Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Die SlideShare-Präsentation wird heruntergeladen. ×

Apprendimento e digitale: strumenti versatili e gratuiti (da "Il manuale dell'e-Learning")

Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige
Anzeige

Hier ansehen

1 von 123 Anzeige

Apprendimento e digitale: strumenti versatili e gratuiti (da "Il manuale dell'e-Learning")

Herunterladen, um offline zu lesen

Matteo Uggeri, autore de "Il manuale dell'e-Learning. Guida strategica per la scuola e la formazione aziendale", incontra insegnanti e bibliotecari per una presentazione incentrata su alcuni strumenti trattati all'interno del libro.

Il focus è, come nel caso del manuale stesso, sulla relazione che è al centro del processo di apprendimento, verso un'ottica empatica che vede le tecnologie come strumenti a sostegno dello scambio tra i soggetti coinvolti: insegnanti, studenti, genitori, ma anche appunto bibliotecari e altri importanti attori del processo di conoscenza.
Tra e-collaboration e open education, nell'incontro verranno proposti alcuni strumenti agili e utili a sostenere l'apprendimento in ottica collaborativa e creativa, possibilmente facendoli toccare con mano, o con mouse, ai partecipanti.

Matteo Uggeri, autore de "Il manuale dell'e-Learning. Guida strategica per la scuola e la formazione aziendale", incontra insegnanti e bibliotecari per una presentazione incentrata su alcuni strumenti trattati all'interno del libro.

Il focus è, come nel caso del manuale stesso, sulla relazione che è al centro del processo di apprendimento, verso un'ottica empatica che vede le tecnologie come strumenti a sostegno dello scambio tra i soggetti coinvolti: insegnanti, studenti, genitori, ma anche appunto bibliotecari e altri importanti attori del processo di conoscenza.
Tra e-collaboration e open education, nell'incontro verranno proposti alcuni strumenti agili e utili a sostenere l'apprendimento in ottica collaborativa e creativa, possibilmente facendoli toccare con mano, o con mouse, ai partecipanti.

Anzeige
Anzeige

Weitere Verwandte Inhalte

Diashows für Sie (20)

Weitere von Matteo Uggeri (11)

Anzeige

Aktuellste (20)

Apprendimento e digitale: strumenti versatili e gratuiti (da "Il manuale dell'e-Learning")

