Studio geologico - tecnico della frana contigua all’abitato di Silla  (comune di Gaggio Montano - Bologna) Tesi di Laurea ...
Scopo del lavoro Caratterizzazione geologico - tecnica della frana contigua all’abitato di Silla (comune di Gaggio Montano...
Ubicazione geografica dell’area L’area di studio si trova in località Silla nel comune di Gaggio Montano – Bologna, in pro...
Fasi del lavoro <ul><li>Ricerca bibliografica. </li></ul><ul><li>Osservazione foto aeree ed ortofoto. </li></ul><ul><li>Ri...
Geologia dell’area <ul><li>Formazione delle Argille a Palombini (APP). </li></ul><ul><li>Argilliti Variegate con Calcari (...
Assetto geomorfologico e zonizzazione del versante  250 m
All’interno del bacino si possono distinguere quattro diversi movimenti franosi che insieme danno origine ad un movimento ...
Frana A Il movimento franoso A è una colata che ha una superficie pari a 30.000 m². Frana B Il movimento franoso B è una c...
Indagini geognostiche Sondaggi Indagini sismiche 250 m
Stratigrafia del sondaggio S1I e S3I
Interpretazione dati di sondaggio S1I S1I S3I
Unità litostratigrafiche della sezione L1 Unità litostratigrafiche della sezione T2
Interpretazione dati sismici <ul><li>Unità 1   Suolo: argille limose di colore nocciola, con </li></ul><ul><li>abbondanti ...
Dati inclinometrici nel sondaggio S1I L’analisi dei dati mostra uno spostamento in corrispondenza del passaggio coltre-sub...
Dati piezometrici del 2005 L’analisi dei dati indica livelli di falda simili e costanti nel tempo  nel corpo di frana A e ...
Si nota una differenza tra i dati raccolti nel 2005 e quelli raccolti nel 2006 circa i livelli del corpo di frana A. Quest...
Conclusioni <ul><li>Il pendio è caratterizzato dalla presenza di litologie argillitiche. </li></ul><ul><li>Le indagini svo...
Nächste SlideShare
Wird geladen in …5
×

Presentation of my Undergraduate Thesis

957 Aufrufe

Veröffentlicht am

Veröffentlicht in: Karriere
  • Als Erste(r) kommentieren

  • Gehören Sie zu den Ersten, denen das gefällt!

