ci perdonano continuamente e rapidamente e questo loro perdonarci mi commuove. 4) Possiamo contare sul loro aiuto sempre e in qualunque circostanza, anche se sconvolgessimo il loro progetto su di noi, poiché nel perdonarci ne predispongono un altro ( In verità nell’Eternità tutto esiste contemporaneamente e perciò tutte le situazioni logiche trovano continuità in un’altra situazione cosmica o percorso spirituale che dobbiamo fare ). 31
  32. 32. 5) Il mio meglio ( o il nostro meglio ) non è quello che loro desidererebbero da me (o da voi), ma è necessario che si progredisca sul sentiero spirituale poiché in ogni esistenza qualcosa si deve imparare sempre e perciò si migliora sempre, anche negli anni più bui. I miracoli li fanno loro, come nel mio caso, ma la mia o nostra piccola parte dobbiamo pur farla e la facciamo sempre, anche se ci si comporta male, perché quando commettiamo degli errori e contravveniamo alle leggi divine si innesca la correzione karmica 24 . Quindi il Male è strumentale al Bene. 6) Abbiamo una fortuna, anzi un Destino impensabile, strutturato per la Salvezza, ma per saperlo bisogna studiare le Rivelazioni Divine antiche e moderne ( in special modo il Vangelo di Giovanni dal quale si apprende che Loro sono in noi e noi in Loro. Se ci sforziamo di seguire il Signore Gesù osservando i precetti evangelici – anche se non riusciamo a tenere il passo o a camminare come loro vorrebbero – tutti gli aiuti ci vengono dati, specialmente quando ci si impegna nel nostro sentiero spirituale 25 : E sono tanti, e grandi e belli ( si veda il Vangelo di Giovanni 6,24-58 ). Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: E alla Madonna. 07-08-1997 UN PIZZICO DI SANO EGOISMO OCCORRE NELLA VITA SPIRITUALE – L’AMICIZIA E’ UN TESORO Ho rivisto Mr. Fowler e più ci penso più la vita mi dimostra quanto sia meravigliosa con le sue infinite e impensabili potenzialità. Un paio di anni fa, il 21-9-1995 vidi in sogno Mr. Fowler. Da quel sogno, che descrissi minutamente in queste Cronache, trassi un insegnamento / ammonimento; pensai che l’uomo fosse stato scelto perché il suo comportamento e la sua personalità mi rimasero impressi. Mr. Fowler era il mio superiore diretto nel Comando americano di Camp Darby. Ciò premesso, stanotte mi sono sognato di essere in auto con altri, fermi in un ingorgo di auto. Eravamo in uno slargo al buio e le macchine avanzavano una per volta verso l’unica uscita. Davanti a noi, spostata sulla destra c’era una Mercedes nera con un uomo con i capelli bianchi alla guida, che io vedevo da dietro. Nell’uomo che ci precedeva, quando è uscito dall’ingorgo, ho riconosciuto Mr. Fowler, ma egli non ha proseguito, si è fermato, appena fuori dall’ingorgo, ha parcheggiato male la sua auto, poi è sceso agilmente e senza curarsi minimamente delle auto dietro di lui, se n’è andato via a piedi per i fatti suoi. Io me lo ricordavo come un autista ligio alle norme 24 Cerchio Firenze 77, Le Grandi Verità ricercate dagli uomini, pagina 49, Mediterranee 25 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggi del 24 e 25 Dicembre, Amrita 32
  33. 33. del codice della strada. Mi è parso un po’ più vecchio di come lo ricordavo, ma sempre elegante ( nel sogno vestiva di grigio scuro ). Quando mi sono svegliato ho capito subito il significato del sogno. Questa volta Mr. Fowler – ma non per caso come ho creduto nel primo sogno – ha voluto darmi un altro paterno insegnamento, come faceva anche quando si lavorava a Camp Darby; l’insegnamento è questo: sul sentiero spirituale ci vuole anche “un pizzico di sano egoismo” come lo ebbero le dieci vergini di evangelica memoria 26 . Tuttavia le deduzioni più importanti del sogno sono le seguenti: Mr. Fowler, molto diverso per carattere da me anche per l’età, perché io avevo 27-30 anni e lui quasi il doppio dei miei, si era affezionato a me. Essendo senza figli, cercava sempre di insegnarmi qualcosa e