Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Autorizzazione donazione bene dotale

229 Aufrufe

Veröffentlicht am

Tribunale di Napoli 19 - 20 settembre 2015 Decreto autorizzazione donazione bene dotale

Veröffentlicht in: Recht
  • Als Erste(r) kommentieren

Autorizzazione donazione bene dotale

  1. 1. 3 a LU R D E‘ n. y n. n” . s. m S r, . 1.. D ti Ll l ‘l 1 s C:
  2. 2. x34 ma _a a: . -» —— n.7“ < .7 r- iti , _ V j symsma w a u ma u r. 4 . . max; m: l 5497939 L a — . ' r immensa 03% l‘ m e l axmmmmmmum a kmmuuwwsfivaîasîeîwumîaneîgwoflwyfleflsrm maremma m m i s: a” i umwnwrammnwaammwgflmm-w ' «m»; s Èmwflm _ _ a " iìîa '- t r , ,, e, . z a, l "W . , .4. h , " : . k . _ e a eeîàmîm gate eticîy i: «é; iiîà“à. fi ifisîîjîl a o i v Wmifiwfime ‘a l fiaîrîrflerîswme s‘ a‘ tra WÈQÎMB e: le; s5 ‘ W c gatti? elio àlîfififit fiîè ààèîwkélfiéfîsîxîîfiìîgè figîìjì a H a I «r. m a mamma; r x wwwwxwwmfiszaxsa i mwwmv-sx u. x, al r: tiîel 1J i i; Î _ gîiìliàîe pmqgtaîe la a Ffiiîîîfifilîîîifi tor . o ‘ n m T g . . I, - g‘ {ho 54k fîfiîsfiîéae . ‘è yfiiîlîlfliîîîgîîlîfi . mw5 MwMrmìwou J r. —- '- «_ I A. “m; E e l iiriîi E3213 estrarre gugiîgîiîmkiweuìîii lîatgiwgw %fifivbw 3| -. x l: le atee? afinm: sflmflwîg w arma q «amaca-xx: xsaaexwxw; .. , —4 a»? ‘n QÉÎÎÈL eeiiifiztîì Le ÈÎÈÈÎÎÈ g: g; g I e wsmimewwmwwww — wmwm-wwwxw i f» mm» I i» g . «, ‘e ; _ l; .». — ‘Z Hwmî. l i; I 5 iî letame erfieiîîf Éîìîlîwxîà Ì I E ÉÈ%î i: 1 mm msmwaxwwmxwmx. .. ,94 wxewwmg ami i s l e: www www , attnumnanmzmze ‘ a ai ma Éusaîywxwiw»: mi iîcîgîîgîìîtfiîsfiì Lei ai Entità Le; îeg e 932i I E È l . . “m. ..” i . ... ... .. ... ... ... . . ... ... ... ... ... .., .. ‘ — . .. ... ... ... .W e . . . îliglé €3.941: ràegiîgttîmîîe assisi îiii ali I î l ‘Ì su» dalia îîîîtfiî e; Èîìîîtîifl mi. ma gtàeiîgfim già 123% l È — mm“ —. . , . . J g g se J mamo — m ma“ mszavîwsauxaareswtn . .. . wvrvnwnmwi rea I 3m ‘ ’7> —'< 7 ‘, .‘ Vs, ‘ . .., ,, ‘. - i: mnwerastmmwmnwnx ama 4mtm w m m» e l’ 095i ' i? ‘ Eîàîîà M l mmmmmmflmmmmmmmcmm SI su»: 1mm: tg7 a nnsiawwwmam» . n m ynmmammmîowàflsmgflm I s . m a . ' v pi“ . « a . ai. u Jtîfin. salme îzw 222W mîcmwmwaîaîîlxîflxflxflafliawxfl a a m‘:
  3. 3. 4- a " " * ‘ "V ‘ ÈAÌÈÈw g, ammwmmmgfi W Lmexwxammmma u ossrsmn ‘mgykwèmfiahm, H k u’ .7. H w‘ m” m y m‘ ‘u’ > — ÉÌÉE ÎÉÀP-"à; "€3 . r f 4 57gg» V a5 Est; . fa‘ E“? “wwvdwwww 1 H v Www “ma” 9 a maawwwmflwmflm m gwgwmmm- E31» L I c. I asma mxwmwmymepmqawmwmxfimmamawww . r.shvn= mgan w aimboîxu m aîawvrr/ «ryn g»; v w — «v- V mîsîàîzfla ‘L15 4% ‘ 4 593m game m; 'g9; r , . m - l a * L m; ‘ w m WWW ‘i ma? w = ìwm 6mW%>'JBQ’EFrl/ Gfl. gmnamlem Î-îîîîîèîsîî? ’ efi 555532; 7 mamma» 1mm mm I I ’ î‘ m u%wamvssmwmx mimdobsfiiîaflàtsx ma s. n.20 a: ma emu «anzwsammaa e s saga g x ma m se aqnmawxmwqmwsrmm emana ex g àîî"‘îésiì asgfimî a . wmwam «(frenata a K _ V É , s: Éîîìfifiîzîéfigîîîîtyflmflflamm x la mfiîîsîfléfiîiìfiî asma‘
  4. 4. , L ai x33 xx ‘N ' V .2‘ somma Praczzragéìw: deiia Repubblica DorLssa Valeria 4S/ QzzzaZez y Reyezfo i À , ‘ i a i A x ‘ Ì I i i i i y ‘