Presentation of my Undergraduate Thesis

  1. 1. Studio geologico - tecnico della frana contigua all’abitato di Silla (comune di Gaggio Montano - Bologna) Tesi di Laurea di: Danilo Moretti Relatrice: Prof. ssa Monica Ghirotti Correlatore: Dott. Aldo Fantini
  2. 2. Scopo del lavoro Caratterizzazione geologico - tecnica della frana contigua all’abitato di Silla (comune di Gaggio Montano – Bologna).
  3. 3. Ubicazione geografica dell’area L’area di studio si trova in località Silla nel comune di Gaggio Montano – Bologna, in prossimità della confluenza tra il Fiume Reno ed il Torrente Silla. 1 km
  4. 4. Fasi del lavoro <ul><li>Ricerca bibliografica. </li></ul><ul><li>Osservazione foto aeree ed ortofoto. </li></ul><ul><li>Rilevamento geomorfologico. </li></ul><ul><li>Monitoraggio piezometrico. </li></ul><ul><li>Considerazioni conclusive. </li></ul>
  5. 5. Geologia dell’area <ul><li>Formazione delle Argille a Palombini (APP). </li></ul><ul><li>Argilliti Variegate con Calcari (AVC). </li></ul>500 m
  6. 6. Assetto geomorfologico e zonizzazione del versante 250 m
  7. 7. All’interno del bacino si possono distinguere quattro diversi movimenti franosi che insieme danno origine ad un movimento di tipo complesso. <ul><li>Questi corpi sono suddivisi in: </li></ul><ul><ul><li>Frana A </li></ul></ul><ul><ul><li>Frana B </li></ul></ul><ul><ul><li>Frana C </li></ul></ul><ul><ul><li>Frana D </li></ul></ul>250 m
  8. 8. Frana A Il movimento franoso A è una colata che ha una superficie pari a 30.000 m². Frana B Il movimento franoso B è una colata che ha una superficie pari a 18.000 m². Frana C Il movimento franoso è classificabile come rototraslazionale ed ha una superficie di 38.000 m². Frana D Il movimento franoso è classificabile come rototraslazionale ed ha una superficie di 2.500 m².
  9. 9. Indagini geognostiche Sondaggi Indagini sismiche 250 m
  10. 10. Stratigrafia del sondaggio S1I e S3I
  11. 11. Interpretazione dati di sondaggio S1I S1I S3I
  12. 12. Unità litostratigrafiche della sezione L1 Unità litostratigrafiche della sezione T2
  13. 13. Interpretazione dati sismici <ul><li>Unità 1 Suolo: argille limose di colore nocciola, con </li></ul><ul><li>abbondanti resti vegetali. </li></ul><ul><li>Unità 2.a Coltre: argille limose di colore nocciola ed ocra </li></ul><ul><li>con numerosi clasti centimetrici calcarei. </li></ul><ul><li>Unità 2.b Coltre: argille limose debolmente marnose di </li></ul><ul><li>coltre nocciola ed ocra con numerosi clasti </li></ul><ul><li>centimetrici calcarei. Rappresenta il corpo di </li></ul><ul><li>frana riattivatosi nel 2005. </li></ul><ul><li>Unità 3 Substrato decompresso: argilliti marnose di </li></ul><ul><li>colore da grigio a verdastro, fissili, compatte e </li></ul><ul><li>con rari trovanti calcilutitici centimetrici. </li></ul><ul><li>Unità 4 Substrato: argilliti marnose di colore da grigio a </li></ul><ul><li>verdastro, fissili, compatte e con rari trovanti </li></ul><ul><li>calcilutitici centimetrici. </li></ul>
  14. 14. Dati inclinometrici nel sondaggio S1I L’analisi dei dati mostra uno spostamento in corrispondenza del passaggio coltre-substrato ad una quota di circa 5 m dal p. c. con uno spostamento di circa 5 cm nel periodo Agosto 2005 Febbraio 2006 . Dati inclinometrici nel sondaggio S3I L’analisi dei dati non sottolinea evidenti spostamenti nel periodo Agosto 2005 Agosto 2006.
  15. 15. Dati piezometrici del 2005 L’analisi dei dati indica livelli di falda simili e costanti nel tempo nel corpo di frana A e nel corpo di frana B. Dati piezometrici del 2006 L’analisi dei dati indica livelli di falda differenti ed incostanti nel tempo nel corpo di frana A e simili e stabili nel corpo di frana B.
  16. 16. Si nota una differenza tra i dati raccolti nel 2005 e quelli raccolti nel 2006 circa i livelli del corpo di frana A. Questo può essere spiegato dal fatto che la distribuzione delle pressioni dell’acqua non sia più vicina all’idrostatica. <ul><li>Tale cambiamento di condizione può essere associato: </li></ul><ul><li>A possibili lavori di livellamento avvenuti </li></ul><ul><li>tra Dicembre 2005 e Giugno 2006. </li></ul><ul><li>All’evento di frana avvenuto nel 2005. </li></ul>
  17. 17. Conclusioni <ul><li>Il pendio è caratterizzato dalla presenza di litologie argillitiche. </li></ul><ul><li>Le indagini svolte sono consistite in sondaggi geognostici e prospezioni geofisiche. </li></ul><ul><li>L’insieme delle indagini ha permesso di distinguere quattro unità litologiche. </li></ul><ul><li>Le misure piezometriche evidenziano un cambiamento della distribuzione delle pressioni nel corpo di frana A dal 2005 al 2006. </li></ul><ul><li>Le misure inclinometriche indicano che spostamenti significativi interessano il solo corpo di frana A. </li></ul>

×