di perfezionare il mio inglese. Come capo non era invadente, mentre era molto competente. Faceva le cose con calma, al contrario di me che improvvisavo spesso e volentieri senza pensarci troppo, non perché fossi superficiale, ma perché conoscevo bene il mio lavoro ( organizzazione del lavoro ), anche perché la insegnavo. In pratica era come avessi due mansioni, quella di istruttore e quella di componente il team dei revisori; come istruttore ero autonomo e in tale veste scrissi anche il mio primo libro sulle tecniche di semplificazione del lavoro. Penso che per il carattere di Mr. Fowler io fossi un po’ troppo sbarazzino, ma penso che proprio per questo si affezionò a me, che potevo essere suo figlio, più di quanto pensassi. Vi faccio solo un esempio: andammo a Verona per analizzare il lavoro di un ufficio della Divisione trasporti e lui si comportò come se fosse uno zio che porta il nipote in gita. Eravamo due persone tanto diverse, ma con reciproca stima. Ciò premesso, io penso che il suo affetto per me sia cresciuto nell’Aldilà, tantoché mi segue e mi aiuta. Incredibile, ma possibile senza peraltro escludere che sia stato scelto ad hoc dal Signore Gesù per questo sogno tra le mie conoscenze, incredibile, ma possibile. Nell’Aldilà, facendo il Bene, si può fare qualunque cosa, anche la più strana come questa, perché non vedo Mr. Fowler dal 1960 e cioè da 37 anni. Si tratti dell’iniziativa di Mr. Fowler o di una scelta del Signore Gesù la meraviglia del sogno non cambia. Se Mr. Fowler avesse preso parte attiva a questo sogno sarebbe una cosa meravigliosa in linea con le promesse di Cristo nel Vangelo ( Giovanni 14, 12-14). Sia come sia bisogna che diventi più egoista anche in famiglia quando si tratta della vita spirituale; perciò se Nicla capisce bene, altrimenti capirà. In ogni caso Dio deve essere messo al primo posto e noi veniamo dopo. Prime Immagini: Mi sono trovato nel corridoio di un ufficio o di un ospedale accanto ad una porta dove insieme con me c’erano altre persone ad aspettare. Ad un certo punto la 26 Vangelo di Matteo 25, 1-13 33
  34. 34. donna che doveva riceverci è uscita, ben vestita e truccata con le labbra ben dipinte di rosso; aveva almeno 55-60 anni, ma sprizzava vitalità e contentezza da tutti i pori ed a noi ha detto: “Io vado a nascere eehh !”. Penso che abbia voluto dirci: scusatemi, se vi lascio qui, ma l’appuntamento che ho è troppo importante per me, per cui tutto il resto, anche il dovere verso gli altri passa in secondo ordine, poiché niente è più importante della nostra rinascita spirituale. E così lo strano comportamento di Mr. Fowler nel sogno ha avuto la sua bella conferma. Seconde Immagini: Poi ho visto un vecchietto trasandato che mi ha detto:” Il Giudizio….” e poi, guardandosi il vestito ha aggiunto: “ ed io cosa Gli dico ora ?” Queste parole completano l’insegnamento di questa notte: non ci possiamo presentare a Gesù in modo sciatto, poiché il rispetto, il decoro, la dignità, l’educazione, la decenza insomma sono importanti specialmente quando ci si deve presentare di fronte al Re. Mi vengo in mente due cose: 1. La voce della Divinità interiore 27 che il 12-7-97 mi ha detto:”Ovunque porta la tua decenza”; 2. La parabola del banchetto nuziale ( Matteo 22, 1-14 ) Poi, pregando mi sono addormentato ed ho sognato che una signora cercava di sorpassarmi mentre camminavo; ho rallentato per farla passare. Mentre lo faceva ho visto che aveva un’apertura un po’ sotto la base del collo che attraversava la spina dorsale ( disegno ). Poi, non so come, ho visto questa apertura dall’alto ed era proprio come l’apertura di un salvadanaio, molto lunga e larga ed è a questo punto che mi sono svegliato. Il Messaggio di queste Immagini è questo: figlio, voi per le opere e in genere per le buone azioni dovete trasformarvi in un salvadanaio, poiché sarà su queste che sarete valutati. Gloria, lode e gratitudine al Signore Gesù e alla Madonna. 