• Gefällt mir
Ecografia bidimensionale del collo
Nächste SlideShare
Wird geladen in ...5
×

Ecografia bidimensionale del collo

  • 297 Views
Hochgeladen am

Relazione del Dott. Achille sulla ecografia bidimensionale ed ecocolordoppler del collo. Aoico 2013, Roma

Relazione del Dott. Achille sulla ecografia bidimensionale ed ecocolordoppler del collo. Aoico 2013, Roma

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Sind Sie sicher, dass Sie...
    Ihre Nachricht erscheint hier
    Hinterlassen Sie den ersten Kommentar
    Be the first to like this
Keine Downloads

Views

Gesamtviews
297
Bei Slideshare
0
Aus Einbettungen
0
Anzahl an Einbettungen
0

Aktionen

Geteilt
Downloads
4
Kommentare
0
Gefällt mir
0

Einbettungen 0

No embeds

Inhalte melden

Als unangemessen gemeldet Als unangemessen melden
Als unangemessen melden

Wählen Sie Ihren Grund, warum Sie diese Präsentation als unangemessen melden.

Löschen
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ecografia bidimensionalecolor doppler e fnabnella diagnosi e nel follow updei linfomig. achilleunità operativa ORListituto oncologico bari
  • 2. tumefazione sospetta linfoproliferativavisita ORLvalutazioneematologica -internisticaecointerventistica testa-colloesamistrumentalichirurgia
  • 3. introduzionel’ecografia costituisce parte integrante delladiagnostica dei linfomi nelle fasi• diagnosi• stadiazione• pianificazione della terapia• follow up e cure post-trattamento• diagnosi delle recidive
  • 4. introduzione• la diagnosi ultrasonografica si avvale di alcunecaratteristiche morfologiche ecografichelinfonodali ben definite• la specificità e sensibilità incrementano inassociazione alla metodica color-doppler– studio del pattern vascolare linfonodale
  • 5. caratterizzazione ecografica dei linfonodi• forma: diametro longitudinale/diametro trasversale (l/t)• ecogenicità: confronto con i tessuti circostanti• ilo vascolare: struttura lineare iperecogena su sfondoipoecogeno• rapporti con le strutture limitrofe• studio dell’assetto vascolare mediante color doppler– studio assetto vascolare e dell’ilo
  • 6. caratterizzazione ecografica dei linfonodi• scelta di eventuali adenopatie da sottoporre adaccertamento cito-istologico• pianificazione pre-trattamento nei casi positivi• stadiazione post-trattamento– definizione del grado di risposta al trattamento• la diagnosi è sempre multifattoriale, sia dal puntodi vista strumentale che clinicoè imperativo conoscere semprela storia clinica del paziente
  • 7. adenopatia reattiva adenopatia neoplastica
  • 8. adenopatia reattiva adenopatia neoplastica
  • 9. adenopatia reattiva adenopatia neoplastica
  • 10. adenopatia reattiva
  • 11. linfoma di hodgkin
  • 12. linfoma non hodgkin
  • 13. linfoma non hodgkin
  • 14. adenopatia metastaticainfiltrazione vascolare
  • 15. linfoma non hodgkin
  • 16. linfonodo metastaticoinfiltrazione tracheale
  • 17. adenopatia reattiva
  • 18. adenopatia metastatica
  • 19. confronto fra metodiche cliniche e di imagingtecnica specificità sensibilitàTC/RMN 97% 21%PET-TC 96% 65%
  • 20. caratterizzazione dei linfonodi mediante indaginecitologica su biopsia ecoguidata con ago sottile• incremento di sensibilità e specificità dalle metodichedi indagine citologica mediante biopsia ad ago sottile inecoguida• orientare verso una diagnosi di malattialinfoproliferativa, discernendo le lesioni infiammatorie• selezione dei casi– da sottoporre ad approfondimento mediante tecnichechirurgiche aperte– o nella stadiazione delle eventuali recidive o persistenze dimalattia
  • 21. analisi della casistica• è stata esaminata la casistica di pazientiesaminati e trattati presso l’Unità Operativa diEco Diagnostica ed Interventistica dell’UnitàOperativa ORL dell’Istituto Tumori di Bari apartire dal Maggio 2002 sino ad Ottobre 2012• in questo periodo sono stati sottoposti adesame ecografico delle stazioni linfonodalilaterocervicali 2920 pazienti
  • 22. analisi della casistica• in 430 casi è stato sospettato un processolinfoproliferativo ed è stato consigliato unapprofondimento mediante citologia per ago aspiratoecoguidato; 400 pazienti si sono sottoposti a taleaccertamento• in 290 casi è stato diagnosticato un processolinfoproliferativo• in 15 casi è stata fatta diagnosi di linfoma non Hodgkin• In 4 di linfoma di Hodgkin• in 91 casi la diagnosi citologica non è stata dirimente
  • 23. analisi della casistica• ai 381 casi di diagnosi citologica dubbia è statoconsigliato di sottoporsi a cervicotomiaesplorativa per biopsia linfonodale• 370 si sono sottoposti ad intervento chirurgicoche ha messo in evidenza– 99 casi la presenza di una linfadenopatia benigna,a varia eziologia– in 271 casi un linfoma, a varia caratterizzazioneistologica
  • 24. analisi della casistica• la diagnosi ecografica è stata in grado diorientare il percorso diagnostico, in quantocirca il 72.5% (290 casi su 400) dei pazienti aiquali è stato consigliato un approfondimentoper il sospetto di un processo linfoproliferativoè risultato realmente affetto da una patologialinfoproliferativa maligna
  • 25. analisi della casistica• la biopsia per ago sottile ha confermato il suoapporto nel miglioramento della sensibilità especificità delle tecniche ultrasonografiche , inquanto ha consentito di selezionare i casi dasottoporre a chirurgia open e di orientare l’iterdiagnostico verso un processolinfoproliferativo maligno, ottenendo unadiagnosi di patologia linfomatosa nel 78.4%dei casi (290 pazienti su 370)