  1. 1. Apprendimento e digitale: strumenti versatili e gratuiti (o quasi) Sapere Digitale - Dicembre 2020 Matteo Uggeri
  2. 2. Il manuale dell’e-Learning Guida strategica per la scuola e la formazione aziendale Matteo Uggeri APOGEO
  3. 3. Il manuale dell’e-Learning Guida strategica per la scuola e la formazione aziendale Matteo Uggeri APOGEO E per la biblioteca ?
  4. 4. Chi sono? Matteo Uggeri Gamification & e-Learning Strategist Trainer Designer Musician Project Manager
  5. 5. Sapere Digitale ll progetto, sostenuto dalla Regione Piemonte – Settore Biblioteche e dalla Compagnia di San Paolo, bando I luoghi della Cultura 2019, ha l’obiettivo di stimolare il ruolo cruciale che le biblioteche possono giocare a supporto dell’educazione civica digitale e della diffusione di una sempre maggior consapevolezza nel corretto utilizzo del digitale, in primo luogo per gli insegnanti delle scuole del territorio e a ricaduta per la cittadinanza intera. Si ringrazia l’editore: www.saperedigitale.org
  6. 6. Obiettivi Alla fine dell’incontro si prevede che acquisiate: ● conoscenza delle terminologie più comuni in uso ● conoscenza di base sulle tipologie di strumenti esistenti e sulle loro potenzialità; ● informazioni di base su come utilizzarle nel vostro contesto; ● idee per sperimentare con i vostri studenti/utenti; ● (ci si augura) apertura verso le nuove possibilità offerte da questi approcci. → ESSERE co-progettisti di progetti didattici con strumenti e approcci innovativi
  7. 7. Contenuto dell’incontro Nell'incontro verranno proposti alcuni strumenti agili e utili a sostenere l'apprendimento in ottica collaborativa e creativa, possibilmente facendoli toccare con mano, o con mouse.
  8. 8. Contenuti ‘smart’ per voi Comunicare e incontrarsi in gruppi A passeggio tra i nerd del gaming e lo zoombombing dell’estrema destra ● Discord ● Gather Creare artefatti digitali Tra la rivoluzione e la maieutica ● G Drive ● Carrd Insegnare indipendenti Open Source contro tutti ● Big Blue Button ● Moodle Collaborare creativamente Dire la propria lontano dalla paranoia dei social ● Padlet ● Miro
  9. 9. Modalità Discutiamo ● Individuiamo potenziali scenari per le biblioteche ● Discutiamo sui casi concreti proposti da voi Presento ● Esploriamo i contenuti del Manuale in un’ottica di condivisione ● Approfondiamo alcuni contenuti ● Curiosiamo oltre il manuale... Sperimentiamo ● Giochiamo, testiamo e assaggiamo... ● Ricontestualizziamo l’esperienza nella nostra realtà... Il percorso si articola in solo 1h 30’... DENSISSIMO! + ...circa 1h 30’
  10. 10. Presento ● Esploriamo i contenuti del Manuale in un’ottica di condivisione ● Approfondiamo alcuni contenuti ● Curiosiamo oltre il manuale...
  11. 11. 626 Il numero della bestia
  12. 12. 626 Il numero della bestia
  13. 13. DaD Il Demonio del 2020
  14. 14. “Cambierà” Neffa https://www.youtube.com/ watch?v=XON6RT-7uuU
  15. 15. “Il mostro invisibile venuto da molto lontano” Alunni della scuola secondaria di I grado dell’I.C. “Rita Levi-Montalcini” di Fontanafredda (PN) Scrivere insieme per accorciare le distanze. Dal racconto di classe alla creazione di un eBook di Silvia Furlanetto a breve su Bricks in: “e-Book, libri di testo e materiali didattici: dall’open content per l’inclusione agli aggregatori di risorse”
  16. 16. Libro collaborativo La classe è stata divisa in 8 gruppi composti da tre allievi ciascuno ed a ogni gruppo è stato assegnato il compito di redigere a turno una parte del racconto, la quale è stata sviluppata a partire da una frase stimolo iniziale, nell’ordine di seguito riportato: Gruppo 1: Kevin era un bambino di 12 anni, basso e magro, con i capelli e gli occhi scuri. Pur essendo piccolo … Gruppo 2: Arrivò il giorno che incontrò il mostro per davvero, all’indomani di una notte di pioggia, fulmini e tuoni. Si trovava … (Silvia Furlanetto)