  5. 5. R. G. 3870i5 Il Tribunale di Napoli — Sezione Civile Prima Bis — riunito in camera di consiglio nelle persone dei seguenti magistrati: Dott. Umberto Di Mauro Presidente Dott. Carlo Gagliardi Giudice Dottssa Nlarina Tafuri Giudice rel. ha emesso il seguente DECRETO nel procedimento civile iscritto al n. 3870 R. G. delfanno 2015, avente ad oggetto: I l l donazione bene dotale, promosso i da , nato a Napoli mm, ed nata a m , entrambi domiciliati in Napoli alla V ia i l 1 Rilevato che, con ricorso depositato in data 18.6.15, , proprietaria di Lirfunità immobiliare sita in Napoli alla Via a gravata da vincolo dotale, ha chiesto, unitamente al coniuge? di essere autorizzata a donare detto immobile a favore della figlia disponendo la i‘ cancellazione del vincolo dotale, allo scopo di dare definizione alla sistemazione i familiare dei propri beni trai figli; tanto premesso, appare opportuno sottolineare che l’art. 166 bis c. c., norma i introdotta a seguito della riforma del diritto di famiglia di cui alla legge n. 1511975, sancisce la nullità di ogni convenzione che tenda alla costituzione della dote, istituto incompatibile con i principi ispiratori introdotti dalla predetta riforma, che ha reso paritaria la posizione dei coniugi con riguardo al regime patrimoniale della famiglia, prevedendo al contempo, con l’art. 227 delle disp. trans. della medesima legge,
  6. 6. R. G. 3870l5 Fapplicazione delle norme anteriori con riferimento alle doti e patrimoni familiari costituiti in epoca anteriore alla riforma, norma quesfiultima più volte posta allhttenzione della Corte Costituzionale, che non ha mai dichiarato Pillegitiimità della stessa, ritenendo un intervento in tal senso di tipo normativo e come tale non ammissibile (cfr. Corte Cost. 24.1.1992 n. 18;); secondo la normativa preesistente, dunque, finché dura il matrimonio il bene dotale è destinato a sopportare i pesi del matrimonio (ex art. 177 c. c. vecchio testo) e può essere sostituito con altro bene ovvero oggetto di atto di disposizione solo nei casi espressamente previsti laddove vi sia necessità od utilità evidente (questi ultimi presupposti desumibili dall’art. 187 c. c. vecchio testo, che attiene allìilienazione, ma che si ritiene norma applicabile per qualsiasi atto di disposizione dei citati beni), senza che possa essere eliminato il vincolo dotale del bene che ne costituisce oggetto; con riferimento alla dote, dunque, parte della giurisprudenza, sulla scorta del quadro normativo su delineato, ha escluso che sia possibile autorizzare la donazione di un bene dotale, ritenendo che nel caso di disposizione a titolo gratuito non sia ravvisabile la necessità ed utilità evidente, mentre secondo altro orientamento la facoltà di donare deve ritenersi compresa in quella di “alienare” e la donazione può, nel singolo caso concreto, prospettarsi compatibile con la destinazione della dote, qualora il bene venga destinato in favore di un componente della famiglia; orbene, ritiene il collegio condivisibile quesfultzimo orientamento, pur nella consapevolezza dell’assetto normativo predetto e di orientamenti diversi, considerato che l’intento perseguito dall Ì” t" con il consenso del coniuge, entrambi proprietari di altre unità immobiliari, è quello di provvedere alla sistemazione del patrimonio familiare ed in tale ottica si colloca la determinazione di donare Yimmobile suddetto alla figlia nata da tale unione;
  7. 7. R. G. 3870l5 visto il parere favorevole del PM in sede in data 13.7.15; PQ. M. autorizza , con il consenso e Yassistenza del coniuge . . . . . Q; entrambi su oeneralizzati, a donare in favore della fi ha nata a Na 011 / ’ t) l’? e c? il la proprietà dellfimmobîle sito in Napoli alla Via (à . l g, meglio descritto in domanda parte integrante del presente provvedimento sul punto. Concede Pimmediata efficacia del provvedimento emesso. Napoli, cosi deciso nella camera di consiglio dell’1'l.9.15 Il Presidente z ‘; .. - ; 1

×