09-08-1997 PROVVEDEREMO NOI AI TUOI BISOGNI Mi sognavo di essere in motocicletta ( che non ho ) lungo una strada provinciale. Essendomela fatta addosso ( le feci), mi sono fermato ed ho lasciato la moto in custodia a qualcuno. Poi sono andato in un campo per pulirmi. Lontano da me, alla mia destra c’erano alcune persone. Mentre mi stavo pulendo, sdraiato per terra, disteso sul fianco sinistro, una brunetta carina – che si era staccata dal gruppo – si è avvicinata a me. Quando mi è stata vicina si è accorta che la tasca destra dei pantaloni si era rovesciata ed era vuota, così ha esclamato: “Non ha una lira in tasca !” Mi sono svegliato. Poi, mentre pensavo al significato simbolico delle feci, che è ripetitivo ho visto: 27 Eileen Caddy, La Voce di Dio a Findhorn, pagina 144, Mediterranee 34
  35. 35. Prime Immagini:Non le ricordo più perché ero mezzo addormentato; Seconda Immagine: ho visto due polpette o due ravioli cotti in un piattino, Terza Immagine: ho visto due uova crude o lessate. Deduzioni: Quanto al sogno della defecazione penso che più che essere un segno di buona fortuna in generale può avere anche un significato immateriale di liberazione da impurità. Quanto alle immagini del cibo il significato può essere: figlio, non hai bisogno di soldi perché provvederemo noi ai tuoi bisogni materiali. Gloria lode e gratitudine alle tre Persone della SS. ma Trinità e alla Madonna. 08-08-1997 L’INGANNO E L’INGANNATORE Ho fatto un sogno molto articolato e molto simbolico il cui significato è: qualcuno sta cercando di ingannarmi, ha un piano per farlo, ma io lo scoprirò. Questo qualcuno non può che essere un Demonio. Che Dio mi aiuti. Capraia 09-08-1997 IL MAZZO DI FIORI Ieri sera mani invisibili mi hanno lanciato con poco garbo un mazzo di fiori dalla parte degli steli. Siccome non viene dal Cielo, viene dall’Inferno. Ho visto un foglio con alcune parole incasellate e scritte a lettere maiuscole. In ogni rettangolo c’era una parola sola. La prima era composta di cinque lettere, ma non la ricordo più. Gloria, lode e gratitudine a Dio Capraia 10-08-1997 Di notte mi ha svegliato una Luce d’oro, simbolo della Divinità. Non ho visto altro. Il Messaggio è figlio, non temere noi vegliamo su di te. Gloria, lode e gratitudine a Dio. Capraia 11-08-1997 ( mattino) PERDITA DI ENERGIA E PURIFICAZIONE Mi sono sognato di essere in una stanza nella quale, da un foro di una presa di energia elettrica ( tipo cavo per televisione ), usciva acqua. ( disegno ). Mi sono accorto che l’acqua scendeva anche dalle scale in quantità per cui sono salito di corsa al piano superiore dove ho visto l’acqua uscire dagli stessi fori e lo stesso è accaduto per il piano secondo. Ho chiamato Paolo - parente di Chica, che provvede a tutte le riparazioni di casa – per trovare un rimedio. Paolo è venuto subito e ha applicato una vite nel buco impedendo così la fuoriuscita dell’acqua. A questo punto mi sono svegliato.. 35
  36. 36. Immagini: Mi sono visto infilare le scarpette da tennis bianche in uno strano contenitore contenente un liquido incolore. Il contenitore era sospeso a circa un metro da terra nel metallo del contenitore si vedevano delle piccole croci fatte a fiori. ( disegno ). Deduzioni: a. Per quanto riguarda il sogno: con l’aiuto di un amico, rappresentato da Paolo, sono riuscito a bloccare la perdita di energia dai miei corpi perché la casa simboleggia l’insieme dei corpi dell’uomo. Io perdevo energia da tutti i tre i corpi ( fisico, astrale e mentale ). b. Per quanto riguarda le Immagini:Mi hanno fatto lavare-purificare persino le scarpe per completare, per ora, il lavaggio purificazione di cui ho bisogno. Gloria, lode e gratitudine alla Grande Madre, lo Spirito Santo che è Dio. Capraia 11-08-1997 (sera) MESSAGGIO SIMBOLICO ( probabile incontro con il Signore Gesù ) Alla sera prima di addormentarmi ho visto: 1. Un giornale, tipo Il Tirreno, del quale non