  17. 17. TikTok La spettacolarizzazione della didattica
  18. 18. TikTok La spettacolarizzazione della didattica
  19. 19. Stereotipi dell’e-Learning: quali sono? ?Dite la vostra in chat →
  20. 20. Una serie di miti: veri o falsi? 1. è freddo 2. si perde la relazione 3. è tecnologia 4. richiede lunghi tempi di adattamento 5. è un’invenzione recente 6. è noioso 7. è Zoom 8. è la Didattica a Distanza 9. ...
  21. 21. Che cos’è l’e-Learning?
  22. 22. L’e-Learning è tutto ciò che il mondo del digitale può offrire a quello dell’apprendimento. Sta a noi decidere come farlo al meglio.
  23. 23. Perché ho scritto questo libro?
  24. 24. “In missione per conto di Dio”
  25. 25. Cosa ho imparato dal mio libro? ?
  26. 26. Cosa ho imparato dal mio libro? Ecco un po’ di storia
  27. 27. Riavvolgiamo il nastro (me lo ha chiesto anche Radio Rai 3) ← 1. Inclusione (a distanza) 2. Evoluzione (tecnologica)
  28. 28. La Storia: tappe salienti 1 1837 - UK corso di stenografia per corrispondenza, bidirezionale (!) 1892 - Univ. Chicago per contenere la dispersione sul territorio, i docenti insorgono 1922 - corsi alla radio USA 1951 - ITALIA: Scuola Radio Elettra di Torino (come Arduino e la robotica) 1959 - Alberto Manzi, “Non è mai troppo tardi” (digital inclusion)
  29. 29. La Storia: tappe salienti 2 1960 - si diffondono “i computer” 1969 - Open University, tutta online, in UK ha formato ad oggi oltre 2 milioni di studenti, è parte del movimento ODL (Open Distance Learning) 2000 - prima laurea online del Politecnico di Milano, senza webcam, per alcuni senza mouse 2002 - Moodle: via all’open 2007 - MOOC, tra Canada e USA 2016 - EduOpen in italia 2020 - ...cosa succede nel 2020?
  30. 30. Quali testi sul tema avete in catalogo? Manuali tecnici, saggi di pedagogia innovativa, raccolte di esperienze... Dite la vostra in chat →
  31. 31. “Quel giorno un’epidemia di “influenza addominale” (che cosa sia, non lo so) costrinse le scuole di Ramsdale a chiudere i battenti sino alla fine dell’estate.” “Lolita”, di Vladimir Nabokov, 1955
  32. 32. http://yogaforbeginners-andmore.blogspot.com/2014/01/yoga-homepractice-immune-sequence.html
  33. 33. Ho iniziato a interessarmi di apprendimento oltre quindici anni fa. Tuttavia ammetto di non aver mai compiuto, prima di ora, un passo concreto in questa direzione. L’e-Learning ha sempre rappresentato un “lusso eventuale”, una modalità accessoria di apprendimento Alberto Odone, docente di Ear Training al Conservatorio di Milano, 2020
  34. 34. Potenzialità dell’e-Learning
  35. 35. I principali errori da evitare... 1. pensare di conoscere il target, i discenti/utenti 2. illudersi che un unico approccio vada bene 3. scegliere prima gli strumenti digitali e poi capire come usarli 4. non coinvolgere tutti gli attori in gioco (es. genitori) 5. sottovalutare il fattore fatica + 6. non osare, aggiungerei FARFINTADINIENTE
  36. 36. ...e come evitarli 1. chiedere, interrogare, conoscere, presentarsi → focus group, questionari, interviste 2. adattare, progettare in dettaglio, proporre alternative → copiare, ispirarsi ad altre esperienze 3. testare le piattaforme, assaggiare tool, chiedere consigli + approfondire gli obiettivi didattici/formativi → coltivare la curiosità digitale, focalizzandosi passo passo 4. co-progettare i percorsi didattici → coinvolgere gli studenti, i genitori, i colleghi, i dirigenti 5. rimodulare i tempi e gli sforzi dell’apprendimento → classe capovolta / aumentare il livello di coinvolgimento OSARE
