Diese Präsentation wurde erfolgreich gemeldet.
Wir verwenden Ihre LinkedIn Profilangaben und Informationen zu Ihren Aktivitäten, um Anzeigen zu personalisieren und Ihnen relevantere Inhalte anzuzeigen. Sie können Ihre Anzeigeneinstellungen jederzeit ändern.

Referendum M5S per l'uscita dall'Euro

957.177 Aufrufe

Veröffentlicht am

Referendum M5S per l'uscita dall'euro

Veröffentlicht in: Präsentationen & Vorträge
  • Loggen Sie sich ein, um Kommentare anzuzeigen.

Referendum M5S per l'uscita dall'Euro

  1. 1. #FUORIDALL€URO IL MOVIMENTO 5 STELLE PER IL REFERENDUM PER L’USCITA DALL’EURO Sala Nassirya - Senato della Repubblica - 10 dicembre 2014
  2. 2. I NUMERI DELLA CRISI ITALIANA DENTRO L'EURO PERDITA DELLA COMPETITIVITÀ DI PREZZO DELLE MERCI ITALIANE ALL'ESTERO: CIRCA IL 20% RISPETTO ALLE MERCI TEDESCHE CROLLO DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE: -25% ITALIA +26% GERMANIA ESPLOSIONE DELLA DISOCCUPAZIONE: 13,2% UFFICIALE E 43,3% GIOVANILE #FUORIDALL€URO 2
  3. 3. I NUMERI DELLA CRISI ITALIANA DENTRO L'EURO TRACOLLO DEL PIL DAL 2008 AD OGGI: -9% MORÌA DELLE IMPRESE: 8101 IMPRESE SOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2014 (+10% RISPETTO AL 2013) SVENDITA DELLE NOSTRE MIGLIORI IMPRESE A PROPRIETARI ESTERI (PROFITTI FUORI DALL'ITALIA) #FUORIDALL€URO 3
  4. 4. EURO: UNA MONETA DISEGNATA SU MISURA PER LA GERMANIA #FUORIDALL€URO 4
  5. 5. EURO: UNA MONETA DISEGNATA SU MISURA PER LA GERMANIA DAL 1997 AL 2014 PRODUZIONE INDUSTRIALE ITALIA: -25% PRODUZIONE INDUSTRIALE GERMANIA:+26% #FUORIDALL€URO 5
  6. 6. L'EURO COSTRINGE I PAESI DEBOLI ALL'AUSTERITÀ E ALLA DISOCCUPAZIONE • ”SE NON PUOI SVALUTARE LA MONETA SVALUTI I SALARI" (CIT. STEFANO FASSINA) • TAGLIARE COSTO DEL LAVORO (SALARI) E SPESA PRODUTTIVA PER RECUPERARE COMPETITIVITÀ DI PREZZO PERCHÉ NON SI PUÒ SVALUTARE LA MONETA • I TAGLI LINEARI UCCIDONO LA DOMANDA INTERNA: CROLLO CONSUMI E VENDITE, FALLIMENTO DI FAMIGLIE E IMPRESE • IL GETTITO FISCALE DIMINUISCE PERCHÉ DIMINUISCONO I LAVORATORI-CONTRIBUENTI: AUMENTO DEFICIT E DEBITO • NUOVI TAGLI PER DIMINUIRE IL DEBITO E CIRCOLO VIZIOSO #FUORIDALL€URO 6
  7. 7. NELL'EURO SI PUÒ FARE SOLO AUSTERITÀ È IMPOSSIBILE FARE INVESTIMENTI E FAR RIPARTIRE LA DOMANDA PERCHÉ: • L'ITALIA NON STAMPA LA MONETA EURO MA LA CHIEDE IN PRESTITO AI MERCATI • I VINCOLI DI BILANCIO (3% DEFICIT/PIL E FISCAL COMPACT) LO IMPEDISCONO #FUORIDALL€URO 7
  8. 8. COSA SI PUÒ FARE CON LA PROPRIA MONETA SPESA BUONA PER INVESTIMENTI PRODUTTIVI: NO AI VINCOLI EUROPEI • DOVE? SETTORI STRATEGICI E AD ALTA OCCUPAZIONE: ENERGIE RINNOVABILI, MANUTENZIONE TERRITORIO E DISSESTO IDROGEOLOGICO SU TUTTI • DEBITO PUBBLICO SOSTENIBILE: SI RIPAGA DA SÉ CON LA CRESCITA DEL PIL, DELL'OCCUPAZIONE E DEL GETTITO FISCALE #FUORIDALL€URO 8
  9. 9. LA FINANZIARIA BUONA DEL MOVIMENTO 5 STELLE • 18,6 MILIARDI DI NUOVE COPERTURE • 54,3 MILIARDI DI NUOVI IMPEGNI • CORRISPONDONO AL 4,4% DEFICIT/PIL COME FA GIÀ OGGI LA FRANCIA #FUORIDALL€URO 9
  10. 10. NUOVE ENTRATE • SOPPRESSIONE ENTI INUTILI • DIMEZZAMENTO INDENNITÀ PARLAMENTARI E TETTO PENSIONI D'ORO • TAGLIO FONDI SPESE MILITARI E DI ALCUNE "MISSIONI DI PACE” • TAGLIO AI FONDI SCUOLE PRIVATE IN FAVORE DI QUELLE PUBBLICHE • AUMENTO TASSE SU COMPAGNIE PETROLIFERE #FUORIDALL€URO 10