ho potuto leggere neppure una parola; 2. Un orologio rotondo che segnava le 22,30 3. Il Sole d’oro ( che simbolizza il Signore Dio o il Signore Gesù ); 4. Mi sono visto a poppa di un gommone mentre navigavo dentro un tunnel, scavato in una montagna, e del quale non ho visto la fine. Deduzioni: Il giornale rappresenta l’annuncio del compiersi di un tempo, l’orologio segna l’ora; il Sole d’oro dovrebbe rappresentare il Signore Gesù. La mia consapevolezza rappresenta me stesso che si reca al luogo segreto e poco accessibile dell’Incontro, del quale peraltro non ho avuto consapevolezza, ma è normale che sia così; non sono in grado di sostenere un incontro con la Divinità da vicino per l’emanazione della potenza delle energie spirituali di tal Sole, cioè del Signore Gesù. Eterne grazie al Signore Gesù. Capraia 12-08-1997 LA TEMPERANZA E LA SESSUALITA’ Mi ero visto in un appartamento con tanta acqua sul pavimento; ero scalzo e mi arrivava alle caviglie; forse si tratta della casa di ieri. L’acqua, simbolo di energie, qui è simbolo di dispendio di energie. Seconde Immagini:mi sono visto in piedi, nudo, mentre guardavo il mio corpo dall’addome alle ginocchia, Il Messaggio è, rivolgi la tua attenzione sul sesso. Terze Immagini: Mi sono rivisto insaponato all’inguine, mentre mi lavavo il pisello. 36
  37. 37. Quarte Immagini: Ho visto la vagina di una donna, la quale – invece di essere in verticale, era in orizzontale. Il messaggio mi pare significhi che qualcosa per me deve cambiare sotto l’aspetto dei rapporti coniugali. Non è una cosa semplice, ma capisco: farsi eunuco per il Regno dei Cieli ( Matteo 19, 10-12 ). Ancora un messaggio sulla castità. Quinte Immagini: In una stanza ho visto nella penombra una nube viola di colore intenso dalla quale è uscita una gallina. Il viola rappresenta la “…temperanza….è per analogia un simbolo di metamorfosi…Per estensione il viola è il colore del mezzo lutto, ma in quanto spenge l’ardore del rosso rappresenta anche la pacificazione, il controllo delle passioni….l’obbedienza….la sottomissione … 28 “. La Temperanza secondo lo Zingarelli è la capacità di moderarsi nell’appagare i propri bisogni, istinti, desideri, appetiti “. Quanto alla gallina mi pare che possa essere simbolo di disponibilità e utilità ( fa le uova e diventa cibo ). Non saprei che altro dire. Seste Immagini: Ho visto un giornale come quello di ieri di colore rosso con una tonalità molto accesa. Forse significa: è venuto il tempo in cui i tuoi rapporti coniugali con Chica devono essere improntati all’amore puro. Se ricordo: - il verso di Dante “ Fatti non fummo per viver come bruti, ma per conseguir virtute e conoscenza; - e che Dio di se stesso disse: “… rendo partecipe di me stesso ogni essere ed a ciascuno mi dono interamente senza riserve, fino al punto che ogni distinzione, io e te, ogni separazione, sono solo illusorie, e lo sono quel tanto necessario a farti esistere, a donare all’essere la coscienza assoluta 29 ; - che Gesù disse che alla risurrezione si è come Angeli del Cielo 30 ; - che la sessualità ha per scopo la continuazione della specie ; - che Gesù disse che ci si fa eunuchi per il Regno dei Cieli 31 ; - che per la legge karmica chi dà da tutto, da Dio riceve tutto 32 ( dalla Vita e quindi anche dall’uomo ). Se ricordo tutto ciò allora ne deduco che è venuto il tempo in cui il Signore mi dice, figlio, a tua volta devi diventare casto e puro. E lo stesso dicasi per tua moglie; tutti e due dovete farvi eunuchi per il Regno dei Cieli. Gloria, lode e gratitudine a Dio. Capraia 15-08-1997 28 Serena Foglia, I simboli del sogno, pagina 75, Tascabili Economici Newton 29 Cerchio Firenze 77, La Fonte Preziosa, pagina 267, Mediterranee e Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 27 Agosto, Amrita 30 Vangelo di Matteo 22, 23-33 31 Vangelo di Matteo 19, 10-12 32 Eileen Caddy, Le porte interiori, Messaggio del 27 Agosto, Amrita 37

×