  37. 37. L’e-Learning è relazione Per sostenerla è necessario saper padroneggiare metodologie e strumenti digitali. Questo libro vuole essere un supporto per farlo al meglio.
  38. 38. Empatia digitale Il requisito che deve tenere a mente chi progetta un corso online, e ogni servizio digitale, è l’empatia, ossia la capacità di mettersi nei panni di chi fruirà del servizio, chi insegnerà, chi seguirà il corso. La prospettiva di uno “sguardo da fuori”, che forse nella fretta dei “giorni del Covid” è andata smarrita, ma che ora è il momento di recuperare in un’ottica costruttiva e innovativa.
  39. 39. Ecco perché il libro
  40. 40. So di che si tratta quando si parla di e-Learning e conosco le principali accortezze per passare dalla formazione in presenza a quella online o blended Cap. 1 – 5 • Introduzione • Evoluzione • Metodologie d’apprendimento innovative • Ruoli e figure professionali Parte 1 Scoprire l’e-Learning: storia, metodologie, ruoli Sono in grado di scegliere software, applicativi e componenti sulla base delle mie esigenze e dell’offerta free e a pagamento Cap. 6 – 10 • Videolezioni e webinar sincroni • Videolezioni asincrone • Piattaforme e sistemi per la gestione dell’apprendimento • Authoring e creazione di contenuti • e-Collaboration Parte 2 Fare l’e-Learning: mezzi, strumenti e piattaforme Padroneggio le dinamiche dell’e-Learning e gli strumenti per osservare e valutare la formazione nell’ottica di favorire un apprendimento coinvolgente ed efficace Cap. 11 – 13 • Tracciamento e monitoraggio • Valutazione e certificazioni • Engagement, con focus particolare sulla gamification Parte 3 Coltivare le relazioni dell’e-Learning: coinvolgere, osservare, valutare Osservo quanto fatto da altri anche in discipline diverse dalla mia e so farmi un’idea più precisa di come progettare percorsi di apprendimento in linea con i miei valori Cap. 14 – 16 • Open Education • Scenari attuali su casi esemplari • Risorse per ispirarsi e lanciarsi verso nuove frontiere Parte 4 Orientare l’e-Learning: strategie, etica e scenari
  41. 41. Parte I Scoprire l’e-Learning: storia, metodologie, ruoli So di che si tratta quando si parla di e-Learning e conosco le principali accortezze per passare dalla formazione in presenza a quella online o blended
  42. 42. Parte I 1 – Cos’è l’e-Learning e perché questo manuale 2 – Breve storia di (quasi) tutto l’e-Learning 3 – Gli step per creare un corso online 4 – Modelli innovativi di apprendimento 5 – I ruoli e le professioni dell’e-Learning
  43. 43. Parte I 1 – Cos’è l’e-Learning e perché questo manuale
  44. 44. Parte I 2 – Breve storia di (quasi) tutto l’e-Learning
  45. 45. Parte I 3 – Gli step per creare un corso online
  46. 46. Parte I 4 – Modelli innovativi di apprendimento
  47. 47. 4 – Modelli innovativi (e non) di apprendimento Burrhus Skinner vs. Sugata Mitra Parte I
  48. 48. Parte I 5 – I ruoli e le professioni dell’e-Learning
  49. 49. Parte II Fare l’e-Learning: mezzi, strumenti e piattaforme Sono in grado di scegliere software, applicativi e componenti sulla base delle mie esigenze e dell’offerta free e a pagamento
  50. 50. Parte II 6 – Webinar e videolezioni sincrone 7 – Videolezioni asincrone e podcast 8 – Le piattaforme e i Learning Management System 9 – Contenuti: standard e strumenti di authoring 10 – e-Collaboration per l’apprendimento
  51. 51. Parte II 6 – Webinar e videolezioni sincrone
  52. 52. Parte II Big Blue Button - https://bigbluebutton.org/