  11. 11. NUOVI IMPEGNI E INVESTIMENTI • REDDITO DI CITTADINANZA PER I DISOCCUPATI RESIDUI E I CITTADINI A BASSO REDDITO • ABOLIZIONE RIFORMA FORNERO • ABOLIZIONE IRAP MICRO-IMPRESE • NUOVI FONDI PER IL DISSESTO IDROGEOLOGICO • BANDA LARGA E ULTRA-LARGA • STABILIZZAZIONE ECO-BONUS #FUORIDALL€URO 11
  12. 12. PRIMA DI USCIRE DALL'EURO: IL REFERENDUM DI INDIRIZZO #FUORIDALL€URO 12
  13. 13. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO “FUORI DALL'EURO IL NOSTRO DEBITO SARÀ INSOSTENIBILE E GLI INTERESSI SCHIZZERANNO ALLE STELLE.” Falso. L'Italia ha un avanzo primario, per cui l'unico motivo per chiedere di essere finanziata è per pagare gli interessi sul debito pubblico esistente. Con la Banca d'Italia prestatore di ultima istanza i tassi sarebbero calmierati dalla Banca stessa che potrebbe in ogni momento decidere di comprare debito se i tassi aumentassero oltre una certa cifra. Inoltre con l’Italia che torna a crescere con la sua sovranità monetaria il mercato non avrà problemi a finanziare il nostro debito perché ciò che guida i rendimenti sui titoli pubblici è prima di tutto la sostenibilità del debito. 13 #FUORIDALL€URO
  14. 14. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO “IL DEBITO PUBBLICO DOVRÀ ESSERE RESTITUITO IN MONETA FORTE (EURO)” Falso. Il 94% del nostro debito pubblico è stato contratto sotto legislazione italiana e verrà convertito nella nuova valuta nazionale secondo il principio riconosciuto a livello internazionale della "lex monetae". I crediti dei Paesi esteri sarebbero svalutati del 30% circa nell'arco di un anno e la moderata inflazione conseguente alla svalutazione contribuirà a rendere sostenibile la restituzione del debito. 14 #FUORIDALL€URO
  15. 15. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO “IL PETROLIO E LE MATERIE PRIME IMPORTATE COSTERANNO MOLTO DI PIÙ E L'INFLAZIONE ESPLODERÀ” Falso. La svalutazione è stimata da illustri economisti intorno al 20% e il peso delle materie prime e dell'energia sul prezzo finale del prodotto è minimo, anche perché l'Italia è un Paese trasformatore. L'inflazione si attesterà intorno ad un 1/3 della svalutazione nel corso di un anno, quindi ad un tasso stimato del 7-8%, gestibile diminuendo accise e tasse sulle imprese grazie alla ritrovata autonomia di bilancio. Il costo relativamente maggiore delle materie prime e dell'energia favorirà la riconversione dell'economia a beneficio del mercato interno e della filiera corta. Infine l'euro ha svalutato del 10% negli ultimi mesi e non si è visto alcun effetto significativo sull'inflazione, anche perché siamo in deflazione. 15 #FUORIDALL€URO
  16. 16. LE PAURE INGIUSTIFICATE SULL'USCITA DALL'EURO “I MUTUI DIVENTERANNO INSOSTENIBILI” Falso. I mutui verranno convertiti nella nuova valuta nazionale come gli stipendi delle famiglie e i ricavi delle imprese. I mutui a tasso variabile sono legati al tasso Euribor (media tassi europei) e saliranno di pochissimo o di nulla, mentre non ci sarà alcun problema per i mutui a tasso fisso. La moderata inflazione, infine, avvantaggerà famiglie e imprese debitrici. 16 #FUORIDALL€URO

×