  53. 53. Big Blue Button https://bigbluebutton.org/ ● è una soluzione Open Source; ● funziona su tutti i dispositivi e sistemi dentro un browser (WEBRTC); ● non richiede la creazione di account per essere utilizzato; ● rende semplice la registrazione e pubblicazione delle lezioni ● è integrabile, estendibile e personalizzabile nelle sue funzionalità.
  54. 54. Parte II Gather - https://gather.town/
  55. 55. Gather https://gather.town/app/mT5QDHKew20RhXvD/saperedigitale Better spaces to gather around Spend time with your friends, coworkers, and communities like you would in real life ASSEMBRIAMOCI! → PWD: saperedigitale
  56. 56. Parte II “Non ti sento. Tu mi senti? Mi sentite? Vi scrivo in chat allora? Provo a uscire e rientrare, ok? Oppure passiamo a Skype?”
  57. 57. Parte II 7 – Videolezioni asincrone e podcast
  58. 58. Parte II VSDC FREE VIDEO EDITOR - videosoftdev.com/it
  59. 59. Parte II In coro con VSDC FREE VIDEO EDITOR
  60. 60. VSDC Free Video Editor http://www.videosoftdev.com/it/free-video-editor Consente l’elaborazione e creazione di file video di diversa complessità. Incorpora un buon numero di effetti video e audio. L’interfaccia semplice e intuitiva sembra di facile accessibilità anche per i non esperti. Costi: il sito riporta “è possibile scaricare VSDC Free Video Editor e usarlo senza nessun limite (senza periodo di prova, watermark o pubblicità). Tuttavia, si ha l’opportunità di aiutare il progetto mediante la sottoscrizione al supporto tecnico.” Pare sia possibile ottenere una licenza gratis per la scuola, contattando i fornitori.
  61. 61. Parte II 8 – Le piattaforme e i Learning Management System
  62. 62. Parte II 8 – Le piattaforme e i Learning Management System
  63. 63. Parte II Moodle - moodle.org
  64. 64. Moodle https://moodle.org/?lang=it ● Si può acquistare un servizio, comprensivo di hosting su un server, che già offre Moodle come piattaforma disponibile preinstallata. ● es. Aruba: https://hosting.aruba.it/cms-hosting/moodle.aspx ● consente anche a organizzazioni che non hanno uno staff di informatici di potersi poi confrontare solo con gli aspetti di customizzazione e gestione di Moodle, lasciando al provider quelli di amministrazione. Costi: 20 € + IVA per il primo anno e poi / 50 € + IVA dal rinnovo in avanti.
  65. 65. Parte II 9 – Contenuti: standard e strumenti di authoring
  66. 66. Parte II 9 – Contenuti: standard e strumenti di authoring
  67. 67. Parte II 10 – e-Collaboration per l’apprendimento
  68. 68. Parte II 10 – e-Collaboration per l’apprendimento
  69. 69. e-Collaboration è un primo passo per ‘fare’ digitale assieme. Proviamo?
  70. 70. Sperimentiamo ● Giochiamo, testiamo e assaggiamo ... ● Ricontestualizziamo l’esperienza nella nostra realtà...
  71. 71. Rieccoci sui contenuti ‘smart’ per voi Comunicare e incontrarsi in gruppi A passeggio tra i nerd del gaming e lo zoombombing dell’estrema destra ● Discord ● Gather Creare artefatti digitali Tra la rivoluzione e la maieutica ● G Drive ● Carrd Insegnare indipendenti Open Source contro tutti ● Big Blue Button ● Moodle Collaborare creativamente Dire la propria lontano dalla paranoia dei social ● Padlet ● Miro
  72. 72. BUTTIAMOCI NELLA MISCHIA
  73. 73. https://padlet.com/ Padlet
  74. 74. Padlet https://padlet.com/ Lo strumento ideale per interagire con poca fatica
  75. 75. “Il muro del pianto” Esercizio giocoso 1
  76. 76. “Il giardino delle opportunità” Esercizio giocoso 2
  77. 77. https://discord.com/ Discord
  78. 78. Discord https://discord.com/ Il tuo posto per parlare Che tu faccia parte di un club scolastico, gruppo di gamer, comunità artistica mondiale, o semplicemente di un piccolo gruppo di amici che vuole passare il tempo assieme, Discord rende più facile chiacchierare ogni giorno e ritrovarsi più spesso
  79. 79. https://miro.com/ Miro
  80. 80. Miro https://miro.com/ Mappe e schemi Una nuova frontiera del brainstorming online.
  81. 81. “Percorsi tematici” Esercizio giocoso 3 OPZIONE 1 Per chi vuole creare un account MIRO
  82. 82. “Percorsi tematici” Esercizio giocoso 3 OPZIONE 2 Per chi vuole solo guardare e non toccare
  83. 83. https://drive.google.com/ Google Drive
  84. 84. Google Drive https://drive.google.com/ La soluzione più diffusa e conosciuta
  85. 85. “Tesori nascosti e orrori da nascondere” Esercizio giocoso 4 OPZIONE 1/2 Non serve creare account, ma potete usare il vostro account Google se vi va https://docs.google.com/document /d/1yhE-y9sz5uBkUZ8eTyRwINop 0sYyr7qberxImPBRIAc/edit?usp=s haring
  86. 86. A - Torniamo alla noiosa presentazione? B - Saltiamo al Capitolo 15?
  87. 87. Parte III Coltivare le relazioni: coinvolgere, osservare, valutare Padroneggio le dinamiche dell’e-Learning e gli strumenti per osservare e valutare la formazione nell’ottica di favorire un apprendimento coinvolgente ed efficace
  88. 88. Parte III 11 – Tracciamento e monitoraggio 12 – Valutazioni e certificazioni 13 – Coinvolgimento e gamification
  89. 89. Parte III 11 – Tracciamento e monitoraggio
  90. 90. Parte III 11 – Tracciamento e monitoraggio
  91. 91. Parte III 12 – Valutazioni e certificazioni
  92. 92. Parte III 12 – Valutazioni e certificazioni
  93. 93. Parte III 13 – Coinvolgimento e gamification
  94. 94. Parte III 13 – Coinvolgimento e gamification
  95. 95. Parte IV Orientare l’e-Learning: strategie, etica e scenari Osservo quanto fatto da altri anche in discipline diverse dalla mia e so farmi un’idea più precisa di come progettare percorsi di apprendimento in linea con i miei valori
  96. 96. Parte IV 14 – Dall’Open Education ai MOOC 15 – Sei scenari di e-Learning: consigli e soluzioni 16 – Risorse utili e nuove frontiere
  97. 97. Parte IV 14 – Dall’Open Education ai MOOC SchemasempredalsuddettolibroUNESCO,ma adattatodaCox(2015).DisponibilesottoCCBY all'indirizzo https://www.slideshare.net/ROER4D/openness-in-highe r-education
  98. 98. Parte IV 14 – Dall’Open Education ai MOOC
  99. 99. Parte IV 15 – Sei scenari di e-Learning: consigli e soluzioni
  100. 100. Un esempio per tutti: #calinimood Ottica inclusiva per creare un palinsesto di creatività corale “la scuola si è fatta servizio e ha fornito un contenitore da riempire a seconda delle esigenze e della sensibilità di ciascuno” proponendo attività strepitose secondo un patto chiaro: “Libertà di partecipare senza vincoli di valutazione né per gli studenti (nessun voto!), né per i docenti (nessuna ansia da prestazione professionale!) e con la condivisione dell’esperienza su alcune piattaforme social”. Mattioli S., “#calinimood: un mosaico di iniziative creative”, Bricks, n. 3, 2020 http://www.rivistabricks.it/wp-content/uploads/2020/07/2020-03-02_Mattioli.p df oppure https://tinyurl.com/calinimood
  101. 101. #poesianascosta - “Caviardage” Fotografia, gioco, scrittura creativa, poesia (con tecnica Caviardage!), filosofia, musica d’insieme, teatro e giornalismo. Un’attività corale, intensa, messa in atto da tutto l’istituto, supportata dal Dirigente e dai tanti insegnanti. (prof. Silvia Mattioli insegna materie letterarie e latino)
  102. 102. #iosuonodacasa - Calini Ensemble [...] abbiamo creato una base alla quale tutti gli strumentisti avrebbero potuto fare riferimento e abbiamo spartito le strofe. Ognuno poi ha registrato la propria clip e le abbiamo montate tutte insieme a formare il video. [...] E ci siamo sentiti anche forti, orgogliosi di non esserci arresi, fieri di non esserci fermati mai e di aver continuato a suonare nonostante tutto. Leonardo Da Forno, studente 1 A, ha curato il montaggio, in parte il mixaggio e la logistica insieme con Stefano D’ Amicis ed è stato un valido punto di riferimento per i compagni… (ed è solo in 1^) (iniziativa coordinata da Isaia Mori , direttore del Calini Ensemble, Silvio Uboldi, tastierista, compositore, arrangiatore e Carlo Brufani, insegnante di Filosofia e Storia e musicista)
  103. 103. #iofotografodacasa - “Light painting” “Una linea sottile tra un bacio e l'amore” Leonardo Da Forno, 1A (Prof. Alberto Doscioli, insegna Religione Cattolica al Liceo Calini. Laureato in Filosofia, è appassionato di fotografia)
  104. 104. #calinimovement - “Finger Tutting” Una recente invenzione espressiva che richiede abilità coordinative particolari abbinate ad una mobilità articolare significativa che viene catturata da una telecamera. (Prof. Mauro Bozzoni insegna Scienze Motorie e Sportive).
  105. 105. Parte IV 16 – Risorse utili e nuove frontiere
  106. 106. Parte IV 16 – Risorse utili e nuove frontiere PETARMAVROVIEV:UNWHOLE(2018)
  107. 107. Consigli bibliografici disinteressati...
  108. 108. Il manuale dell’e-Learning Matteo Uggeri Se volete approfondire https://manuale-elearning.it/
  109. 109. Il manuale dell’e-Learning → il sito Dialoghi online Se volete approfondire manuale-elearning.it
  110. 110. Rivista Bricks Rivista online per la scuola per promuovere l’innovazione nella didattica ISSN:2239-6187 Se volete approfondire http://www.rivistabricks.it/
  111. 111. “Il mostro invisibile venuto da molto lontano” Alunni della scuola secondaria di I grado dell’I.C. “Rita Levi-Montalcini” di Fontanafredda (PN) Scrivere insieme per accorciare le distanze. Dal racconto di classe alla creazione di un eBook di Silvia Furlanetto a breve su Bricks in: “e-Book, libri di testo e materiali didattici: dall’open content per l’inclusione agli aggregatori di risorse”
  112. 112. Libro collaborativo <<“La scrittura a più mani ha permesso quindi di accorciare i tempi e le distanze, dando agli allievi la possibilità di reagire alla situazione di isolamento e di impotenza determinata dall’emergenza sanitaria, consentendo a molti di mettersi in gioco, di mobilitare la capacità di immaginazione e la fantasia”>> (Silvia Furlanetto)
  113. 113. Meta-Libro <<La lettura del romanzo “L’amico nascosto” scritto da Katherine Marsh e le relative attività di comprensione ed analisi dei diversi capitoli effettuate in classe nel corso del primo quadrimestre hanno fornito lo spunto per la creazione di un e-Book durante il periodo della didattica a distanza. Gli esercizi svolti in precedenza dagli allievi sono stati rielaborati in vista della creazione collaborativa di un prodotto digitale.>> (Silvia Furlanetto)
  114. 114. Libro aumentato <<La lettura del romanzo “L’amico nascosto” scritto da Katherine Marsh e le relative attività di comprensione ed analisi dei diversi capitoli effettuate in classe nel corso del primo quadrimestre hanno fornito lo spunto per la creazione di un e-Book durante il periodo della didattica a distanza. Gli esercizi svolti in precedenza dagli allievi sono stati rielaborati in vista della creazione collaborativa di un prodotto digitale.>> Jacopo Verchetta
  115. 115. Discutiamo ● Individuiamo potenziali scenari ● Discutiamo sui casi concreti
  116. 116. Contatto Matteo Uggeri matteo.uggeri@[REMOVE]gmail.com

×